Castlevania. Stagione 2

 

Bentrovati radiosi ragassuoli che con la vostra quotidiana presenza rincuorate la stanca anima fragile di questa polverosa webbettola. Oggi apriamo il mese natalizio e la settimana con un post dedicato ad una delle saghe che da sempre ami di più. Siamo in Transilvania e chiaccheriamo niente meno che a proposito di Castlevania la seconda stagione disponibile da un po’ di tempo in quel Nexflix uscita quasi in contemporanea con la remastered di due episodi storici della serie il famossissimissimo Symphony Of The Night (forse Il miglior castelavania di sempre uscito per PSOne e Rondo Of Blood tipo meno popolare soprattutto in europa mentre in giappone uscito nel ‘93 pe PC Engine ha decisamente ricevuto i suoi apprezzamenti. Rondò è stai poi convertito anche per SNES ed poi comparso prima di oggi anche nel Nintendo Store per Wii.

Per gli interessati è possibile trovare il post scritto ormai più di un anno fa a proposito della prima stagione che più che stagione completa sembrava un lungo pilot con alcuni buoni spunti e altri punti negativi che, nonostante tutto ha saputo essere sufficientemente apprezzato per farsi confermare per una seconda stagione di cui parliamo proprio oggi.

Se si uniscono un grosso Brand e un autore importante come Warren Ellis che ha lavorato per le principali testate di comics amerrigane, le aspettative si alzano non poco perché nelle mani giuste un prodotto passabile può e deve diventare un prodotto più che valido. A maggior ragione quando alle spalle hai un potenziale come quello che può offrire Castlevania

Fortunatamente così è stato è stato tutta andato per il meglio. La seconda stagione di Castlevania è sicuramente una buona serie tv che si lascia guardare senza particolari cali e pur presentando personaggi e situazioni già inflazionate usate e stra-usate riesce a mantenere tutto quel lore gore con un alone esoterico e romantico che onestamente ti ha soddisfatto.

Se nella prima stagione molto della trama principale era incentrata nel percorso che avrebbe permesso al gruppo di Eroi di universi, in questa seconda parte molto parte interessante è legata alle vicente del Conte e del suo gruppo di vampiri pronti a distruggere il mondo.

Proprio la capacità della narrazione di farci quasi tifare per Dracula e di farci porre la domanda “ma siamo sicuri che l’uomo in senso generale sia nel giusto?” Chi è il mostro?

Così abbiamo da una parte il signore del male, Dracula, il più umano tra i vampiri e suoi figlio Alucard il più vampiro tra tutti gli umani costretti alla battaglia per porre fine al genocidio umano in nome del loro più grande amore.

Il finale apertissimo, chiude si un cerchio e dona autorevolezza al percorso degli eroi, ma lascia già intendere che la terza (ormai confermata) stagione sarà ancora più catastrofica e violenta rispetto a quanto abbiamo visto e sarà interessante capire come certi aspetti “al contorno” verranno mantenuti.

Non mancano poi i continui riferimenti alla saga videoludica sviluppata dalla Konami che vanno dalla musica ai movimenti dei personaggi fino ai loro colpi speciali. In particolari i riferimenti con Symphony Of The Night e Lament Of Innocent sono piuttosto evidenti. Nonostante queste citazioni più facili da cogliere per via della vicinanze temporale dei titoli, l’episodio che con più probabilità ha ispirato tutto il lavoro su questa serie è Castlevania III Dracula’s Curse uscito per NES 1989 il quale racconta gli esordi della saga e introduce per l’appunto Alucard, Sypha e Trevor Belmont

L’aspetto su cui ancora la serie stenta a decollare, o meglio, che a te ancora non fa esaltare e lo stile grafico dei disegni e delle animazioni dove il tuo modesto giudizio è che ci sia ancora moltissimo da migliorare nonostante gli evidenti passi di perfezionamento che già sono stati fatti.

La seconda stagione di Castlevania risulta quindi un prodotto che migliora quanto visto nella prima brevissima stagione in ogni suo aspetto. Ha il pregio importantissimo di non deludere i fan (come te) e allo stesso tempo è capace di far avvicinare anche nuovi appassionati come Carlotta verso questo brand che magari conosceva il videogioco solo per tutte le ore che tu avevi dedicato al controversa saga per PS3: Lords Of Shadow.

Annunci

6 pensieri su “Castlevania. Stagione 2

  1. “alle vicente del Conte e del suo gruppo di vampiri pronti a distruggere il mondo.”

    Ti assicuro che non ho intenzione di distruggere il mondo 😛 e i miei sgherri, nemmeno! ^^

    Castlevania non l’ho ancora visto, mentre Rondo of Blood l’ho provato per psp e l’ho trovato inutilmente difficile: alla fine, l’ho giocato il minimo necessario per sbloccare SotN, che è molto più equilibrato, come difficoltà 😉

    Piace a 1 persona

    1. Mmmmmmm non so se fidarmi! Ricordo ancora come Castlevania tra I miei giochi del nes fu quello insieme a batman dove gli smadonni erano quotidiani. Solo da adulto sono riuscito a finirlo e solo dopo aver guardato video su youtube. Rondò non è da meno!

      Piace a 1 persona

  2. Ah, vedi che c’era qualche serie che avevo saltato e che non mi ricordavo più! XD
    Grazie al tuo post mi è tornato in mente… ne vedo troppe!
    Pur non essendo un fan della saga ho apprezzato molto la prima stagione, sono contento che la seconda sia salita di un gradino.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...