diablo · Videogames

[Videogiochi][Diablo] Un Viaggio Nel Sanctuarium. La Storia di Diablo e Della Blizzard. Parte 3. Starcraft.

Bentrovati ragassuoli, dopo un po’ di tempo torniamo a parlare in maniera un pelo approfondita della storia della software house che ha prodotto uno dei tuoi giochi preferiti di sempre Diablo ossia la Blizzard Entertainment.

In questa serie di post, partendo dalla storia di Diablo, divagheremo cercando anche di focalizzarci su tutti i giochi che uno dopo l’altro si sono rivelati degli incredibili successi i quali rimarranno ricordati sicuramente nella storia come alcuni tra i migliori videogiochi nel loro genere. Nel primi due post abbiamo cianciato a proposito della fondazione della Blizzard e sui primi giochi sviluppati, mentre nel secondo post ci siamo concentrati sulla storia del primo Diablo. Oggi, in questo post invece, ci dedicheremo a scrivere facezie per qualche minuti per un altro “giocone” fondamentale per la tua infanzia: Starcraft.

Qui di seguito l’indice delle puntate precedenti:

Bene, partiamo. Tra il primo Diablo e il secondo capitolo della saga Diablo 2, passarono praticamente quattro anni dal 1996 al 2000 ma la Blizzard non rimase a crogiolarsi del suo successo ma anzi, alzo l’asticella sulla qualità degli RTS (Real Time Strategy, i giochi strategici in tempo reale) sfornando due titoli che, accidenti, sono ancora oggi considerati dei grandi titoli: Starcraft (1998) e Warcraft 2 battle net edition(1999).

Senza alcuno dubbio possiamo affermare che il decennio che va dal 1992 al 2002 fu davvero una sorta di Golden Age per il genere degli RTS. Il clamoroso successo di Dune 2 (1992) realizzato dalla Westwood Studios fece da apripista per il genere che in quegli anni vedi un susseguirsi di uscite per PC davvero clamorose. Arrivarono prima The Settlers poi Warcraft, Command and Conquer e Age Of Empire e il già citato Warcraft 2.

Mi davvero tenerezza ricordare questo gioco, mamma mia quante bruschette… evviva Dune 2.

In pratica Starcraft arrivò all’apice della diffusione degli RTS e potè godere di tutta l’esperienza che Blizzard aveva già maturato nel campo. Infatti, Starcraft è stato progettato da Chris Metzen in Blizzard come vice presidente della divisione creativa fino al 2016 e James Phinney con la carica di Capo progetto. Starcraft si basava su una versione leggermente migliorata del motore di Warcraft 2.

Il dato aggiornato al 2009 riporta un totale di copie vendute pari a circa 11 milioni. Un gran bel colpo considerando il decennio e molto del successo del gioco fu anche dovuto al sistema multiplayer di Battle.Net che permise a giocatori di tutto il mondo di portersi sfidare online.

Similmente a Dune 2, in Starcraft ci sono tre campagne che possono essere giocate in qualsiasi ordini in cui il giocatore impersona una delle tre razze disponibili, i Terrestri (i terran) gli Zerg (Insettoidi che puntano alla superiorità genetica) e i Protoss (un’antica razza umanoide con poteri psionici). Non mancano i riferimenti anche al mondo Games Workshop dove le analogie con Space Hulk(1989) e e Starquest (Heroquest Sci-FI del 1990) con gli Space Marine, I Tyrannindi (o Gene Stealer) e gli Eldar si sprecano.

Per comprendere la trama in maniera cronologica il gioco andava affrontato partendo dalla campagna dei Terran, poi quella degli Zerg ed infine quella dei Protoss.

A differenza del titolo Westwood Studios Dune 2, Starcraft nelle sue tre fazioni, aveva una caratterizzazione molto differente in modo da permettere al giocatore davvero tre approcci completamente diversi al gioco creando tre esperienze davvero uniche.

Ho amato Starcraft molto di più di Warcraft

Ricordo che a suo tempo, sono riuscito a completare la campagna dei Terran e dei Protoss ma quella degli Zerg fu per me troppo ostica. Non credo di dire una cavolata se insieme la triade composta da Dune2, Age OF Empire e Starcrat furono i giochi RTS a cui mi dedicai di più.

Starcrat ebbe anche lui una sola espansione come Diablo ossia BroodWar. Fu pubblicato il 30 novembre 1998. Nella cronologia del gioco, la campagna Brood War (traducibile “guerra delle covate”) inizia circa un mese dopo la fine del primo videogioco, ovvero nel luglio del 2500, e dura fino a settembre/ottobre dello stesso anno. L’ordine ufficiale delle campagne nell’espansione è: Protoss, Terrestri, Zerg.

Anche i riconoscimenti fu molti, Wikipedia ad esempio riporta questi:

  • Gioco per PC numero uno di vendite del 1998 – PC Data
  • RTS of the Year (Strategico in tempo reale dell’Anno) – PC Gamer
  • Game of the Year (Gioco dell’Anno) – GameSpot
  • Game of the Year (Gioco dell’Anno) – Computer Gaming World
  • Game of the Year (Gioco dell’Anno) – Gamesmania

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Ma, se ciò che leggete vi ha sempre sollazzato lo spirito e avete voglia di offrimi un caffè potete farlo qui, sul mio profilo Ko-Fi. Si tratta di un di più non necessario e semplicemente gradito. Nessuno verrà mai bloccato fuori perché non ha lasciato la mancia.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se volete invece avere un rapporto diretto con la produzione dei contenuti di questo blog e ricevere news e aggiornamenti su tante iniziative non solo legate a Cornerhouse, potete iscrivervi al canale telegram a questo link: https://t.me/cornerhouse

A presto!

Una risposta a "[Videogiochi][Diablo] Un Viaggio Nel Sanctuarium. La Storia di Diablo e Della Blizzard. Parte 3. Starcraft."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...