Archivi Blog

Bright. Spoiler and Sugar Free

1514108772-picsay

Ragassuoli, oggi e la vigilia di natale quindi grazie a tutti voi che in un giorno importante come questo avete dedicato un paio di minuti del vostro tempo a leggere la vostra webbettola appassionata e di fiducia che anche oggi vi sollazzerà lo spirito e la digestione (si spera, tipo Falqui -Basta la parola) con le sue amabili fregnacce.

Oggi parliamo di Bright, il primo film da cinematografo (quindi costoso) che Netflix ha prodotto, spinta del bruciore di stomaco causato dal recente acquisto di 21th Century Fox da parte della Disney la quale, è sempre più probabile che diventerà un spina nel cucù per tutti i servizi digitali.

La stesura di Bright è stata affidata a David Ayer (Training Day e Suicide Squad, per dire) e Max Landis, i quali hanno conferzionato un particolare incrocio tra Bad Boys e Suicide Squad in pratica, Will Smith è rimasto sempre un bel maranza mentre Martin Lawrence si è, fate dire, lasciato un po’ andare.

Il più grande merito di Bright è quello di creare un interessante “mondo moderno” il classico background dove la strana coppia di poliziotti dura a morire, dalla battuta sempre pronta e con una voglia inrefrenabile di sparare sempre qualche colpo svolgerà le sue indagini tra gang di quartiere e organizzazioni segrete.

Interessante perché questo mondo è in realtà un fantasy dove l’uomo con già tutti i suoi problemi raziali tra ispanici e neri deve vedersela tra altolocati Elfi della city e gangsta’ Orchi che vivono nei quartieri poveri.

Insomma, ci sono delle grandi potenzialità anche per creare un brand e una serie a lungo termine in numero di film.

Peccato che… si peccato che nonostante il film si lasci guardare piacevolmente le sue maggiori caratteristiche non vengono sfruttate. Ayer ha prerito non uscire dal suo seminato, lavorando nella sua zona di confort, poggiando tutta la storia sul rapporto tra i due poliziotti che per l’occasione sono un umano e un orco. Se vi è piaciuto il genere di Bad Boys o di Training Day, vi sentirete a casa guardando il film. Will Smith ovunque lo metti funziona, e questo già lo si sapeva.

In ogni caso, ok, siamo di fronte al classico vorrei ma non posso, ma ancora una volta ti sei imbattuto nel mondo intelligente dell’internet che come se non ci fosse un domani, ha massacrato questo film additandolo come “il peggior film dell’anno” ma che davvero? Ancora una volta i gusti sono gusti ma, per te, ormai siamo davvero alla frutta.

A dirla tutta a te Bright è piaciuto anche più di Suicide Squad. Probabilmente Ayer non dovendo combattere contro pagine e pagine di background fumettistico è riuscito a non incampare scontentando i fan che hanno odiato il Joker di Leto, Deadshot Mickey Mouse e la svampitella Harley Queen. Certo eliminando trucco e parrucco stiamo guardando una copia piacevole di Bad Boys a cui manca l’audacia in regia di Michael Bay ma ci si può accontentare per aver messo da una parte e tolto dall’altra.

Sull’internet girano alcuni rumors che vogliono Netflix al lavoro sul seguito, che perché no, ci può stare anche per via del finale aperto (finale però un po’ troppo alla volemose bene) speriamo solo che il solido background venga sfruttato meglio e che l’odio dell’internet la smetta una volta buona di ingrigire le persone.

Tanti auguri ragassuoli!

 

Annunci

Il Miglior fumetto DC Comics Rinascita

Bentrovati ragassuoli. Agosto sta finendo e un anno se ne va, di diventare grande proprio non mi va cantavano i Righeira anche se purtroppo il caldo sembra non lasciarci un attimo di sosta. Qui al Cornerhouse, però, ci si deve far forza e andare avanti lo stesso. 

è giunto il momento di chiudere il primo sondaggio di questa gagliarda webbettola. Il primo esperimento socialcoso del Cornerhouse ha riguardato una semplice domanda dedicata al mondo del fumetto: Delle nuove testate DC Comics Rinascita, quali sono quelle che vi sono piaciute di più?”.

Per quanto ti riguarda, l’esperimento è stato un successo, un grande successo. Subitissimamente va un doveroso ringraziamento speciale a tutto coloro che hanno partecipato lasciando il proprio voto segno che il tema è stato molto apprezzato.

Tutto questo ti ha spinto a decidere di continuare a cercare di coinvolgere i commensali di questa webbettola. Evviva dunque! Proverai con almeno un sondaggio al mese e alcuni dei quali avranno anche lo scopo di indirizzare il lavoro di pubblicazione dei post e perché no anche dell’appendice sul tubo.

Speri che tutto questo venga apprezzato.

Ma adesso ciancio alla bande e vediamo un po’ i risultati.

L’ultimo posto è occupato da Justice League a seguire Justice League of America segno che forse il super team Bats e soci non ha confermato le aspettative.

Un gradino sopra di loro (ma davvero?) c’è la Suicide Squad non te lo aspettavi ma poco male.

Continuando a scorrere la classifica vediamo a pari merito con suicide squad, Flash e Superman che hanno raccolto il 5,88% delle preferenze. Per Flash ti spiace perché per te è una delle serie intoccabili anche per la combinazione riuscita con Arrow e Aquaman. Anche su Superman ti aspettavi qualcosa in più.

Siamo arrivati al podio. Ta dan! Media di bronzo per due albi molto diversi tra loro. Sul gradino più basso un pari tra Cavaliere Oscuro e Lanterna Verde. Sapevi della qualità dell’albo delle Lanterne ma non ti aspettavi che la seconda testata di Batman raccogliesse quasi il 12% delle preferenze.

Al secondo posto troviamo Wonder Woman secondo Greg Rucka, accidenti era una delle prossime che volevi abbandonare ma così un po’ di dubbi ti vengono. Diana Prince ottiene il 18% delle preferenze. Un gran risultato.

Al primo posto c’è lui, colui che da solo potrebbe far campare una casa editrice (e forse in parte lo fa davvero) il nottambulo di Gotham. l’esperto di Gadget ed effetti speciali, l’allenatore di ragazzi meraviglia: Batman!

Quasi la totalità dei votanti hanno espresso la loro preferenza verso il crociato incappucciato che ha dominato la classifica con il 36% dei voti.

89f8caec0136985f9f22769345a90bae.jpg

Che dire, un risultato finale che in generale ti ha sorpreso e che certamente terrai presente per il tuo obiettivo finale ossia tagliare purtroppamente- alcune testate DC. Su JL e JLA e Cavaliere Oscuro (nonostante il piazzamento positivo) non hai quasi più dubbi, siamo a saluti anche se ti spiace per i Titani e Batman Beyond ma probabilmente si troverà modo di recuperare.

Il risultato di Wonder Woman invece ti sta mettendo in una posizione piuttosto traballante tra il continuare o il fermarsi. L’aumento di prezzo però ti fa pendere verso il lasciar andare la donna meraviglia. Superman fin dove hai letto ti era piaciuto quindi sei ancora disposto a fare un piccolo sforzo.

Con questo è tutto, grazie di cuore davvero a tutti.

 

Cornerhouse’s Call To Action! (1)

1502262669-picsay

Ragassuoli oggi è un giorno importante e di sperimentazioni. Ispirato dal lavoro dell’Orso Chiaccherone, oggi arriva il primo sondaggio der Cornerhouse!

Era da un po’ di tempo che pensavi di aumentare la partecipazione di voi ragassuoli in questa webbetola, i sondaggi possono essere in primo passo per sondare il terreno e scaldare i motori. Certo che essendo questa una webbettola molto trasversale che parla di un sacco di cose non ti aspetti che tutti votino anche perché magari chi segue il Cornerhouse per le stronzate che scrive di cinema non lo fa per i fumetti e viceversa.

é tempo di tagli sugli acquisti DC Comics perché come hai scritto in lungo in largo sul blog, il budget è quel che è, e tu vorresti riuscire anche a leggere altro oltre a DC e Bonelli. L’idea sarebbe di tagliare tra i quindici e venti crediti imperiali che equivalgono all’incirca a smettere di seguire due-tre testate DC Comics rinascita.

Il tuo desiderio è recuperare qualche Graphic Novel in cui sei rimasto indietro come la saga della Guarda Dei Topi, Il Porto Proibito o ancora gli adattamenti a fumetti dei racconti di Lovecraft ma ci sono anche tante altre cose magari anche qualche manga di breve durata.

Per questo motivo il Cornerhouse ha bisogno di voi. Dateci un consiglio: Secondo voi quali sono le testate DC Comics Rinascita irrinunciabili? Quali sono quelle che considerate davvero interessanti per cui vale pena continuare ad investire denaro.

Potete votare fino a tre fumetti e il sondaggio sarà valido sino al 23 agosto dopo di che trarremo le conclusioni!

Votate ragassuoli! Daje.

 

Suicide Squad Rinascita

1497960566-picsay.jpg

Ragassuoli, il post di oggi avremmo potuto intitolarlo “prime pulizie di inizio estate” perché lo sapevamo tutti che prima o poi sarebbe accaduto. Una testa (almeno) doveva cadere, un morto eccellente doveva chiudere un cerchio. Le nostre amatissime serie tv lo fanno continuamente e quindi inevitabilmente anche qui al Cornerhouse non abbiamo potuto tirarci indietro.

Senza girarci troppo intorno, senza che il brodo si annacqui che poi beh, ci lamentiamo sempre che dovrebbero tagliare qualche puntata, Suicide Squad e Harley Quinn è la prima testata DC Comics Rinascita che hai deciso di abbandonare. Ebbene si, è accaduto. Accipicchia.  Se volete scoprire perché leggete pure oltre altrimenti ci si legge noi prossimi giorni ma sappiate che siete sfighenzi se non proseguite!

Chi resta? Su la mano! Daje, pronti noi zi va!

Il motivo per cui hai deciso di abbandonare Suicide Squad Rinascita ha almeno tre livelli di spiegazione proviamo ad andare con ordine, ammesso che si riesca a fare ordine nel tuo cervello. Visto come scrivi forse si tratta di un progetto ambizioso, troppo ambizioso. Ma vabbè proviamoci lo stesso.

First of all, Suicide Squad non ha retto il confronto con la testata dell’azzurrone che hai letto subito prima di questa (e grazie a ‘sta ceppa). Superman è la testata insieme a Lanterna Verde che ti ha intrippato di più ed è anche quella dove sei più avanti nella lettura. La sfiga chirurgica ha voluto che i ragazzacci della squadra X arrivassero subito dopo Suppaman e l’hanno pagata cara. Ci sta. Oh d’altronde la DC campa grazie Mister Muscoli From Krypton e il Bats, non certo per una squadra di scappati di casa che è nata sulle glorie di altri personaggi.

Il secondo motivo è decisamente meno emotivo ma molto più pratico. Ci sono tantissimi altri fumetti da leggere e così poco tempo per farlo. è piuttosto deludente passare del tempo su degli albi che infondo non ti piacciono così tanto. In questi sei mesi ti sei concentrato moltissimo sui fumetti DC tralasciando anche per motivi economici tante altre letture che invece avresti voluto portare avanti. Gli otto euro che risparmi possono tranquillamente essere investiti in altro.

Il terzo e ultimo punto è facile dedurlo. Suicide Squad e Harley Quinn semplicemente non ti sono piaciuti. Neppure Deathstroke (personaggio per il quale nutrivi un po’ di aspettative) è riuscito a farti dire “vabbè dai andiamo avanti”.

Oh mi raccomando non iniziamo a fare gli zuzzurelloni eh! Suicide Squad non è piaciuto a te ma non significa che a tutti gli altri non possa piacere. Non significa che voi abbiate gusti da sciocchini ne che tu pensi di essere il grande esperto. è come il gelato c’è a chi piace un gusto chi non altro. Semplicemente se ti dovessero chiedere ma consigli di leggere Suicide Squad risponderesti qualcosa di questo tipo:

Caro, a me non è piaciuto perchè non è il tipo di storia che in questo momento mi va di leggere ma se tu sei alla ricerca di una lettura leggera, un po’ cazzona con personaggi fuori dalle righe (più degli altri) allora prova a dargli una possibilità.

All’interno dei primi numeri dell’antologico di Suicide Squad troverete almeno in questi primi numeri troverete tre archi narrativi il primo quello di Harley Quinn, il secondo dedicato alla Suicide Squad e infine il terzo ed ultimo dedicato a Deathstroke.

Dei tre quello che hai trovato meno peggio è quello dedicato ad Harley che trasferitasi a New York, è  alle prese con un invasione Zombi. No no niente di Dark o di Survival Horror ma si tratta di una commedia grottesca piena di citazioni e riferimenti al vangelo secondo i nerd. Questa prima run potrebbe essere tranquillamente paragonata all’alba dei morti dementi (Shawn of the Dead) solo con l’aggiunta del personaggio di Harley ha rendere i toni ancora più dissacranti, ma le prese per le chiappette alle storie di Kirkman ci sono tutte.

Divertente e probabilmente piacevole ma come hai scritto sopra ora nun te va di leggere ‘sta robba.

Suicide Squad occupa la parte centrale dell’albo e ripropone in maniera piuttosto intelligente gli stilemi del cinematografo. Stessi personaggi, stesse modalità stessa tipologia di azione. Funziona? Boh qui sei più per il no. Le presenze di Zod (si si quello su suppaman) e della suicide Squad russa le hai trovate beh… diciamo solo meh…

Infine Deathstroke: Ah che peccato ‘na gigadelusione. Ecco, proprio in questo momento ti viene in mente che se Deathstroke fosse protagonista di storie come quelle di Nightwing forse avresti salvato l’albo ma così con un Harley appena sufficiente, un Suicide scarsino e Deathstroke deludente no, sorry, non ne vale pena.

Dai su che lo sapete tutti che non sei un recensore quindi è tutta ‘na fregnacce quindi vabbbene così, volemose bene non fate i buzzurri.

Ad ogni modo a voi sono piaciuti questi albi?

Lo meglio der nostro meno peggio 2016

picsay-1483432815.jpg

è stato un duemilasedici un po’ particolare per questa webbettola che ha sopportato gli scleri e le paure del suo mastro scribacchino e l’assenza del suo capo redattore impegnato nelle riprese di Rogue One. Il secondo album è sempre il più difficile canta un italico cantante che non ti garba troppo ma che ha davvero ragione e tu di certo non sei stato l’eccezione.

Il secondo anno pieno del Cornerhouse è stato un altalena. Mesi gagliardi (pochi) e mesi flosci (troppi) in cui in uno si è rischiato addrittura il collasso con il blog temporaneo Old Cornerhouse.

Ci sono stati purtroppo progetti che si sono spiaggiati come una balena pigra che ti hanno provocato un profondo senso di frustrazione però c’è stato almeno youtube che in questi ultimi due mesi e mezzo ti ha lentamente assorbito e succhiato ogni energia. Hai anche pensato di abbondare questa webbettola perchè sai che è difficile mantenere il piede in due scarpe ma la verità è che hai perso di vista l’essenza del cornerhouse, lo spirito, la fragranza del trentenne cresciuto a figurine Panini, Super Mario, l’essere nerd prima che il nerd diventasse moda. Blog e Canale devono convergere completarsi e questo è l’obiettivo di questo anno post bisesto.

Il secondo semestre del 2016 è stato appunto il semestre della tua svolta monotematica che a guardarti indietro non è che ti stia convincendo più di tanto, monotematico inizia uguale a monotonia e la monotonia c’è a chi piace ma a te mette noia. Sia chiaro, il mondo dei boardgames resta attualmente l’impegno da Nerd che più ti sconquinfera ma non vedi perchè il canale non possa anche parlare d’altro.

Ci sono stati anche dei tentativi di collaborazione continuativa prima con Lega Nerd e poi con Nerdgate, buoni propositi ma cattivi risultati. Accidenti!

Il 2017 invece, vuole essere un passo indietro (o almeno dai programmi) più nerd e meno games ma vuole essere anche più maturo, vuole finalmente studiare un minimo di grammatica per evitare lo sputtamento a cui inevitabilmente andrai incontro. Diciamo che ti prendi l’impegno di rileggere almeno una volta ogni post prima di pubblicarlo e non di andare all’arrembaggio come fin’ora hai fatto.

Ma l’anno che si è appena concluso è davvero tutto da buttare? Absolutely Not! Vediamo cosa vi è piaciuto di più!

Sul fronte retrogame il post che più ha sollazzato la vostra anima vintaggia è stato quello dedicato a Donkey Kong Country uno dei giochi più bastardi a cui tu abbia mai giocato, dopo quel post sei ancora andato avanti un po’ grazie al supporto di alcuni lettori (Havana!!!!) che ti hanno fatto vedere un trucchetto per passare il livello delle miniere. Quante bestemmie sia in Klingon e Sanscrito hai inventato!

Agli amanti del cinematografo sono piaciute tre recensioni sui tre film che forse di più hanno fatto discutere in questo 2016: Batman V Superman, Deadpool (che hai visto in ritardo) e Suicide Squad. Ottimo comunque che nessuno abbia voluto linciarti nonostante le tue opinioni siano state molto molto diverse dalla massa critica (o criticona) del lo web.

A proposito di Serie Tv invece sono arrivati i più grossi fallimenti del Cornerhouse: non sei riuscito più a portare avanti le mirabolanti recensioni de Gheimoftrons nonostante stessero andando alla grande, che peccato. Così come The Flash il meglio della mediocrità, il meno peggio per le serie DC prodotte da CW. Mannaggiaallatroja.

In maniera incredibilmente inaspettata uno dei post che è andato meglio è stato il racconto ispirato al lavoro di Lovecraft e Poe che poi non è stata conclusa (Il capitolo conclusivo della prima stagione è nelle bozze, quindi max settimana prossima esce. Oh hai promesso che rileggi quindi abbiate pazienza).

Bene, ora che ci si fermati un istante a vedere il nostro meno peggio e con la certezza che il caporedattore si sia di nuovo seduto in ufficio siamo pronti per affrontare un nuovo anno gagliardo che tanto far meglio del 2016 è decisamente facile!

A presto Ragassuoli! Che la forza sia con voi!