I Libri del 2021 · Libri e Fumetti · Star Wars

[Libri][Star Wars] Tarkin di James Luceno

Il male necessario

Non è sufficiente avere un gruppo di personaggi “buoni” che funziona per scrivere una storia che resti per sempre bella. Servono sfide difficili, traguardi apparentemente irraggiungibili o avversari da mettere i brividi per trasformare i protagonisti in eroi. Batman senza il Joker non avrebbe lo stesso successo così gli Hobbit senza l’anello o Harry Potter senza tu sai chi.

Neppure nella galassia lontana lontana possono fare a meno di questa regola all’apparenza così semplice, ma in realtà così difficile da mettere in atto: nel 1978 sono serviti due spietati “mostri” per rendere Star Wars quello che oggi è per tutti noi appassionati.

Su Darth Vader si è parlato tanto. Ci sono moltissimi libri, fumetti e anche videogiochi che raccontano tutto il percorso di Anakin Skywalker dalla sua nascita alla sua caduta verso il lato oscuro della forza fino al suo cammino di redenzione e ascesa nell’olimpo dei personaggi più amati di sempre. L’altro personaggio visivamente meno spaventoso ma non per questo meno inquietante è Wilhuff Tarkin il Gran Moff governatore dell’orlo esterno e supervisore del progetto della Morte Nera. Tarkin ha sempre rappresentato il tiranno militare, un dittatore bellico che non ha mostrato il minimo cenno di esitazione nel distruggere un intero pianeta e di uccidere tutti gli esseri viventi che si trovavano li.

James Luceno non è un volto nuovo per i fan di Star Wars. Ha già scritto diversi romanzi ambientati nella galassia lontana lontana. In italiano è stato tradotto molto poco ma per chi non ha problemi con la lingua di albione a questo link può trovare un elenco piuttosto dettagliato delle sua pubblicazioni. Tarkin è stato pubblicato nel 2015 e nel 2016 è arrivato in Italia grazie alla Multiplayer Edizioni. La maggior parte delle opere di Luceno sono ambientate prima che la saga degli Skywalker entri nel vivo con l’ingresso in scena di Luke e anche il romanzo su Tarkin non fa eccezione.

L’opera è temporalmente collocata in due momenti ben distinti che si alternano dove la narrazione lo richiede. Una parte è dedicata alla formazione di Tarkin su Eriadu il suo pianeta natale e l’altra è dedicata ad una missione portata a termine con Darth Vader che gli permetterà di meritarsi il titolo di Gran Moff e di essere incaricato di diventare il supervisore della stazione spaziale Morte Nera.

Dal mio punto di vista Tarkin, così come un altro dei miei romanzi preferiti su Star Wars, scritto sempre da Luceno dal titolo Darth Plagueis, mostra alcuni aspetti legati agli intrighi politici e militari che spesso sono stati trascurati nei prodotti di massa dedicati a questo brand mostrando come non ci fossero solo gli Jedi e i Sith a darsi battaglia ma bensì una galassia in fermento così vasta e per tanto impossibile da essere controllata da un imperatore per quanto potente come Palpatine (Darth Sidius) da solo al comando.

Ho trovato in Tarkin un romanzo molto interessante, una delle migliori storie che ho letto da diverso tempo a questa parte dedicate all’universo di Star Wars, ma d’altra parte quando lo scrittore è capace, oltre che un fan, vien da se che il risultato sia convincente. Un altro tassello non fondamentale ma piacevole che va ad arricchire l’immortale storia che mi accompagna da quando da piccolino ho trovato la mia casa quando mio padre mi fece vedere per la prima volta Guerre Stellari.

Come sempre, consiglio questo romanzo agli appassionati o ai curiosi che non si sono mai avvicinati alla letteratura dedicata alla galassia lontana lontana in quanto può essere un buon prequel a Rogue One visto il rapporto conflittuale tra Tarkin e Krennic

Per chi è interessato è possibile acquistare Tarkin in edizione cartacea e ebook proprio qui.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Potete supportare questo blog e tutta la produzione Cornerhouse attraverso questo link di affiliazione Amazon: Facendo acquisti su Amazon partendo da questo link. Per te non cambierà nulla, ma a me Amazon farà avere una minuscola percentuale dell’acquisto che più o meno è circa il valore di un caffè.

Se invece siete ancora più audaci e generosi e seciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè e Cornetto potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...