Archivi categoria: takenoko

Takenoko. Il Gioco da tavolo puccioso, carino e coccoloso.

Ben trovati ragassuoli, anche in questa calda giornata la vostra appassionata webbettola de borgata è pronta a sollazzarvi lo spirito tutto, cianciano, sgrammaticamente as usual, a proposito di gioco da tavolo carino e coccoloso.

Vi piacciono i giochi da tavolo ma la vostra fidanzata è refrattaria con un mattone di fronte a cotanta passione? State cercando un gateway per tirarla dentro con un colpo di classe? Beh, questo è il titolo che fa per voi. Siori e siore, ragassuoli e pischelle, oggi vi si ciancia di Takenoko di Antoine Bauza.

Takenoko è un titolo edito in Italia da Asmodee Italia, facilmente reperibile sul mercato anche con sconti interessante specialmente sul fidato amazon. Per cui dovreste riuscire a portarvelo a casa per poco più di trenta crediti imperiali. Cifra che per i componenti e il valore del gioco è più che ben spesa.

Takenoko è un titolo per 2-4 giocatori dalla durata contenuta, diciamo che stiamo sempre entro l’oretta di gioco. La meccanica principale è quella della scelta azioni. Abbiamo quindi tra le mani un Euro Game (o german if u like it) piuttosto leggero. Un tipico gioco introduttivo o per famiglie, adatto a tutti coloro che non cercano un titolo spremi meningi. Si, tutto questo preambolo è necessario perchè di rado ma comunque capita, questo postaccio che intasa l’internet con le sue fregnacce, viene visitato dal tipo alieno che risponde al nome di precisino delle meeeenchia. Bisogna accontentare tutti.

Lo scopo dei giocatori è quello di ampliare il giardino dell’Imperatore, creando corsi d’acqua per irrigare i campi delle tre diverse specie di bambù e usando il giardiniere imperiale per far crescere il bambù badando anche agli appetiti del goloso panda. Il giocatore che avrà completato un certo numero di obiettivi per prima determinerà l’ultimo turno, al termine del quale verranno contati i punti vittoria. Il giocatore che ne avrà totalizzati di più sarà il vincitore.

Fin dalla scatola, la pucciosità è davvero evidente. Tutto è colorato, morbido e fumettoso. La componentistica è davvero di primissimo livello. Se i componenti non fosse così piccini picciò, il titolo sarebbe adatto anche ai bambini più piccoli. Forse con la supervisione di un adulto una partita potrebbe essere più che fattibile.

In giocatori in ogni turno hanno a disposizione due azioni più una causale bonus determinata da un tiro di dado. Le azioni possibili sono:

  • piazzare una tessera campo (il giocatore ne pesca tre, ne sceglie una e la posiziona adiacente ad una tessera già posizionata).
  • prendere un canale di irrigazione dalla riserva (può usarlo subito su un lato di un esagono irrigando due tessere adiacenti o conservarlo).
  • muovere il giardiniere (se opportunamente irrigato cresce del bambù sul campo in cui si sposta e su tutti i campi adiacenti dello stesso colore).
  • muovere il panda (il panda mangia una sezione di bambù sul terreno in cui si sposta).
  • pescare una carta obiettivo di un tipo a scelta.

Lo scopo del gioco è ottenere punti vittoria realizzando gli obiettivi indicati dalle carte.

Impressioni.

Dal tuo punto di vista, il titolo ha due facce. Di solito chi preferisce i titoli German, cerca maggior controllo sul gioco e sulle sue strategie. Qui spesso capita di vedere i propri piani fatti saltare dalle azioni degli altri giocatori. L’interazione è presente ed è di tipo indiretta. Non c’è mai nessuna azione cattiva ma ci si può mettere i bastoni tra le ruote un pelino.

Per questi giocatori consigli di provare il titoli rigorosamente in due giocatori (set up in cui lo giochi maggiormente), dove l’effetto alea è davvero irrisorio e si può ragionare sulle proprie azioni rendendo la partita molto tattica e interessante.

Chi queste pippe non se le fa, apprezzerà il titolo anche in quattro giocatori, facendosi una risata dietro al panda dispettoso e affamato che si sazierà con i bambù legnetti.

La longevità è molto dipendente dal tipo di gruppo di giocatori che deciderà di giocare a Takenoko. Se lo si prende come introduttivo prima o poi stancherà se invece lo considera semplicemente un titolo leggero allora potrà durare e accompagnare parecchie serate rilassanti al tavolo da gioco.

Nel tuo caso specifico siamo di fronte ad un titolo che per il terzo anno consecutivo viaggia alla media di circa 8-10 partite all’anno. Non male davvero.

Essendo un titolo pensato per un certo tipo di giocatori forse in fase di bilanciamento alcune scelte non sono state ponderate benissimo. I più smaliziati si accorgeranno presto che ci sono alcune strategie (una in particolare) che portano ad una più probabile vittoria rispetto ad altre. (No, non dici qual è, dovrete scoprirla da voi se volete).

Questo e altri difetti sono stati corretti con l’espansione Takenoko Chibis che secondo te è un acquisto obbligato per tutti coloro che sono interessati a far durare il gioco.

L’espansione si trova a circa venti eurodollari portando così la spesa finale a poco più di cinquanta soldi. Eh non è poco, però davvero, Takenoko cambia in meglio in maniera radicale. Ma ne parleremo nel prossimo post

Lasci solo questa immagine per far capire un pochino chi arriverà!

E voi avete mai provato questo gioco? Vi è piaciuto? C’è qualche altro introduttivo che secondo voi può portare il gentil sesso a invadere i tavoli da gioco?

Ah dimenticavi, vedrete che poi se il piano funziona, la vostra fidanzata/moglie vi farà spendere i vostri soldi anche per farsi regalare la statuina del panda gigante. Eccola qua, ta dan…

Ultimamente abbiamo anche parlato di questi giochi da Tavolo

Cià!

Annunci