[Serie TV] Carnival Row. Un’occasione persa?

Carnival Row è una delle nuove proposte del servizio di streaming on demand di amazon Prime video. La serie è uscita nella seconda metà del 2019 e molte città italiane sono state invase da una campagna pubblicitaria massiva durante questo autunno e questo inverno iniziato da poco

Per molti quindi Carnival Row è il biglietto da visita di Prime Video e la serie che dovrebbe sfidare Netflix e l’imminente Disney+.

La serie è stata scritta da René Echeverria veterano del mondo seriale (che ha già lavorato per le serie tv di Star Trek) e Travis Beacham già all’opera per la serie di tv amazon basata sui racconti di Philip Dick e il mastodontico Pacific Rim, i quali insieme a Orlando Bloom che con l’età è migliorato anche come attore e Guillermo Del Toro figurano tra i produttori.

E chiaro quindi che la curiosità dopo aver visto tutto ‘sto popo di spiegamento di forze e dindaroli si è fatta ben vivida sia in me che in Carlotta.

Carnival Row è una serie Fantasy Noir

Carnival Row è una serie Fantasy Noir (troppo poco) in costume ambientato in un’epoca simil-vittoriana un po’ steampunk nella città capitale Burgue. L’investigatore Philo deve indagare su alcuni strani omicidi che si sono verificati nel quartiere ghetto dei Grinch ossia esseri fantastici come fate e fauni immigrati che cercano di costruirsi una vita dopo aver subito una guerra che li ha visti sconfitti. Oltre a Orlando Bloom tra i protagonisti ci sono Cara Delevigne che a me continua a non piacere né come modella tanto meno come attrice Indira Warma (così maltrattata ne Il Trono DI Spade) e Jared Harris il migliore della compagnia.

Carnival Row è quindi una storia che tratta il tema del razzismo e dell’integrazione che sono estremamente attuali al giorno d’oggi e lo fa che grosse dosi di realismo utilizzando l’allegoria fantasy sia per descrivere la deportazione degli ebrei durante il secondo conflitto mondiale sia il flusso immigranti provenienti dall’antica o dal sud America che cercano di sopravvivere arrivando in Europa o negli Stati Uniti. Tutto giusto, nobile intento, ma parliamoci chiaro io inizio a stancarmi di vedere sempre la stessa cosa scritta sempre alla stessa maniera dove gli esseri fantasy sono sempre quelli discriminati.

Questa serie ha secondo me dei grossi pregi come la cura dell’ambientazione e di quello che viene chiamato in gergo il lore, la storia generale su cui viene poi imbastita la trama di questo racconto. La città di Burgue è una città viva, carica di odio e di diffidenza. Una metropoli moderna rivisitata anche con una incredibile monorotaia rialzata.

La parte Noir l’ho trovata davvero fiacca,

Di contro ci sono alcuni aspetti che invece non mi sono piaciuti. La parte Noir l’ho trovata davvero fiacca, debole e poco stimolante alla fine il nostro protagonista subisce passivamente quasi la scoperta del collegamento tra le vittime. Alla fine collassa tutto in una storia d’amore poco appassionante e scontata e intrecci vari familiari che boh, un po’ ti hanno deluso.

Così come la presenza di molti forse troppi personaggi o gruppo di personaggi che in soli otto episodi non hanno avuto lo spazio che meritavano o che forse quasi non erano necessari i quali ti hanno lasciato piuttosto interdetto.

Un po’ Penny Dreadful, un po’ From Hell, un po’ (troppo) Love-Drama.

Carnival Row non è una serie brutta, anzi, però non è neanche “tutta ‘sta roba”. Un po’ Penny Dreadful, un po’ From Hell, un po’ (troppo) Love-Drama. È un buon intrattenimento pieno di cliché narrativi che sicuramente raccoglierà consensi però ecco, se vi dovessi dire se questa è la serie per cui dovete per forza avere prime video beh, no, ci sono serie per me più interessanti.

Ad ogni modo se cliccate qui trovate la possibilità di usufruire del mese di prova gratuito di prime video. È un link del programma di affiliazione amazon, in pratica se vi doveste iscrivere a prime video mi viene riconosciuto un piccolo premio che equivale a circa un caffè al bar. Ma tranquilli la prova a voi resta gratuita.

Per quanto riguarda il classico e tradizionale sistema di valutazione del Cornerhouse boh, sono francamente indeciso tra o due punteggi più bassi. Visto il nuovo corso del Blog partiamo impegnandoci ad essere obiettivi anche se c’è la presenza del programma affiliazione amazon. Quindi, sorry Orlando ma qui si parte con il voto più basso. Ci sarà tempo per una seconda stagione dove la serie sarà certamente altro e quindi potrà solo che migliorare.

676bd047d87e0b05d0d4b732af327c6f813411fcd722cecfb92f0a34694239d9

Colonna Sonora Consigliata. Strange News From Another Star. Blur

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

11 commenti

  1. Per ora ho visto solo la prima puntata e l’ho trovata promettente.
    Ahimè, da vedere al buio (non amo vedere le cose al buio) perché certe inquadrature sono così scure che non si vede una mazza.
    Indubbiamente c’è il cliché che dici. La Delevigne ci sta come fata perché di suo ha qualcosa di alieno, nel viso, ma deve imparare a essere più espressiva.
    Poi boh, se potrò vedere il resto, ci penserò su 😉

    Piace a 1 persona

  2. A me Bloom piaceva anche acerbo, sarà per il ciuffetto (codino) ma mi è andato subito in simpatia 😝
    Questa serie sembra un’occasione mancata ma tanto i miei soldi ad Zozzon non ci vanno manco se mi dicono che devolvono il 90% in beneficenza (ma manco passando per altre vie illegali). Poi c’è il tema immigrazione che non tollero 😱

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...