Archivi categoria: carcassonne

Carcassonne.

1499151387-picsay.jpg

Carcassonne è il piccolo borgo situato nella terra dei mangia baguet sotto le ascell a sud tra Tolosa e Monpelier, protagonista di un popolare gioco da tavolo. Anzi di uno dei padri del gioco moderno, tra i più famosi giochi di “Piazzamento tessere” Waaa che definizione. Avete presente il pupazzino in legno che rappresenta un omino stilizzato? Il Meeple? Quello che oggi universalmente viene associato al gioco da tavolo? Ecco il legnetto colorato arriva proprio da questo gioco.

flat,800x800,075,f

Siori e damine, ecchive il meeple!

Il gioco base prevede da due a cinque giocatori, ma con la prima espansione si può arrivare sino a sei anche se in realtà sei convinto che il gioco dia il meglio di se in pochi giocatori, due al massimo tre giocatori intorno al tavolo per mantenere un certo livello strategico e scacchistico. Non che in tanti sia brutto, ma semplicemente diventa un gioco meno controllabile e più soggetto alla fortuna della pesca della tessera giusta. Diciamo così: In due abbiamo 70% strategia – 20% Tattica – 10% botta di chiappe. In cinque giocatori invece vi troverete con 40% Chiappe 40% Tattica 20% Strategia.

Il motivo è facile capirlo ed è dettato dalle pesca e dalla capacità dei giocatori al tavolo. Il primo è fortemente legato alla fortuna, se peschi sempre la tessera che ti serve, beh c’è poco da dire. Sul secondo invece non bisogna per nulla immaginare Carcassonne come un puzzle, un solitario di gruppo ma anzi è un gioco che nelle mani di un giocatore esperto si trasforma nella sagra dell’infamata. A Carcassonne si, si può rosicare ed è anche lecito, raccomandato e tollerabile.

Tornado a parlare di fortuna, Sul sito di Boardgamegeek il portale definitivo per tutti i giocatori All Around the World ci sono anche alcune interessanti varianti per “limitare” la questione del Cul ehm della fortuna. Quella più interessante consiste nel avere sempre tre tessere in mano. Ne giochi una tra quelle che hai in mano ne peschi una per tornare ad averne tre. Se giocate così preparatevi ad una sfida molto molto tesa.

Ci sono due grosse scuole di pensiero sulle strategie da adottare per diventare forti a Carcassonne. La prima è quella in cui si gioca a bloccare l’avversario, la seconda è quella a far più punti possible. Probabilmente la soluzione migliore è l’equilibro tra i due approcci. Alcuni campioni di Carcassonne arrivano perfino a dire che l’avversario deve aver paura a schierare un proprio Meeple o che bisogna metterne il maggior numero in difficoltà.

Si può approcciare la partita giocando molto vicini all’avversario, preparando il terreno per far punti alla fine tramite i campi.

Resized pictures - 4

Il pericoloso Drago Meeple!

Il tuo approccio in tutta onestà è molto diverso, infatti spesso le vostre partite arrivano a punteggi spropositati. Per tanto con buona probabilità se ti dovesse mai capitare di giocare alcuni dei giocatori più competitivi rischieresti di prendere una vagonata di schiaffi. A dirla proprio tutta chi gioca nel modo giusto comunque sono con buona probabilità loro. Forse dovresti proprio sguinzagliare la moglie!

Si perchè tra le altre cose Carlotta a questo gioco è fortissima e non ricordi l’ultima volta che hai vinto una partita contro di lei nello scontro 1 VS 1. Accipicchia.

Il gioco poi è sempre divertente a attuale, nonostante disponiamo di una vasta collezione che ormai ha passato i cento titoli mettiamo in tavola carcassonne sempre volentieri, magari non con la frequenza dei primi anni ma pur sempre spesso.

Da quanto abbiamo ricominciato a giocare abbiamo preparato un file dove teniamo traccia delle nostre partite e non a caso Carcassonne sta nei primi posti nel computo totale delle partite giocate il che va a testimoniare come gira e rigira alla fine anche nelle vecchie botti si trova il vino ancora buono.

Hai scelto di parlarle proprio in questi giorni perchè per il tuo compleanno di pochi giorni fa, hai ricevuto in regalo due nuove espansioni La Principessa e il Drago e La Torre ma non solo, qui toccherebbe aprire una gigaparentisi: Sei un po’ annoiato dal hype incondizionato verso tutte le novità. Il fioretto di quest’anno è cercare di giocare a 10 partite ad almeno 10 giochi diversi. è praticamente concluso il primo semestre e non sei messo benissimo. Però tra il torneo di Formula D che deve ancora entrare nel vivo e un po’ di tempo libero in più forse ci riuscirai e sollevare la baracca.

Il mondo del gioco da tavolo sta diventando sempre più florido e economicamente interessante, è un età dell’oro è innegabile solo che dopo un paio d’anni a comprare qualsiasi cosa la tua scimmia dicesse prendilo! prendilo! prendilo! Ora hai voglia di esplorare quello che sta sui tuoi scaffali prima di passare eventualmente ad altro.

Ragassuoli questo è il primo di una serie di post dedicati ai giochi da tavolo che hai intenzione di scrivere a compendio di tutte le recensioni e/o tutorial che potete trovare nel marasma dell’internet. Speri tanto davvero l’impostazione non da tutorial piaccia, tanto il tutorial video di Carcassonne è in arrivo. Se dovessero andar bene scriverai anche altri approfondimenti su Carcassonne e magari anche su altri titoli per i  quali sei andato oltre all’assaggio. L’idea è la condivisione non l’ergersi in cattedra, il valutare insieme strategie e possibilità sui giochi che tratteremo.

Mi raccomando, iscrivetevi anche sul Canale Youtube cliccando qui e lasciate un bel mi piace sulla pagina facebook.

Annunci