Archivi Blog

Star Wars La nuova serie a fumetti

image_gallery

Questa settimana dovrai parlare di un sacco di cose oltre a quella che da il titolo a questo post. Sarà una settimana piena di quelle da un articolo al giorno. Riuscirai a farcela?

Sabato pomeriggio sei passato in fumetteria e cercando di contenenere le spese folli sei tornato a casa con solo i fumetti che volevi (e che erano disponibili) senza aggiungere nulla visto che alcune cose pensavi ci fossero ed invece no. (L’età che avanza ti rende parsimonioso pure in fumetteria).

Hai comprato due pezzi molto interessanti il primo di cui parliamo oggi è il primo numero della nuova serie a fumetti di Star Wars distribuito in Italia da Panini comics e edito dalla Marvel. La copertina base non era disponibile quindi ne hai preso una Variant con Luke potevi scegliere tra quella, la white o quella dedicata a Yoda che non era proprio il massimo. Si c’era il cofanetto con tutte le copertine ma dicevi sei parsimonioso e anche se ti sei risparmiato un bel po’ di sesterzi hai mantenuto fede all’impegno.

Il fumetto scritto Jason Aaron e disegnata da John Cassaday è ambientato dopo la consclusione di Episodio 4 Una Nuova Speranza e prima de L’impero Colpisce Ancora e inzia subito calando i personaggi in azione con Han Luke e Leila che devono sabotare un deposito d’armi dell’Impero Galattico.

Al momento è veramente troppo presto per farsi un idea se non che i disegni sono gradevoli e lo spirito della trilogia sembra ben calato nella storia nelle prossime pagine dei prossimi numeri potrai farti un’idea migliore. Al momento l’esaltazione è parecchia.

Il primo giudizio del nostro capo redattore del blog lo rimandi alla prima settimana di giugno quando uscirà anche il numero uno della serie di Darth Vader.

Annunci

Talisman – Come introdurre la tua morosa ai giochi da tavolo

talisman_banner

Hai passato i migliori anni della tua meravigliosa e interessantissima gioventù dietro a magic e a Warhammer, mentre i tuoi compagni di classe, quelli scemi e poco interessanti, limonavano duro con le fanciulline in fiore del liceo accanto. Tutto questo fino a quando il lavoro trovato faticosamente dopo l’università, non ti ha reso una persona ancora migliore togliendoti anche il tempo per respirare.

Se consideri anche il fatto che sei stato “un nerd in incognito” agli occhi della tua morosa non puoi certo dire che “sei stato sul pezzo” negli ultimi anni.

Così una sera, dopo una rara sbornia e per giunta di quelle tristi, hai preso Carlotta da parte e gli hai detto, spinto da una inrefrenabile voglia di fare outing: “Amore, senti dobbiamo parlare!” Come ovvio che sia le doti del dialogo non sono state mai il tuo forte, d’altronde nei manuali di d&d non c’è mai stato il tomo del dialgo quindi hai fatto quello che potevi cercando ispirazione implorando dama Galadrien e supplicando Elrond di aiutarti in questo difficile compito -altro che il Monte Fato-. Frodo mi fa un pippa.  Purtroppo gli unici eroi che ti sono venuti in mente sono stati  Arthur Dent e Homer Simpson trasformando la tua timidezza nel panico più totale.

“Marge” hai detto, (vai via stupida scimmia!) “ehm Carlottina cara” (ti sei salvato) c’è una cosa di me che devi sapere e che non ti ho mai detto anzi che ho sempre negato” (sei una merda Johnny). Non sapendo come dirglielo hai tirato fuori dal portafoglio il foglio che rappresentava per te quello che Obi Uan Kenobi ha rappresentato per Leila -Sei la mia unica speranza.- Il foglio non è altro che uno stupidissimo decalogo del perchè è bello findanzarsi/sposarsi con un Nerd.

Carlotta lo ha letto e tu fremevi come quando trattieni la pipi perchè ci sono troppi colleghi in fila per il bagno, e dopo alcune buffe risate, quelle che a te piacciono tanto lei ti ha detto “ma sei tu! io lo so che sei così ed è per questo che mi piaci!”

A quel punto dopo esserti ripreso dalla shock con la faccia stupita-eccitata-innamorata-terrorizzata un po’ Johnny English  (lei lo ha sempre saputo. Lei ha sempre saputo la-mia-vera-identità . In quel momento hai pensato di ucciderla) gli hai chiesto “ma tu giocheresti con me?”

ComputerNerd_062513

Giochi con me?

“ma certo, perchè no io non ho mai trovato nessun amico o fidanzato che volesse farlo con me”

Manco shakespeare avrebbe scritto una commedia migliore di questa. “Da piccola giocavo a Monopoli a Hotel e a Crack” (ok sai che non sono proprio la stessa cosa ma è comunque un inizio)

“Amore ci penso io. Cominciamo con un gioco facile introduttivo -Talisman, il gioco dell’oca(ehm dell’avventure)  fantasy- e vediamo come ti trovi, magari invitiamo pure qualche amico” bravo Johnny ogni tanto ne fai una giusta, da quel momento tutto ha proseguito per il meglio (per ora):

Recuperi alcune vecchie amicizie, ne fai di nuove, condividi nuove cose con la tua morosa e per una volta capisci che il mondo fa un po’ meno schifo perchè ci sono poche cose migliori di condividere birre, schifezze alimentari come patatine et simili, risate e tempo libero con le persone che ami.

Ringrazi Dama Galadriel, sua signoria, per l’aiuto perchè sai che senza di lei tutto sarebbe vano.

Ora non ti allargare troppo però!

49658636504856c09cff8b95a5288f20

Ce stai a sperà eh?