[Videogiochi][Xbox] The Gunk. Luigi’s Mansion in salsa green.

Voi per primi avete distrutto il vostro pianeta, avete anche il coraggio di venire qui a dirci come vivere le nostre vite?

Avevo già parlato di The Gunk elogiandolo qualche settimana fa sul mio profilo Instagram (se vi garba esta Aqui) basandomi sulle mie prime impressioni. Qualche giorno fa l’ho portato a termine e ora posso lasciarvi la mia personalissima e più completa opinione.

The Gunk è sviluppato dalla stessa software house “Image & Form” artefice della serie Steam World Dig, giochi in stile Metroidvania molto interessanti e disponibili su una consistente pletora di sistemi. Io li ho giocati su PC perché inclusi nell’abbonamento Prime diverso tempo fa. Questa volta i programmatori, a differenza dei precedenti titoli citati, hanno avuto il coraggio di abbandonare il 2D per creare un gioco completamente in 3D dalle dimensioni più contenute e decisamente avventuroso.

L’incipit della trama di The Gunk vede un equipaggio di una astronave atterrare su un pianeta sconosciuto in cerca di materiale per i pezzi di ricambio. Su questo pianeta si imbatteranno in uno strano liquido che verrà chiamato Gunk reo di star facendo ammalare l’intero ecosistema. Le tematiche ecologiste ci terranno compagnia per tutto il gioco e culmineranno con il dialogo con il boss finale chiamato il Giardiniere.

Bello ma…

Il gioco seppur piacevole e gradevole da vedere, non è esente da evidenti difetti. La sua scarsa durata permette però di soprassedere su alcune lacune che a lungo andare avrebbero minato la solidità del titolo. Io credo di avere impiegato circa 6 ore per raggiungere i titoli di coda. Sicuramente The Gunk è vittima di una certa ripetitività di situazioni e enigmi ambientali ed è afflitto da alcuni problemi qualche volta irritanti, con una telecamera incerta che nega la possibilità di mirare in maniera completamente libera e di vedere il punto da raggiungere in alcune sequenze platform che diventano frustranti a causa dell’inquadratura non ottimale.

Confermo in ogni caso la prima impressione che ho avuto nella quale si riconosce come Luigi’s Mansion sia una delle influenze principali per The Gunk il che conferma come quando ci si lascia ispirare dai titoli Nintendo è facile creare un buon titolo perché come li fanno loro i giochi non li fa nessuno e pace per tutti gli altri sviluppatori di titoli tripla a complessi e costosi.

A chi è indicato?

Credo che The Gunk possa soddisfare due gruppi di giocatori. In primis coloro che per tempo hanno necessità di un gioco valido e dalla durata contenuta da completare magari in un paio di settimane. In secondo luogo, lo consiglio ai giocatori più hardcore nel momento in cui si trovano alla ricerca di un titolo di intermezzo, un filler per spezzare il ritmo tra una sessione multiplayer e l’altra o tra un rpg (role play game) da 60 ore e l’altro.

Nella prima e unica run ho collezionato 12 su 17 trofei Xbox, non credo che giocherò ancora per completare i collezionabili. Direi quindi che la mia avventura con The Gunk finisce qui.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata numero 752 di questo blog è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Potete supportare questo blog e tutta la produzione Cornerhouse attraverso questo link di affiliazione Amazon: Facendo acquisti su Amazon partendo da questo link. Per voi non cambierà nulla, ma a me Amazon farà avere una minuscola percentuale dell’acquisto che più o meno è circa il valore di un caffè.

Se invece siete ancora più audaci e generosi e se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè e Cornetto potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...