[Cinema] A Star Is Born. We’re far from the shallow now

Tell me something, boy
Aren’t you tired tryin’ to fill that void?
Or do you need more?
Ain’t it hard keeping it so hardcore?
I’m falling
In all the good times I find myself longing for change
And in the bad times I fear mysel
f

Come si può parlare del vuoto? Come si descrivere quel senso di paura, quel senso di assenza, di ricerca di qualcosa in più, dell’incompiutezza del pesce e di tutto il resto? Quali sono le risposte che cerchiamo per dare una raddrizzata alla nostra vita? Ci sono momenti, o periodi, fasi, chiamateli come volete, dove un illuminante 42 non basta e a quel punto si inizia a precipitare e ci si avventura in mare allontanandosi dalla riva.

Ci sono film che piacciono perché raccontano una grande storia, una grande avventura, oppure in cui troviamo semplicemente un personaggio particolarmente simpatico e ci sono i film che ci fanno ridere o che ci commuovono o con cui ci divertiamo mentre ci fanno paura. Tuttavia ci sono pellicole che, indipendentemente dalla loro qualità, le amiamo perché sanno raccontare, sanno svelare una parte di noi. È il caso di A Star Is Born, terza versione del film originale e esordio alla regia per Bradley Cooper nonché pellicola che posso ormai considerare come la quarta che in qualche modo racconta un what if/wanna be della mia vita. Meriterebbe probabilmente un post a parte ma se vi interessa gli altri tre sono: Almost Famous, Alta Fedeltà e Walter Mitty.

Per un certo periodo io avrei voluto essere Jackson, il personaggio protagonista della storia interpretato da Bradley Cooper e pur non essendo così bello non ero molto diverso dai lui nella meravigliosa Torino sotterranea di inizio millennio: Un momento incredibilmente promettente per la musica indie italiana che sull’onda del successo dei Subsonica e dei Marlene Kuntz ma anche raccogliendo ispirazione dalle novità del periodo come Strokes, Franz Ferdinand e The Killers, offriva grandi opportunità a chi era bravo e fortunato a coglierle. AAA: Salve, mi chiamo Johnny sono un musicista e ho qualche problema di troppo con qualche bottiglia di Rum che mi hanno venduto bucata. Ho sempre vissuto con quel senso di invidia e insicurezza che mascheravo con il mio narcisismo e la mia arroganza: “Hey io sono un poeta maledetto, ascolta le mie canzoni.” In realtà io amo, la musica l’ho sempre amata sopra ogni cosa ma avevo bisogno del palco perché implorato aiuto, compassione e amicizia di cui ho sempre sentito la mancanza anche oggi. Ero bravo e avevo talento ma questo come ben si sa non basta per diventare un musicista che con la musica ci vive.

Come Jackson ho incontrato una Ally che non aveva altrettanto talento e non è stata questa colossale storia d’amore ma un effimero passatempo, ma da un certo punto di vista l’incipit del film se rapportato in piccolo era molto simile alla mia storia.

Per questo A Star Is Born è un film per me parte alla grande, l’ho trovato convincente anche se facilmente prevedibile. Poi però si è perso banalmente in un sceneggiatura troppo approssimativa e un susseguirsi di scene che volevano mostre una coppia eccessivamente e inutilmente felice nelle quali mi sembrava di star a vedere il Vanilla Sky con Tom Cruise.

Fortunatamente nel sua ultima parte il film si riprende anche se le motivazioni dietro al gesto estremo di Jackson sono mostrate veramente male perché ho visto due problemi, da una parte una ridicolizzazione della figura della rockstar triste e decadente presentata con troppi cliché e con l’incapacità di capire la musica pop e dall’altra un eccessiva rapidità nel prendere la decisione.

Non so se avete mai pensato al suicidio, beh io si, stupidamente per bisogno di attirare attenzioni per la mia incapacità di affrontare il mondo a partire dalle conversazioni che non so gestire dove devo difendere le mie idee o perché mi è stato detto: “se tu diventerai il nuovo Vasco rossi non sarò orgoglioso di te.” Sono stato sciocco e fortunatamente ora ho il doppio degli anni rispetto a quei giorni tuttavia, vi assicuro che è stata dura.

A Star Is Born è uno di quei film al quale di pancia dare un dieci ma che poi in realtà al netto di un paio di brani originali pazzeschi cantati da Cooper e Lady Gaga è soltanto un filmetto carino, un valido blockbuster romantico/drammatico ma nulla di più. Sono felice di avevo visto e Shallow il brano principe della colonna sonora è ormai un pezzo imprescindibile delle mie playlist e delle mie strampalate strimpellate con la chitarra. Per carità ad averne di film “buoni” di questo livello.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Potete supportare questo blog e tutta la produzione Cornerhouse attraverso questo link di affiliazione Amazon: Facendo acquisti su Amazon partendo da questo link. Per te non cambierà nulla, ma a me Amazon farà avere una minuscola percentuale dell’acquisto che più o meno è circa il valore di un caffè.

Se invece siete ancora più audaci e generosi e se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè e Cornetto potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...