Archivi categoria: Star Realms

L’etica del giocatore uccide la propria moglie

picsay-1466951370.jpg

L’altra sera è andata di scena la ludica lotta condominiale a casa di Lalla e Berto. Tu e Carlotta avevate proposto uno SmallWord “che è tanto che non ci giochiamo” mentre invece Lalla, fresca vincitrice della sua prima e unica partita, a voluto mostrarci quant’era brava nel gioco che avete regalato a Berto per il suo compleanno: Star Realms.

Berto tra le cose ha anche comprato l’espansione Colony Wars che “guarda un po’” serve per avere sufficienti carte per giocare in quattro. -Ok abbiamo capito, volete romperci le chiappette-

Star Realms è un gioco di Deckbuilding (come Dominion) ad ambientazione futuristica uscito prima su piattaforma kickstarter e poi nei negozi. Nell’italico idioma è presente solo il set base per tutto il resto c’è la lingua che si usa in terra d’albione. Il gioco è sicuramente divertente e veloce, un perfetto filler a cui non è necessario concedere una serata intera per goderselo, si impara in cinque minuti e poi via.

Per chi vuole provarlo è disponibile su Android e IOS l’app gratuita per prendere confidenza con il gioco, secondo te è un idea ganza molto ganza.  Qui il link

Pronti Noi Zi Va (Tutti contro tutti si però a squadre).

Si diceva partita a Star Realms a quattro giocatori in modalità “Tutti contro tutti”. Va bene, daje se-po-fa, spieghiamo brevemente le regole a Carlotta e cominciamo a giocare. Parte Lalla “La vincitrice” e cominciano i primi spunti di riflessione.

Ragassuoli stiamo a gioca’, per giunta tutti contro tutti se non sai a chi sparare iniziamo proprio bene. Quindi: a Berto, il moroso non si spara, a Carlotta neppure che non ha mai giocato resti tu Johnny beccati questo tiè. Tu incassi e vai avanti conscio del fatto che saresti  stato spesso il suo bersaglio prediletto. Nel tuo turno rispondi al fuoco -per far capire a Carlotta i meccanismi e via di scorrendo.

La partita dura un’oretta forse qualcosina di più, nell’incertezza più totale perchè in verità nessuno vuole andarci giù pesante, sia mai che qualcuno si poi offende, danni divisi scendiamo un po’ tutti pian piano che così nessuno si fa male. Uff, la partita si allunga.

Poi arriva il momento Chiave, il climax della partita e della tristezza che scontenta almeno due giocatori se non tre eliminandoli tutti dalla corsa per la vittoria. Berto è pronto a scatenare una potenza di fuoco degna di assalto atomico ma sceglie di scaricare tutti i suoi danni su Carlotta, eliminandola dal gioco, risparmiando te che eri il suo unico e reale avversario e la morosa che aveva lanciato languidi e spudorati sguardi nonchè le classiche minacce: “Questa sera dormi sul divano”. Con tutti i punti danno che poteva fare avrebbe potuto abbattere me e Lalla per rimanere solo con Carlotta che essendo alla prima partita avrebbe perso anche solo per inesperienza. Invece ha scelto la strategia suicida che infatti non ha pagato. Fuori Carlotta, finito il turno di Berto, tocca poi a Lalla che distrugge le basi a Berto (Non potendo far danni a te) e poi rimane pronta all’eliminazione che da li a poco avrebbe dovuto subire per mano tua.

Invece, visto che volete giocare a coppie, nel mio turno scarico tutti i miei danni sul povero Berto, reo di aver eliminato tua moglie e rimani solo contro Lalla, che porella, non può far nulla contro le mie difese e perde sorry but i’m the champion!

Ora, dopo questo breve e goliardico riassuntino ecco gli spunti di riflessione. Per prima cosa i giochi a eliminazione cominciano ad annoiarti. Starai diventando vecchio o forse è  il fatto di esserti riempito la casa di giochi German però l’idea che ad un certo punto qualcuno debba star li ad aspettare che gli altri finiscano alle volte ti da fastidio. Qualche sera prima che avete giocato a King OF New York è stata più o meno la stessa cose: Ti sei subito inventato una variante per permette ai mostri sconfitti di rientrare. Dai che noia aspettare, di gran lunga preferisci i giochi dove si gioca tutti insieme dall’inizio alla fine. Perfino Boss Monster che prevede l’uscita del giocatore è più una corsa a chi primo arriva a dieci punti vittoria che una corsa a eliminazione, salvo sfighe non è mai capitato che uno resti a guardare. Anche Bang è comunque più giusto perchè trionfa “una squadra” i fuorilegge o lo sceriffo con i vice e quindi resti fuori ma tifi comunque per i tuoi.

Ora, con i tempi delle nostre partita che con Lalla e Berto sono purtroppo lunghi, l’eliminazione è francamente un guaio.

“Secondamente”, se si gioca tutti contro tutti, si gioca tutti contro tutti, o almeno, non fatevi sgamare che fate i pucciosi quando invece vi dovreste sparare come se non ci fosse un domani. Perdincibacco!

Si questo è il colmo, ti faccio gli occhioni e tu non mi spari. No non l’accetto stiamo giocando chi si offende è brutto e puzza.

Voi cosa ne pensate? Sto diventando davvero così vecchio che non ho più il sadico gusto dell’eliminatore di giocatori? Anche voi quando si gioca tutti contro tutti avete un occhio di riguardo per qualcuno?

 

Annunci