Archivi categoria: Videogames

Top 5 2017. I migliori Videogames giocati nel 2017

1514984134-picsay

Bentrovati ragassuoli, oggi continuiamo le fregnacce dedicate alle Top 5 del 2017.  Dopo aver parlato di Giochi Da Tavolo che se ve lo siete persi potete recuperarlo proprio qui, oggi tocca a Videogames.

Per questa Top 5 valgono delle regole simili a quelle già descritte: Valgono tutti i videogiochi a cui ha giocato per la prima volta nel 2017 o che hai terminato per la prima volta nel 2017. Quindi non sorprendetevi se qualcosa non vi torna potreste trovare tranquillamente titoli anzianotti. Inoltre per entrare in classifica hai deciso come requisito che per ogni titolo (in caso di non completamento) avresti dovuto giocare almeno 10 ore che equivale oggi al tempo richiesto medio per completare un titolo.

In generale il 2017 è stato l’anno di Nintendo, non giriamoci intorno. Scoprirete tra pochissimo come la classifica sia quasi dominata dalla casa nipponica. Il 2018 probabilmente sarà lo stesso e anche considerando il mare di uscite che arriveranno e il fatto che sei rimasto indietro di una generazione sul fronte Sony/Microsoft. Poi poter pescare titoli ad una decina di spicci, non ti spinge ancora al cambio di generazione che tra l’altro questa volta ti porterebbe verso la console di Bill Gates. Difficile però che arrivi un’altra console in quest’anno appena iniziato. Probabile che tenterai di recuperare la mole di titoli che hai perso della generazione passata e poi magari verso fine anno chissà che non arrivi l’ora di cambiare PC.

Pronti Noi Zi Va

Stardew-Valley-beta-multiplayer

Stardew Valley (Nintendo Switch)

Stardew Valley è al momento l’unico gioco “Indie” che hai acquistato per il tuo Nintendo Switch. Si tratta di un gestionale, un simulatore di vita bucolica con alcuni elementi da gioco di ruolo che ti ha davvero convinto. La grafica da console 16Bit ha conferito al titolo un sapore nostalgico il quale ha esercitato su di te un fattore determinante per deciderne l’acquisto. Il fatto che, similarmente a Animal Crossing, sia possibile interagire con gli abitanti del tuo villaggio è un altro elemento per cui sei super soddisfatto dei soldi spesi anche se non avrai mai il titolo in edizione fisica. Unica vera pecca.

81SdO-3nxoL._SL1500_

Bioshock Infinite (PS3)

Uno dei pregi dell’amazon è trovare tanti titoli con qualche anno sul groppone ad una cifra mai oltre i 10 crediti imperiali. Bioshock Infinte lo hai preso a fine 2016 ma solo durante le vacanze di natale di inizio 2017 lo hai iniziato e poi giocato sino all’arrivo di Switch. Per i pochi che non lo sanno Bioshock è un FPS un po’ atipico rispetto a vari COD e Battlefield per via di alcune meccaniche non banali. L’ambientazione da Cloud City vittoriana è fantastica, la trama è molto interessante, per questo Bioshock è senza dubbio uno dei migliori spara-spara a cui tu abbia mai giocato ever!

SQ_NSwitch_Arms_image420w

ARMS (Nintendo Switch)

Al terzo posto troviamo il titolo che per te è rivelazione del 2017. Se RedBavon non ti avesse dato l’ultima spinta prima del Deiuan non l’avresti preso e –accipicchiolina- avresti fatto un grosso e gigantesco errore. ARMS è uno dei nuovi Brand Nintendo che sono arrivati con Switch. Si tratta di un gioco molto tecnico travestito da gioco puccioso di gente che si piglia a cazzotti con braccia a molle. Giocare ad ARMS è semplice, padroneggiarlo è assai complicatello. Da parte tua però dopo più di cinquanta ore di gioco, senti che stai iniziando ad essere bravino. Se conoscete qualcuno che lo ha sulla nuova console Nintendo provatelo, però ricordate sempre che non state giocando a Tekken, pensate ad uno scontro di boxe, pensate a difendervi, a scoprire i punti deboli del vostro avversario e appena potete picchiate duro! Daje!

20130903103044!SuperMarioGalaxy2

Super Mario Galaxy 2 (Nintendo Wii)

Si è vero sei arrivato tardissimo, infatti provi una gran vergona ma l’uscita di questo titolo e del suo predecessore su Nintendo Wii coincidono con il tuo periodo di allontanamento del mondo nintendo, dalla nintendo difference. Super Mario Galaxy 2 è stato forse il gateway per riaccorgerti che, piaccia o meno, qualcosa nei giochi della signora nipponica madre di Mario, è sempre stato differente. Come un figlio al prodigo ludico, hai chiesto perdono e lo hai ricevuto a marzo di quest’anno. Appena in tempo dopo aver finito questo gioco che hai creduto perfetto, fino ad allora.

2920687-thelegendofzelda-breathofthewildv7

The Legend Of Zelda Breath Of The Wild.

Beh, qui, banalmente non c’erano dubbi. Miglior gioco  2017, miglior gioco degli ultimi vent’anni forse di sempre. Nel 2017 hai scritto un mare di fregnacce tra il romantico lesso e il commento tennico per questo gioco. Breath Of The Wild è l’essenza del videogioco è una dichiarazione d’ammore verso questo media che ad oggi non può non essere considerato una forma d’arte a maggior ragione di fronte ad un gioco così.

Già, abbiamo finito sono rimasti esclusi un paio di titoli, alcuni perché li hai giocati solo in demo, altri perché li hai provati per troppo poco. L’impressione è, che aldilà dei tuoi discutibili gusti, l’anno appena concluso sia stato un anno davvero importante per gli appassionati di videogiochi.

Beh, ora tocca a voi! Quali sono stati i giochi che vi hanno sollazzato di più nel 2017. Scrivetelo nei commenti!

Cià!

Annunci

Grim Fandango Remastered Gratis su GOG.com

1513157631-picsay

Ragassuoli, questo è un post rapidissimo per segnalarvi che su GOG potete trovare l’edizione remastered di Grim Fandango per PC a gratis fino a domani. Poi ciccia! Ora non avete scuse per non giocare a uno degli ultimi titoloni che la Lucas Arts ha realizzato.

Grim Fandango è un’avventura grafica realizzata con grafica poligonale (come si diceva ai tempi, parliamo del 1998) caratterizzata da un grande humor nero per certi versi sullo stile di Nightmare Before Xmas e La Sposa Cadavere.

Il mondo di Grim Fandango è basato sulla concezione azteca dell’aldilà. Secondo questa tradizione, le anime devono attraversare la Terra dei Morti prima di raggiungere la loro vera destinazione, il Nono Aldilà.

La trama è suddivisa in quattro capitoli, ognuno ambientato il Giorno dei Morti (il 2 novembre), ad un anno di distanza l’uno dall’altro; in questo giorno, le anime possono tornare sulla terra per fare visita ai loro congiunti ancora in vita.

Su forza, fatevi un account su Gog! Daje!

Super Nintendo Classic Mini

1506598168-picsay.jpg

Evviva, giubilo e fuochi d’artificio! Per la seconda volta quest’anno il fidato Amazon, ti ha consegnato una console Nintendo. Olè Questa volta è arrivato pochi minuti fa, il Super Nintendo Classic Mini. Il gingillo da Collezione” che alla modica cifra di 80 crediti imperiali ti permette di giocare ad alcuni (ben o solo, decidete voi, venti) tra i più rappresentativi titoli del catalogo della console Nintendo.

Dopo non essere riuscito a procurarti il Nes Classic Mini hai veramente pedinato Amazon manco fossi una spia del MI6 pur di non rimanere fregato. Ad un certo punto eri riuscito perfino a procurarti una seconda prenotazione per sicurezza” o per darla a qualche amico nel caso in cui non fosse riuscito a prenotarla.

L’elenco dei titoli è succoso ma forse incompleto diciamo che dal tuo punto di vista di sono due grandi mancanze ossia Batman Returns e TMNT Turtles In Time, secondo altri ne mancano altri e come tutte le cose la verità è nel mezzo. L’unica certezza è che Nintendo ha fregato tutti facendoci sentire la romantica necessità di avere questa console, questo piccolo soprammobile che forse per tanti non vuol dire niente ma per te invece ha il sapore amaro del rimpianto.

Lo hai scritto in lungo e in largo su questa webbettola: Il SNES è uno dei tuoi più grandi rimpianti videoludici. è un rimpianto perché non te lo sei goduto. Era il tempo delle scuole medie e con tuo padre che ti faceva già frequentare il Politecnico di Torino stavi entrando nella fase smanettona di smontare e montare il tuoi primi pc, installavi i primi modem e non dormivi la notte pensando al giorno in cui avresti avuto un 386 o addirittura una SoundBlaster. Altri tempi. Certo. Così alla fine il tuo SNES lo hai avuto per poco tempo per poi rivenderlo, hai giocato a parecchi giochi ma ne hai posseduti solo tre: Super Mario World, Street Fighter 2 e Street Fighter 2 Turbo. Oggi rimpiangi di non averlo tenuto, ma prima o poi, la baia te ne farà arrivare uno da mettere sotto alla tv a far presenza insieme a tutte le altre console perché forse Super Mario World è nell’olimpo dei giochi più importanti della tua infanzia.

Questo è l’elenco dei giochi preinstallati nel dispositivo

  • Contra III The Alien Wars
  • Donkey Kong Country
  • EarthBound
  • Final Fantasy III (in occidente: Final Fantasy VI)
  • F-ZERO
  • Kirby Super Star
  • Kirby’s Dream Course
  • The Legend of Zelda: A Link to the Past
  • Mega Man® X
  • Secret of Mana
  • Star Fox
  • Star Fox 2
  • Street Fighter® II Turbo: Hyper Fighting
  • Super Castlevania IV
  • Super Ghouls ‘n Ghosts®
  • Super Mario Kart
  • Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars
  • Super Mario World
  • Super Metroid
  • Super Punch-Out!!
  • Yoshi’s Island

Alcuni Titoli li hai provati tramite emulazione come Donkey Kong e Yoshi’s Island altri invece saranno per te nuovi incontri come Super Mario RPG. Ma tanto diciamolo c’è MarioWorld, c’è Zelda e Castlevania. Tutto il resto per te è un di più, piacevole certo ma non indispensabile.

Ora qualche informazione tennica:

Nella confezione trovate:

  • SNES mini
  • Cavetto HDMI
  • Cavetto USB per l’alimentazione
  • Due Controller
  • Manuale di Istruzioni.
1506598240-picsay.jpg

Non è bellissimo

Per gli amanti della critica secondo Digital Foundry l’hardware del Mini Nes e di questo Mini Super Nes sarebbero identici. Infatti troviamo la stessa scheda madre Allwinner R16 SoC con quattro ARM Cortex A7 e ARM Mali 400 MP2 come GPU. Il singolo chip di memoria proviene da Hynix e si tratta di un modulo 256MB DDR3, oltre a 512MB di memoria NAND per l’immagazzinamento dati.

Ciò che cambia è certamente il parco software per l’emulazione. Sviluppato da una divisione di Nintendo Europe l’emulatore principale è in grado di emulare non solo il sistema base del Super Nintendo, ma anche una serie di sistemi specifici che hai tempi giravano sul SNES come Super FX e Super FX2, oltre all’upgrade SA1 utilizzato da Super Mario RPG e Kirby Super Star.

Insomma per farla breve. A loro non è costato quasi nulla realizzarlo a noi costa più del Mini Nes. Ma dato che ti stanno vendendo un ricordo, beh alla fine sei felice di aver speso sti dannati crediti imperiali.

The Last Door Episodio 1.

1505979978-picsay.jpg

Un po’ di tempo fa hai letto sulla webettola della Cupa Voliera gestita dal sempre ospitale Conte Gracula di un giochino che ti aveva subito colpito.

Si trattava di The Last Door un’avventura grafica punta e clicca tremendamente old school. L’avverbio non è messo così a caso e tra pochissimo vedremo perché. Detto ciò ti eri scaricato il primo capitolo per il tuo tablet con l’androide verde ma poi per un motivo o per un altro non ti ci sei mai messo per vedere se The Last Door potesse piacerti o meno. Questa settimana però, hai dedicato due pause pranzo per cercare di venire a capo di questa demo” per decidere se comprare tutto il pacchetto sullo store di google.

The Last Door nasce come progetto Kickstart a episodi a cura di The Kitchen Door. La Compagna è durata trenta giorni e ha raccolto £4,690 attraverso 285 finanziatori tra il novembre 2012 e il dicembre dello stesso anno.

La trama del gioco si ispira ai classici dell’orrore del 800 in particolare sembrano molto forti i riferimenti a Edgar Allan Poe. Ambientato nella Londra vittoriana impersoneremo Jeremiah Devitt il quale riceverà una strana lettera da parte di un suo caro amico Anthony Beechworth. Il suo scopo sarà quello di indagare su quanto accaduto.

tips-medium-11200-1393013267

Il comparto tennico è di difficile giudizio. Ogni riferimento è ovviamente legato alla versione Android che è quella che hai provato. Magari la verione PC è diversa. Siamo di fronte ad una decisa spinta verso il mondo 8Bit con una grafica davvero retrò che potenzialmente può spiazzare e non piacere in quanto davvero davvero low res e che spesso si rivela di difficile lettura. Il sonoro invece, è piuttosto moderno con tracce audio molto inquietanti ed effetti sonori accettabili.

Il sistema di controllo su touch screen per Androide non è perfettissimo e forse manca un po’ di precisione sull’interpretazione dei comandi, in ogni caso niente che non si possa sistemare con un aggiornamento.

A proposito gli sviluppatori hanno rilasciato da poco un aggiornamento che rispetto alla versione che avevi scaricato tu, hanno aggiunto l’italiano e migliorato un po’ di cose. Segno che non hanno proprio smesso di lavorarci. Meglio così.

images (1).jpg

Il cuore di ogni avventura punta e clicca è certamente la parte dedicata agli enigmi. Non siamo chiaramente ai livelli di una avventura Lucas come Fate Of Atlantis o Monkey Island anche se un po’ di enigmi ti hanno fatto perdere un po’ di tempo. La questione dei corvi su tutto. Per il resto sono risultati tutti abbastanza lineari e facilmente risolvibili.

Hai risolto il primo capitolo in circa un’oretta e mezza, restando incastrato una volta quindi possibile che il gioco abbia una durata complessiva tra tutti gli episodi di circa cinque, sei ore al massimo, che tutto sommato non sono malaccio per il costo richiesto.

Ciò che ti ha stupito davvero però è l’atmosfera di The Last Door. Nonostante una grafica che non può mettere paura ma al più imbarazzare, l’audio e le situazioni rendono davvero bene. Chiunque abbia letto Poe o Lovecraft ritroverà una certa inquietante familiarità che in qualche modo restituisce il senso di horror e mistero su cui si poggia la storia.

Per chi è interessato il gioco è acquistabile su GOG e Steam e Play Store di Google e Itunes Store per il melafono.

Su Androide che è la versione che stai per acquistare, il pacchetto completo costa 4,27 crediti imperiali, mentre su GOG ci viene richiesta una spesa di 8,49 crediti per la versione completa.

OddWorld Abe’s Oddysse Gratis

258309_1a.jpg

Ciao ragassuoli, prima del post giornaliero una comunicazione interessante.

Su Gog a disponibile a gratise un vecchio videogioco molto molto carino: OddWorld Abe’s Oddysse. Si tratta di un Platform che per certi versi si ispira ai precedenti Another World e Flashback. Tutti titoli che hanno un posto speciale nella tua pischellitudine.

Secondo te è una buona occasione per recuperare il titolo. Fateci un pensiero.

Qui avete il link per accedere alla promozione