Archivi Blog

Cornerhouse’s Call To Action! (1)

1502262669-picsay

Ragassuoli oggi è un giorno importante e di sperimentazioni. Ispirato dal lavoro dell’Orso Chiaccherone, oggi arriva il primo sondaggio der Cornerhouse!

Era da un po’ di tempo che pensavi di aumentare la partecipazione di voi ragassuoli in questa webbetola, i sondaggi possono essere in primo passo per sondare il terreno e scaldare i motori. Certo che essendo questa una webbettola molto trasversale che parla di un sacco di cose non ti aspetti che tutti votino anche perché magari chi segue il Cornerhouse per le stronzate che scrive di cinema non lo fa per i fumetti e viceversa.

é tempo di tagli sugli acquisti DC Comics perché come hai scritto in lungo in largo sul blog, il budget è quel che è, e tu vorresti riuscire anche a leggere altro oltre a DC e Bonelli. L’idea sarebbe di tagliare tra i quindici e venti crediti imperiali che equivalgono all’incirca a smettere di seguire due-tre testate DC Comics rinascita.

Il tuo desiderio è recuperare qualche Graphic Novel in cui sei rimasto indietro come la saga della Guarda Dei Topi, Il Porto Proibito o ancora gli adattamenti a fumetti dei racconti di Lovecraft ma ci sono anche tante altre cose magari anche qualche manga di breve durata.

Per questo motivo il Cornerhouse ha bisogno di voi. Dateci un consiglio: Secondo voi quali sono le testate DC Comics Rinascita irrinunciabili? Quali sono quelle che considerate davvero interessanti per cui vale pena continuare ad investire denaro.

Potete votare fino a tre fumetti e il sondaggio sarà valido sino al 23 agosto dopo di che trarremo le conclusioni!

Votate ragassuoli! Daje.

 

Giusto una scappata in fumetteria. Agosto 2017 (1).

Resized pictures - qqq.jpgIeri sera, dopo circa un mese, sei passato in fumetteria. La busta della spesa si è rivelata un macigno bello pesante. In calo per carità rispetto ai precedenti mesi piuttosto critici ma la morale di questa storia è vacci più spesso che poi la moglie se vede l’estratto conto della carta ti aggide!

“settanta euro in fumetteria, Amore non puoi mica leggere tutto!” “Dove li metti poi, vorrei proprio saperlo!”

“Tesoro” Vorresti rispondergli “Se volessi leggere tutto quello che mi interessa, dovrei comprare una cantina ogni mese!” ma ovviamente non puoi rispondergli cosi!

Vabbè ma cosa ti stai leggendo di bello?

Come vedete c’è tutto il blocco Dc Comics Rinascita ad eccezione della Suicide Squad che hai abbandonato da un po’ come hai scritto in questo post. Forse ci saranno altri tagli, non tantissimi probabilmente. Wonder Woman è la prima indiziata, non c’è un gran feeling con lei e forse ti sono sufficienti le sue comparsate nella altre testate e in Justice League. Il secondo albo è Justice League America che proseguirai fino al numero sette per le figurine che già l’albo della Justice principale che lo segui solo per i Titani quindi JLA potrebbe essere davvero un’acquisto un po’ meh… anche l’albo Il cavaliere oscuro non ti sta esaltando, solo Batman Beyond ti sta spingendo nell’acquisto ma sai che se abbandonassi il secondo antologico di Batman comunque difficilmente prenderesti poi i cartonati del Pipistrello del Futuro.

Ma oltre a tutto questo ci sono un sacco di cose interessanti. Flash e Superman sono due testate di ottima qualità e stanno mantenendo alto il tuo grado di soddisfazione che avevi raggiunto nella lettura dei primi numeri. Batman è migliorato parecchio e anche il nuovo arco “Io Sono Suicida” si sta rivelando piacevole! Per quanto riguarda le Lanterne sei fermi ma presto recupererai.

Sul fronte Bonelli hai praticamente abbandonato ogni serie regolare ad eccezione dell’ultima proposta della casa editrice italiana: Mercurio Loi. Quello che vedete è il terzo albo e ai tuoi occhi ha una grande responsabilità cioè sollevare le sorti della serie dopo il passo falso del numero 2. Hai deciso che per questioni di tempo non avrà tutte le chance che ha avuto Morgan Lost quindi speriamo bene che l’idea alla base del fumetto di garba proprio tanto. Ci sono ancora le due serie brevi: Quella di Martin Mystere che devi ancora iniziare a leggere perchè aspetti di averla completa e quella di Nathan Never anch’essa in attesa di lettura a serie ultimata tra tre mesi.

Mentre li in alto a destra c’è il penultimo numero di Ratman oh mio dio, a settembre finirà. Le cose belle finiscono, dicono… l’amore è eterno finché dura… ma devi ammetterlo, sarà dura senza di lui…

Ma ora ditemi voi, cosa state leggendo? Avete qualche fumetto da consigliare per arricchire la libreria del Cornerhouse? Scrivetelo nei commenti.

Noi ci si legge domani!

 

The Flash 3×1 – Magari fosse davvero Flashpoint

picsay-1483530022.jpg

Disclaimer del 2017. I’m not an expert i’m just a user! Che sia chiaro non sei un giornalista figuriamoci un critico. Non eleggi capolavori e, questo vale per tutti, non si deve utilizzare la parola “Assoluto” in questi post. Tutti i pensieri e le opinioni espresse in questo articoletto sono frutto dalle tua semplice visione del prodotto che hai deciso di commentare.

Si sei stufo della supponenza e dei pontificatori dell’internet. Sei scappato da un mondo professionale falso e mediocre, dove il paraculismo e l’evasione fiscale vinceva sulle reali capacità ed ora ti guardi intorno e vedi quasi lo stesso strazio. Ti imbatti sempre più spesso negli assolutismi di utenti come te che guardano, leggono,giocano, videogiocano e proclamano i nuovi re, i nuovi hype senza averne il benchè minimo diritto o preparazione culturale. Ragassuoli rallentiamo, discutiamone, parliamone, condividiamo.

Bene dopo il pippone si riparte con le serialità dei pischelli DC Comics prodotti dal simpatico Greg Berlanti per la CW. Il palinsesto vivendi (ehm no Mediaset) prevedeva ben quattro primi episodi di cui purtroppo sono due ti interessavano e il secondo non sei riuscito a vederlo. Il divano aveva vinto e tu sconfitto ti sei infilato nel lettone con la moglie. Ah l’anzianitudine!

Come ogni anno, anche sei i vecchi post non sono più visibili, il Cornerhouse seguirà gli episodi della serie dedicati al velocista scarlatto, la meno peggio (secondo te) tra le serie proposte poichè Arrow è sempre stato un Bah… Gotham devi ancora riuscire di finire le prima serie che ti sembrava solo un po’ lenta ma promettente e per la prima volta hai visto SuperGirl.

SuperGirl, Uh per carità

SuperGirl, Uh per carità, è stata veramente una sofferenza vederla fino alla fine. Il target è chiaramente quello delle ragazzine astemie di fumetti e super eroi. Ma mi domando onestamente se una fanciulla adolescente che non ha mai letto fumetti possa essere attirata nel nostro mondo da una serie tv così. Si perchè il gentil sesso avvezzo al mondo dei comics non ha bisogno di vedere una SuperGirl di quel tipo, Kara Denvers che deve capire cosa fare da grande, capire se il suo amichetto può diventare il suo amico con beneficio o l’ammmore della sua vita etc etc. La cosa più massacrante per la mia virilità sono stati i dialoghi: “Diamoci da fare Supergirl” “Me ne occupo io Supergirl” “Noi siamo amicici Supergirl” eddai su ma davvero nel 2016 gli sceneggiatori hanno scritto ‘ste robbbe? 

E poi arriva Superman che sembra addirittura il personaggio meno peggio, chiaramente ispirato alla prova attoriale Christopher Reeve a tratti funziona a tratti ti piace, azzardi e dici meglio di Smallville!

Tutto questo per dire che salvo eventi probabilmente che non accadranno mai questa è la prima e l’ultima volta che si parla direttamente di Supergirl in questa webbettola!

Dopo un disclaimer e quasi 500 parole finalmente si parla di Flash il  nostro Barry Allen pischello che ha combinato un casino dalle dimensioni elefantiache tornando indietro nel tempo per impedire a Reverse Flash di uccidere la madre. Linea temporali, paradossi temporali erano i presupposti con cui la terza stagione doveva partite e almeno nelle intenzioni la volontà è ben presente.

La scelta del titolo FLASHPOINT è decisamente azzardata,

La scelta del titolo FLASHPOINT è decisamente azzardata ma dimostra quanto in base alle scelte di targettizzazione della serie,  i produttori vogliano prendere spunti e idee dai fumetti. Però solo di spunti si tratta -cosi come deve essere- perchè questo “Flashpoint” è contestualizzato nel mondo di quella serie non hanno incastrato eventi a forza che per quanto fighi non avrebbero detto niente allo spettatore perchè fuori luogo. Due differenze chiave: La prima è che qui è Barry a tornare indietro per il suo dolore per la scomparsa anche del padre e a imprigionare Zoom, nel fumetto invece Zoom è rimasto fuori dalla linea temporale e decide di torturare Barry e di ucciderlo perchè il legame tra i due è saltato! Nel fumetto Tomas Wayne (Batman, si Bruce non è batman in quella sezione temporale) avrà un ruolo determinante nel permettere a Barry di riavere i suoi poteri che invece nella serie tv comunque gli sono rimasti.

La fregatura è che si risolve tutto davvero in fretta, troppo in fretta, forse due episodi sarebbero stati più indicati? Il dubbio c’è. In ogni caso stiamo parlando di un prodotto almeno tre piani sopra la serie che l’ha preceduto e si percepisce la maturità da “terza stagione” dialoghi più curati e personalità definite meglio.

Certo il buonismo di Barry ha sempre il sopravvento sul suo egoistico desiderio di felicità e la sua voglia di trascorrere il suo tempo con la famiglia che i malvagi velocisti gli hanno portato via. Appena la sua morosa Iris è un difficoltà lui (frack!) rinuncia a tutto e tutti e torna indietro.

“Voglio che uccidi mia madre”

Bravi sceneggiatori che avete avuto l’idea di far tornare indietro Barry con Eobard. “Voglio che uccidi mia madre” e la scena migliore della puntata la più drammatica in assoluto forse dell’intera serie. Certo la fotografia poteva fare un po’ meglio. Troppo statiche e semplici le inquadrature troppo scontati i primi piani dei protagonisti.

Bravi ancora che nel salto nel tempo hanno avuto l’idea di far andare le cose in maniera leggermente diversa provocando altre novità che saranno sviluppate nelle prossime puntate.

Inutile però girarci intorno;  siamo sempre di fronte al solito prodotto

Inutile però girarci intorno;  siamo sempre di fronte al solito prodotto, tutti coloro che non hanno mai guardato questa serie di Flash per qualsiasi motivo possono continuare a non farlo e dormire sonni tranquilli, anche se questo episodio potrebbe colpirli positivamente . Coloro che come te -comunque l’apprezzano- nonostante i ventordici difetti resteranno soddisfatti di questo nuovo inizio.

Batman V Superman Ultimate Edition

picsay-1470043436.jpgSabato sera è stata finalmente la sera buona, dopo un pomeriggio passato a sistemarti casa mentre tua moglie è andata a sperperare un po’ di vile dinero con la madre, era giusto che almeno per la sera decidessi tu cosa fare.

Moglie! Questa sera ci vediamo Batman V Superman!

C’è da dire che hai anche rischiato di vedere i promessi sposi del trio vista la brutta notizia arrivata proprio sabato.

Pronti Noi Zi Va!

Del film ne avevamo già parlato qui. La versione da cinema ti era già garbata nonostante le mille mila critiche che aveva ricevuto. Quello che alla fine tutti si chiedono è se questi famosi “trenta minuti” sono stati davvero in grado di dare ai personaggi la giusta caratterizzazione e sei i cosi detti “errori” erano stati corretti. Beh per te la risposta è assolutamente si.

Il film è migliorato tantissimo. Nonostante sia più lungo più di tre ore, il ritmo è sempre molto alto, il tempo passa senza alcuna difficoltà e senza quei cali fisiologici che ci si potrebbero aspettare in 210 minuti di spettacolo. Invece tutto gira bene che forse meglio non si poteva fare.

Le motivazione per cui i due amicici con il mantello prima si prendono a cazzotti e poi limonano duro è stata finalmente esplicitata con più chiarezza. Oggettivamente alcuni momenti aggiunti sono stati davvero significativi. Piccole sequenze apparentemente irrilevanti ma che sommate l’una a l’altra hanno dato davvero un profondità maggiore a Batman Vs Superman. Poi chi non le vuole cogliere, beh fatti loro.

Lex luthor, che badate bene è il figlio del più famoso Lex quindi ci sta che sia diverso, è molto meno Joker di quanto all’inizio si poteva pensare. Alcune scene sono state completamente riviste e altre aggiunte proprio per spiegare meglio le macchinazioni che questo nuovo villano ha progettato per portare allo scontro i due hombre in calzamaglia.

Non è solo il nome Martha che permette a Batman di ritrovare se stesso ma il tarlo del dubbio arriva scene prima nel scena con Alfred “Lui non è un nostro nemico”. Si perchè Batman è un criminale lo dicono in lungo e in largo più o meno esplicitamente. Batman ha scelto il lato oscuro ha superato il confine, quella sottile linea che lo separava dai suoi folli nemici. Egli non è più un supereroe ma un giudice boia di quelli che considera i suoi avversari.

Quando Batman si rende conto che ha la possibilità di salvare la madre di Superman capisce che Alfred aveva ragione, capisce che finalmente può fare la differenza e può ritrovare la luce che aveva perso almeno dalla scomparsa di Robin per mano del Joker.

Il finale con il cavaliere oscuro che non “firma” Lex Luthor è il più chiaro messaggio del suo cambiamento. Batman è tornato, The Dark Kignt Rises Again e il merito è dei suoi amici.

Batman V Superman è una storia di redenzione dalle tenebre alla luce per il supereroe ritrovato che dovrà unire e guidare la Justice League come Flash gli ha già annunciato.

star-wars-your-empire-needs-you

 

 

Batman V Superman Senza Spolier

picsay-1459176897

Con un paio di giorni di ritardo, complici gli ultimi giorni di lavoro, tu e carlotta siete riusciti a vedere l’ultima fatica cinematografica del cavaliere oscuro e dell’uomo acciaio finalmente, e per la prima volta, insieme. Snyder e sopratutto Affleck saranno riusciti a combinare qualcosa di buono? Oppure l’accoppiata Nolan/Bale è insuperabile? scopriamolo insieme!

Pronti noi zi va – gli orchi v gli orchi

Più o meno involontariamente Zack Snyder (zarro e coatto dal 1966) è un regista che segui da sempre: Hai visto tutti i suoi (pochi) film e tutti più o meno ti sono piaciuti. Dall’alba dei morti viventi a 300 da Watchman a Man Of Steel perfino Sucker Punch che ha realizzato una delle tue fantasie con Emily Browning in versione spaccaculi scolaretta, sono tutti film che fanno parte della tua collezione di RaggiBlueDisk quindi, per questo motivo e per il fatto che la Justice League è il tuo gruppo di super eroi preferito, le aspettative per questo film che finalmente dovrebbe dare alla DC il suo universo “extended” cinematografico da non confondere con quello delle serie tv, sono molto, molto alte. Si esatto, la prima cosa che va chiarita è che quello che succede nelle serie tv Arrow/Flash/Legends of Tomorrow e Super Girl non avranno nessun impatto su questi film. La Dc che ama il multiverso ancora una volta non si è smentita immaginando due universi ben distinti per il mondo tv e il mondo del cinema. Benchè il titolo tradisca Batman V Superman è per prima cosa un film di superman, su superman che prosegue proprio dove Man Of Steel si era interrotto e racconta in maniera molto interessante il conflitto etico e morale del rapporto tra gli umani e il dio in terra proveniente da Krypton. Per Supeman stesso risulta alle volte difficile comprendere perchè il genere umano ha così paura di lui -non capisce il senso di impotenza e fallisce nell’empatia, mentre considera molto più violento e pericoloso, il metodo anticrimine del vigilante di Gotham city il pipistrello, Batman che a sua volta considera una scheggia impazzita il nostro uomo d’acciaio. Ecco proprio su Batman val la pena spendere due parole. Tu sei un fan dichiarato quasi fazioso della trilogia di Nolan per te Bale è Batman, anche i film di Burton, per quanto bellissimi, ti piacciono meno eppure questo Ben Affleck riesce a strappare un più che meritata sufficienza. Bruce Wayne è invecchiato è incazzato e non ha più quella verve alla Tony Stark che il bello tenebroso Christian Bale ci aveva regalato, però funziona. Ci sta, è credibile è disilluso al punto giusto e ti ha onestamente stupito. Batman/Bruce Wayne è l’unico uomo che non ha paura di sfidare gli dei, pronto a morire per proteggere l’umanità, non vai oltre per non spoilerare ma ne riparlerai… Anche Alfred interpretato dal premio oscar Jeremy Irons così diverso dal precedente, si fa amare fin da subito meno padre innamorato e più fidato assistente che punzecchia più volte il suo datore di lavoro per l’età che avanza anche per lui, il cavaliere oscuro. Gli altri due personaggi che ci faranno compagnia per chissà quanti altri film sono Wonder Woman la bellissima ma troppo magra Gal Gadot e Lex Luthor l’interessante attore Jesse Einsenberg colui che ha interpretato Mark Zuckerberg nel film Social Network. L’amazzone spesso compare in molte scene prima mettendo il mostra tutto il suo talento da modella e poi finalmente sono nel finale indossa i panni che tutti ben conosciamo. Gal recita bene ma è difficile riuscire ad associarla allo stereotipo giunonico della Wonder Woman più classica ma come per Ben Affleck diciamo che alla fine anche lei ci può stare. Due taglie di reggiseno in più e sarebbe stata perfetta. Chi invece ti ha stupito è Lex Luthor diverso dall’imprenditore che sei abituato a vedere nelle storie che riempiono la tua libreria, un pazzoide nerd malvagio che proverà in tutti i modi possibili ad incastrare Superman per perseguire i propri scopi di conquista. Un Lex che non ti aspettavi ma che ti è piaciuto molto.

Alla fine se concludessi qua il tuo commento il film meriterebbe davvero il doppio bollino però in verità ci sono alcune cose che non hanno funzionato. Le maggiori carenze di questo film sono tutte da imputare alla coppia regia/sceneggiatura non perchè la storia non regga anzi ma ci sono due tre cose che beh forse si sono rivelate un po’ superflue. Snyder ha cercato di inserire di momenti sognanti e onirici per spiegare alcuni conflitti interiori dei due protagonisti forse esagerando troppo creando una sorte di compendio del film nel film un dizionario per dummies per far capire quante tenebre ci siano dentro ad un anziano Wayne o un Kent che si sente fuori posto. Analogo discorso per l’ennesima volta in cui si vedono i genitori di Batman morire quasi viene da pensare che Snyder avesse un po’ paura, paura di non mettere alcune scene paura di non dare abbastanza corposità ai suoi personaggi. A onor del vero a compensare questi piccoli difetti ti sei divertito a scovare tutte le innumerevoli citazioni che sono nascoste nel film, sono tante e fa capire quanto la produzione si sia avvalsa della collaborazione dei maggiori scrittori DC (nei titoli di coda compaiono quasi tutti).

Dopo il compendio del film nel film arriviamo al trailer nel film dei prossimi capitoli della storia. Compaiono altri tre eroi della Lega della Giustizia per piccoli camei più o meno dichiarati che si rifanno all’ultima era del fumetto DC, la Justice League di Geoff Johns che tanto ti ha impressionato in questi ultimi anni.

In definitiva -finalmente- esiste un alternativa ai film marvel che ormai ti avevano stufato diversa dal non andare a vedere i cinecomics. -Finalmente- La DC comics ha il suo universo, finalmente la Justice Legue è al cinema. Niente bollino eccelso ma la strada è davvero quella giusta.

star-wars-your-empire-needs-you

PS. Caro genitore che porti al cinema i tuoi figli, si si mi riferisco a te che ti sei portato i tuoi due marmocchi e ti sei seduto tra loro mangiando a bocca spalancata i pessimi pop corn presi al bar del cinema. Se non capisci una mazza dei personaggi DC e tuo figlio ti continua a chiedere spiegazioni abbia almeno il rispetto per le persone che ti sono sedute vicino.Stai zitto che dei tuoi commenti sbagliati non c’è ne può fregar di meno!