Libri e Fumetti

[Libri][Diario] Tutti I Libri Letti Nel 2020.

Bentrovati ragassuoli e graziose donzelle ancora buon anno se è la prima volta che capitate qui in questa scanzonata webbettola. Di solito nei primi giorni dell’anno i bloggers, quelli bravi, fanno tutta una serie post autocelebrativi dove raccontano i loro incredibili risultati ottenuti e il meglio dell’anno appena concluso secondo il loro punto di vista che d’altraparte sfiora l’assolutismo.

Tra tutte le opportunità che ho avuto in mente, ho scelto di scrivere un unico post dove non troverete “i migliori qualcosa del 2020” ma l’elenco di quello che sono riuscito a qualcosare quest’anno la qual cosa non vuole in nessuna forma essere una classifica.

Sulla soglia dei quaranta, ho capito magari anche in ritardo, che per poter scrivere, divulgare e anche solo chiacchierare di tutti i temi pop che riempiono questo blog e i suoi derivati, devo almeno capirci qualcosa non mi basta più vedere la cima dell’iceberg ma voglio guardare “cosa c’è sotto” per capire che forse non è tutto quello che sembra.

Che poi a tanti altri “divulgatori” sia sufficiente aver qualcosato un qualcosa per essere esperti della qualcosa non è problema mio ma al più di chi qualcoseggia su quei blog. Ma hey, non voglio convincere nessuno che qui invece il qualcosa è padroneggiato anzi: “fuggite sciocchi” . Quello che io vi dico è: “Oggi ho studiato fino a qui, per tanto ho capito questo e di conseguenza la penso così domani che avrò potuto dedicare tempo anche a studiare un nuovo capitolo posso mettere discussione tutto, chiedere scusa e dire “Ragazzi ho cambiato idea perché ho capito questo aspetto che prima mi era sfuggito”.

Ora, dopo che vi ho tirato le orecchie, guadagnato qualche bel vaffanqualcosa se siete rimasti qui, questi sono i libri che mi hanno accompagnato durante l’anno. Alcune sono anche delle riletture perché ho avuto bisogno di rileggere alcune pagine, a voi capita di voler rileggere dei libri o parte di essi?

Divido in due parti l’elenco e se ne ho scritto sul blog vi lascio il link al post e dove disponibile vi lascio anche il link ad Amazon per poterlo acquistare.

Manualistica e Saggistica

  1. Consigli (Non Richiesti) per giovani samurai del racconto di Igort. (Oblomoy).
    Si tratta di piccoli pensieri e suggerimenti da leggere una pagina al giorno se si è dei creativi. Mi è piaciuto molto e ogni tanto lo apro a caso e mi leggo una pagina.
    Link Amazon.
  2. Giochi di ruolo di Mauro Longo (Dino Audino).
    Un piccolo saggio introduttivo al tema della creazione dei giochi di ruolo. Utile anche per i master con poca esperienza poiché offre spunti importanti. L’ho comprato perché stimo molto Mauro e mi fa piacere investire nei suoi lavori anche quando non appartengo completamente al target del libro.
    Link Amazon.
  3. Scrivi la tua avventura di Mauro Longo e Malaspina.
    Un libro molto interessante sulla creazione di un librogame ma validissimo anche scenari per giochi ruolo. Consigliato, anzi no, de più.
    Link Amazon.
  4. Tra Disney e Pixar di Tommaso Ceruso (Sovera Edizioni).
    Se volete capire la formula magica con cui si sono costruiti alcuni tra i più importanti film Disney degli ultimi quarant’anni è il libro che fa per voi. Metà libro è stupendo, la seconda metà quando spiega il salto di scrittura sulla Pixar mi ha appassionato di meno.
    Link Amazon.
  5. I mondi di Miyazaki a cura di Matteo Boscarol (mimesi edizioni).
    Interessante ma cercavo qualcosa che fosse più completo e che girasse meno intorno a SI alza Il vento. Forse sono il titolo e la copertina ad essere sbagliati. Per il resto si tratta di una raccolta di saggi comunque interessante. (Nota post editing del post: Tra l’altro cercando il link del libro su Amazon ho trovato la nuova edizione che ha una copertina molto diversa da quella della mia edizione)
    Link Amazon.
  6. La Grandiosa DC Comics (Comicon Edizioni).
    Un libro che offre diverse nozioni sulla storia della DC Comics anche in relazione alla pubblicazione in italia fino alla RW Lion.
    Link Amazon
  7. Console Wars di Blake Harris (Multiplayer edizioni).
    Un manuale di marketing che romanza come la semi sconosciuta SEGA riuscì a imporsi contro la titanica Nintendo degli anni 90. Non ho finito di leggerlo ma il sunto è: Marketing Aggressivo (anche troppo) anche a costo di screditare l’avversario e giochi di qualità.
    Link Amazon.
  8. 4 Ore alla settimana di Timothy Ferriss.
    Già, lo ammetto i libri da Yes man mi piacciono molto. Nel libro sembra tutto così facile poi nella realtà dei fatti, in particolare con la mentalità dell’imprenditore padrone italico, è tutto fuori da ogni possibilità. Certo il 2020 ha inevitabilmente rotto gli schemi ed io è un anno che non metto piede in ufficio chissà che qualcosa non cambi per davvero.
    Link Amazon.

Narrativa

  1. Halo. La Caduta di Reach di Eric Nylund (multiplayer edizioni).
    Un buon libro di fantascienza. Consigliato ai fan di Halo a me è piaciuto moltissimo.
    Link Cornerhouse.
    Link Amazon.
  2. Solo Il tempo lo Dirà di Jeffrey Archer (Harper Collins).
    Non male davvero, ma non ho voglia di leggere anche tutti gli altri libri della saga. Però si legge bene.
    Link Amazon.
  3. Sulla Strada di Jack Kerouac (Mondadori)
    Credo che sui classici della narrativa ci siamo poco da scrivere che sia già stato detto. Nel mio post vi consiglio di dargli una possibilità e continuo a pensarla così.
    Link Cornerhouse
    Link Amazon.
  4. Antica Madre Di Valerio Massimo Manfredi (mondadori).
    Mi dispiace doverlo scrivere ma no, non mi è piaciuto.
    Link Cornerhouse.
    Link Amazon.
  5. Physique Du Role di Giorgio Faletti (la Nave di teseo).
    Raccontino carino si legge anche piuttosto in fretta.
    Link Amazon.
  6. American Gods di Neil Gaiman (Mondadori).
    Se avete pazienza di annoiarvi per 400 pagine per poi leggere 100 pagine pazzesche ve lo consiglio altrimenti dedicatevi ad altro.
    Link Amazon.
  7. Il cavaliere dei sette regni di George R R martin (mondadori).
    Ho letto due racconti su tre, carino ma non è scattata la scintilla. Carità fa sempre piacere “tornare” nei sette regni e il primo racconto l’ho trovato anche piacevole, il secondo l’ho finito a fatica, il terzo mi sono addormentato. Sorry.
    Link Amazon.

Come avrete capito ho fede nel credo del lettore libero di gestire il suo tempo come meglio ritiene giusto. Se una lettura non mi piace ho mi ha dato tutto già dopo alcune pagine, io mi sento libero di passare ad altro e specie nei saggi mi piace mollare e riprendere senza soluzione di continuità. Magari c’è chi non è d’accordo e ci sta tutto, ci mancherebbe.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Ma, se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

9 pensieri riguardo “[Libri][Diario] Tutti I Libri Letti Nel 2020.

  1. Ho letto solo due dei libri che citi: quello sui GDR di Mauro Longo e American Gods.

    American Gods non è il mio preferito tra i libri di Gaiman (pur amando la tematica) ma a differenza di te, non mi ha annoiato nemmeno per una pagina 😛
    Si diceva dei gusti, giusto? 😉

    Il manuale sui GDR di Longo, invece, mi ha lasciato perplesso: quella prospettiva l’avrei trovata valida se il libro fosse uscito non oltre il 2006 circa (le cose, in Italia, capitano un po’ in ritardo, ma chi aveva possibilità di navigare, certe realtà GDR piuttosto innovative le avrà scoperte anche prima): quel modello di GDR sarà anche il più diffuso, ma ormai pure in quel tipo di gioco si possono trovare dinamiche un po’ meno tradizionali – e comunque dedica davvero poco spazio ai giochi che non ricadono in quell’ambito, e non sono pochi.
    Forse avrà voluto dedicarsi all’approccio che preferisce o che viene percepito come dominante sul mercato (i giocatori di ruolo sanno essere straordinariamente refrattari ai cambiamenti) però diciamo che mi aspettavo qualcosa di più ampio respiro, come spunti.
    Per esempio, non ricordo granché sui giochi senza la figura del master (ce ne sono).
    Diciamo che è una trattazione molto parziale e un novizio che legga quel manuale potrebbe farsi un’idea limitata sia del mondo del GDR che del suo mercato, per come sono oggi.
    Come manuale, potrebbe essere più utile sul versante dei consigli per un’eventuale pubblicazione, Longo ha pubblicato molto e con un buon successo.

    Finito il papiro critico, veniamo al resto: sono d’accordo circa il prendere e mollare libri che annaspano o che pestano l’acqua nel mortaio. A meno che non se ne voglia parlare, in quel caso è meglio avere una visione completa del tutto, ovviamente.
    Io non sono così disciplinato da continuare a dedicare il mio tempo libero, destinato al piacere, per qualcosa che piacere non me ne dà o che non stuzzica il mio interesse e il tempo è quel che è. Perciò, se un libro non prende e se un videogioco non piace, facciamo che ci vediamo in un’altra vita 😛
    Capita di non trovarsi con la gente, figuriamoci con le opere!

    Piace a 1 persona

    1. Mio caro conte ma ben venga che tu ed io abbiamo gusti diversi. Con Gaiman ho sempre la sensazione che fatichi a partire che la prenda da troppo indietro. A me è piaciuto molto L’Oceano In Fondo Al Sentiero, anche qui parte lento lento (secondo me) ma essendo più breve e avendo una ambientazione di incline ai miei gusti mi ha appassionato molto di più.
      American Gods mi è sembrato come quando sei su una statale e davanti a te c’è una panda che va piano e vedi dentro il vecchietto con il cappello. Tu non riesci a superarlo perché comunque nel senso opposto c’è traffico e tu fremi fremi ah se fremi. Ad un certo punto il vecchietto toglie il cappello e al suo posto c’è Schumacher e via scatta a 300KM/h. Sul libro di Longo hai perfettamente ragione manca tutta una parte è una trattazione molto Old School che in ogni caso ha una sua dignità. Mi pare che da poco sia uscito anche da NEED GAMES un GDR proprio dedicato ai nostalgici.

      Piace a 1 persona

      1. Di Need Games potrebbe interessarti Kids on Bike, per quando la bimba sarà più grande: avventure di ragazzini alla Stranger Things. Ne sono derivati anche uno alla Harry Potter e uno spaziale.
        Non li ho ancora letti, figurarsi giocati, ma sono nella mia lunga lista di acquisti futuri e costano relativamente poco, 20 € variabili.

        La scena del vecchio Schumi dovresti riutilizzarla in qualche storia, è divertente e d’impatto 😉

        Piace a 1 persona

      1. È esattamente il mio problema. Ho anche giocato di meno eh, ma ho perso tanto. Tutte le partite di CoC che mancano le posso recuperare, ma in generale ho perso dei dati.
        Ora metto subito quello che ho fatto in questi giorni e provo a mantenere le statistiche almeno quest’anno…

        "Mi piace"

  2. Di questi ho letto solo Il cavaliere dei sette regni, era un bel po’ di tempo fa e ricordo mi fosse piaciuto, ma forse perché, come dici tu, è bello tornare in quel mondo ogni tanto.
    Sai che io non riesco a lasciare un libro a metà? Mi è capitato pochissime volte, forse solo un paio, proprio non ci riesco! 😂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...