Switch · Videogames

Un’ora con Daemon Ex Machina. (Switch)

 

Bentrovati ragassuoli, in quest’ultimo giorno di febbraio cianciamo di videogiuochi riportando in auge la rubrica “Un’ora Con”. La spumeggiante rubrica delle impressioni a caldo relative alle prime ore di gioco o sulla demo appena provata di un titolo che in qualche modo ha saputo stuzzicare il tuo interesse.

Oggi proviamo a portare qui sul Cornerhouse, le prime sensazioni, gli aspetti che ti sono piaciuti e quelle che non ti sono piaciuti di Daemon Ex Machina, gioco d’azione con i robottoni in esclusiva per Nintendo Switch che uscirà nel corso del 2019.

Daemon Ex Machina è una nuova IP Nintendo sviluppata dalla giapponese Marvelous INC e ci vede proiettati in futuro distopico in cui citando il sito Nitendo stesso:

“La luna è caduta dal cielo, seminando la distruzione sulla Terra, l’umanità ha creato una potente rete di macchine, controllata da una sofisticata intelligenza artificiale, per riscostruire il pianeta.

 

Ma, adesso, una forma di energia chiamata Femto ha corrotto le macchine, trasformandole in uno spietato nemico noto come Arms of Immortal e la razza umana si ritrova a combattere una disperata guerra per la sua sopravvivenza…”

Lo scopo del giocatore è quello pilotare il proprio “Arsenal” una sorta di robottone personalizzabile con armi e equipaggiamenti allo scopo di risolvere missioni prevalentemente di combattimento tra i cieli o in terra.

Diciamolo subito, le prime impressioni a caldo sono un bel mix di alti e bassi. L’aspetto più interessante è sicuramente l’ambientazione e l’idea di pilotare questi bestioni da combattimento. Almeno sulla demo, purtroppo, la resa visiva però è piuttosto deludente in modalità portatile mentre in modalità fissa è un bello spettacolo. In portatilità sembra che il calo di risoluzione sia davvero significativo forse eccessivo, ma probabilmente trattandosi di una demo, la situazione finale cambierà radicalmente (speriamo almeno).

Anche l’audio è interessante e può garbare a tutti gli amanti della musica rock e metal. I temi musicali sono ben azzeccati

Ciò che ti ha colpito di meno è invece il gameplay che non ti ha entusiasmato più di tanto. Hai avuto anche modo di provare recentemente Starlink di Ubisoft che hai trovato piuttosto simile negli intenti ma decisamente più interessante e coinvolgente. Se nella prima missione che ha svolto il compito di fare da tutorial, ti Daemon Ex Machina ti è sembrato chiara e lineare, ciò che ti ha sconvolto è stato invece una situazione che si è verificata per ben due volte (su quattro!) . Ossia la missione è terminata con successo e tu non hai minimamente capito perché. Ti sei sentito abbastanza fuori luogo e vittima degli eventi: Ma come qui si sta combattendo, c’è un sacco di gente da far esplodere eppure abbiamo vinto?! Come mai?

Come detto il confronto con Starlink ti è venuto proprio caldo caldo e il titolo ubisoft vince per te a mani basse. Si, da una parte guidi astronavi e dall’altra robot, ci sta che le velocità siano diverse ma è proprio sia a livello di immediatezza nel pilotare e manovrare il bestione che di feedback e non per ultimo godimento nel far esplodere “cose” che hai avuto maggiori soddisfazioni con Star Link.

Chiaramente sono impressioni espressamente soggettive ci possono tranquillamente stare opinioni diverse, anzi ben vengano. Si tratta di un’esclusiva Nintendo, quindi sei anche contento se vendesse bene anche se a te non garba come ad esempio Splatoon 2 che sicuramente è un bel gioco ma sorry, non fa te.

Ci sono poi degli aspetti che probabilmente avranno senso a gioco completo come la possibilità di modificare sia esteticamente sia in termini di armamenti e abilità di proprio Arsenal. Questi aspetti potranno quasi sicuramente far variare il gameplay in maniera proprio marcata.

Certo è solo una demo di Daemon Ex Machina e molti aspetti possono essere corretti o migliorati, però, purtroppo va detto le prime impressioni, sono beh, un po’ così e se dovessi basarti solo su questa prova, diciamo che il titolo può tranquillamente essere comprato quando il prezzo sarà sceso almeno di -almeno- un bel 30% perché abbiamo davanti un titolo bello da vedere e da ascoltare ma forse non altrettanto bello da giocare. Sappiamo quanto Nintendo ci mette ad abbassare i propri prezzi, per cui caro Daemon Ex Machina mi sa che passerà molto tempo prima che si giocherà di nuovo insieme.

Se avete piacere potete trovare i precedenti episodi de Un’ora con… proprio qui:

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se vi aggrada, as usual, siete invitati a seguire questo postaccio pure sul social che preferite, qui ci si impegnerà sempre per il sollazzo del vostro spirito tutto!

3 pensieri riguardo “Un’ora con Daemon Ex Machina. (Switch)

  1. I robottoni mi attirano sempre! Ricordo un gioco del genere sulla PlayStation, la parte più divertente era proprio la personalizzazione.
    Questa cosa delle demo è sempre stata interessante ma se il gioco non è finito come puoi decidere se comprarlo o meno? Dovrebbero metterci più cura!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...