[Star Wars][Disney +] The Mandalorian Stagione 2 Spoiler Free

Sono passati appena pochi mesi dall’uscita in italia di Disney + e di uno dei prodotti di punta della sua offerta dedicata alla galassia lontana lontana, The Mandalorian. Ho concluso la visione della seconda stagione già da qualche giorno ma ho dovuto lasciar sedimentare quanto accaduto per evitare di scrivere un post di una sola e semplice ma mai troppo abusata parola: “Grazie”

Siamo quindi in tempo in tempo per fine anno per fare due ciance (le precedenti potete leggerle qui) anche su questa seconda stagione che vede ancora come protagonisti Mando e il bambino campione di merchandising e incassi.

Sono davvero entusiasta, ve l’ho già scritto, scusatemi per la ripetizione e il mio voler riflettere sulla stagione non deve essere preso come il tentativo di cercare da qualche parte il modo per guadagnare viusss trovando difetti e altre rogne per vaneggiare e distinguermi della massa. Questa stagione, che almeno per il momento chiude una parte significativa della storia mi è piaciuta tantissimo. Jon Favreau e Dave Filoni hanno dimostrato un amore vero e sincero nei confronti di Star Wars. Se la prima stagione è stata buona in questo caso dal mio punto di vista si sono davvero superati.

è altrettanto difficile scrivere questo post senza imbattersi in spoiler e mi ha stupito come il finale sia riuscito a rimanere segreto e chissà quanto deve essere costato. Solo un post su Instagram uscito la mattina (orario americano) del venerdì di uscita dell’ultimo episodio mi ha fatto intuire cosa sarebbe potuto succedere e si, il finale è quasi perfetto se escludiamo dei discutibili risultati in computer grafica..

The Mandalorian, in particolare questa seconda parte della storia, ha dimostrato diverse cose: La Kennedy ha un gran culo (ehm fortuna) dopo la rovinosa gestione della terza e più moderna trilogia sulla famiglia Skywalker di cui salvo solo Kylo Ren (qui e quo vi spiego perché) e per quanto Filoni e Favreau continueranno a seguire e supervisionare i prodotti di Star Wars anche la signora per la quale l’opinione pubblica ha chiesto a gran voce la testa resterà al suo posto. Secondo me non se lo aspettava neppure lei.

Altro aspetto è che i fan hanno ancora fede e quando il prodotto è fatto bene accorrono e dimostrano affetto sincero. Anche quando sono rimasti scottati e delusi dalla gestione degli ultimi anni perché se il paraculismo di gei gei abrams in episodio 7 è fan service più bruttino che bello, The Mandalorian accarezza il fan e lo coccola facendolo finalmente sentire a casa. Probabilmente lavorare su una serie a episodi ha giovato di più al brand rispetto ai film e questo potrebbe non necessariamente essere un male. Quei minuti in più disponibili per ogni personaggio introdotto e per ogni snodo di trama non potranno che far bene e far dimenticare speriamo rapidamente le leggerezze (si, voglio chiamarle così) non avete ragione le castronerie e ribaltoni di episodio VII, VIII e IX.

Ultimo ma non meno importante, anzi, forse più di tutto ora The Mandalorian è entrato in maniera pesante decisa e determinante nel canone di Star Wars intrecciandosi che le precedenti serie animate (Clone Wars e Rebels) e con la futura, in ordine temporale, trilogia in cui assisteremo alla caduta della scuola (o accademia) Jedi di Luke, alla la brutta fine di Han e l’insignificante ascesa di Rey diventando quindi un base di partenza, un modello, per tutti futuri che la Disney ha mostrato in un recente pannel dedicato agli investitori.

Il futuro della serie ora si decisamente ancora più interessante grazie gli intrecci che potranno andarsi a creare nelle prossime stagione hanno dal mio punto di vista un potenziale decisamente esplosivo già solo la parte che sarà dedicata alla cultura mandalorian non può non affascinare così come le altre due serie che inevitabilmente saranno collegate alla storia di Mando ossia The Book Of Boba Fett e Ashoka la forza scorre potente in Filone e Favreau.

Inoltre se vi capita spendete qualche minuto del vostro tempo per guardare lo speciale sempre disponibile su Disney + dedicato alla realizzazione della serie, già solo il primo episodio dedicato alla regia e alle tecniche di ripresa utilizzate vi fa vedere come sia possibile realizzare dei buoni effetti speciali con tempi e costi decisamente più contenuti rispetto a “sposto tutta la troupe in giro per il mondo”, davvero un metodo interessante.

In pratica e per farla breve, le scene vengono girate in una sorta di cupola completamente rivestita di pannelli su cui vengono visualizzate le ambienti e gli scenari necessari per il film, in questo modo anche per gli attori diventa più facile recitare dato che non si trovano circondati da un telone verde o blu ma finalmente vedono dove si trovano.

Che dire, sono giorni che nella mia testa risuona il Throne Room Theme di John Williams, per capirsi questo:

Sono felice, sono positivo la forza è ancora viva e continuerà ad esserlo anche per i prossimi anni, guardatevi Mando vi farà bene! Questa è la via!

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Ma, se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

2 commenti

  1. Ieri sera ho finito di vedere l’ultimo episodio di Stagione 2. Anche in questa stagione, come la precedente, è un crescendo. Come in Rogue One, che non finirò mai di lodare, l’assenza di protagonisti della saga originaria ha permesso un racconto, coerente con l’universo, ma rinnovato. Come “prodotto” ritengo sia rivolto ai potenziali nuovi consumatori piuttosto che a noi vecchi. Non avendo infatti informazioni sulla serie originale, The Mandalorian si lascia vedere. I “vecchi” ne possono apprezzare le citazioni, che non scadono mai nello smaccato “fan service”.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...