Cinema e Serie TV

[Serie TV][Netflix] Lucifer Stagione 5 parte 2. La parabola del figlio prodigo?

Tutto in nome delle vie misteriose di nostro padre

Chiunque segua questa webbettola de borgata da diverso tempo sa che Lucifer è sempre stato un personaggio a cui abbiamo voluto bene. Qui sul Cornerhouse avevo scritto due post piuttosto positivi dedicati alle prime due stagioni di Lucifer uno scritto nel 2018 e l’altro nel 2019, li potete trovare qui e quo.

Successivamente ci siamo goduti la terza e la quarta stagione, la quale, per certi versi abbiamo ritenuto sarebbe potuta essere anche un più che valido finale e abbiamo accolto con un certo scetticismo questa quinta stagione prodotta ancora da Netflix pubblicata in due parti di cui la seconda parte è da pochi giorni disponibile sulla piattaforma di streaming.

Per chi non sapesse tutta la storia di questa serie, è sufficiente che sappia che Netflix ha salvato Lucifer dopo terza stagione producendone prima una quarta e poi visto l’enorme successo ne ha prima realizzata la quinta e poi ha dichiarato di essere al lavoro sulla sesta e conclusiva stagione. D’altra parte pur trattandosi di un serial investigativo le cui indagini sono sempre abbastanza telefonate il bello di Lucifer è sempre stato Lucifer stesso per il quale Tom Ellis è sempre stato bravissimo nell’interpretare l’angelo caduto alla guida dell’inferno creato da Neil Gaiman in Sandman a cui è stata poi dedicata una serie a fumetti tutta sua.

Per me è inevitabile farvi un minimo di spoiler per inquadrarvi cosa succede nella quinta stagione di Lucifer e spiegarvi perché questa seconda parte l’ho trovata decisamente piacevole nonostante alcune momenti un po’ forzati e forse un po’ inutili ai fine della trama. La seconda parte della quinta stagione di Lucifer inizia esattamente dove era finita la prima parte. Lucifer e suo fratello gemello Michael stavano litigando alla centrale di polizia quando fa la sua comparsa il padre eterno in persona, personaggio il quale guiderà la trama orizzontale fino all’epico scontro finale.

Il primo episodio di questa seconda parte è semplicemente eccezionale perché assisteremo ad un cena di famiglia in cui i dialoghi sono qualcosa di incredibile se analizzati con la giusta attenzione dove assisteremo ad un Lucifer che avrà il coraggio di attaccare il padre e di dire cose che un po’ tutti noi vorremmo avere la possibilità di dire al creatore dell’universo e della vita. Vi confesso che con questo innesco mi è risultato difficile non appassionarmi a questo rapporto complicato tra padre e figlio.

Nel proseguire degli episodi salvo alcuni momenti che ho trovato purtroppo meh perché per certi versi fuori contesto, la mia opinione complessiva sulla quinta stagione di Lucifer è cambiata e tutti i miei pregiudizi sono stati quasi tutti spazzati via. Inevitabilmente e a ragione, le trama orizzontale ha preso il sopravvento rispetto ai casi di omicidio da dover risolvere. Il principali temi affrontati sono quelli delle relazioni famigliari tra padre e figlio, tra fratelli e tra madri e figlie, i quali hanno culminato in due episodi finali dal sapore romantico e high fantasy come alcuni frammenti dal trailer ci avevano già mostrato.

Il finale pur non essendo conclusivo perché come vi accennavo qualche paragrafo più in su arriverà ancora una stagione di dieci episodi di cui tra l’altro sono anche già comparsi i titoli ma l’ho trovato soddisfacente. Potremmo dedicare delle riflessioni sui tempi e sui modi con cui è stata affrontata la battaglia finale. Alcuni l’hanno trovata troppo sbrigativa altri invece sono rimasti più soddisfatti.

Per quanto riguarda il cast, come vi ho scritto Tom Ellis (Lucifer) è l’assoluto e più totale mattatore della serie, senza di lui tutto il resto perderebbe parecchio valore. Anche Dio interpretato da Dennis Haysbert è un buon personaggio che in prima istanza ho trovato irritante ma che poi ha saputo “mostrare” tutti i lati difficili dell’essere genitore fino ad una scena fantastica dal grande valore profetico e religioso quando Dio finalmente… beh, no dai niente spoiler. Su tutti gli altri personaggi valgono le stesse considerazioni che ho già fatto e che mi porto da sempre: il resto del cast non mi hai mai fatto davvero impazzire, in particolare non ho mai trovato Lauren German così determinante nel suo ruolo di dono divino.

Se con la conclusione della quarta stagione non avrei gridato allo scandalo se Lucifer fosse finito, per avere un idea più completa è chiaro che bisognerà vedere anche come si evolverà la sesta e ultima (ultima, ultima) stagione per vedere se aver introdotto Dio e aver fatto maturare così tanto Lucifer e Maze come personaggi possano davvero portare ad un finale che ci lascerà veramente soddisfatti. Mi sembra di trovarmi un po’ come quando vengono introdotti i viaggi nel tempo: Sono sempre bellissimi e affascinanti ma mannaggia-alla-peppetta il rischio di scrivere una gran dabbenaggine è dietro l’angolo. A infiniti poteri corrispondono grandi responsabilità che potrebbe tradurre banalmente in “Ok avete la mia attenzione, non rovinate tutto”

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Potete supportare questo blog e tutta la produzione Cornerhouse attraverso questo link di affiliazione Amazon: Facendo acquisti su Amazon partendo da questo link. Per te non cambierà nulla, ma a me Amazon farà avere una minuscola percentuale dell’acquisto che più o meno è circa il valore di un caffè.

Se invece siete ancora più audaci e generosi e se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè e Cornetto potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...