Archivi Blog

Giugno 2016 – Il Ludico Ammortamento #2

picsay-1469289191.jpg

Benvenuti ragassuoli al secondo appuntamento con il ludico ammortamento, la rubrica dove si chiacchera a proposito o a sproposito (fate vobis) dei giochi da tavolo a cui abbiamo giocato nel mese precedente.

Giugno è stato un altro mese ludicamente gagliardo che ha visto grandi sfide e anche le prime partite alla scoperta di alcuni giochi che speri davvero di avere il l tempo di approfondire di più.

Pronti Noi zi va. Gli orki prima di tirare il dado

A giugno si è giocato a 13 giochi diversi per un totale di 24 partite praticamente gli stessi numeri di maggio. Fuck Yeah! Ma non solo: Giugno è il mese del tuo compleanno per cui le novitè sono arrivate per gentile concessione di tua moglie che ti ha permesso di fare un po’ di folli acquisti senza vergogna. Moglie che comunque ti ha obbligato ad accontentare anche i suoi gusti! Vabbè Vabbè

Come hai spiegato nel post precedente è raro che parli per due volte di fila di un gioco tranne non ci sia un’occasione davvero particolare come è il caso di Boss Monster. 14a1_boss_monster_dungeon_building_card_game

Il motivo per cui ne vuoi parlare ancora è dovuto al fatto che nell’unica partita fatta hai introdotto per la prima volta l’espansione La Rivincita Degli Eroi. Essa introduce gli oggetti magici per gli eroi, Questi Gadget rendono gli eroi del villaggio ancora più difficili da sconfiggere ma tali equipaggiamenti forniscono, una volta battuto il portatore, una nuova abilità per il proprio Dungeon.

L’espansione è davvero obbligatoria perchè aumenta notevolmente l’interazione dei giocatori rendendo il gioco ancora più esaltante (leggete  esaltante = bastardo).

 

pic814011

Proprio nel giorno della tua festa sei riuscito a far giocare ai parenti niente meno che Le Case Della Follia gioco di chiara ambientazione tratta dai romanzi dello scrittore HP Lovecraft. Le Case della follia si presenta come un gioco d’avventura in cui da uno a quattro giocatori impersoneranno l’investigatori mentre uno solitamente il giocatore più esperto impersonerà il custode il cattivo di turno. (Indovina chi fa sempre il master?)

Il gioco ha alcune analogie con i dungeon crawler fantasy più classici. Certo l’ambientazione è molto diversa perchè qui si esplorano chiese sconsacrate piuttosto che ville infestate dai mostri ma il senso più o meno e quello. Diciamo che quello che li rende differenti è che il combattimento in giochi come heroquest fare a botte è la soluzione per vincere qui invece se è possibile è sempre meglio evitare il confronto diretto contro i mosti.

Le Case Della Follia è più un gioco narrativo che di azione. L’atmosfera è tutto, l’incertezza che gli investigatori devono avere è importante. Il ruolo del master (qui si chiama custode) è molto appagante. Un’aspetto che ti piace moltissimo è che l’obiettivo della missione non viene svelato ai giocatori sino alla fine. La storia si sviluppa indizio dopo indizio come nei miglior thriller. Come vi dicevo hai fatto giocare la famiglia all’ultima missione della scatola base, Il Ragazzo Dagli Occhi Verdi. La partita è stata un successo. Lunga ma un successo.

 

pic1790789_md

Dei tuoi acquisti folli per festeggiare il tuo invecchiamento sei riuscito a provarne due giochi su tre. Il primo è stato Caverna il secondo Warhammer Quest The Silver Tower.
Caverna è uno dei capolavori di Uwe Rosenberg come le Havre e Agricola. Proprio dal bucolico gioco, Caverna eredita molti dei suoi meccanismi.

Si tratta di un gioco di piazzamento lavoratori il cui scopo è quello di occuparsi della sopravvivenza della propria famiglia di Nani. Le strade per far punti e quindi vincere sono molte: é possibile dedicarsi all’allevamento degli animali o all’agricoltura è possibile arredare la propria caverna con stanze in grado di dare molti bonus oppure andare alla scoperta di grotte piene di rubini.
Un gioco che fin dalla prima impressione sa di capolavoro. non a caso è tra i primi dieci nella classifica assoluta di boardgamegekk. Se vi piacciono i german è un Gioco consigliatissimo.

WHQSilverTowerHeroesENG_Slot2

Per quanto riguarda Warhammer Quest Silver Tower di cui molti ti hanno già chiesto la recensione puoi affermare che sei assolutamente soddisfatto.

Certo ha un costo “fuori mercato” ma dalla games workshop non ci si poteva aspettare niente di diverso e probabilmente ha già sbancato in termini di vendite soprattutto per il nome che porta. Warhammer quest scatena bruschette e momenti nostalgia vintaggia davvero impressionanti. Le possibilità di deludere erano forti. Fortunatamente il gioco è esattamente quello che cercavi. Stanco di giocare da Master eri alla ricerca di un collaborativo fantasy divertente e ricco di azione dove le scazzottate erano il perno del gioco.

Beh Warhammer Quest Silver Tower calza a pennello al il tuo desiderio e poi ha una componentistica pazzesca. Se nei prossimi mesi sapranno espanderlo e migliorarlo
nel modo giusto Warhammer Quest potrebbe diventare il tuo Dungeon Crawler preferito.

images (1)

Abbiamo poi avuto modo di provare I Pilasti della Terra un gioco che si ispira al romanzo di Ken Follet. si tratta di un piazzamento lavoratori di livello introduttivo ma non per questo banale.
Presenta alcune trovate interessanti come l’asta per accaparrarsi carte o bonus chiave per la propria strategia.

Credo che questo gioco rappresenti un buon sistema per far conoscere i giochi da tavolo a chi non ha mai avuto modo o voglia di approccarsi ad essi e il nome che porta
può anche essere una buona scusa.

pic2576399

Anche in questo post vi voglio parlare di un gioco di carte davvero incredibile. Si tratta di 7 Wonders Duel versione studiata appositamente per due giocatori del famoso 7 Wonders .
Devo dire che si tratta di un gioco fantastico che condensa in trenta minuti di gioco un misto di fortuna, tattica e strategia. In 7WD esistono molte strade per vincere e non bisogna mai perdere d’occhio il proprio avversario per non favorirlo troppo.

Sicuramente il gioco è un po’ freddino da un punto di vista tematico, si tratta di un gioco di civilizzazione ma in realtà quello che alla fine conterà è il simbolo sulle carte.
Rimane poi assolutamente Longevo e rigiocabile perchè il set permette di avere sempre carte diverse. Se cercate un ottimo titolo per due. Beh l’avete appena trovato.

pic2407103

Proseguiamo con un titolo che fa della sobrietè il suo punto di forza. King Of New York ovviamente sto scherzando. King OF New York seguito dell’acclamato King Of Tokyo ideato da Richard Garlflied il papa’ di magic è un gioco caciarone che va affrontato con la massima rilassatezza e spirito gogliardico. è un rissone dadoso tra i mostri giganti che vogliono conquistare la città della grande mela e così allo stesso modo i giocatori si devono comportare al tavolo. Si ride e si tirano dadi. Fine. Easy.

Cos’è meglio King Of New York o King of Tokyo? Le differenze sono poche, diciamo che KONY prova a essere più gioco da tavolo, introduce la possibilità di far punti distruggendo edifici ma allo stesso tempo di venire uccisi dai militari e poi elimina la possibilità di far punti solo per tiri fortunati ai dadi. Volete la versione che dura 20 minuti scegliete KOT se volete qualche scelta in più in 45 minuti prendete questo.

DIGITAL CAMERA

Restano solo due titoli ancora da raccontarvi anche se uno di questi davvero non meriterebbe parole ovvero Puerto Rico.
Puerto Rico è uno dei migliori titoli in assoluto e uno dei miei preferiti. Un gioco davvero avvincente, semplici da capire ma molto elegante nelle sue meccaniche e assolutamente profondo nella sua tattica.

Per chi segue il blog del Cornerhouse sa che è il gioco preferito che faccio in famiglia. Davvero tutti ne sono entusiasti. In puerto Rico è un gestionale in cui ogni giocatori deve produrre merci nelle sue piantagioni caraibiche ed effettuare spedizioni per il vecchio continente gestendo gestendo i prorpi lavoratori smistandoli tra il lavoro ai campi e i lavori negli edifici.

La meccanica del gioco è semplicissima: ci sono sette ruoli diversi ogni ruolo permette di fare un azione e di avere un bonus.
In ogni turno ogni giocatore partendo dal primo sceglie un ruolo ne esegue l’azione e conquista il bonus dopo di che tutti gli altri giocatori eseguono la stessa azione. Poi il giocatore successivo sceglie un altro ruolo esegue l’azione e il bonus e poi gli altri eseguono la stessa azione.
Scegliere l’azione giusta al momento giusto che ti serve ma che non aiuta troppo gli altri e il metodo per diventare bravi a questo giusto.

pic1903816_md

Il gioco a cui hai giocato di più a giugno è stato Star Realms, ne hai regalato una copia a Berto che non a caso ha apprezzato.

Si tratta di un gioco di Deck Building a tema fantascientifico davvero ben strutturato e equilibrato le fazioni sono davvero ben caratterizzate e permettono diverse strategie per arrivare la vittoria. A te ad esempio piace molto utilizzare la fazione rossa che permette di eliminare dal tuo mazzo le carte che non ti servono più. Tecnica molto utile per velocizzare il proprio deck.

Anche per questo mese è tutto. L’appuntamento del ludico ammortamento riprenderà a settembre con una articolo bimestrale per luglio e agosto che sei ormai a stretto con i tempi e ci sono le vacanze di mezzo.

Annunci

Consoliamoci a Puerto Rico

picsay-1466409650.jpg

Sorvolando sui discutibili risvolti sociali di questa appena conclusa domenica di giugno, bisognava far scattare qualcosa che sollevasse gli animi visto che la rossa di maranello non arriva mai con il povero Sebastiano che prima o poi si ammalerà di alfonsite e scaricherà la sua Margherita.

Suocero ti doveva ancora il regalo di compleanno, o meglio, ti doveva una maglietta “adatta” alla tua rotondità di sostanza che le precedenti avevano fallito nell’intendo di avvolgere la tua morbidezza e risultare allo stesso tempo nerd e chic.  Ad un certo punto del pomeriggio arriva la telefonata salvifica:

“Ci vediamo al centro commerciale che cambiamo la maglietta e ti scegli quella che vuoi”

“Daje, ma che ne dici di: Cena insieme più Puerto Rico” gli rispondi.

“Ho fatto il pollo con le patate” ti dice.

“mmmm noi abbiamo dei crauti, ok vediamo da te”

Finalmente hai trovato la maglietta, la Tua maglietta.

Saltiamo a piè pari il racconto della cena conviviale e ci ritroviamo tutti e cinque agguerriti schiavisti di neger pronti a darci battaglia a suon di barili di mais, indaco e caffè.

Pronti Noi Zi Va (Motto orkesco durante le spedizioni nel mar dei caraibi)

L’ordine del primo turno è stato Pollofifo, Suocero, Mary, Carlotta e tu.

Pollofifo gioca da attendista, spaventato dall’apertura suicida della precedente partita e sceglie il cercatore d’oro, mossa che riproporrà più e più volte nel corso della partita facendogli guadagnare il diritto ad avere un cartoncino “Cercatore D’oro” con la sua faccia sopra.

Suocero apre -giustamente- con il colono impossessandosi di una preziosa cava, in quel momento hai ipotizzato la prima strategia della partita, la monomais, piano che ti avrebbe visto primeggiare sul fronte spedizioni se tutto fosse andato come avresti voluto. Arrivano poi il costruttore e il sindaco.

La partita dal tuo punto di vista prosegue male, stai abbastanza schiacciato dalle politiche aggressive produttive dei primi di turno e ad un certo punto di rendi conto che competere con loro sul fronte portiamo il cibo, vestiti e tabacco all’europa è un piano che può portare solo alla tua sconfitta: Loro sono messi meglio, molto meglio. L’unica alternativa e lasciare il vecchio continente a questi scafisti folli e diventare il “più mejo palazzinaro de” Puerto Rico.

Come attuare il piano? Provando qualcosa che non avevi mai fatto fin’ora comprando l’ufficio commerciale sfruttando il fatto che Mary e Carlotta un turno si e l’altro pure hanno mercanteggiato come regine di suq arabo. Questa struttura ti ha permesso di vendere il tuo tabacco anche se Carlotta lo faceva appena un istante prima di te facendoti arricchire fregandosene del fatto che il fumo fa male, eh it’s business.

Passano altri turni e le strategie sono sempre più delineate, la famigghia sta imparando a giocare e, sorvolando su  alcune ingenuità, la partita è sempre stata altamente competitiva. Suocero primeggiava nelle spedizioni avendo comprato prima il porto e poi la dogana, mettendosi chiaramente in lizza per la leadership e per le copertina del times come uomo dell’anno; Mary è la produttrice folle, attrezzata anche con i magazzini non è spaventata dal fatto di avere molte merci tanto Suocero che gioca prima di lei imbarca praticamente le stesse merci. Se Mary fosse stata prima di turno rispetto a lui forse avrebbe potuto mettere in discussione la sua strategia ma per come era messa la sequenza di gioco ha purtroppo patito il fatto di non poter decidere lei quando spedire. Pollofifo ha giocato troppe volte d’attesa puntando all’oro più per paura di sbagliare che per oggettiva necessità, lo dimostra il fatto che poi all’ultimo turno del sovraintendente ha prodotto moltissimo portando poi a casa molti punti quando ormai era troppo tardi.

Restate tu e Carlotta. La tua strategia da palazzinaro era sostanzialmente chiara solo a Carlotta avendo a tua disposizione tua edifici grandi: La gilda e il municipio. Era evidente che avresti passato il resto della partita a comprare decidendo quando poi chiudere la partita prima che i punti vittoria diventassero troppo pensanti. Carlotta invece resta per te sempre un mistero. gioca bene non si può dire altro, tralascia sempre un po’ la fase del capitano ma è sempre stata ricca, grazie alla manifattura e al mercato anche lei è sempre stata in lotta per la supremazia caraibica.

Allo scadere del ventesima annata decidi che è il momento: La partita va chiusa prima che sia tardi e effettivamente non ti sei sbagliato. Il giro del capitano per te è un massacro due miseri punticini mentre Pollofifo, Suocero e Mary fanno uno sfacello e poi si passa al conteggio dei punti.

Se la partita si fosse stata chiusa ai punti vittoria, saresti finito sul podio ma l’ordine sarebbe sicuro stato diverso.

  • Pollofifo 36
  • Mary 39
  • Suocero 49
  • Carlotta 54
  • e dopo due volte di conteggio e approvazione di Carlotta: Johnny 57

Dopo due partite perse, piazzandoti una al terzo posto e una al secondo torni finalmente a primeggiare tra gli schiavisti imprenditori di Puerto Rico, olè.

Tenendo conto delle precedenti partite e ipotizzando una piccola classifica attribuendo Cinque punti al primo classificato, quattro al secondo e via scendendo abbiamo:

  • Carlotta 14 (2 Vittorie)
  • Johnny 12 (1 Vittoria)
  • Suocero 10
  • Mary 5
  • Pollofifo 4

In realtà ci sarebbe anche una quarta partita (la prima che avete fatto tutti insieme) ma aldilà del fatto di aver vinto tu non ricordi gli altri punteggi e quindi non avrebbe senso calcolarla.

La sfida è apertissima.

 

Maggio 2016 – Il ludico ammortamento

picsay-1464777205

Fan della matematica, delle statistiche e del controllo dei costi (no moglie non stiamo parlando di te) è qui giunto il momento di vedere come gli investimenti ludici del Cornerhouse si sono ripagati nel mese di maggio ed ora si che entri in gioco tu, cara moglie:

“Hai speso 80 euro per questo gioco?”  Ti dice ogni volta che vede una scatola di cui non ricorda la provenienza.

“si amore, però vedi…” attendi nel cercare le parole giuste.

“Vedi questo file excel dice che quest’anno abbiamo giocato a … -Sgaravaz- già 8 volte, alle fine stiamo parlando di 10 euro a partita” La guardi con fare da paraculo con il sorrisetto di chi ha fatto la cazzata ma deve salvarsi in corner.

“e come se fossimo andati quattro volte al cinema mi e ti, non è sta gran spesa non trovi?”

Lo sai che tua moglie non se la sta bevendo, però l’idea dell’ammortamento le garba e anche per questa volta te la lascia passare almeno fin quando ci sarà un ammortamento ma se cominciasse a trovare polvere su quelle scatole potrebbe essere la fine, tua fine. 

Hush Hush I thought I heard her calling my name now, Maggio è stato un mese frizzante, di quelli che nonostante tutto va bene così, di quelli che hanno saputo darti tanto ma che anche ti hanno fatto maturare alcune scelte “ludicamente” difficili. Che qui la si fa passare per una cosa seria ma è soltanto di giochi che stiamo parlando nulla di più.

Adventure Seeker on a Empty street Venticinque partite suddivise tra tre gruppi di gioco e tredici giochi, non male una buona media. Quest’immagine presa tuo account di boardgamegeek riassume un po’ tutto.

2016_maggio

Spendiamo due parole sul meglio e sul peggio che tanto poi ci sarà il video sul tubo che entrerà maggiormente nel dettaglio che almeno vi lascia un po’ di curiosità.

Per quanto riguarda il meglio un risultato di pari merito tra Sherlock Holmes consulente Investigativo e Seasons. Per il gioco di Sherlock, una sorta di Libro game di gruppo, (il video recensione arriverà molto presto) abbiamo affrontato il terzo caso il quale è stato davvero interessante, siamo stati bravi e abbiamo totalizzato cento punti pareggiando Sherlock. Il nostro miglior risultato.

In Seasons invece, che per chi non lo sapesse si tratta di un gioco di carte con le illustrazioni più belle di sempre, in cui a differenza di magic dove il mazzo si costruisce prima di giocare qui è presente una fase di Draft tra i giocatori dove scelgono nove carte ognuno tra quelle disponibili, la partita di ieri è stata davvero gagliarda. Don’t lose your grip on the dreams of the past, You must fight just to keep them alive

Hai sbagliato completamente la fase di iniziale di Draft trovandoti nella seconda e centrale fase completamente incartato. singing and I never meant to cause you trouble  Hai dovuto sacrificare molti dei tuoi cristalli (i punti vittoria) per sbloccare una situazione davvero complessa e facendo girare un po’ carte pescate dal grimorio comune sei riuscito a raddrizzare il tutto. Peccato che alla fine hai perso ma 142 a 149 solo sette punti e, per come si era messa è andata già bene così!

Per quanto riguarda il peggio beh costa davvero ammetterlo sopratutto per un fan di Star Wars ma Star Wars LCG (Gli LCG sono i giochi alla magic dove per vincere deve accendere un mutuo mascherati da giochi da tavolo) proprio non riesci a farlo passare a nessuno. In verità neanche tu hai più voglia di questo tipo di giochi, di per se non sono brutti ma son cambiati i tempi, Wind Of Change. Brutto dirlo ma potresti venderlo.

Ci vediamo poi in video o al più tardi il mese prossimo, moglie o ammortamento permettendo!