Archivi Blog

Pimp My Game #1 Boss Monster. Parte 1

1520002440-picsay

Bentrovati ragassuoli, oggi inauguriamo il nuovo progetto di questa appassionata webbettola che ha sempre mille idee, poco tempo e altrettanta poca costanza. Ma, dato che nessuno ci corre dietro, possiamo sempre fare un po’ quello che ci pare. Olè.

Fin quando da pischello sei stato iniziato al giuoco intelligente attraverso la prima edizione di D&D, hai sempre avuto la pulsione a crearti le tue storie, le tue regole e tante altre personalizzazioni. Maledetto Ego protagonista! Anche oggi,senti spesso questo fremito che ti parte dal pollicione del piede destro a salire. La differenza sostanziale è che oggi non hai tempo di inseguire tutti i tuoi progetti. Di conseguenza, piano piano li porti avanti ma con tanto, tanto ritardo e in maniera frammentaria. Magari per un mese “lavori” ad una cosa poi improvvisamente smetti semplicemente perché per un paio di settimane non hai potuto dedicarci tempo e fai altro. Dopo qualche tempo, ta dan, ecco che ritorna in auge uno dei tuoi tanti vecchi progetti. Riuscirai mai a finire qualcosa? Boh. La verità è che forse la parola fine ti spaventa e quindi non finisci mai niente chissà.

Giusto per tirare in mezzo un po’ di psicologia spiccia. In molti sostengono che quando finisci un libro, un disco, un disegno o qualsiasi altra cosa, esso non ti appartenga più. Diventa di tutti. Che questo sentimento di perdere il possesso di qualcosa ti faccia paura? Beh ti sa di si.

Ad ogni modo, non cianciamo troppo le bande che poi cascano la palline e non va bene. Oggi inizi a parlare di una serie di modifiche che sta apportando ad un giochino di carte che te garba assaje ossia: Boss Monster.

La casa madre del gioco ha rilasciato in maniera assolutamente free aggratise i sorgenti di photoshop del layout delle carte di gioco rendendo abbastanza easy crearsi del materiale proprio. Così l’altra sera che ti sei trovato un attimo di pace, hai ripreso una vecchia idea ed ecco qui il risultato.

La tua prima carta eroe epico ispirata con ironia a Castlevania.

DCK_Epic_Hero_Belmont.jpg

La carta è ancora graficamente in fase beta perché ti mancano alcuni font che devi recuperare e poi la metterai a disposizione di tutti voi ragassuoli che vi sollazzate lo spirito tutto in questa webbettola de Borgata.

La carta è stata già testata è ha raggiunto lo scopo ossia quella di essere tremendamente cattiva e permettere ai giocatori di divertirsi in epiche bastardate.

Il tuo obiettivo (ora ti rivolgi a chi conosce il gioco) è di creare un set di carte Eroe e Incantesimo che si basino sul concetto di far cambiare tesoro alle carte stanza o di attivare particolari bonus in funzione delle combinazioni di tesori presenti nel dungeon.

Ad esempio: Riccardo Belmonte entra nel dungeon dove c’è maggioranza di tesori “spada” e si potenzia per ogni tesoro croce presente nello stesso. La prossima carta di tua creazione è un incantesimo che permette al giocatore di cambiare il simbolo tesoro su una stanza di un avversario. Una combo sfascia amicizie. La terza carta sarà una carta oggetto con lo stesso effetto dell’incantesimo aumentando di un po’ la possibilità di incasinarsi la vita.

Riccardo Belmonte avendo tredici punti vita può davvero rappresentare la sconfitta per un giocatore avversario se potenziato a dovere.

Voi ragassuoli avete mai pensato di modificare un vostro gioco piuttosto che aggiungere del materiale fan made? Se avete mai giocato di ruolo vi è mai venuta voglia di creare la vostra storia?

PS. Comunque inizi a pensare che aldilà degli orrori ortografici che ti scappano ogni tanto, stai diventando bravino a scrivere ‘ste fregnacce. In fondo per dirvi: “Hey ragassuoli ho fatto un carta personalizzata di Boss Monster, vi piace?” Hai impiegato più di seicento parole. Daje!

Annunci

Il Febbraio Ludico 2018

1519908997-picsay

Benvenuti anche oggi cari ragassuoli, la vostra appassionata webbettola de borgata è come sempre pronta a sollazzarvi lo spirito tutto. Oggi continuiamo con la rassegna delle serate ludiche parlando del mese di febbraio che si è concluso giusto poche ore fa.

Esattamente come l’anno scorso anche questo secondo mese del 2018 è stato purtroppo un disastro. Solo soltanto solamente otto partite, na grande sola (come se dice qua a Roma) per capirci. Quindi la grande sfida del 10×10 dopo solo due mesi è già in crisi profondo. Somebody Help Me!

Nonostante questo scempio, qualche spunto di interesse sei comunque riuscito a tirarlo fuori. Partiamo da Century che per la seconda volta in due mesi consecutivi si prende il titolo di gioco più giocato guardando tutti dall’alto in basso delle classifica con ben cinque partite giocate. La notizia è che ha vinta la Mary (Evviva Evviva Evviva). Si, grandi scene di giubilo perché da quando sono iniziate due anni fa, le partite in famigghia è la prima volta che vince ad un gioco competitivo individuale. Brava Mary Brava!

A pari merito con Century, è tornato l’interesse verso Boss Monster. Un giochino di carte semplice ma non banale che strizza l’occhio a tutti i nostalgici del retrovideogaming in quanto tutta la grafica è in perfetto stile 8 e 16bit.

La cosa bella di Boss Monster è che la partite sono sempre molto tirate e si giocano sempre sul filo del “o vinco io o vinci tu” salvo eccezioni non ci sono mai state situazione da “ti ho stracciato! muahahahahahah” il che lo rende sempre divertente.

Avete poi giocato a Alta Tensione che conquista il secondo posto provvisorio dei giochi più giocati del 2018 in cui ha vinto Carlotta eseguendo proprio da Manuale la tattica che tu e lei avevate pensato per impostare una partita vincente. Bene ora tocca pensare ad una contromossa altrimenti, accidenti, lei vi fregherà sempre.

Tra le scatole a cui avete tolto la polvere c’è quella di Carcassonne dove l’egemonia indiscussa di Carlotta è ormai imperante. Carcassonne è uno di quei titoli che in due è ‘na bomba, ora vi piacerebbe provarlo in famigghia per vedere l’effetto che fa. Sicuramente perderà parte della sfida ma potrebbe essere divertente valutare un approccio differente.

Per la serie giochi caciaroni dove conta essere solo Coatti, è scattata una partitina a King Of New York il gioco dove i mostri se menano in per dominare la grande mela. Divertente come sempre. Ha solo il limite dell’eliminazione del giocatore. Le partite non durano tanto quindi non dovrebbe essere un peso, però oh, non a tutti piace ‘sta cosa di vedere gli altri giocare. Fortuna che c’è la MiniCornerhouse che riempie di sorrisi gli sconfitti altrimenti sai che noi?

Infine, ahimé ci tocca anche parlare di un fallimento. Ebbene si, ogni tanto capita. A inizio mese hai provato a proporre in famigghia Nations un gioco di civilizzazione che avrebbe dovuto essere un peso medio invece si è rivelato un mattone non di poco conto visto che dopo tre ore di partita compresa la spiegazione, eravate arrivati soltanto a metà.

Nations è un brutto gioco? No, non lo è. O almeno a te piace molto. Probabilmente però ha bisogno di due o tre partite piene per essere compreso perché di per se è molto semplice. Hai schematizzato tutto il regolamento in una paginetta, solo che evidentemente non è proprio ‘sto peso medio o forse giocato in cinque giocatori dura troppo.

Nations verrà ancora riproposto? Boh, sicuramente lo vorrai riprendere per una sfida 1vs1 con la Carlotta almeno per non scordare le regole e poi buh bah chi lo sa!

Ed ora ragassuoli tocca a voi! A cosa avete giocato questo mese?

 

Boss Monster Recensione

picsay-1472143508

Siore e Siori, il canale Youtube del Cornerhouse riapre i battenti per la nuova stagione di video dedicati al mondo dei giochi da tavolo.

Per scaldare i motori partiamo con un titolo semplice e dalla grafica “so vintage” d’altronde è anche il giorno del Vintage Friday che potrebbe regalarvi delle mezz’ora di piacevole e bastardo divertimento.

Ecco il video recensione di Boss Monster!

Pronti Noi Zi Va!

 

Giugno 2016 – Il Ludico Ammortamento #2

picsay-1469289191.jpg

Benvenuti ragassuoli al secondo appuntamento con il ludico ammortamento, la rubrica dove si chiacchera a proposito o a sproposito (fate vobis) dei giochi da tavolo a cui abbiamo giocato nel mese precedente.

Giugno è stato un altro mese ludicamente gagliardo che ha visto grandi sfide e anche le prime partite alla scoperta di alcuni giochi che speri davvero di avere il l tempo di approfondire di più.

Pronti Noi zi va. Gli orki prima di tirare il dado

A giugno si è giocato a 13 giochi diversi per un totale di 24 partite praticamente gli stessi numeri di maggio. Fuck Yeah! Ma non solo: Giugno è il mese del tuo compleanno per cui le novitè sono arrivate per gentile concessione di tua moglie che ti ha permesso di fare un po’ di folli acquisti senza vergogna. Moglie che comunque ti ha obbligato ad accontentare anche i suoi gusti! Vabbè Vabbè

Come hai spiegato nel post precedente è raro che parli per due volte di fila di un gioco tranne non ci sia un’occasione davvero particolare come è il caso di Boss Monster. 14a1_boss_monster_dungeon_building_card_game

Il motivo per cui ne vuoi parlare ancora è dovuto al fatto che nell’unica partita fatta hai introdotto per la prima volta l’espansione La Rivincita Degli Eroi. Essa introduce gli oggetti magici per gli eroi, Questi Gadget rendono gli eroi del villaggio ancora più difficili da sconfiggere ma tali equipaggiamenti forniscono, una volta battuto il portatore, una nuova abilità per il proprio Dungeon.

L’espansione è davvero obbligatoria perchè aumenta notevolmente l’interazione dei giocatori rendendo il gioco ancora più esaltante (leggete  esaltante = bastardo).

 

pic814011

Proprio nel giorno della tua festa sei riuscito a far giocare ai parenti niente meno che Le Case Della Follia gioco di chiara ambientazione tratta dai romanzi dello scrittore HP Lovecraft. Le Case della follia si presenta come un gioco d’avventura in cui da uno a quattro giocatori impersoneranno l’investigatori mentre uno solitamente il giocatore più esperto impersonerà il custode il cattivo di turno. (Indovina chi fa sempre il master?)

Il gioco ha alcune analogie con i dungeon crawler fantasy più classici. Certo l’ambientazione è molto diversa perchè qui si esplorano chiese sconsacrate piuttosto che ville infestate dai mostri ma il senso più o meno e quello. Diciamo che quello che li rende differenti è che il combattimento in giochi come heroquest fare a botte è la soluzione per vincere qui invece se è possibile è sempre meglio evitare il confronto diretto contro i mosti.

Le Case Della Follia è più un gioco narrativo che di azione. L’atmosfera è tutto, l’incertezza che gli investigatori devono avere è importante. Il ruolo del master (qui si chiama custode) è molto appagante. Un’aspetto che ti piace moltissimo è che l’obiettivo della missione non viene svelato ai giocatori sino alla fine. La storia si sviluppa indizio dopo indizio come nei miglior thriller. Come vi dicevo hai fatto giocare la famiglia all’ultima missione della scatola base, Il Ragazzo Dagli Occhi Verdi. La partita è stata un successo. Lunga ma un successo.

 

pic1790789_md

Dei tuoi acquisti folli per festeggiare il tuo invecchiamento sei riuscito a provarne due giochi su tre. Il primo è stato Caverna il secondo Warhammer Quest The Silver Tower.
Caverna è uno dei capolavori di Uwe Rosenberg come le Havre e Agricola. Proprio dal bucolico gioco, Caverna eredita molti dei suoi meccanismi.

Si tratta di un gioco di piazzamento lavoratori il cui scopo è quello di occuparsi della sopravvivenza della propria famiglia di Nani. Le strade per far punti e quindi vincere sono molte: é possibile dedicarsi all’allevamento degli animali o all’agricoltura è possibile arredare la propria caverna con stanze in grado di dare molti bonus oppure andare alla scoperta di grotte piene di rubini.
Un gioco che fin dalla prima impressione sa di capolavoro. non a caso è tra i primi dieci nella classifica assoluta di boardgamegekk. Se vi piacciono i german è un Gioco consigliatissimo.

WHQSilverTowerHeroesENG_Slot2

Per quanto riguarda Warhammer Quest Silver Tower di cui molti ti hanno già chiesto la recensione puoi affermare che sei assolutamente soddisfatto.

Certo ha un costo “fuori mercato” ma dalla games workshop non ci si poteva aspettare niente di diverso e probabilmente ha già sbancato in termini di vendite soprattutto per il nome che porta. Warhammer quest scatena bruschette e momenti nostalgia vintaggia davvero impressionanti. Le possibilità di deludere erano forti. Fortunatamente il gioco è esattamente quello che cercavi. Stanco di giocare da Master eri alla ricerca di un collaborativo fantasy divertente e ricco di azione dove le scazzottate erano il perno del gioco.

Beh Warhammer Quest Silver Tower calza a pennello al il tuo desiderio e poi ha una componentistica pazzesca. Se nei prossimi mesi sapranno espanderlo e migliorarlo
nel modo giusto Warhammer Quest potrebbe diventare il tuo Dungeon Crawler preferito.

images (1)

Abbiamo poi avuto modo di provare I Pilasti della Terra un gioco che si ispira al romanzo di Ken Follet. si tratta di un piazzamento lavoratori di livello introduttivo ma non per questo banale.
Presenta alcune trovate interessanti come l’asta per accaparrarsi carte o bonus chiave per la propria strategia.

Credo che questo gioco rappresenti un buon sistema per far conoscere i giochi da tavolo a chi non ha mai avuto modo o voglia di approccarsi ad essi e il nome che porta
può anche essere una buona scusa.

pic2576399

Anche in questo post vi voglio parlare di un gioco di carte davvero incredibile. Si tratta di 7 Wonders Duel versione studiata appositamente per due giocatori del famoso 7 Wonders .
Devo dire che si tratta di un gioco fantastico che condensa in trenta minuti di gioco un misto di fortuna, tattica e strategia. In 7WD esistono molte strade per vincere e non bisogna mai perdere d’occhio il proprio avversario per non favorirlo troppo.

Sicuramente il gioco è un po’ freddino da un punto di vista tematico, si tratta di un gioco di civilizzazione ma in realtà quello che alla fine conterà è il simbolo sulle carte.
Rimane poi assolutamente Longevo e rigiocabile perchè il set permette di avere sempre carte diverse. Se cercate un ottimo titolo per due. Beh l’avete appena trovato.

pic2407103

Proseguiamo con un titolo che fa della sobrietè il suo punto di forza. King Of New York ovviamente sto scherzando. King OF New York seguito dell’acclamato King Of Tokyo ideato da Richard Garlflied il papa’ di magic è un gioco caciarone che va affrontato con la massima rilassatezza e spirito gogliardico. è un rissone dadoso tra i mostri giganti che vogliono conquistare la città della grande mela e così allo stesso modo i giocatori si devono comportare al tavolo. Si ride e si tirano dadi. Fine. Easy.

Cos’è meglio King Of New York o King of Tokyo? Le differenze sono poche, diciamo che KONY prova a essere più gioco da tavolo, introduce la possibilità di far punti distruggendo edifici ma allo stesso tempo di venire uccisi dai militari e poi elimina la possibilità di far punti solo per tiri fortunati ai dadi. Volete la versione che dura 20 minuti scegliete KOT se volete qualche scelta in più in 45 minuti prendete questo.

DIGITAL CAMERA

Restano solo due titoli ancora da raccontarvi anche se uno di questi davvero non meriterebbe parole ovvero Puerto Rico.
Puerto Rico è uno dei migliori titoli in assoluto e uno dei miei preferiti. Un gioco davvero avvincente, semplici da capire ma molto elegante nelle sue meccaniche e assolutamente profondo nella sua tattica.

Per chi segue il blog del Cornerhouse sa che è il gioco preferito che faccio in famiglia. Davvero tutti ne sono entusiasti. In puerto Rico è un gestionale in cui ogni giocatori deve produrre merci nelle sue piantagioni caraibiche ed effettuare spedizioni per il vecchio continente gestendo gestendo i prorpi lavoratori smistandoli tra il lavoro ai campi e i lavori negli edifici.

La meccanica del gioco è semplicissima: ci sono sette ruoli diversi ogni ruolo permette di fare un azione e di avere un bonus.
In ogni turno ogni giocatore partendo dal primo sceglie un ruolo ne esegue l’azione e conquista il bonus dopo di che tutti gli altri giocatori eseguono la stessa azione. Poi il giocatore successivo sceglie un altro ruolo esegue l’azione e il bonus e poi gli altri eseguono la stessa azione.
Scegliere l’azione giusta al momento giusto che ti serve ma che non aiuta troppo gli altri e il metodo per diventare bravi a questo giusto.

pic1903816_md

Il gioco a cui hai giocato di più a giugno è stato Star Realms, ne hai regalato una copia a Berto che non a caso ha apprezzato.

Si tratta di un gioco di Deck Building a tema fantascientifico davvero ben strutturato e equilibrato le fazioni sono davvero ben caratterizzate e permettono diverse strategie per arrivare la vittoria. A te ad esempio piace molto utilizzare la fazione rossa che permette di eliminare dal tuo mazzo le carte che non ti servono più. Tecnica molto utile per velocizzare il proprio deck.

Anche per questo mese è tutto. L’appuntamento del ludico ammortamento riprenderà a settembre con una articolo bimestrale per luglio e agosto che sei ormai a stretto con i tempi e ci sono le vacanze di mezzo.

Il Nuovo video del Cornerhouse Nerd Channel

Ragassuoli, eccovi il nuovo video del Cornerhouse. Si tratta del video che va a completare il discorso iniziato con il post precedente post “il Ludico Ammortamento”. Ecco tutti i giochi a cui abbiamo giocato a maggio di quest’anno!

Si spera piaccia!