Archivi Blog

Star Trek Discovery Stagione 1

1518521138-picsay

Buon inizio settimana ragassuoli, scusate per i tre giorni di assenza ma ci sono volte dove bisogna donare le proprie energie ad altre situazioni ma adesso la vostra appassionata webbettola de borgata è qui anche oggi per sollazzarvi ancora una volta lo spirito tutto con le sue ruggenti fregnacce.

Proprio ieri sera sull’amico Netflix è arrivata l’ultima puntata della prima stagione di Star Trek Discovery. L’ultima serie (in ordine di uscita) ma ambientata circa dieci anni prima della serie originale che racconta i viaggi della nave della flotta interstellare Discovery all’alba della guerra contro i Klingon.

Questa è la terza volta che sul Cornerhouse parliamo di questa serie TV. Abbiamo già chiaccherato dei primi due episodi e poi con audacia hai addirittura inserito Star Trek Discovery tra le migliori serie che hai visto durante l’anno scorso basandoti esclusivamente sul Mid Season. Sarà stato un azzardo?

Beh no, onestamente confermi tutto. Star Trek Discovery è certamente una buona serie tv di fantascienza che a tratti si ispira al materiale originale ma per altri  versi si allontana da essa per stile e narrazione.

Discovery, a differenza di tanto altro materiale su Star Trek, si concentra soprattutto sulla trama orizzontale e mette al centro di tutta la vicenda non un capitano e il suo equipaggio ma bensì uno degli ufficiali.

Anche tutti i repentini colpi di scena sono figli del modo di proporre serie tv in chiave moderna. Plot Twist dai quali ti sei fatto pure conjona’ perché uno degli ultimi colpi di scena prima del gran finale proprio non l’avevi preventivato. In pratica eri convinto che un personaggio fosse il cattivo ma nel corso degli episodi ti sei dovuto ricredere fino al “quel colpo di scena” in cui hai pensato: “Accidenti avevo capito tutti ma mi hanno fregato”

Certo non è tutto oro quello che luccica. Discovery è una bella serie ma non è priva di difetti anzi, diciamola tutta, alcune cose avrebbero potuto essere gestite decisamente meglio.

Ti riferisci in particolare alla questione tecnologica in quanto il micelio, il microrganismo responsabile dei viaggi oltre curvatura è un elemento assente in tutti il resto dell’universo di Star Trek anche in quello di Gei Gei Abrams per tanto se vorranno mantenere un bricciolo di coerenza di insieme dovranno in qualche modo far dimenticare alla federazione la sua esistenza.

L’altro difetto che un po’ ti ha fatto dire “meh, peccato” è il finale vero e proprio. Se la stagione si fosse conclusa al termine del tredicesimo episodio, ti saresti davvero alzato in piedi con soddisfatti applausi ma gli ultimi due episodi sono stati troppo tirati per i capelli e troppo sbrigativi, lasciando davvero un po’ di amaro in bocca. Si l’ultima scena è un colpo al cuore ma vabbè avrebbero potuto far finire l’altro episodio alla stessa maniera e forse saremmo stati più contenti.

Un aspetto importante è che i personaggi ti sono mediamente piaciuti. Anche tutti i protagonisti chiave che sono praticamente tutte donne ti hanno convinto. Onestamente non è una cosa che ti sta sempre bene ad esempio ne il trono di Spade è tutto in mano al gentil sesso e non che ti faccia troppo impazzire. Che poi oh non fate passare il Cornerhouse per una covo di minchioni maschilisti perché in Star Trek la cosa ti è garbata. Quindi c’è situazione e situazione.

Vale in ogni caso la considerazione precedente, avendo chiuso in quel modo alcuni passaggi sono rimasti incompleti o narrati male e quindi forse non del tutto chiari. Tutto questo lascia però supporre che alcuni personaggi non completamente risolti faranno il loro ritorno delle stagioni successive.

Per lunghi tratti Star Trek Discovery è un piacere da vedere. Hai provato più volte ad interrompere la visione per osservare i singoli fotogrammi e accipicchia hai quasi sempre ottenuto delle ottime fotografie. Quello che però ti ha lasciato perplesso erano i continui cambi tra le riprese sui binari con la camera ben stabile e le scene riprese in modalità “reportage” come in Battlestar Galactica in cui le riprese erano quasi tutte fatte a mano libera per dar maggior dinamismo e far sembrare tutto più un documentario.

Scelta per dare maggior forza ai pochi momenti d’azione degli episodi. Può darsi però un po’ ti dava fastidio.

In ogni caso ragassuoli, seppur Star Trek discovery non sia esente da difetti e sia anche lontana dalla serie originale di Star Trek, è una serie che consigli di vedere perché alla fine ha soddisfatto sia Carlotta che te lasciandovi la voglia di proseguire sperando che la seconda stagione non ci metta troppo ad arrivare. Autunno 2018? Speriamo!

Annunci

Top 5 2017. Le Migliori Serie TV Viste Nel 2017

1516624893-picsay

Bentrovati ragassuoli, oggi iniziamo la settimana chiudendo l’album delle figurine dei ricordi del 2017 con l’ultimo post dedicato alle meravigliosissimissime Top 5 del Cornerhouse. Beati gli ultimi se i primi sono meh, dicono li saggi! Sbaracchiamo dunque l’ultimo giorno di fiera parlando delle 5 serie TV che di più vi sono piaciute durante il 2017.

Allora, valgono le solite regole. ‘Sti razzi che la serie sia o meno del 2017. Conta solo quando tu e carlotta l’avete vista per la prima volta. Quindi se vi trovate qualcosa di vecchio… sapete il perché.

Altra cosa fondamentale la classifica come per quella scritta sui film è frutto di uno scambio di opinioni con tua la dolce metà, ciò che tu hai visto per conto tuo non conta. In questa classifica in pratica troverete solo Serie TV per cui è scattato li bisogno di guardare una stagione intera in pochi giorni in cui in pratica, è scattato l’infognamento!

Ciancio alle bande, pronti noi zi va!

Flash 3 Stagione.

picsay-1483530022

Si, avete ragione non è ‘sta grande serie tv ma voi ci siete affezionati. Il pischello della velocità e la turbo rubrica del cuore però sono due chicche di questa webbettolaccia e quindi ragassuoli, era doveroso inserirla in questa speciale classifica commemorativa. Resta però il fatto che la terza stagione di Flash non è la migliore. Peccato che ‘sti oronzi di mediaset abbiano portato tutto il cucuzzaro sulle reti a pagamento. Riusciremo a parlare della quarta stagione su questo blog? Speriamo.

Sherlock Stagione 4.

1500557335-picsay

Scrivendo questo post stavi per commettere un errore. ‘te stavi a dimentica’ proprio del nostro amico Benedict! Ao! ma come fai a dimenticarti di Sherlock? Già l’altra sera mentre scrivevate le classifica è successo e ‘mo di nuovo!

Occhei la quarta stagione di Sherlock non è la migliore. La mejo per te è sempre la seconda, ma qui si chiude alla grande con tre film perché parlare di episodi è riduttivo che portano a compimento il cerchio.

Sherlock è una serie che senza ombra di dubbio dovete trovare il tempo di guardare. Non trovate questa serie sul nostro podio per il motivo detto sopra. In una ipotetica Top 5 del 2016 sarebbe senza ombra di dubbio al primo posto mentre al secondo trovereste Battlestar Galattica ma visto che la quarta è bella ma non quanto il resto, restando comunque una spanna sopra a tante altre cose avete deciso di non posizionarla nella Top 3. Se volete sollazzarvi la giornata con la fregnaccia su Sherlock basta fare un click qui.

Star Trek Discovery Stagione 1.

1507974098-picsay

L’ultima serie dedicata a Star Trek che è ancora in programmazione su Netflix vi sta piacendo tantissimo. Se fosse già finita, forse al terzo posto avrebbe potuto esserci qualcos’altro ma per ora basandoci solo sul midseason diciamo che siete molto soddisfatti. Per i puristi probabilmente ha davvero poco a che vedere con il passato ma resta il fatto che vi ha convinto quindi via brutti fanatici fan boy!

Al momento di Star Trek Discovery abbiamo solo chiaccherato dei primi due episodi proprio qui.

Gotham Stagione 1.

1493885490-picsay

La prima stagione di Gotham è stata davvero fantastica. Ve la siete divorata a suon di tre-quattro episodi alla volta senza passare dal via. Non volevi dare una lira al protagonista di OC e invece hai dovuto ricrederti. La prima stagione è decisamente migliore della seconda in cui l’universo batmaniano e il sopranaturale prendono troppo il sopravvento. Nei primi episodi c’era quel Noir, quel poliziesco che era davvero un qualcosa di originale (per voi) inevitabilmente, Batman doveva venir fuori. Vabbè chissà come sarà La terza stagione di Gotham che dovete ancora vedere.

Di Gotham abbiamo scritto la solita fregnaccia qui.

Stranger Things Stagione 1.

1509368901-picsay

Beh per questa webbettola piena di poster nostalgici e videogiochi anni ’80 non poteva essere diversamente. Stranger Things è la serie più bella che avete visto nel 2017. è fuor di dubbio che ci sono serie scritte meglio, recitate meglio o girate meglio. Ma quando le bruschette negli occhi si illuminano e il citazionismo la fa da padrone, non poteva andare diversamente. Dopo alcune scene di Big Bang Theory, Stranger Things è stata la scintilla che ha fatto si che tua moglie ti chiedesse insistentemente di giocare di ruolo. Quest’anno cercherai di accontentarla. Vediamo se come Dungeon Master sei ancora più peggiorato rispetto a quando eri pischello!

Naturalmente la fegnaccia scritta dedicata a Stranger Things è qui.

Orbene ragassuoli, come sempre ora tocca a voi. Quali sono le serie TV che più avete apprezzato durante il 2017?

Ricordate sempre questo blog è un blog dedicato all’ammmore e protetto dalla dolce dolcezza di quel mattacchione di HR Wells quindi le polemiche fatele pure altrove!
1498408761-picsay

Cià!

Star Trek Discovery Episodi 1 e 2 Spoiler Free

1507974098-picsay

Trovare il tempo per scrivere questo solito cumulo di fregnacce, pigiando a casaccio le dita sulla tastiera, é stato piuttosto complicato. Minicornerhouse vi ha fatto fare na nottataccia ed ora sulle note di Wagner stai tentando di farla addormentare cullandola sul tuo braccio e scrivendo con una mano sola. Insomma se prima l’ortografia in liberté era ingiustificabile beh dai, ora perdonatela un po’ di più.

In questi giorni sei riuscito a trovare il tempo per vedere nella classica modalità spapanzati sul divano marchio registrato” i primi tre episodi della serie netflix Star Trek Discovery. Oggi  però parleremo solo dei primi due che per quanto hai visto fin’ora fungono un po’ da prequel e/o pilota per la storia che viene raccontata dal terzo episodio in poi, dove effettivamente compare per la prima volta la Discovery.

Star Trek Discovery è l’ultima serie (in ordine di uscita) ambientata nell’universo di Star Trek ma si colloca dieci anni prima della Serie Originale. Scelta coraggiosa visti tutti i rischi che questa strada può comportare. La serie è ideata da ideata da Bryan Fuller e Alex Kurtzman per CBS All Access. Tra i produttori compare anche Eugene Roddenberry il figlio di Gene Roddenberry il padre della serie originale.

Senza girarci troppo intorno Star Trek Discovery è chiaramente una serie TV figlia del nostro tempo e nel bene e nel male figlia del successo della saga Prequel/Reboot del nostro pacioccone-nerd-wannabe-Spielberg Gei Gei Abrams. Visivamente è molto gradevole e la deriva action è comunque interessante. Impossibile immaginare oggi di trovarsi davanti ad una serie con episodi autoconclusivi con il pregio nel casi migliori di portare anche avanti temi sociali importanti e una visione così ottimistica del futuro.

Potremmo anche stare a parlare del livello di tecnologia che ci viene mostrato. Ma hey! è evidente come il nostro modo di raccontare la fantascienza sia cambiato così come le possibilità per gli autori. Questo è il primo step da superare per accettare tutto il resto. Non stiamo a fare i precisini della meeeeenchia che non andiamo da nessuna parte.

Star Trek Discovery è semplice intrattenimento. Funziona, è divertente ma al momento non hai percepito sto gran lavoro da parte degli sceneggiatori di realizzare chissà quale storia originale. I primi due episodi però hanno il pregio di creare subito un legame molto riuscito (secondo te, for sure) tra i protagonisti e gli ascoltatori. Michael Burnham (Sonequa Martin-Green, si quella di The Walking Dead) che probabilmente sarà la protagonista della prima stagione è un interessante personaggio. Ha un carattere molto forte e audace che ricorda Kirk ma è stata educata da Sarek niente meno che il padre di Spock. Questo suo percorso di formazione in contrasto con la sua indole al momento ha fatto si che tu abbia trovato in Michael un personaggio che funziona e che nonostante tu sia un po’ stufo di protagoniste femminili ti ci sia subito affezionato.

Stando alle informazioni sparse sull’internet sembra che Star Trek Discovery abbia raccolto una cifra significativa di consensi. Certo i trekers più intransigenti non potrebbero mai amare una serie come questa, così lontanda dall’originale e da Next Generation. è stata definita come un solido elemento del Franchise per le nuove generazioni.”

Ecco, a te il nuovo corso al cinematografo come hai scritto in più di un’occasione ti piace e ti diverte, con buona probabilità anche questa serie ti piacerà (Carlotta si è già infognata) però è proprio questo il punto non è Star Trek. Ci sta, ci può stare. Basta accettarlo e prendere questo e quello che verrà sapendo quello che si sta guardando. Chiarito e superato questo scoglio, che potrebbe bloccare più di una persona, beh allora siamo davanti ad un inizio incoraggiante per un serie tv che comunque sia porta il peso di un nome davvero grande.