[Videogiochi][Halo] Halo 2 Anniversary. Master Chief Collection.

Salve ragassuoli, con i tempi da bradipo che mi contraddistinguono come videogiocatore che si perde in tanti giochi al posto di concentrarsi e completarne su uno solo alla volta, torno a cianciare di uno dei motivi per il quale ho scelto di giocare con le console Microsoft piuttosto che con la giapponese Playstation ossia Halo.

Dopo il primo post uscito qualche mese fa, che potete leggere qui, oggi parliamo del secondo titolo della Halo Master Chief Collection, nonché secondo e ultimo gioco uscito originariamente per la prima xbox, Halo 2.

Halo 2 sempre sviluppato da Bungie, software house amerrigana che dal 2000 al 2007 è stata sotto l’ala protettrice di Microsoft, uscì per la prima volta a novembre del 2004, il 9 negli Stati Uniti e l’11 in Europa e visto il successo rivoluzionario del primo capitolo della serie c’era da aspettarsi una accoglienza più che calorosa per la nuova avventura di Master Chief e Cortana. Così è stato, i dati di vendita parlano di più di otto milioni di copie e vendute di cui due milioni e mezzo vendute nelle prime settimane. Anche la critica videoludica accolse il gioco voti molto alti tant’è che ha raggiunto una media volti molto alta, su Metacritic ad esempio ha uno score di 95/100.

Si farà un concerto da quelle parti…

Il gioco ha ereditato numerosi degli asset del primo Halo, solo con la versione “Anniversary” curata dal 343 Studios padre anche di Halo 4 e dei capitolo successivi, che sono stati aggiunti i video di intermezzo ad alta risoluzione, grafica migliorata e audio rimasterizzato rendendo quindi Halo 2 un gioco validissimo da giocare anche oggi che siamo ormai ufficialmente nell’ultimo periodo di vita dell’attuale generazione di console.

La storia principale del gioco segue direttamente la conclusione del primo Halo. Questo è l’incipit che viene riportato su Wikipedia che mi sembra sufficientemente chiaro per capire da dove partire:

In seguito alla distruzione di Alpha Halo, il comandante élite della flotta Particular Justice, Thel’ Vadamee, viene processato dal consiglio dei Covenant per il suo fallimento e costretto ad assumere il ruolo di Arbiter, una sorta di martire condannato a morire in combattimento per la causa Covenant. Nel frattempo Master Chief e il sergente Avery Johnson vengono accolti sulla stazione Il Cairo dall’ammiraglio Terrence Hood e premiati per i loro successi.

Lo sviluppo della campagna principale con l’evolversi della trama vedrà il giocatore impersonare sia Master Chief che l’Arbiter nelle loro personali missioni fino al plot twist finale che tutto sommato è ben strutturato.

Visivamente è sempre uno spettacolo.

Dal mio modestissimo punto di vista, Halo 2 parte molto meglio rispetto ad Halo nonostante il gameplay sia rimasto -per fortuna- identico al più un po’ migliorato nella risposta ai controlli. Le prime missioni sono pazzesche sia come design delle mappe che come situazioni molto variegate da affrontare. Così come le missioni dell’Arbiter dove per la prima volta viene data la possibilità di usare la spada energetica (uno degli aspetti goduriosi di tutto il gioco) e il dispositivo di occultamento Covenant che rende il giocatore momentaneamente invisibile.

Halo 2 è chiaramente un tripudio di adrenalina, un orgasmo action in prima persona e per questo che andrebbe provato da tutti, ma onestamente mi dispiace dirlo, secondo me il primo capitolo gli è superiore. Non è una questione legata al fattore novità. Halo fece quel qualcosa che lo renderà immortale nella storia del videogioco, Halo 2 pur mantenendo la stessa formula, no, anche se resta un gran gioco. Ho sentimenti contrastanti, dico davvero. Con Halo 2 e i contenuti che vengono sbloccati rovistando nelle mappe di gioco svelano una trama ancora più complessa e interessante rispetto a quando era stato rivelato in precedenza, il che è tutto affascinante. Non a caso sono disponibili molti libri di narrativa che raccontano gli antefatti sulla nascita dell’alleanza Covenant e del grande viaggio probabilmente male interpretato dai Covenant stessi ma purtroppo, sul finire, nelle ultime missioni ho sentito, ho percepito che qualcosa ha scricchiolato specie nel finale, che narrativamente era corretto ma da un punto di vista del gameplay mi ha lasciato un po’ meh…

Le chiappette di miss Cortana

Non lo so, la butto li eh, niente di che ma magari sarebbe bastato che il villanzone riuscisse a scappare e si chiudesse il gioco con un combattimento sui banshee o con un inseguimento con qualche altro mezzo e forse un paio di livelli in meno e con le stesse situazioni accorpate in altre missioni forse avrei percepito meno il senso di stanca. Ecco, finire il primo Halo mi ha proprio gasato, finire Halo 2 meno.

Cercando di dare un oggi nel 2020 un senso a tutto questo, mi verrebbe da dire che Halo 2 è il tipico episodio di mezzo, quello che inizia a piazzare i tasselli narrativi che poi “esploderanno” negli episodi successivi. Un episodio necessario ma non fine a se stesso. Perché in fondo Halo, è cinematografico, Master Chief è un simbolo della cinematografia applicata al videogioco e l’ultima frase che pronuncia al termine del gioco è la crasi perfetta di questo paradigma.

Quanta maschiezza in questa posa.

Ripeto e ribadisco e ripeto ancora, sto facendo le pulci ad un gioco che è ancora molto molto bello e che vale certamente la pena di giocatore ancora oggi. Non volevo semplicemente scrivere l’ovvio, vi è piaciuto Halo vi piacerà anche Halo 2 perché è palese, lapalissiano se volete. Ma se adesso mi poneste la domanda, visto che è necessario rigiocare i giochi per sbloccare tanti trofei, quale rigiocheresti prima? La risposta è Halo, il primo Halo.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Ma, se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia. Take It Easy.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

11 commenti

  1. La scimmia di Halo mi è saltata in groppa proprio con Halo 2 e non se n’è più andata – Halo è, oltre a The Legend of Zelda, l’unica serie per cui infrango l’aurea regola di non acquistare al Day One. Guardo il trailer in TV di Halo 2 e rimango folgorato. Acquisto quindi la prima XBox, che avevo ampiamente snobbato – già avevo Dreamcast, PlayStation 2 e Gamecube – insieme a Halo 2. Giocato d’un fiato e rimasto – si dice dalle mie parti – “sotto ‘a botta ‘mpressiunato”. Si capisce anche senza traduzione. Recupero Halo Combat Evolved e recito l’atto di dolore di avere snobbato la prima console Microsoft.
    Halo 2, poiché è il mio primo Halo, mi ha entusiasmato senza “se” e senza “ma”. Mi ha convertito a Microsoft come azienda capace di creare un solido intrattenimento digitale.

    "Mi piace"

  2. Ci ho giochicchiato un po’, nel periodo in cui uscì, e non mi è dispiaciuto: per essere un FPS, genere che non amo, l’ho trovato carino.
    Ma ahimè, con quel genere non mi ci trovo (ho pure mollato BioShock Infinite, che mi piace per tanti motivi e di cui apprezzerei una rivisitazione meno basata sul prendere la mira e in terza persona) perciò, temo che non faccia per me.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...