Libri e Fumetti

[Fumetti] Dceased Unkillables

Negli ultimi quindici anni le storie di zombie sono tornate di moda e molto del merito è  certamente attribuibile al successo editoriale e televisivo di The Walking Dead scritto da Robert Kirkman che, dopo essersi concluso lato fumetti si appresta a terminare il suo viaggio anche nel mondo delle serie tv, se escludiamo ovviamente tutti gli spin off in corso e che usciranno. La storia di Rick Grimes e soci prendendo spunto dalla pandemia zombie ha raccontato la bestialità del genere umano il quale, messo alle strette, rivela tutte le bassezze nascoste, celate (ma fino a che punto?) del proprio istinto ma allo stesso tempo ci si è anche divertiti a sbudellare gli  zombie. Perfino il mondo del gioco da tavolo ha prodotto esperimenti più o meno riusciti dove il lato survival contro gli zombie è a farla da padrone.  Così in maniera naturale e inevitabile anche il mondo dei supereroi non ha potuto restare a guardare e quello di cui parliamo oggi è solo uno degli ultimi esempi.

Questa è la dimostrazione che prendere un qualsiasi universo narrativo e infilarci dentro un bel po’ di zombie è una succulenta operazione commerciale che può senza dubbio portare guadagno e notorietà all’editore e forse all’autore,  tuttavia non è da escludere che si possa finire mal masticati dalla massa di prodotti tutti uguali e finire dimenticati in fretta o di rovinare in corso d’opera la propria opera che ad un certo punto si blocca e non va più avanti.

Prendere la santissima trinità DC Comics e trasformarla in zombie, beh, è un rischio non da poco. Si può scrivere una storia pacchiana e banalotta così come se si è davvero bravi e fortunati, si può realizzare un WHAT IF che metta d’accordo pubblico e critica.

Ho letto qualche mese fa il volume Dceased (ve ne ho scritto qui) e mi appresto ora a ciarlare anche del secondo volume che si colloca come spin off fortemente dipendente dal volume precedente in quanto non viene data quasi nessuna spiegazione su quanto sia già accaduto e ogni fatto precedente viene dato per noto e acquisito.

Non ci volevo davvero credere, ma questo per me secondo cartonato è ancora più gagliardo del precedente e racconta una storia parallela che nel finale si raccorda con il precedente volume in cui alcuni villain noti del mondo DC per una volta si trasformano in eroi per necessità e sopravvivenza il che non li nobilita e non li redime, ma li fa apparire molto più umani e più fighi come accade con Deathstroke che in questa storia è inarrivabile.

Però, si, però  ci sono le dovute postille da dover mettere sul piatto.

Nonostante Dceased Unkillables mi sia piaciuto parecchio funziona solo se avete letto il primo volume altrimenti lasciate perdere perché capirete ben poco di quello che sta succedendo e anche se vi sia piaciuto quello precedente  Unkillables non aggiunge nulla all’universo narrativo in salsa zombie creato da Tom Taylor diventando quindi una lettura superflua, bella, divertente ma non necessaria.

Anche visivamente Deceased è molto appagante forse un pelo inferiore al prima ma credo sia una questione prettamente soggettiva se preferire il lavoro di Trevor Hairsine a quello di Karl Mostert. Così come l’edizione che propone la Panini la cui recente gestione sul fronte dei materiali utilizzati per carta e copertine mi ha convinto senza riserve. 

Per questi motivi Dceased Unkillables è una lettura consigliata soltanto se il primo Dceased vi sia piaciuto e se sia ancora viva la vostra fame di zombie. In tutti gli altri casi vi direi di recuperare il primo volume e poi eventualmente potete tornare qui. Io infatti ci casco sempre ma tuttavia non mi sento di promuovere il fumetto così senza riflettere.

Ad ogni modo per completezza e coerenza “editoriale” vi riporto come sempre la possibilità attraverso questo link di acquistare i due fumetti che vi ho citato in questo post. Dceased e Dceased Unkillables. Si tratta di un Link di affiliazione Amazon in cui se acquistate attraverso quel collegamento a voi non cambia né in termini di prezzo né in termini di condizioni di spedizione e reso mentre al qui presente viene riconosciuta una piccola percentuale che solitamente equivale a offrirmi un caffè.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Ma, se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

4 pensieri riguardo “[Fumetti] Dceased Unkillables

  1. Alcune persone sono così appassionate del tema che si guarderebbe pure le repliche del Bagaglino, se gli attori fossero truccati da zombi! XD
    A ogni modo, mi stupisce che la sovraesposizione da zombie non abbia ancora stufato…

    "Mi piace"

    1. A me ha stufato The Walking Dead se devo essere onesto, mi è piaciuta la prima stagione di Fear The Walking Dead perché raccontava la prime ore della pandemia zombie. Detto ciò per me è una storia che andata troppo avanti poteva chiudersi molto prima ma il denaro si sa muove le cose, Anche Zombie Nation era carina ma poi si è allungata troppo. Stesso discorso. Penso che se DCEASED continuerà (e mi pare che andrà così) mi stancherà anche questa.

      Piace a 1 persona

  2. Mah io non amo questa contaminazione. Le super-tutine e i loro antagonisti preferisco leggerli come il tonno. Al naturale 😜. Non escludo che ve ne siano di curate, ma mi distrugge l’immaginario e la coerenza dell’universo al quale appartengono.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...