Archivi categoria: Cinema e Serie TV

Gotham Stagione 2

1497941538-picsay.jpg

Buongiorno ragassuoli anche oggi spenderemo due parole schiacciando a caso tasti sulla tastiera per scrivere la nostra solita fregnaccia a proposito della seconda stagione di una serie che fin dall’inizio ci ha colpito parecchio ovvero Gotham.

Se avete piacere potete trovare il commento della prima stagione qui. Magari vi torna utile anche perchè molte cose che scriverai in questo post fanno riferimento a quanto accaduto nella prima sia in termini di trama che in termini di tennicismi sulla costruzione delle storie.

Quindi ciancio alla bande. Pronti Noi Zi Va

La seconda stagione di Gotham la possiamo tranquillamente dividere in due grossi blocchi che si dividono con la dipartita di Theo Galavan per mano del duo Pinguino e Gordon. Nella prima parte sarà proprio Galavan il villanzone che terrà testa a tutto il cucuzzaro mentre nella seconda entrerà in scena Hugo Strange con il manicomio di Arkham pieno di mostri a tenere banco.

La divisione tra i due momenti è molto netta per via proprio del mood, delle atmosfere in cui le storie saranno ambientate ma aldilà di questo è anche molto marcato il distacco dalla struttura narrativa della prima stagione la quale era molto più ammiccante verso l’universo Batmaniano di Nolan e soprattutto era molto simile ad una serie poliziesca in cui ogni episodio raccontava la risoluzione di un crimine (Procedural li chiamano i serial di questo genere giusto?).

Nella seconda stagione di Gotham quasi tutta la struttura verticale viene abbandonata a favore dello sviluppo delle trame orizzontali e viene abbandonato per la maggior parte delle storie l’obbligo di sentirsi legati alla definizione stessa di Gotham ossia essere un prequel e con l’impossibilità che alcuni personaggi possano morire o che alcune relazioni non possano verificarsi.

Fin qua sembrerebbe tutto molto pheeeegoso, se la prima stagione ti è piaciuta tanto nonostante alcuni suoi evidenti difetti, questa seconda stagione avrebbe dovuto gasarti a dovere e invece ti ha lasciato con un po’ di amaro in bocca.

Il primo blocco narrativo ti è piaciuto abbastanza anche se alcuni momenti li hai trovati un po’ troppo estremizzati (ad esempio hai abbandonato Breaking Bad proprio per situazioni del genere) perché tutta la cavalcata di Galavan ad un certo punto non la reggevi più (e fatelo fuori su, daje) ma è stata sicuramente da apprezzare per la maturità con cui è stata scritta e per le situazioni di impatto sia visivo che emotivo che si sono andate a creare.

Il secondo blocco invece che ha visto Hugo Strange tessere le fila di un piano malvagio di mutazioni genetiche per prepararsi ad un invasione di non morti, lo hai trovato un po’ forzato, meno ispirato come se Bruno Heller e gli sceneggiatori avessero perso la bussolina culminando in finale di stagione a tratti piuttosto deludente.

A questo punto sembrerebbe che la terza stagione dovrà contenere moltissimi elementi sopranaturali con una vagonata di metaumani e solo un manipolo di poliziotti a tenerli a bada. mmmmm c’è qualcosa che non quadra…

A salvare il tutto ci pensano ancora una volta le prove attoriali di alcuni dei protagonisti della seconda stagione. Gordon e il suo percorso verso la perdizione dal dovere un favore a Oswald sino all’omicidio e la follia di Nygma diventano gli apici di questa stagione come fu il Pinguino nella prima.

Per queste ragioni la seconda stagione di Gotham di è piaciuta meno della prima, nonostante abbia migliorato gran parte delle cose con una grande fotografia e una regia sempre su buon livello. Ovviamente non si tratta di una bocciatura ma il punto focale resta questo: storie troppo alla Batman ma senza Batman, che possono piacere come no. Dipende dai gusti. Tu preferisci più lo stampo poliziesco ma è evidente che considerando l’universo narrativo non sarebbe potuto durare troppo a lungo.

Gotham, però, resta in ogni caso un prodotto di buona qualità che si è perso narrativamente un po’ sulla fine ma che contestualizzato nel suo universo offre una piacevole variazione sul tema Batman e Co. Se vi capita dategli uno sguardo!

The Flash 3×22 Le barry bruschette

picsay-1483530022

Bentrovati ragassuoli questa settimana partiamo belli arzilli arzilli con il nostro amatissimo chiacchericcio a proposito del nostro turbo pischello della velocità finalmente pronto ad affrontare il suo doppio, la sua versione villanzona, il Barry Sfregiato a.k.a Savitar.

Sono circa dodici puntate che gli sceneggiatori allungano il brodo che spesso ci siamo dovuti sorbire brodini da ospedale, ammori alla sbrutiful e dichiarazioni alla membro di segugio ah Malfoy Malfoy Malfoy ma per fortuna ci siamo arrivati: Flash salverà la sua amata? Coronerà il suo idilio puccioso? No ma davvero vi aspettate un lieto fine dopo tutto quello che avete visto?

Pronti noi zi va.

Ma è chiaro che Iris nun se sarva! Ma come avrebbe potuto essere diversamente?, Barry in tutta la stagione non ha fatto altro che combinare una stronzata dietro l’altra, in fondo Flashpoint lo ha creato lui, tutto ‘sto casino è conseguenza dei suoi capricetti gne gne, di che stiamo a parla’! Su su.

Il problema più grosso è che mentre guardavi la puntata uno stormo di bruschette alla barry ti è piombata in casa e si è lanciata a tuffo carpiato con avvitamento a destra prima dentro gli occhi di Carlotta poi in quelli tuoi. La sfiga alle volte è così balenga. Accipicchia.

Oh ma d’altronde cosa dovevamo farci? Iris nei fumetti muore e capita anche in un contesto molto meno drammatico, la storia potete trovarla nel primo volume di Flash Classics edito in italico idioma dalla Rw Lion. Poi grazie al multiverso Iris tornerà però beh però avete presente Crisi Sulle Terre Infinite ecco… la felicità per Barry non durerà a lungo. I’ve been there, Barry.

Poco importa se l’episodio ci congeda anche da un Captain Cold sempre più scalciaculi “niente mi ferma” dice lui, tranne un King Shark con potere Rigenera classe armatura -3 e resistenza al gelo. L’elogio alla Barry bontà, ridicolo tutto l’assalto furtivo all’A.r.g.u.s con un finale ancora peggiore e vabbè.

Cosa aspettarsi per il funerale delle dolce e pucciosa Iris? Assisteremo alla Barry fuga in qualche altra linea temporale così nella quarta stagione ci becchiamo due Savitar e ci teniamo il Malfoy? Probabile almeno per la fuga. Qualcuno crede che ci sorbiremo invece la Barry Decadenza?Alzate la mano e fatevi vede’

Eppure basterebbe un finale agrodolce, Barry che torna indietro nel tempo per avvertire H.R. di non dire nulla sul nascondiglio di Iris. Non staranno mai più insieme ma lei vivrà giusto il tempo per permettere al Team Flash di sconfiggere davvero Savitar. è chiedere troppo un finale così? Sarebbe pheeego.

Che poi, da qualche parte nelle bozze del blog, c’è tutta la recensione della quinta stagione delle lotte di condominio de Grande Inverno. Andrebbe ritirata su, rimessa online che era gagliarda e soprattutto avevi istituito il premio de “Ma che Meeenchia hai fatto” vinto proprio da Elaria Martell. Con la puntata di sabato, indubbiamente,  H.R. si è praticamente aggiudicato la vittoria del premio. Altro che cambiare il futuro sarebbe bastato non far niente e far star zitto il nostro amico per salvare capre e cavoli. E già.

Congediamoci anche noi con il nostro appuntamento settimanale, il penultimo di questa stagione con la turboposta del cuore con H.R. in cui ci troviamo due scene degne di nota. Proprio HR fa la dichiarazione alla dottoressa del suo cuore. Ammore, tesero, chicco di caffè della mia vita, vuoi tu entrare nel team Flash e farti di caffè con me finché morte non ci separi? Oh malfoy malfoy malfoyvma che ci tocca sentire!

E poi finalmente la danza ghiacciata tra Cisco e Frostina, desiderio finalmente espresso di farlo strano tra i due. Chi vince sta sopra. è questa la posta che tanto proprio sul finale hanno fatto sparire Indiana Malfoy, chissà poi dove l’hanno messo! Vabbè.

Ragassuoli che dire di più. ancora un post e poi questa turbocavalcata è  finita, un po’ spiace ad esser sinceri. Certo tra poco arriva anche il Trono però ti mancherà il turbo team, già già. Manca una settimana daje per scoprire se Frostina continuerà  a giocare a far subzero e come e se raddrizzeranno il Barry umore.

Ci vediamo tra una settimana! Cia!

The Flash 3×21 Il Barry Smemorello

picsay-1483530022Dopo la pausa per la ciampionslig in cui ha trionfato chi meritava di più (dai dai che ora ti picchiano) è tornato anche su canale del Re del Bunga Bunga, la serata dedicata ai pischelli in calzamaglia e qui al Cornerhouse non possiamo fare a meno di guardare The Flash la serie che vede protagonista il nostro carissimo turbopischello della velocità alle prese con la versione arrostita di se stesso incacchiata perchè non vuole essere trattato come l’ultimo dei Toyboy. Ovviamente volete non dargli ragione?

Pronti Noi Zi Va

Avete presente il momento in cui “Amicici ho avuto un’idea un’idea eccezionale veramente! Ascoltatemi”

“Se Savitar è il Barry  sacrificabile creato da un loop temporale con scappellamento a destro come antani allora è evidentemente lapalissiano che se Barry perde i ricordi, Savitar passerà le sue giornate a domandarsi ma che accipicchia -si userà questa parola- ci faccio qui.”

“Grande Giove” gli avete risposto entusiasti. “Facciamolo, è un piano geniale”

Ecco, le cose vanno storte perchè Cisco e Indiana Malfoy non capiscono una fava di neurobiologia e quindi manca fossero al Benny Hill combinano un casino facendo Format C: sulla memoria del nostro turbo pischello. Ai ai ai ai. 

L’episodio quindi è stato utilizzato per mostrare come il Barry dell’Arrowverse si sia incupito, sia diventato un musone durante questi tre anni tra alti e bassi. Hanno mostrato come i super poteri e le responsabilità da turbopischello siano un fardello. Come i saggi zietti dicono “per una parete grande ci vuole un grande pennello” ehm no “La patata attira” ehm no, dicono “a grandi poteri corrispondono grandi responsabilità” si questa è meglio.

La serie TV che matura e cresce insieme al suo pubblico, uaooooooo che geni.

Come se non bastasse vi beccate anche la morale. Dentro di noi c’è una parte malvagia di villanzone che una volta scoperta fa fare crack a tutti il resto. Beh sfidi chiunque a essere il toyboy del turbo pischello e poi ne riparliamo se non ti arriva qualche scompenso.

Ma non perdiamoci in altre ciance e parliamo della rubrica che ormai scalda tutti i vostri cuori anche nel calde nottate afose di questi giorni, che riempi di miele i vostri sogni, che vi fa sentire ogni giorno meno soli. La turborubrica del cuore a cura di H.R Wells.

In quest’episodio abbiamo due momenti dedicati a tutti voi smielati ascoltatori. Il primo è il classico corteggiamento “quando ti vedo mi si scatta il durello, ma non voglio distrarti ma so che lo sai, sai che io lo so, lo so che lo vuoi anche tu. Ti porto un caffè, lo senti com’è caldo, muy caliente el fuego della passion, roar!” Ecco come prosegue il detto-non-detto tra HR e la dott.ssa Brand.

Infine proprio sul finale cupido ancora un volta vola intorno al nostro Indiana Malfoy che nella speranza di far tornare Miss Tacco dodici ghiacciato dalla parte dei buoni se ne esce con un inopportuno “Ma io ti amo!” Ma come! Così davanti a Cisco! Nun se fa, nun se fa Malfoy. Per sciogliere la nostra ghiacciolina ci va ben altro che le classiche tre paroline alla “Suole, Duole, Ammmore”. Potevi giocartela meglio. Eddai! Non prendertela se poi Frostina ti risponde con un glaciale “Io non ti amo e non ho mai amato nessuno”

Oh mo te tocca fa qualcosa de serio altrimenti, caro Malfoy continuerà il tuo gioco in solitaria!

Ragassuoli, ormai mancano due puntate alla fine, Iris la vedi spacciata perché il turboteam sembra davvero in difficoltà. No, aspe, forse sono gli autori che stanno allungando il brodo. Mmmm com’è difficile la vita. Insomma e tutti i mano ad HR che dovrà mantenere alta la tensione con la sua spasimante per fargli trovare la soluzione per poter usare il turbocannone della turbocità o come cavolo si chiama.

Vabbè next week, vedremo a che punto sono!

Wonder Woman (No Spoiler)

1496499285-picsay.jpg

Bentornati Ragassuli, la vostra webbettola malfamata di fiducia vi da il benvenuto ancora un volta schiacciando tasti a casaccio per raccontarvi sugar free e spoiler free le sue prime impressioni a proposito del nuovo film del Dc Comics extended universe: Wonder Woman.

Inutile che tanto già lo sapete continuare a ribadire anche a costo di perdere credibilità che a te Batman v Superman è piaciuto, che Suicide Squad lo hai trovato passabile è che quindi sei arrivato a vedere questo film carico di aspettative nonostante quel noioso di Recchioni e il gagliardo Doc Manhattan lo avessero un po’ massacrato nei loro commenti. Le aspettative per wonder woman sono state disattese? Loro avevano ragione? Scopriamolo.

Pronti noi zi va

Wonder Woman diretto da Patty Jenkins (un tocco femminile in regia che sicuro non ha guastato) È indubbiamente il più Marvel tra tutti i film Dc Comics colori saturi, intermezzi divertenti e riusciti a spezzare il ritmo e tanta, tanta azione fatta bene. Wonder Woman rappresenta per questo universo narrativo ciò che il primo Captain America è  stato per la Marvel. È un bene o è un male? Beh questo decidetelo voi, in ogni caso, Wonder Woman è il film di cui la Dc e la Warner avevano bisogno. È un film che incasserà tantissimo come dimostrano i primi risultati al botteghino di cui, inoltre, la stampa (“guidata” o no) sta parlando bene.

Grazie ad una colonna sonora ben scritta le scene d’azione diventano maledettamente epiche e anche se troverete i rallenty troppo inflazionati, renderanno chiari i combattimenti ed enfatizzeranno sia le azioni girate sia quelle realizzate in computer grafica. Il tema con la chitarra elettrica già  presente in BvS amalgherà poi il tutto con il progetto generale.

Il punto chiave, quel qualcosa che poi eleva il film di Wonder Woman da buon film a ottimo film è Gal Godot. La modella attrice israeliana è semplicemente perfetta per questa Wonder Woman. è vero non ha le forme con cui eravamo abituati ad immaginare le nostra amazzone figlia di Zeus ma in ogni momento, in ogni suo sguardo, ogni suo gesto esprimono nello stesso istante femminilità,sensualità e potenza. È impossibile non innamorarsi del suo sorriso, è impossibile non aver paura della sua forza. Lo avevi già scritto nel post precedente. Semplicemente il miglior casting fin’ora per qualsiasi Super Eroe.

Nel prossimo film della Justice League sarà davvero probabile che ogni scena con Wonder Woman andrà ad oscurare qualsiasi altro personaggio. Bats e Clark siete avvertiti, Diana ve darà una pista.

Per quanto riguarda la trama, la storia è  divisa in tre atti ben distinti che funzionano bene (in cui c’è lo zampino sia di Geoff Johns sia di Zack Snyder) per descrivere le origini (secondo Brian Azzarello) della nostra amazzone: Partiamo dal crescita e formazione di Diana a Themyshira, una seconda parte dove andrà a formarsi la squadra al fronte guidata da Diana ed infine il combattimento finale degno di essere visto carico di esplosioni, fuochi d’artificio ed epicità. Alcune scelte sono discutibili, alcune telefonate, certo il film è lontano da essere perfetto. forse ci sono anche un paio di buchi ma in realtà essi sono necessari, funzionali alla storia perché si, alcune cose si potevano scrivere meglio ma non puoi fare altrimenti perché abbiamo solo poco più di centoventi minuti per dare ai personaggi un senso. Bisogna starci, non vedere necessariamente le cose dal punto di vista dello sbaglio dello scenggiatore perché forse quel buco era il modo migliore, il male minore, per arrivare al risultato. Oh almeno, con te ha funzionato alla grande.

In conclusione Wonder Woman è il piu completo (non per forza il migliore) film di super gente Dc Comics. Piacerà di sicuro a chi ha già apprezzato Batman V Supeman potrebbe essere il primo film che potenzialmente può piacere a tutti gli altri. Dategli una possibilità che questa meraviglia di Gal Gadot non vi deluderà.

'Riddick' film premiere, Los Angeles, America - 28 Aug 2013

Per un sorriso così…

Personalmente di tutti i film che hai visto quest’anno Wonder Woman è il film che più ti ha fomentato. Se Guardiani della Galassia volume 2 ti ha divertito e Logan ti ha emozionato, Wonder Woman  è stato sicuramente quello che ti ha fatto uscire dal cinematografo di quartiere, gasato e decisamente ben preso facendonti dimenticare, la mezza delusione di Covenant e il mah di Pirati Nei Caraibi.

Ah dimenticavi. Non ci sono scene post crediti quindi uscite tranzilli tranzilli non vi state perdendo nulla!

10 Curiosità su Wonder Woman

1496318867-picsay.jpg

Ormai lo sanno anche i muri che sei un nostalgico tradizionalista e che ti piace creare rubriche e portarle avanti fintanto che non ti annoi. Quindi eccoci con il nuovo appuntamento con 10 Curiosità. Quest’oggi visto l’arrivo del nuovo film al cinematografo eccoci con un bel post su 10 curiosità su Wonder Woman.

Pronti Noi Zi Va.

  1. Wonder Woman creata nel lontanissimo 1941 da William Moulton Marston come simbolo del femminismo: « Il miglior rimedio per rivalorizzare le qualità delle donne è creare un personaggio femminile con tutta la forza di Superman ed in più il fascino di una donna brava e bella. » Inizialmente la nostra amazzone avrebbe dovuto chiamarsi Suprema la Wonder Woman solo in seguito il nome fu abbreviato. Oh lo sapete che il suo nome “umano” è Diana Prince giusto?  La cosa più buffa che proprio durante la realizzazione del film le femministe di cui WW avrebbe dovuto essere la paladina si sono sono scagliate contro la produzione! Vogliamo Gal Godot con i peli -nun se deve depila’ altrimenti nun ce se crede-.  Vi prego siamo seri!
  2. Le origini di Wonder Woman ,di cui hai anche scritto nel post dedicato a Wonder Woman Rinascita la nuova serie regolare a fumetti scritta da Greg Rucka, sono un po’ controverse. Per quanto riguarda il film vengono prese per buone le origini secondo cui Diana è figlia di Zeus e di Ippolita la regina delle amazzoni come raccontato da Brian Azzarello.
  3. Wonder Woman è talmente gagliarda che si è rivelata degna di sollevare il martello di Thor nel crossover Marvel VS DC del 1994 ma dato che è una signora non si è voluta avvantaggiare nello scontro contro Tempesta degli Xmen thorwonderwoman.jpg
  4. Nonostante le forme non propriamente giunoniche di Gal Godot, il suo casting per il film in uscita è sicuramente una delle scelte più azzeccate mai fatte per un super eroe. è difficile non vedere in Gal Godot davvero una donna di un certo livello. Miss Israele del 2004, gran sportiva e cintura nera di Karate e A soli vent’anni diventa istruttrice di combattimento presso le Forze di Difesa Israeliane e intanto fa la modella. Così per dire…
  5. Si dice ma qui potremmo chiudere baracca e burattini che Wonder Woman sia pure più potente di Superman infatti i bracciali non solo le offrono protezione ma anche proteggono i suoi avversari dei suoi terribili poteri. Senza di essi -si dice state manzi nun ve agitate sia praticamente inarrestabile.
  6. Oltre a essere un modello di emancipazione femminile, Wonder Woman è anche uno dei membri fondatori della Justice League anzi è l’unica donna fondatrice ed è insieme a Batman e Superman uno dei membri con maggior autorità.
  7. Wonder Woman ha avuto una tresca con Superman, si ma niente cornina a Lois Lane. Infatti è nella serie New 52 che i due super eroi consumano il loro ammmore peccato che quel Superman poi muore e sulla nostra terra resta un altro Superman fedele alle sue origini.
  8. Ci sono stati molti tentativi di creare dei filmas su Wonder Woman, la maggior parte di loro senza successo. Nel 1967, ci fu un episodio pilota TV fallito dal titolo: Chi ha paura di Diana Prince?, dove hanno cercato di scimmiottare la serie di Batman con la pancetta del sempre amichevole Adam West.. In questo pilot, Linda Harrison ha interpretato Wonder Woman, mentre il suo alter ego, Diana Prince, è stato interpretato da Ellie Wood Walker. Poi, è stato fatto un film per la TV con protagonista Cathy Lee Crosby nel 1974.
    Solo un anno più tardi, Diana sarebbe tornata al piccolo schermo interpretato da Lynda Carter per un nuovo show televisivo sulla ABC. È stato però cancellato dopo la sua prima stagione, ma la CBS ha resuscitato lo spettacolo e tenuto acceso per altri due anni.  Nel 2011, la NBC ha tentato di portare Wonder Woman in televisione con il proprio reboot. Adrianna Palicki, che ora interpreta Mockingbird in Agents of S.H.I.E.L.D. della Marvel, è stata lanciata come Wonder Woman, ma il progetto è stato annullato prima che il pilot prendesse vita.  Insomma non ha mai avuto tutto questo appeal al momento.
  9. Wonder Woman fu anche protagonista di alcuni momenti davvero scioccanti per gli appassionati del mondo dei fumetti infatti Durante il maxi-evento “Crisi Infinita”  “Countdown a Crisi Infinita – Il Progetto Omac“, Wonder Woman per liberare Superman dal controllo di Maxwell Lord, spezzò il collo a quest’ultimo in mondo visione, perdendo così la propria reputazione e gli amici di una vita. Non solo, per fermare Clark che la credeva Doomsday, Diana lanciò la sua tiara e gli recise la gola. Insomma, di tutto e di più. 542d289a812cb.jpg
  10. Chiudiamo la nostra webbettola con l’ultima curiosità di giornata con una che non ha nulla a che vedere con Wonder Woman ma con il suo creatore. Stando ad alcuni siti Web si racconta che  Marston abbia inventato un apparecchio di misurazione sistolica/pressione sanguigna, che alla fine ha portato alla invenzione della macchina della verità. Marston credeva ci fosse qualche connessione tra la pressione del sangue e le emozioni di una persona, e credeva che le donne avessero più probabilità di essere oneste. Ma volete mica dire che il lazzo della verità non è altro che un poligrafo? ta dan.

Oh ragassuoli, per oggi è tutto. Il film andremo a vederlo domani quindi il solito commento a sproposito uscirà nel weekend le prime recensioni sono piuttosto discordanti ma tanto lo sapete, Batman V Superman a te è piaciuto un casino tutti sono d’accordo nel dire che Wonder Woman è meglio di BVS quindi facile che ti piacerà.

Ci si becca!