Archivi Blog

Le Case Della Follia 2ed Analisi Scenari della scatola base.

 

Love-Cthulhu-T-Shirt

Bentrovati ragassuoli, questa settimana come avete capito vi beccate un sacco di post dedicati ai giochi da tavolo che per ora la scorpacciata di cinema e finita e dobbiamo aspettare almeno sino a Spider Man prima di trovare al cinematografo di quartiere qualcosa che ci garbi.

Che poi lo sapete, l’intrattenimento fatto di dadi, cubetti in legno, miniature e cartoncino è tra i tuoi preferiti quindi, daje, non fate quelle facce che si parla di cose pheeegose (waaaa che rima) e se non trovate nessuno con cui giocare sappiate che da noi la porta l’è sempre aperta.

dark_young_of_shub_niggurath_by_dloliver-d4edrpw

Oggi parliamo ancora una volta di un gioco ambientato nell’universo ideato dallo scrittore HP Lovecraft, l’ideatore de “i miti di Cthulhu”  che tanto ti appassionano. In particolare ci concentriamo non sul fare “la recensione di un gioco” ma bensì spendiamo due parole sugli scenari della scatola base. Il gioco in questione è Le Case Della Follia 2 Edizione edito in italia da Asmodee e vede da 1 a 5 giocatori affrontare degli oscuri scenari guidati dall’app che si occuperà di fare da Master.

La precedente edizione (che si hai anche quella) invece prevedeva che un giocatore facesse il cattivo, ruolo che è sempre toccato a te e che ultimamente (perchè sei un frignone che perde) ti ha stufato quindi preferisci giochi completamente collaborativi o il classico tutti contro tutti.

Oh vi si avvisa già, nello scrivere il post hai cercato di essere il più vago possibile per evitare clamorosi spoilerazzi, ma è inevitabile che qualcosa debba venir fuori. Avvisati per cui:

Pronti Noi Zi Va

Il primo scenario “Il Ciclo Dell’Eternità” lo hai giocato tre volte, la prima in tre giocatori per assaggiare Le Case Della Follia e ne hai registrato subito un video di prime impressioni che potete vedere qui, poi lo hai giocato una seconda volta per saggiare la rigiocabilità  e una terza volta che hai interrotto per registrare il video gameplay che invece sta qui.

Lo scenario è il classico “siete in una casa stregata svelate il mistero prima che sia troppo tardi” che è risultato in tutte e tre le partite piuttosto vario presentando una sfida con diversi gradi di difficoltà. Inserendo il materiale della prima edizione ad un certo punto vi siete trovati a dover affrontare uno shoggoth mentre i cultisti si stavano facendo beatamente li fatti loro, cosa che ovviamente ti ha portato a perdere la partita.

Cornerhouse_tony_ahQuindi Il Ciclo Dell’Eternità risulta un ottimo scenario introduttivo che permette di prendere confidenza con tutti i meccanismi del gioco e permette di ambientarsi in questo modo prossimo alla follia.

Il secondo scenario “Fuga Da Innsmouth” è stato quello che ti ha fatto sudare di più. Lo avete affrontato tre volte e nelle prime due avete perso male anzi de più. Solo al terzo tentativo abbiamo visto la luce in fondo al tunnel ma il sacrificio è stato pesante. Solo un giocatore su quattro è riuscito a salvarsi grazie all’estremo altruismo degli altri che hanno rallentato la folla impazzita.

Anche questo scenario decisamente che d’azione che ha anche alternato fasi stealth è promosso a pieni voti. Forse l’indicazione della difficoltà è sbagliato oppure la verità è che siamo delle pippe immani e ci siamo sempre fatti fregare.

In termini di rigiocabilità nelle tre partite la mappa non è mai cambiata solo la posizione di alcuni PNG veniva alterata ma non le possibilità di interazione.

Il terzo scenario “Legami Infranti” invece è una versione evoluta del primo, diversa trama, con ambientazione simile ma più stimolante. Questa è stata la nostra miglior partita a Le Case Della Follia.  Possiamo tranquillamente dire che abbiamo dominato il gioco risolvendo tutti gli enigmi man mano che ci si paravano davanti. Diciamo che non l’abbiamo finito al 100% ma epicamente parlando è stato davvero un successo. Daje che se non salvi tutta la famiglia ma la bambina si è molto cinematografico!

Lo scenario non l’avete rigiocato anche perché prima di tornarci preferireste completare quelli che vi mancano.

Il quarto scenario “Alta Marea” invece dalla durata improponibile (quattro ore) si avete letto bene quattro ore è stata la missione più deludente ma non per questo lo scenario è necessariamente brutto. La missione si suddivide in due fasi, la prima esclusivamente esplorativa in cui tenta la strada di un gioco prettamente investigativo, non ci sono combattimenti e bisogna solo interagire con un gruppo di sospettati in diversi quartieri della città.

1274739233827Al termine della prima fase bisognerà indicare un sospettato e se avete indovinato succederanno delle cose se invece sbaglierete (come abbiamo fatto noi) verrete circondati da un sacco di mostri e verrete mangiati. Ops…

Il problema di questo scenario è che è davvero troppo lungo e la fase di investigazione non è resa al meglio. Per deduzione si riesce ad arrivare ad alcune conclusioni ma l’impressioni che hai avuto è che si pheeego abbiamo capito che tizio è figlio di caio e che paolina se la faceva con Sigismondo ma poi? Eh? Che dobbiamo fa?

Per questi motivi è improbabile che questa scenario lo rifarete anche se non avete vinto, dura troppo accidenti dura troppo e salvo occasioni particolari come quella che si era venuta a creare è difficile trovare tutto quel tempo per un singolo gioco.

Ora, si c’è anche una soluzione, una gabola per fregare il tempo, ossia, è possibile salvare la partita è riprenderla in un secondo momento. Molto videogame, molto saggezza ma un po’ si perde quel pathos.

Premesso che il sistema di gioco de Le Case Della Follia 2 Edizione lo hai già promosso e che lo considerate come uno dei vostri giochi preferiti tra quelli ambientati, gli american come ad alcuni piace chiamarli! Gli scenari proposti dalla scatola base sono almeno per 3 su 4 fatti bene e molto coinvolgenti. Risultano impegnativi ma mai troppo frustranti e grazie all’App a cui proposito hai anche scritto un articolo pubblicato su Lega Nerd riesce ad essere proponibile a chiunque perché basta spiegare i concetti base e poi tutto il resto viene demandato all’app.

Ma visto che amiamo tante le classifiche ecco quella degli scenari della scatola base.

  1. Legami Infranti
  2. Fuga da Innsmouth
  3. Il Ciclo Dell’Eternità
  4. Alta Marea

Nei prossimi mesi sicuramente affronterete anche i due scenari aggiuntivi gratuiti (per chi ha il materiale della prima edizione) e quello singolo a pagamento. Di tutti è tre hai già sentito parlare un gran bene per cui non vedi l’ora di poterli giocare.

The Flash 03×20. Johnny hai vinto tu!

picsay-1483530022

Ragassuoli, ben tornati in questa webbettola malfamata per sparlare, come sempre a proposito, del nostro amatissimo turbo pischello della velocità. Questa volta vorresti chiudere il post con “Johnny hai vinto tu” Stop! Fine! Non ci sarebbe altro da aggiungere. Ma visto che già ci siamo e ti va di scrivere altre cazzate e di festeggiare le mille e più vius in un singolo mese procediamo!

Ah no aspe’ più avanti c’è uno spoilerone da antologia se non volete sapere chi è Savitar non leggete oltre, per gli altri beh… al solito,

Pronti Noi Zi Va

Dopo un viaggetto ristoratore nel suo grigio futuro, Barry è costretto a dare la caccia alla senorità muy bonita miss tacco dodici ghiacciato che per l’occasione ha comprato un vestitino bluette nuovo nuovo che le ha donato un aspetto da villanzona di un certo livello.

La Frost ora sa l’identità di Savitar e in vero lo sai anche tu, l’hai sempre saputo (ma diomanaggia Barry Sono Tuo Padre! Nuoooooooooooooooo). Il suo scopo ora è quello di fermare qualcosa prima che accada per impedire che nel futuro un’altra cosa non succeda.

Come? Si lei, con la mano alzata,mi dica! ha una domanda? Prego prego domandi pure. Portategli un microfono per favore. “Eh Si salve mi chiamo Gianmaria e volevo fare un domanda” “Ma se viene cambiato il passato quindi il futuro come fa Barry ad andare nel futuro e prendere quella cosa che oggi vogliono uccidere e a quel punto Barry non potrebbe semplicemente tornare indietro di dieci minuti e fermare comunque Killer Frost?”

“Ottima domanda, ma è malposta. La domanda corretta è Ma perchè ancora ci facciamo queste domande?”

Come avrete capito la puntata è di quelle determinanti per la stagione finalmente il nostro turbo Barry scopre l’identità di Savitar e riesce a fare due più due (vaaaa che bravo) Barry è Savitar o meglio con buona probabilità è uno dei residui temporali ad essere Savitar. Ora tutti lo sapete e soprattutto ora puoi vantarti in questa webbettola “Va l’avevo detto gne gne gne”. Si è un spoiler di quelli grossi prendetela così! Hai avvisato nun ve state a lamenta’.

Per quanto riguarda i piccoli grandi ammmori della rubrica La Turboposta del Cuore vediamo Eichar che vuole farsi la nuova arrivata. No aspe’, il team Flash deve proteggere questa tizia per salvare Iris e tutta la baracca e la brutta copia di Wells si fa venire il durello? Oh mon dieu.

Nel frattempo sembra che si stia scatenando un ispettato triangolo amoroso tra Indiana Malfoy, Cisco e Ghiacciolina, perchè per non rovinarle il bel faccino Vibe non vuole usare i suoi poteri. Indiana che sta praticando il gioco in solitaria invece vorrebbe che con qualche bella vibrazione ben data (si potete leggere le ultime due parole anche come fossero una sola) la Frost dia un freno alla sua frigidezza. Suvvia.

Fuor da ogni cazzata, la puntata ti è piaciuta altrimenti non ti sarebbe venuta voglia di sparare tutte ‘ste accidenti di fregnacce e soprattutto “Ah come vorresti che il nome della turborubrica del cuore friedzone in pochi secondi” ti fosse venuta in mente prima. Ma managgia!

Beh ci vediamo next week.

Bye Bye

 

Alta Tensione Unboxing

at_cover.jpg

Buongiorno Ragassuoli, quest’oggi vi tocca sopportare il tuo facciotto alle prese con lo discatolamento di un gioco da tavolo davvero gagliardo. Si tratta di Alta Tensione qui in edizione Deluxe.

Alta Tensione è un gestionale che utilizza meccaniche di asta, gestione risorse e ha un interessante sistema che simula l’andamento dei prezzi delle risorse, il cui scopo per ogni giocatore è quello di gestire un impresa che produce energia elettrica al fine di portare elettricità al maggior numero di città.

Il gioco risale al 2004 ma non per questo non riesce a reggere il confronto con titoli gestionali più moderni, anzi è decisamente migliore (almeno secondo te).

Come hai scritto sulla paggina feisbuk (ah se non siete iscritti provvedete subito) questo è il primo di una serie di video che hai registrato quest’inverno ma che per un motivo o per un altro non sei riuscito a far uscire prima. Sarà un bel giugno per il Cornerhouse sul tubo.

Enjoy It

Alien Covenant. Riflettiamoci su.

1494839936-picsay.jpg

Non l’avresti mai detto ma incredibilmente la mitologia dello xenomorfo ti sta piuttosto a cuore, un po’ come la mitologia di Star Wars o della Dc Comics e quindi ora che hai visto Alien Covenant, hai smaltito la delusione stai passando intere ore ad interrogarti sul senso del film e su quanto ciò abbia impatto su tutta la questione. Tutto questo per dimostrare ancora una volta a te stesso che non sei ne nerd ne geek ma semplicemente un malato da ricovero!

Proprio alcune curiosità di cui hai scritto giusto una settimana fa le puoi tranquillamente cestinare quindi facciamo il punto sulla nascita degli xenomorfi.

Ah ovviamente se non avete visto il film o non volete spoiler ci vediamo domani.

Pronti noi zi va.

Once upon a time ce stanno gli  Ingegneri.
Sono come sculture del Michelangelo glabri muscolosi e con gli occhioni neri.
Sono una razza piuttosto evoluta, capace di viaggiare nello spazio e giocare a fare Dio (manipolando il tuo dna come cantano gli Afterhours)  ma hanno anche un certa struttura religiosa di cui, comunque, non sapremo mai molto e soprattutto sono dei polli quando vedono arrivare David con il liquido che loro stessi hanno creato.
Comunque sia, questi laureati al politecnico spaziale , hanno creato un mutageno. Il nome è “black goo” o Chemical A0-3959X.91 – 15 (per farla comoda).
Che fa ‘sto black goo?
In piccolissime dosi, brucia il DNA di chi ne viene esposto e lo sostituisce con una variante atavica, portando alle più disparate mutazioni.
In dosi massicce ti fa diventare brodo primordiale da cui può nascere la vita.

All’inizio di Prometheus vediamo un Ingegnere che se ne beve una bella tazzina, diventa cenere e cade nel fiume dove il brodo primordiale genetico che è appena diventato si mescola con l’acqua.
Il pianeta è, presumibilmente, la Terra (nonostante quel che dice Scott nelle interviste) e stiamo assistendo alla nascita della razza umana.

Perché l’Ingegnere si sacrifica?
Nella versione estesa vediamo che non è da solo ma che stiamo assistendo a una specie di rito, il sacrificante deve aver perso al gioco delle pagliuzze.
Gli Ingegneri sono una razza illuminata? Forse, che crea la vita per nobili scopi? mmmm Alla luce di quanto vedremo poi, ne dubiti fortemente
L’impressione è che siano tipi, più o meno, come noi e che quello a cui stiamo assistendo è un esperimento volto a creare una nuova arma. L’arma perfetta. L’Alien appunto.
Il problema è che questa creatura che hanno in intezione di sviluppare ha bisogno di un ospite in cui crescere e visto che gli Ingegneri non sono proprio degli stupidini e di certo non vogliono usare loro stessi come cavie, decidono di creare anche una specie di scimmie da usare come topi da esperimento: gli esseri umani. ta dan!

La razza umana nasce e si evolve, scopre le tracce degli Ingegneri e le segue.
Le tracce portano al loro pianeta madre?
Seeeee figurati, col cavolo anche se ancora non mi spiego perchè gli Ing dovrebbero lasciare sulla terra segni del loro passaggio hanno paura di perdere la strada? mmm no tanto loro dovrebbero venire sulla terra buttare il liquido e ciao ciao schiappe.
Le coordinate stellari Portano a un altro pianeta laboratorio dove l’altra metà dell’esperimento degli ingegneri sembra aver portato ai frutti che speravano.
Tanto è vero che ci sono un mucchio di loro navi, cariche si migliaia e migliaia di fiale di black goo, pronte a partire per la Terra e a diffonderlo. Così per provare il giochetto.
C’è stato però un incidente e gli Ingegneri sono stati spazzati via dall’arma che loro stessi hanno creato. Ne sopravvive solo uno.
Gli umani lo incontrano, ci parlano (altra scena presente solo nella extended di Prometheus) credendo di poter avere un rapporto alla pari e quello ci spazza via senza pensarci due volte perché per lui non siamo altro che dei topini bianchi, cavie appunto.
Le cose vanno come vanno.
David e Elisabeth Shaw partono per il pianeta degli Ingegneri e David scarica il black goo sulle loro teste in dose massiccia, bruciandoli.

A questo punto la storia si fa piena di buchi che stai provando a riempire a riempire:

David -ma come cacchio si è riparato?- (che già aveva dimostrato una certa curiosità per il black goo infettando il tipo della Shaw) capisce la natura del progetto degli Ingegneri e inizia a fare tutta una serie di esperimenti per perfezionarla.
David ha decisamente un problema: la carenza di esseri su cui fare sperimentazioni.
A giudicare da quanto vediamo in Covenant, l’impressione è che nei primi tempi abbia usato Ingegneri superstiti e animali ma che, per l’opera finale, si sia tenuto buono la Shaw.

L’ipotesi è che l’abbia trasformata come “madre” per farle depositare le uova  la mummia imbalsamata è evidentemente lei.

Il resto è abbastanza logico. Ah aha aha ah

Sono gli Artificiali ad aver creato gli Xenomorphi definitivi ed è per questo che tanto Ash quanto Bishop ne sono così affascinati, perché sono creature perfette in base ai loro processi logici.

Ora resta da capire come, qualche anno dopo, una nave degli Ingeneri finirà su LV 426, con a bordo ancora un Ingegnere vivo e con la stiva piena delle uova di David.

n sostanza, Prometheus e Covenant sono due film su David.
Che è una Persona Artificiale creata dalla Weyland.
David ha sviluppato una certa antipatia per i suoi creatori: gli esseri umani, come sappiamo.

e poi se vogliamo prendere per vero che Alien e Blade Runner sono ambientati nello stesso universo,  Ad un certo punto della storia (futura per noi passata per loro), la Weyland e la Tyrrel si fonderanno in una sola compagnia o, comunque, collaboreranno e si scambieranno tecnologie.

Quindi, in Blade Runner assistiamo all’inizio della presa di coscienza e successiva ribellione di David. Roy Batty è il primo ad acquisire una certa coscienza.

Olè!

PS

Molti dei punti riassunti in questo post sono frutto di una lunga conversazione su Facebook sulla pagina di un noto autore di fumetti, alcuni passaggi sono estratti dal post e dai commenti.

Vlog Febbraio 2017

VLOG6

Eh si, già lo sai, questa volta sei andato lungo, lunghissimo. Praticamente ti hanno doppiato però dai alla fine il video è uscito.

Ecchice affezionatissimi frequentatori di webbettole nerd, tra un sorso di grog e di birra è arrivato il nuovo video del Cornerhouse Nerd Channel l’appendice del tutubo di questo luogo dimenticato da tutti le persone che hanno dimenticato che smettere di giocare è l’unico modo di invecchiare, male per giunta.

Di questo video sei particolarmente soddisfatto, perchè te stai a sforza’ de porta’ lo stile gagliardo del tuo pessimo modo di scrivere anche in sul tubbo.

Via quei musi lunghi da professore del lo web, qui vogliamo cialtroni e cazzarelloni doc, meglio un sorriso che una recensione fatta come l’etichetta imporrebbe, meglio una chiaccherata tra amici che tanta formalitè.

Se ve piace, siete in benvenuti, sempre. Se nun ve sta bene, oh e daje su!

Mi raccomando, piaciate la paggina sul facciabook e iscrivetevi sul tutubo che male non fa!