Archivi categoria: Le Case Della Follia

Le Case Della Follia 2ed Analisi Scenari della scatola base.

 

Love-Cthulhu-T-Shirt

Bentrovati ragassuoli, questa settimana come avete capito vi beccate un sacco di post dedicati ai giochi da tavolo che per ora la scorpacciata di cinema e finita e dobbiamo aspettare almeno sino a Spider Man prima di trovare al cinematografo di quartiere qualcosa che ci garbi.

Che poi lo sapete, l’intrattenimento fatto di dadi, cubetti in legno, miniature e cartoncino è tra i tuoi preferiti quindi, daje, non fate quelle facce che si parla di cose pheeegose (waaaa che rima) e se non trovate nessuno con cui giocare sappiate che da noi la porta l’è sempre aperta.

dark_young_of_shub_niggurath_by_dloliver-d4edrpw

Oggi parliamo ancora una volta di un gioco ambientato nell’universo ideato dallo scrittore HP Lovecraft, l’ideatore de “i miti di Cthulhu”  che tanto ti appassionano. In particolare ci concentriamo non sul fare “la recensione di un gioco” ma bensì spendiamo due parole sugli scenari della scatola base. Il gioco in questione è Le Case Della Follia 2 Edizione edito in italia da Asmodee e vede da 1 a 5 giocatori affrontare degli oscuri scenari guidati dall’app che si occuperà di fare da Master.

La precedente edizione (che si hai anche quella) invece prevedeva che un giocatore facesse il cattivo, ruolo che è sempre toccato a te e che ultimamente (perchè sei un frignone che perde) ti ha stufato quindi preferisci giochi completamente collaborativi o il classico tutti contro tutti.

Oh vi si avvisa già, nello scrivere il post hai cercato di essere il più vago possibile per evitare clamorosi spoilerazzi, ma è inevitabile che qualcosa debba venir fuori. Avvisati per cui:

Pronti Noi Zi Va

Il primo scenario “Il Ciclo Dell’Eternità” lo hai giocato tre volte, la prima in tre giocatori per assaggiare Le Case Della Follia e ne hai registrato subito un video di prime impressioni che potete vedere qui, poi lo hai giocato una seconda volta per saggiare la rigiocabilità  e una terza volta che hai interrotto per registrare il video gameplay che invece sta qui.

Lo scenario è il classico “siete in una casa stregata svelate il mistero prima che sia troppo tardi” che è risultato in tutte e tre le partite piuttosto vario presentando una sfida con diversi gradi di difficoltà. Inserendo il materiale della prima edizione ad un certo punto vi siete trovati a dover affrontare uno shoggoth mentre i cultisti si stavano facendo beatamente li fatti loro, cosa che ovviamente ti ha portato a perdere la partita.

Cornerhouse_tony_ahQuindi Il Ciclo Dell’Eternità risulta un ottimo scenario introduttivo che permette di prendere confidenza con tutti i meccanismi del gioco e permette di ambientarsi in questo modo prossimo alla follia.

Il secondo scenario “Fuga Da Innsmouth” è stato quello che ti ha fatto sudare di più. Lo avete affrontato tre volte e nelle prime due avete perso male anzi de più. Solo al terzo tentativo abbiamo visto la luce in fondo al tunnel ma il sacrificio è stato pesante. Solo un giocatore su quattro è riuscito a salvarsi grazie all’estremo altruismo degli altri che hanno rallentato la folla impazzita.

Anche questo scenario decisamente che d’azione che ha anche alternato fasi stealth è promosso a pieni voti. Forse l’indicazione della difficoltà è sbagliato oppure la verità è che siamo delle pippe immani e ci siamo sempre fatti fregare.

In termini di rigiocabilità nelle tre partite la mappa non è mai cambiata solo la posizione di alcuni PNG veniva alterata ma non le possibilità di interazione.

Il terzo scenario “Legami Infranti” invece è una versione evoluta del primo, diversa trama, con ambientazione simile ma più stimolante. Questa è stata la nostra miglior partita a Le Case Della Follia.  Possiamo tranquillamente dire che abbiamo dominato il gioco risolvendo tutti gli enigmi man mano che ci si paravano davanti. Diciamo che non l’abbiamo finito al 100% ma epicamente parlando è stato davvero un successo. Daje che se non salvi tutta la famiglia ma la bambina si è molto cinematografico!

Lo scenario non l’avete rigiocato anche perché prima di tornarci preferireste completare quelli che vi mancano.

Il quarto scenario “Alta Marea” invece dalla durata improponibile (quattro ore) si avete letto bene quattro ore è stata la missione più deludente ma non per questo lo scenario è necessariamente brutto. La missione si suddivide in due fasi, la prima esclusivamente esplorativa in cui tenta la strada di un gioco prettamente investigativo, non ci sono combattimenti e bisogna solo interagire con un gruppo di sospettati in diversi quartieri della città.

1274739233827Al termine della prima fase bisognerà indicare un sospettato e se avete indovinato succederanno delle cose se invece sbaglierete (come abbiamo fatto noi) verrete circondati da un sacco di mostri e verrete mangiati. Ops…

Il problema di questo scenario è che è davvero troppo lungo e la fase di investigazione non è resa al meglio. Per deduzione si riesce ad arrivare ad alcune conclusioni ma l’impressioni che hai avuto è che si pheeego abbiamo capito che tizio è figlio di caio e che paolina se la faceva con Sigismondo ma poi? Eh? Che dobbiamo fa?

Per questi motivi è improbabile che questa scenario lo rifarete anche se non avete vinto, dura troppo accidenti dura troppo e salvo occasioni particolari come quella che si era venuta a creare è difficile trovare tutto quel tempo per un singolo gioco.

Ora, si c’è anche una soluzione, una gabola per fregare il tempo, ossia, è possibile salvare la partita è riprenderla in un secondo momento. Molto videogame, molto saggezza ma un po’ si perde quel pathos.

Premesso che il sistema di gioco de Le Case Della Follia 2 Edizione lo hai già promosso e che lo considerate come uno dei vostri giochi preferiti tra quelli ambientati, gli american come ad alcuni piace chiamarli! Gli scenari proposti dalla scatola base sono almeno per 3 su 4 fatti bene e molto coinvolgenti. Risultano impegnativi ma mai troppo frustranti e grazie all’App a cui proposito hai anche scritto un articolo pubblicato su Lega Nerd riesce ad essere proponibile a chiunque perché basta spiegare i concetti base e poi tutto il resto viene demandato all’app.

Ma visto che amiamo tante le classifiche ecco quella degli scenari della scatola base.

  1. Legami Infranti
  2. Fuga da Innsmouth
  3. Il Ciclo Dell’Eternità
  4. Alta Marea

Nei prossimi mesi sicuramente affronterete anche i due scenari aggiuntivi gratuiti (per chi ha il materiale della prima edizione) e quello singolo a pagamento. Di tutti è tre hai già sentito parlare un gran bene per cui non vedi l’ora di poterli giocare.

Annunci

Le Case Della Follia – Prime Impressioni

CASE_prime.jpgCome hai scritto ad inizio settimana, c’è da tanto materiale Lucchese da smaltire c’è ancora una scatola che brama di essere aperta  (accidenti) e quindi questa settimana altro che straordinari in ufficio, gli straordinari sono tutti sul Cornerhouse.

Eccovi il secondo video dedicato a Le Case Della Follia (Seconda edizione, Asterion). Questo gran giocone che sta conquistando pian piano tutti (anche gli scettici dell’app)CASE_prime.jpgperchè è davvero ben fatto e merita di essere almeno provato.

Ospiti per questa “puntatissima” Capitan Havana, già indiscusso protagonista del video precedente e per prima volta sul Cornerhouse.. ta dan… rullo di tamburi: Carlotta! Olè!

Resta quindi solo il video di chiusura Lucchese che arriverà a questo a fine mese che serve tempo per fare le cose per bene.

Enojy It

Le Case della Follia Seconda Edizione Ita Asterion.

CASE_UNBOXING.jpg

Come già detto al punto di risultare quasi antipatico questa settimana si va giù di video. Lucca è alle spalle e bisogna fare il riassunto di quanto di bello hai fatto (ehm speso) in quella trasferta toscanaccia.

Special guest della puntata Capitan Havana (il tuo testimone di nozze) che quasi controvoglia si è fatto coinvolgere in questa tua pazzia di fare video. I ricatti morali funzionano sempre: “Se non facciamo il video, non possiamo giocarci” e alla fine (purtroppo per lui) ha ceduto.

Il video che ne è venuto fuori (chiaramente non preparato) è un po’ più simpatico degli altri non certo per merito tuo ovvio! Dura un pochetto ma ne vale la pena!

Ah dimenticavi, nel frattempo il tuo canale youtube è entrato tra gli “osservati” da parte di Asterion (la case editrice) che ha subito provveduto a condividere il video precedente sui suoi canali. Una bella soddisfazione.

Enjoy It

 

 

Arkham Advertiser: Appunti di un custode.

Love-Cthulhu-T-Shirt-picsay

L’altra settimana hai ricominicato a parlare delle vostre avventure lovecraftiane in quel di Arkham perchè nel fine settimana scorso “ciavetedatodentro”. Prima una sudatissima vittoria per la cumpa contro la simpatica Shub Niggurath poi, la sera dopo, una pesante sconfitta per gli investigatori a “Le Case Della Follia”.

Le Case Follia (per chi non lo sapesse) è un gioco a tema miti di Cthulhu in cui un giocatore ha il ruolo del master (come per un gioco di ruolo) mentre gli altri giocatori impersonano gli investigatori. La differenza chiave con il mondo del gioco di ruolo è che il Master – il custode così chiamato nel gioco- ha il compito non solo di far divertire ma anche di battere i giocatori.

Questo ovviamente genera molte difficoltà nel gestire gli equilibri del gioco poichè il far divertire gli altri giocatori che poi sono anche i tuoi avversari e cercare vincere la partita, non è per nulla semplice.

Lo scenario della partita è che ti sta facendo riflettere sul quest’annosa questione è Il Santuario Privato.

Il tuo pensiero a bocce ferme, è che forse hai spinto troppo sull’acceleratore per paura di non fare in tempo ad attuare il tuo piano di conseguenza i giocatori non hanno potuto vivere un avventura dell’orrore degna di tale nome. Alla fine della quarta ora  (su sei) la situazione era ormai compromessa. Il sadico rituale era stato completato e ormai i poveri investigatori avevano ben poco da fare.

Rimani comunque convinto che se i giocatori non avessero abbandonato la presa forse avrebbero pure vinto, nonostante tutto perchè in quattro round è possibile uccidere uno Chtoniano.

Rovistando “sullo Web” hai letto su BoardgameGeek che molti si sono trovati nella tua medesima situazione con i custodi che evocavano mostri e cultisti come se piovesse. Ora che stai scrivendo, l’idea di ostacolare o disorientare i giocatori con degli zombie o qualcosa di più grosso, il cammino degli investigatori, potrebbe essere decisamente interessante.

Ad ogni modo, il ruolo del custode è davvero complesso e molto profondo che richiede molto rodaggio prima di essere giocato bene.

La Scuola Maledetta

Love-Cthulhu-T-Shirt-picsay

Scenario La Scuola Maledetta per Le Case della Follia.

Ieri sera avventura nei pressi di Kingsport (evidentemente è periodo) vicino all’università di Brighton. Gli investigatori erano stati chiamati per una serie di problemi molto strani nella sala caldaia ma ben presto “le strane anomalie” hanno avuto dei risvolti piuttosto pericolosi: Delle streghe hanno completato un rituale che ha evocato un piccolo Tindalos che è scappato dal vecchio edificio dell’università seminando il panico su tutto il campus.

Hound_of_Tindalos_by_torenatkinson
Gli investigatori partecipanti erano quattro Diamond che non deve chiedere mai, Sorella Mary, Jenny La Dilettante e Kate la scienziolaga. Allo scoccare del penultimo turno hanno perso la partita per una serie veramente incredibile di sfighe. Ok Ok è stata la tua prima vittoria (evviva te) come custode e sicuramente hai giocato meglio rispetto alle precedenti battaglie ma devi dire che tutto sbilanciamento (di cui si legge tanto in giro) cominci proprio a non vederlo.

Se non volete rovinarvi la storia della missione non leggete oltre. SPOILER MODE ON

Il tuo piano era uno ed uno solo: Attendere l’evocazione del Tindalos spostarlo nella stanza con il condotto di aerazione e farlo scappare il più rapidamente possibile. Nel frattempo avresti cercato di far perdere tempo ai giocatori portando il buio fingendo di proteggere punti di interesse in realtà inesistenti.
Da parte loro gli investigatori sono stati sufficientemente scaltri da capire che la storia la dovevano svelare da altre parti. Alla fine si stava per scatenare “la combo della maronnna” che ti avrebbe davvero piegato le gambe: Kate possiede l’abilità di far svelare la carta obiettivo 1 (giocatori non fatelo mai all’inizio che rovinate il gioco a tutti) e Joe Diamond può sculando in maniera egregia uccidere un mostro superando un tiro di fortuna. Se ancora non fosse bastato Sorella Mary può allontanare i mostri di 3 spazi. In pratica c’erano in gioco tutte le possibilità per vincere alla grande la partita. La sfiga (per loro) ha voluto che le azioni non siano state tentate nell’ordine giusto. Joe Diamond ha fallito sparando troppo presto mentre Kate ha usato l’abilità nel momento sbagliato quando il tindalos si trovava davanti alla bocca di aerazione pronto alla fuga. Sorella Mary avrebbe potuto scacciare il mostro ma ha preferito non farlo.
Questa combinazione di eventi non avvenuti ti ha permesso di vincere ma aldilà di come hai giocato tu, credi che la partita l’abbiano persa i giocatori e non che l’abbia vinta il custode, ma d’altronde questa si chiama esperienza.

1274739233827