Archivi Blog

Il Trono Di Spade Stagione 7. Due parole quasi semi serie.

1504091144-picsay.jpg

Guardare il Trono di Spade oggi è diventato per te quasi come la vedere la nazionale. Anche se non segui il calcio, anche se la nazionale fa caguer comunque si deve guardare e si ci organizza per stare tutti insieme.

Per questa serie TV ormai vale lo stesso principio. La serata del Trono di Spade è immancabile così come il pranzo con i colleghi al giorno dopo per discutere animatamente a proposito di quello che abbiamo visto la sera prima. è un rituale irrinunciabile che andrà avanti almeno fino al 2019 per altri sei episodi e poi con meno frequenza si farà qualcosa del genere parlando dei libri.

Il punto è che la qualità non conta più, è l’atmosfera che conta davvero.

Però, dai diciamolo, non prendiamoci troppo in giro. La settima” è una delle stagioni più raffazzonate per una serie tv moderna. Se confrontate con le precedenti stagioni, il risultato è davvero deludente. Personaggi che vanno e vengono, situazioni non credibili, dialoghi insulsi e deliranti.

Le uniche due cose che che salvano” la serie sono il nome che porta. Si chiamasse I Cavalieri Della Valle o Il Nano, la nana e il Monomano avremmo già tutti smesso di vederla eppure, nonostante tutto, saremo ancora qua tra un anno. Accidenti.

Tutto lo show si basava su qualcosa di davvero semplice ma magistralmente nascosto tra le righe. Poi c’è una caratterizzazione dei personaggi davvero riuscita mai solo buoni e giusti” e mai cattivi che poi alla fine perdono sempre” ma tutta una serie di chiari e scuri che inevitabilmente davano spessore a tutta la trama. Una guerra scoppiata per un terzo in comodo geloso deciso a massacrare la famiglia del suo rivale in amore e il fratello di lei costretto a portare un pesante segreto.

Sopra questa classico dramma è stata aggiunta la cruda realtà di un mondo medievale dove gli egoismi e i giochi di potere hanno sempre fatto da padroni. Omicidi su commissione, sesso, incesti e tradimenti hanno reso molto speziata la storia.

Varys e Ditocorto da una parte, Tywin Lannister e i Bolton dall’altra sono stati gli emblemi, i simboli e le braccia attraverso cui noi lettori e spettatori abbiamo sofferto per i nostri beniamini. Ricordi ancora dopo le nozze rosse come eri fermamente convinto di mollare la serie. Era davvero troppo. Ma era dannatamente reale. Funzionava, purtroppo, aveva senso.

Poi qualcosa ha cominciato a tremare, il materiale di quel ciccione maledetto è iniziato a mancare e qualcosa in questa macchina da soldi perfetta ha iniziato a perdere il proprio talento.

L’ultima scena davvero incredibile da lasciare a bocca aperta è l’esplosione di King’s Landing, l’ultima vera azione di un cattivo degno del suo ideatore. Ramsey, poi, l’ultimo vero stronzo di cui potremmo dire: ho amato odiarti.

Quello che abbiamo oggi tra le mani è una raccolta di spezzoni, di Cut Scene come di un videogioco a cui manca tutta la verve di una volta. Gli episodi sono volati, per carità. Da un punto di vista tecnico siamo a livelli d’eccellenza. Le animazioni di Drogon per dire sono eccezionali. Alcune puntate ti hanno divertito, ti sono piaciute ma solo perché alla fine è accaduto quello che la massa dei fan voleva. Little Finger morto, Jon e Dany amanti sotto le lenzuola e la promessa di una battaglia con le contropalle contro i non morti dagli occhi blu. 

Già Peter Jackson ha bestemmiato quando ha trasformato Lo Hobbit in quello scempio cinematografico, qui sembra che la direzione sia la stessa.  Per poi non parlare delle infinite possibilità su come rovinare tutto utilizzando a caso Bran. Ci sono già incredibili teoria e riguardo. Ma il rischio che tutto va in vacca lo sento pressante.

Eppure anche in questa stagione non sono mancate le possibilità. I personaggi c’erano ma sono stati lasciati a prender la polvere. Dove sono le morti dolorose per il pubblico? Dov’è la paura di perdere il personaggio del cuore? Jaime davvero si sarebbe dovuto salvare? Il mastino che tira sassi ai non morti? Oh ma che diavolo! Euron è stato incredbilmente deludente, avrebbe dovuto essere folle come un cane rabbioso, avrebbe dovuto farci dimenticare Ramsey e invece niente, di niente, di niente. Un misero attacco navale girato male per concentrare i costi altrove per togliersi dalle scatole le Vipere di Dorne. Varys e Little Finger tragici e inutili fantocci di loro stessi. Senza voto il primo, irritante il secondo e quasi privi di un vero scopo.

Cersei aveva in mano l’ultimo fiammifero per accendere la miccia, forse qualcosa ha fatto ma il suo si no forse, vi dico si ma vi prendo per il culo è stato davvero insulso.

Cosa dire dei buoni allora? Tyrion inizia a perdere colpi, Jaime, il fratello, passa tutta la stagione a farsi cojonare per poi fare una cosa buona in sette puntate rischiando la pugnalata che si, gli doveva arrivare.

Dany mostra le solite abilità politiche di un pinguino ai tropici mentre Jon una cocciuta incapacità di scendere a patti perché lui è nel giusto. ma sti cazzi che hai ragione ti va solo bene perché sei l’eroe bello e tenebroso e se muori prima dell’ultima puntata i fan muoveranno una guerra santa.

Ma soprattutto Melisandre, quella gran topona di Carice Van Houten che fine ha fatto?

Quindi è giusto far ricomparire i tanto amati e tradizionali timbri del Cornerhouse. Ci dice Trono Di Spade ma questo è quello che ti meriti!

676bd047d87e0b05d0d4b732af327c6f813411fcd722cecfb92f0a34694239d9

Annunci

Il Trono Di Spade 7X07 La Prima Volta Con Tua Zia.

1503995024-picsay.jpg

Siore e siori, ladies and gentleman, polentoni e terroni, accorrete tutti! Portate i popcorn e le bibite gassate analcoliche! Ci sono voluti ben sette stagioni tra alti e discutibili bassi ma alla fine tutti i proprietari degli appartamenti in quel di Westeros si sono incontrati per discutere del bilancio preventivo per il 2017. 

Da parte del Cornerhouse c’è tanta emozione la prima vera riunione di condominio ha avuto incredibilmente luogo. C’erano tutti davvero tutti, scala A e Scala B, vivi e morti, nessuno escluso!

Fin dai preparativi si è capito che c’era il clima giusto e accomodante per garantire una piacevole permanenza ad Approdo del re. Bronaldo e Giacomino, ci regalano immediatamente una perla di saggezza:

la vita gira tutta intorno al cazzo”.

Oh si beh grazie ne avevamo bisogno. Potremmo chiuderla qua. Davvero.

Sempre a proposito di membri maschili l’ingresso in sala riunioni è stata una dimostrazione a chi mostrasse la virtù meno apparente ma tra tutte la più indecente. Inizialmente sembra Dananana che con il suo arrivare quando la conta dei millesimi era già finita a cavallo (ehm, si dice cosi?) In groppa? vabbè tanto oggi è così,  sopra a Karlo Drogo II.

1503995990-picsay.jpg

Sersi le lancia subito uno sguardo di disprezzo. Ma chi si crede di essere quella biondina li” pensa dentro di se. Dovrebbe trovare un accidenti di modo per far star zitti i suoi animali e poi” il viso si riempie di rughe.

“e poi sono dannatamente stufa di trovare i bisogni di quei cosi in giardino! Oggi chiariamo tutto sa!

Dananana fissa Sersi chiedo scusa per il ritardo”. Dice.

ma guarda sta milf del pippero” Pensa.

Il Mastro di cerimonie Tirione apre le danze provando a parlare il politichese:

Gentili condomini, siamo un gruppo di persone che nun se piace, (come dargli torto) abbiamo tutti le nostre piccole divergenze ma oggi l’ordine del giorno prevede i seguenti punti”.

Purtroppo però viene interrotto da quel Coatto di Euronio maina(grey)gioia che inizia subito a lamentarsi che la sorella di Theonio quando annaffia gli fa cadere l’acqua e gli fa arrugginire le ringhiere. Da parte sua il mite Theonio si fa ancora una volta infastidire. Oh ma ribellatti na volta su.

Tirione prova a riprendere la parola leggermente innervosito ma viene aiutato da Giannino ignoranza tutto bello impellicciato per mantenere il suo status di responsabile della palazzina.

“Non si tratta di dimenticare il portone aperto o dell’acqua che goccia”. Esordisce l’ignoranza “Abbiamo un problema piu grande, che riguarda tutti. Nessuno escluso” attimo di suspance.

“L’ama non passa a prendere l’immondizia!”

“Se non facciamo qualcosa tutti insieme ci ritroveremo a vivere sommersi dalla monnezza e diventeremo tutti come lui”

Ed ecco che il sior mastino ricompare con una grossa al cassa. A vederlo salire così è sembrato davvero un cavaliere dello zodiaco peccato che nella cassa…

Al suo interno ecco comparire il non morto accattone dei cassonetti. Il flagello di ogni quartiere! Ta dan.

Con un balzo rapido e letale il Non Morto Accattone scatta verso Sersi ma Sandrino Mastino lo ferma in tempo.

Non pago a sufficienza della sua esposizione, Giannino si lascia andare anche ad una strana dimostrazione su come andrebbe affrontato questo strazio dei cassonetti.

“Prima possibilità, costruiamo più inceneritori per bruciare la nostra immondizia, troveremo un posto che equidistante da tutti così a nessuno verrà la puzza” 

“oppure?” gli chiede la signora seduta in ultima fila.

“Oppure saremo costretti ad aggidere tutti gli accattoni che queste fantastiche lame di dragoroccia” 

“Vendiamo set completi di 10 coltelli a 15,99 corone soddisfatti o rimorsati”

1503996728-picsay.jpg

“Ne abbiamo qua già alcune casse se volete approfittare subito di questa magnifica e irripetibile offerta le spese di spedizione saranno poi a carico vostro”

Euronio er Coatto sente di avere le mutande sgommate di un odoroso marrone e chiede: “oh ma sanno nuotare sti accattoni?”

“No” risponde Giannino

Oh beh fear the walking dead potrebbe dimostrare il contrario: Almeno a galla ci sanno stare.

Sersi e tutti quelli della sua scala ovviamente si schifano e incredibilmente accettano di dare una mano.

In verità c’è il trucchetto: Sersi e la scala B accettano solo se Giannino si mette e fare le pulizie anche nella loro scala dimostrando neutralità e equità ma Giannino data tutta la sua conosciuta ignoranza al posto di accettare se ne ese con la frase: “vede signo’ io riesco a pulire solo una scala non tutte e due, mi dispiace.” 

Dananana si infiamma nella zona pelvica, Tirione pensa ma quant’è ignorante sto imbecille” Sersi rosika duro.

Come ad ogni riunione di condominio alla fine finisce tutto in vacca, ogni buon proposito va a putt.. e vabbè potevamo prevederlo. Tacci tua giannì! Pensano in coro quelli della sua scala.

“Per ‘na fottuta volta dilla ‘na cazzo di bugie a Giannì e su daje un po’” Lo rimprovera giustamente il nano della cricca.

Tocca poi ai fratelli Tirione e Giacomino cercar di far ragionare la sorella. In qualche modo che ci verrà spiegato solo a fine puntata Sersi accetta la tregua. Davvero? Dai non ci credo nessuno. Anfatte!

A Grande Inverno nel frattempo Meeenchieta corta confessa finalmente il suo credo democristiano. L’aspirante Andreotti dallo scarso talento genitale insegna l’arte del pensar male si fa peccato ma difficilmente ci si sbaglia alla noiosa Salsa che torna ad essere succube del suo amante villanzone e accetta di mettersi contro la sorella Arya-The Killer. 

E invece no! Scena di giubilo festa e rallegramenti:

Grande festa alla corte di grande inverno

lady sanla fa avanti le accuse,

Arya the killer con abile mossa

finalmente ci  sgozza il meenchietta!

1503996310-picsay

Urla e fuochi d’artificio manco nel mondiale del 2006 al rigore di Grosso hai urlato tanto. Scene di folle isteria in casa Cornehouse! Non avete idea!

screaming-sports-fan.jpg

Magicatrasportamente si viene catapultati a Dragoroccia dove tutta la cricca di Dananana inizia a studiare il piano per la raccolta differenziata.

Giannino che per la prima volta si dimostra un acuto stratega per il suo scopo libidinoso, suggerisce che lui e Dana dovrebbero partire dal Nord arrivando via mare per far vedere a tutti quei polentoni che lei i bisogni delle sue bestie li raccoglie ovunque, che si sa la gente dei paesi freddi e meno accomodante su queste cose. Vuoi mettere la sgradevolezza di scivolare su un merdone di drago ghiacciato?

All’uscita della sala riunioni Theonio vuol parlare con Giannino al quale chiede perdono e la possibilità di andare a salvare la sorella.

“Ancora qua stai?” Vai dimostra che hai le palle! Vai a salvare tua sorella” gli suggerisce l’ignorante ignorando quanto Rosalino Bolton praticò con la virilità del povero Maina(grey)gioia.

Theonio quindi chiede ai suoi pochi marinai di seguirlo per salvare la sorella i quali però ovviamente non accettano. Parte il bullismo e la rissa ma Theonio sfruttando la sua assenza di virtù riesce ad avere la meglio su di un tizio grosso che l’aveva già pestato per benino.

“Per Yara Non Per Me”

Torniamo per un istante ad Approdo Del Re. Troviamo infatti Giacomino intento a pianificare un modo per pulire le strade quando la sorella lo sorprende e lo ferma.

“Ma tu credi davvero che vogliamo raccogliere la monnezza?” Sul volto di Sersi ormai c’è solo disprezzo per chiunque.

“Io ho promesso che avrei aiutato!”

“Tutte cazzate” Lo rimprovera. “Facciamo fare tutto a loro e quando avranno finito gli daremo da pulire pure la nostra monnezza e quella del civico dopo”. 

“Euronio ha mentito, nessuno può farsela nei pantaloni se io non lo ordino. In realtà è andato a prendere la monnezza di tutti i vicini e ti dico solo che quelli hanno gli elefanti.” Aggiunge ancora la stronza Sersi.

Ed ecco come nel lontano medioevo nacque la mafia della monnezza.

Giacomino però non ci sta

“Io ho promesso Gne gne gne”

“Uccidimi allora” Se lo sente caldo.

Sersi ci pensa, esita per la seconda volta in questa puntata ma d’altronde l’unico che ha il fegato di trombarsela e di riuscire ogni volta a metterla incinta non può essere ucciso così a cuore leggero

Giacomino però fa la prima cosa giusta in tutta la stagione: Alza i tacchi e se ne va.

Allejuja Giacomì hai fatto na stagione da cojone mo te sei salvato meno male.

Proprio a fagiolo, grazie al bottone del trasporto magico fa il suo rientro nelle scene Samuele Tarly che incontra alla facciazza del tempismo Brando Tre Occhi.

“Oh io so un segreto” Dice Brando

“Anch’io anch’io ma inizia tu per favore” Incalza Samuele

“Oh mai già lo so il tuo, io leggo nella mente:  Vedo la gente Morta” 

Con questo esaltante inizio di conversazione si spiega che in pratica tutto questo macello sta crisi condominiale è na farsa pazzesca.

Ruggero Targaryan in realtà si era separato da Ilaria Martel per sposare la sorella di Neddino Stark, Lyanna. Quindi non c’è mai stato nessuno stupro anzi ora scopriamo pure il nome ufficiale di sua ignoranza, l’erede al Trono dei condomini di Westeros ossia Aegon. Olè.

‘Naltre due scene è abbiamo finito forza Johnny un ultimo sforzo.

La cricca di Dananana cioè quel che resta della compagnia del Ignorantello che si è divisa ad Eastwatch è salpata per il Nord.

Ad un certo punto a Tirione, causa una certa anzianità (sapete la prostata no?), scappa di andare in bagno e che te scopre? Urca Urca!

Giannino e la zia che stanno tentando un approccio ehm? diciamo sconveniente? Zozzo? Degno di Margherita Porcella? Oh mio dio ma è tua zia!!! Santo cielo!

images.jpg

Che chiappette il Giannino!

E niente tutti i Lannister in questa puntata rosikano e mo’ tocca a lui… fatte na ragione Tirio’!

Infine in chiusura ecco la pubblicità sul Metano che ti da una mano (eh no eh! Non puoi cambiare tutte le tue battute solo perché anche altri le hanno usate).

Il Re Monnezza in sella a Viserion Occhi Blu il quale grazie alla spinta del suo motore a metano riesce a buttar giù la barriera e far arrivare i camion pieni di schifezze. 

Si sarà salvato il nostro Roscio Turmondo? Si concluderà con un lieto fine il suo sogno d’amore con Brianna Tartara?

A questo punto neanche HR Wells Lo sa.

Giù Il Sipario!

Ragassuoli, questo viaggio pieno di fregnacce è giunto a conclusione anche per quest’anno. é stato molto divertente per te scriverlo e speri che sia riuscito a strappare qualche sorriso a voi virtuosi frequentatori di questa gagliarda webbettola. Alcuni post son venuti meglio di altri, alcuni forse un filino sottotono forse perché effettivamente qualche puntata era davvero na fetecchia o semplicemente perché non è facile riuscire a trovare sempre la battuta giusta.

Rispetto ai primi post che hai scritto che a breve ricompariranno sul Blog (quelli della quinta stagione e della sesta stagione) sei convinto di essere migliorato tanto e quindi sei orgoglioso di aver affrontato questa cavalcata tutti insieme.

Adesso ti attende un ultimo sforzo perché vuoi fare un regalo, un piccolo pensiero, un cadeau ma tutto verrà svelato a tempo debito.

Ora dovremmo aspettare l’inverno del prossimo anno per vedere come andrà a finire questa serie tv che in fondo ha appassionato tanta tantissima gggente nonostante forse la sua qualità sia un po’ calate nelle ultime stagione.

Per questo motivo, salvo accidenti, troviamoci tra un anno e mezzo circa sempre qui. Cia’!

Il Trono di Spade 7×06 – Ma che bei occhi bluette!

1503420667-picsay.jpg

Ciao ragassuoli e bentrovati in questo caldo martedì d’agosto. Anche oggi tocca menar a caso tasti sulla tastiera per scommentare con il solito sconclusionato appeal l’ultimo episodio della saga delle lotte condominiali in quella calda e tranquilla valle che è Westeros.

La settima stagione è ormai in dirittura d’arrivo, una stagione che definirla ‘na mezza delusione è davvero poco, c’erano due villanzoni da sconfiggere eppure sembra che al momento nessuno dei due stia per subire la prima seria sconfitta anzi, entrambi sono vivi e vegeti (si occhei diciamo a modo loro) vorranno mica chiudure tutto in fretta e furia nell’ultima stagione. Ma almeno Meeeenchietta Corta l’aggidedede por favor.

Se fin’ora non hai mai sentito la necessità di leggerti i libri perché in fondo la serie tv ti bastava dopo questa settima stagione, di sicuro recupererai i due libri finali (se e quando usciranno, quindi farai tempo ad essere nonno). Si occhei la risata godureccia è d’obbligo. Il problema è che si sente, si percepisce dannatamente bene, come le trame sono diventate più semplicistiche, capitano cose a caso perchè altrimenti non si riesce a trovare una motivazione logica che abbia bisogno di meno di cinque minuti per essere messa in atto, allora per non perdere tempo a girare altre costose puntate facciamo che far male la sceneggiatura che ormai ci beviamo qualsiasi cosa. Ah proposito ma un Cuba Libre?

Beh, di Ciccio Martin possiamo dire peste e corna, insultare lui i suoi avi e la sua discendenza ma dobbiamo essere onesti, lui la trama l’aveva messa in piedi per bene. Qui beh avete capito no?

La puntata di oggi si intitolava dietro ar muretto  e racconta la storia di un impavido gruppo di cialtroni che hanno attraversato la barriera per andar a dar la caccia ai morti con gli occhi bluette a cui nessuno crede. Sembrava che al Cornerhouse avessero mandato i Magnifici Sette ma poi a causa di un disguido temporale e una contesa sul diritto d’autore ci si è dovuti accontentare dei Pessimi Sette. Andranno bene lo stesso si è detto, quindi vediamo come se la sono cavata.

La compagnia dell’ignorantello in realtà era anche composta da altri simpatici individui ma si sa in ogni storia d’avventura che si rispetti servono dei personaggi sacrificabili per rendere più epica la storia dei nostri pessimi sette, diciamo quindi che la compagnia era composta da sette pessimi eroi e cinque sacrificabili aiutanti.

La compagnia si è rivelata un gruppo molto eterogeneo, c’era Beric da Milan con il suo amico Thoros di Bergamo alta, Gennaro di Napoli, Tormundo il roscio d’irlanda, il grande Ser FriendZone Rifugiato in terra d’oriente, il fedele Mastino e l’unico e inimitabile Gianni Ignoranza, l’unico personaggio che tutto l’internet ci invidia.

Essendo Tormundo quello che è nato più a Nord si è rivelato subito il più esperto sulle tattciche per resistere al grande freddo non a caso le sue dichiarazioni sono state registrate per uno speciale di Super Quark dedicato al natale. “Dormire in un iglù per raggiungere il villaggio di Babbo Natale” Sentiamo subito le parole del nostro Roscio D’irlanda: “Dovete muovervi tanto, bere qualcosa di forte ma tutto questo potrebbe non bastare” un attimo di pausa. “Dovete Scopa’” “L’unica cosa che vi salverà dal freddo è Scop biiiiiiiiiip”. Qualcosa ci dice che forse tutta l’intervista non andrà in onda, oh che peccato.

Ma i momenti di alta televisione non sono mancati, dopo i “Migliori tre metodi per sopravvivere al freddo” ecco le lezioni di linguistica con il Mastino ossia come espremersi a cazzo di cane. Di piselli appunto si è argomentanto con una dialettica degna di un professore di Oxford. Excuse me sir! Could do you tell me what is the differenze between “Cock” and “Dick” please”. La più importante serie tv fantasy mai prodotta si è ridotta a questo. Fantastico. Si per carità li per li fa ridere ma honestly siam caduti davvero in basso.

Ad ogni modo i nostri pessimi ragassuoli dimostrano che almeno una cosa bene la sanno fare: Lasciar morire i giovini sacrificabili che sono diventati la preda perfetta per gli orsi non morti. Si evviva ci mancavano pure gli orsi non morti. Kirkman tu gli orsi non morti li hai? eh eh eh?

La sfiga ha voluto che anche il nostro chierico di Bergamo Alta venisse ferito, azz e mo chi resuscita i nostri pessimi eroi? Accidenti.

Il peggio è passato, gli orsi non-morti-che-Robert-Kirkman-non-ha sono scappati e finalmente i nostri eroi hanno scoperto un piccolo gruppo di scout non morti e decidono di attarccarli che ci vuole loro non hanno lo spadone di fuoco +5 danno da fuoco.

La vittoria arriva facile per il nostro manipolo di baldi eroi con ancora qualche membro sacrificabile, riescono pure a rapire uno dei non morti per portarlo dall’altra parte “Der Muretto” quando Giannino, si accorge che la situazione sta per diventare un pelino incasinata. Avete presente quando nei film di zombi improvvisamente si  aprono le porte del super mercato e i lenti ma inesorabili non morti ambulanti iniziano ad entrare? Ecco immaginate la scena al fast foward e otterrete il risultato di “Gennaro tu che si veloce, fa ‘nu favore a mamma tua, corri e manda ‘na cornacchia a dragoroccia” mentre tutti gli altri sovravvissuti non fanno altro che correre su un lago ghiacciato sperando di morire per il freddo piuttosto che affettato da simpatici amicici con gli occhi bluette.

Lasciamo per un istante in questo momento epicamente drammatico i nostri pessimi sette che beh ora si tutta la compagnia dell’ignorantello si è ridotta a loro. I Sacrificabili son finiti ora tocca a qualcuno di loro. Restiamo però al Nord al compensorio di grande inverno. Meeenchietta Corta-devi-morire-male continua a tessere il suo malvagio piano per mettere contro le sorella Kardashan ehm non Stark. Come prevedibile ci riesce ma ciò che peggio Arya è già pronta a sguinzagliare la sua arma segreta Lyanna Mormont. Salsa è terrorizzata e inciampa nella maniera più goffa possibile nel piano di Meenchietta. Ma per iddio!

A Dragoroccia invece è già tempo di pensare al futuro. Il lungimirante e loquace Tirione è intento a cercare di far ragionare la sua focosa amministratrice delegata Dananana che a detta sua, ogni tanto si lascia far prendere dall’ormone di quei giorni e tende a combinare qualche casino. Dananana come è ovvio non la prende benissimo, ma prova un brivido di libidine lungo tutta la schiena quando Tirione le ricorda che tutti i manzi che hanno avuto a che fare con lei, Daaario, Ser Friendzone e Carlo Drogo I si son tutti innamorati di lei. Succederà anche a Giannino? Le chiede Tirione. “Te la suggerito HR Wells, ammettilo Tirione! Ti ho visto che guardavi su Sky la sua turbo rivista del cuore!”

Ritorniamo dai nostri pessimi eroi. è passata la notte. Gennaro è arrivato “Ar Muretto” e ha mandato i corvi grazie alla rete in fibra ottica che hanno posato da poco per realizzare il bed and Breakfast di Eastwatch. Purtroppo però il membro di Bergamo Alta si è spento. Oh che peccato. La situazione si fa complicata o arriva qualcosa di grosso a salvarli o mannaggia alla miseria qui moriranno tutti.

Un piccolo flash prima del gran finale. Salsa riceve un corvo: “Il suo numero di cellulare è stato estratto come vincitore di un aifon7plus venga ad approdo del re a ritirarlo”. Ah ah Meenchietta Corta si diverte a giocare all’inganno della cadrega! Salso clicca si e accetta ma manda Brianna a ritirare il premio.

Eccoci è la fine per i nostri pessimi sei eroi, son nella cacca e nel ghiaccio fino al collo ma quando è ormai troppo tardi fa fan farafan fan farafan arriva Dananana con i suoi tre arrosticini Carlo Drogo II, Prilaviserion II e Ruggero II pronti a scatenar l’inferno su quella manica di sfighenzi non morti!

Evviva, i nostri eroi son salvi, evviva evviva. Peccato che non avevano fatto i conti con il Re Della Notte vincitore dell’oro alle olimpiadi del ’68 per il lancio del giavellotto. Un Colpo secco e PirlaViserion cade ferito in un mortale bagno di sangue! Nuuooooo abbiamo perso il Drago! Indovinate a breve cosa accadrà!

Giannino urla “Scappate che questi 346492205 zombi li uccido io”. Ma viene trascinato in acqua da alcuni di loro. Accidenti! Il resto della squadra vola via evitando il secondo giavellotto che Carlo Drogo è uno esperto. E meno male.

Dopo circa quindici minuti di appea in quel lago freschetto, Giannino riemerge è capisce finalmente di non aver avuto una grande idea. “Ops” dice tra se e se. Ma dopo il prevedibile intervento dei draghi ecco arrivare anche lo zio Benjen che dimentica all’improvviso che gli zombi son lenti e decide di diventare l’ultimo sacrificabile di giornata. Oh che noia!

Giannino fugge con il cavallo e imposta il pilota automatico per arrivare a East Watch per essere salvato e imbarcato sulla prima nave per Dragoroccia.

Dananana si prodiga di premurose cure verso il suo giovane nuovo spasimante ignorando che l’ignorante è il suo nipotino. Al suo risveglio Giannino decide di chiamarla regina e vissero felice e contenti ah già no, mancano ancora sette inutili puntate.

Dimentichiamo qualcosa vero? Il momento che anche i muri già sapevano. Il buffo Cliffhanger prima dei titolo di coda. I Non morti ora hanno un Drago anche loro: Pirla Occhi Bluette

Giù il sipario!

 

Star Wars Legion. La vera battaglia è il commercio!

1503157188-picsay

In questi giorni (per chi non lo sapesse) si sta tenendo sul suolo amerriggano la GenCon ossia la più importante fiera di giochi da tavolo al mondo (o poco ci manca) diciamo che è tra le due più importanti al mondo e si gioca il primo posto con la fiera di Essen. Meglio Così?

Per questa ragione tutti i blogger seri, i siti web dedicati e questa povera webbettola poco considerata dai giocatori troppo snob, sono alla ricerca compulsiva di niuss, immagini esclusive e qualsiasi cosa pur di essere i primi e guadagnare due click in più. Prima si è spammato a testa bassa con Dragonholt, poi con i tuffi carpiati con Fallout poi con Civilization e ancora più istericamente con la quarta edizione di Twlight Imperium. é stato stupendo vedere come all’annuncio delle due riedizioni di questi due ultmi giochi citati sono apparsi sul mercatino le edizioni attuali in vendita anche a prezzi imbarazzanti. Ma la gente pensa che sono tutti stupidi? Vabbè sorvoliamo che è meglio… che al Cornerhouse i mercatini dell’usato con prezzi quasi pari al nuovo non si son mai capiti.

L’ultima sparata” made in Fantasy Flight Games è Star Wars Legion O-t-t-a-v-o gioco uscito in questi ultimi anni dedicato alla galassia lontanta lontana. Fico no? Beh per noi giocatori direi proprio di si. Anche perchè Legion conterrà una bella secchiata di plastica che andrà a comporre una bella serie di miniature tra cui l’ennesimo Darty e l’ennesimo Luchino pronti a guidare degli eserciti per conquistare ancora una volta la galassia.

Per la niuss ufficiale fatevi un giro sul sito FFG così vi leggete la notizia paro paro a come l’hai letta tu.

swl01_photo_introshot1.jpg

La vera questione però è un’altra, che però oggettivamente, può non interessare a tutti perchè è di natura commerciale e politica, quindi se non vi interessano le manovre di business delle aziende del settore dell’intrattenimento ludico, beh ciao ci si legge presto, anzi prestissimo… per tutti gli altri per di qua. Facciamo strada.

Dopo il divorzo con tra FFG e Games Workshop (la mamma di Warhammer) sembra che la statunitesse FFG si sia lanciata con il coltello tra i denti in una guerra all’ultimo sangue con la casa inglese. Prima Runewars a candidarsi come nuovo warhammer fantasy battle” ora questo Star Wars Legion a tentare di insinuarsi tra i fan dei tabletop futuristici tentando di rubare la scena a Warhammer 40K. Da parte sua la GW sembra non sia rimasta con le mani in mano buttandosi lei stessa nella creazione o ripublicazione di quelli che un tempo venivano chiamati specialist games nel 2016 sono tornati Warhammer Quest e BloodBowl quest’anno dovrebbero arrivare Necromunda e Talisman (No davvero facciamo la guerra con Talisman?).

Da questo punto di vista la FFG sta vincendo a mani basse d’altronde questa società americana può contare su eccellenti game designer e una vagonata di tester (non va certamente sottovalutato il lavoro di bilanciamento dei giochi). Runewars infatti ha davvero un sistema di gioco gagliardo mentre Warhammer Quest e BloodBowl hanno campato grazie al fattore nostalgia ma sono passati un po’ così tra diffidenza e eccessive” critiche verso i loro regolamenti non troppo aggiornati con le nuove mode. La GW ha sempre avuto questo difetto: pessimo se non assente playtesting dei proprio giochi, situazione che ha portato più volte a momenti davvero imbarazzanti a causa di sbilanciamenti davvero pesanti.

Dove però la Games Workshop è ancora troppo forte è sul fronte del modellismo. Dai non c’è nulla da dire, le loro miniature sono da sempre IL livello di riferimento per tutti mentre la FFG per quanto ci stia provando è ancora lontana parecchio da quel livello. La plastica di Runewars è ancora troppo morbida e le sculture sono solo discrete.

Rimanendo in tema modellismo” l’utenza GW è abituata a montare e modificare miniature, i giocatori da tavolo no. Sul forum della tana dei goblins hai letto davvero le domande più disparate e ci sta perché se uno è niubbo è giusto che chieda prima di fare qualche cazzata ma è evidente come il pubblico medio vuole una situazione alla Descent. Tutto deve essere già bello che pronto.

In questa guerra millionaria si è poi infilata anche la CoolMiniOrNot con il gioco di battaglie del trono di spade di cui abbiamo parlato proprio pochi giorni fa. La CMON sta applicando anche lei la sua particolare politica a suon di millioni con i suoi Kickstarter della madonnina, miniature pre assemblate ma di una qualità davvero eccezionale. I loro giochi poi puntano sempre verso un utenza molto eterogena grazie alla creazione di regolamenti molto semplici e dalla forte spinta action.

L’impressione è che il gioco di miniature stia tornando di moda e tutte le società di produzione dei giochi ci si stiano buttando dentro. Chi la spunterà?

A Corollario di questo fiume di parole ti resta ancora una domanda a cui per ora non c’è risposta. Ma in tutto questo Assalto Imperiale che fine farà? Il motivo per cui il titolo è andato alla grande è stata proprio la sua componente Skirmish, Legion proporrà battaglie sia campali che piccole schermaglie. Ci staremo mica dando la zappa sui piedi pur di giocare aggressivi contro i nostri avversari?

E intanto sul fronte APP per giocare Assalto Imperiale Full Coop tutto tace. Accidenti, perdincibacco, urca urca tirulero oggi splende il sol!

Il Trono Di Spade 7×05. Una lettera, ‘na cicogna e i pessimi sette!

1502729719-picsay.jpg

Buon ferrasto ragassuoli, oggi, nonostante la maggior parte di noi sia in vacanza, il Cornerhouse non abbandona mai i suoi gagliardi ospiti che cercano comunque in queste fregnacce, la giusta cura contro questo torrido caldo.

E ‘sti cavoli se sarà il post sul trono di spade meno visto nella storia di questo blog. Noi si mantengono gli impegni presi. Sempre.

Che dire ragassuoli, in quel di Westeros le cose non vanno mai bene, ne aggiusti una e se ne rompono tre. è davvero tutto troppo stressante. Oh ma fateve na’ vazanza e su!

Avevamo lasciato Giacomino Lannister e il fido Bronaldo in una brutta, anzi bruttissima situazione, fortuna che le armature di metallo galleggiano altrimenti sarebbero certamente affogati. L’unica difficoltà per Bronaldo è  stata la mano finta di Giacomino che pesava na cifra altrimenti sarebbe stata na passeggiata l’attraversata verso riva. Maddai periddio ci state prendendo per il culo? Per come si erano messe le cose, santamiseria, Giacomino ci doveva lasciare. Se quella scena l’avesse scritta quel ciccione maledetto di Martin avremmo salutato il leone con la mano d’oro e invece ci teniamo sto personaggio che è una delusione continua. Altro che il Giacomino della stagione scorsa

Si conferma ancora una volta la scelta degli sceneggiatori  dell’inutile introduzione di personaggi con l’unico scopo di uccidere personaggi a caso, tra l’altro casualmente imparentati con altri personaggi più  importanti. E cosi con il fatto che Dananana sia particolarmente bassa e che quindi chiede a tutti di inginocchiarsi ci perdiamo la famiglia Tarly che non avevano capito la questione emotiva di Dananana e vabbè non ne sentiremo la mancanza.

Questa puntata poi insiste nel raccontarci la dabbenaggine di Giacomino che ritorna con la coda tra le gamba della sorellina, si fa cojona’ dal fido Bronaldo e poi crede alla favola della cicogna che sta per arrivare ad Approdo Del Re. Evviva un nuovo piccolo Lannister, sai che  bello se questa volta viene bruno come un Baratto. 

1502733823-picsay.jpg

Dai, non è credibile che Sersi sia rimasta incinta è solo una stronzata che gli dice per tener Giacomino sottoscacco. Porello ma soprattutto Ridicolo.

Nel frattempo a Dragoroccia Dananana fa il suo ritorno e, guarda caso, quante coincidenze i  questa puntata, Giannino Ignoranza la stava aspettando al parcheggio dei Draghi davanti centro commerciale. Hai una monetina per il carello?” Gli chiede Giannino. I Draghi si sa son come i cani e sentono se qualcuno è  amico di Drago. Karlo Drogo quindi si avvicina a Giannino e si fa fare due grattini sul musetto. Che carino. “Saremo mica parenti?” si domanda il Drago.

1502739864-picsay.jpg

Al comprensorio di Grande Inverno invece le cose si mettono sempre peggio perché grazie all’incapacità di Lady Salsa, Minchietta Corta inizia a diventare davvero un personaggio scomodo come un di .. nel cu.. dato è riuscito ormai a mettere contro le due sorelle Stark. Minchietta corta deve fare una brutta fine, vi prego basta nun se ne po più!

Due osservazioni: la prima: Arya è un’esperta assassina e si fa sgamare da quel pirla? Due: per i meno attenti la lettera che trova sotto il letto dovrebbere essere la lettera che Salsa aveva scritto a suo fratello Robertino durante la guerra dei Re in cui chiedeva di arrendersi ai Lannister. Arya non la prenderà bene.

Alla cittadella invece ci raccontano che in quel di westeros si potevano annullare i matrimoni. In pratica in scioltezza, come Messi contro la Pro Brocchese, ci dicono che Rigoberdo Targaryan aveva annullato il suo matrimonio per sposarsi con Lyanna e quindi non solo Giannino non è ne un bastardo del nord ne de dei draghi ma è un Drago a tutti gli effetti. Karlo Drogo aveva ragione. Ah se i Draghi sono avanti. Clap clap clap.

Alla fine si va ad Est e ci viene presentata la nuova località turistica per gli amanti della cioccolata calda e degli sport invernali come la caccia al Non Morti: EastWatch. Per la campagna pubblicitaria Giannino Ignoranza si reca prorpio la in compagnia di sei manzi di livello pronti a girare delle sequenze action per attirare cacciatori e turisti. 

Li chiameremo i pessimi sette: L’ignorante, Il bruto, il cecato, l’amico di tua figlia, il predicatore scojonato, il mastino ed infine Il martello, che chiameremo “tutto suo padre”. Quanti di questi baldi giovini torneranno indietro?

1502739731-picsay.jpg

giù il sipario.

PS.

Per onestà intellettuale l’idea iniziale era di chiudere il post con i Magnifici sette ma purtroppo il grande Blog del Dr Mahattan ha pubblicato prima di te e tu per correttezza hai cambiato idea appena te ne sei accorto prima dell’accusa amichevole di plagio.

Tua moglie però sa che l’idea ti è venuta proprio mentre vedevate la puntata quindi senza le influenze esterne. Peccato l’idea era davvero pheeegosa!