Videogames

[Videogiochi] [Giochi Di Carte] Hearthstone. Consigli per iniziare da chi ha appena iniziato con successo.

Sei da poco diventato un veterano di Hearthstone, o meglio, così sostiene il gioco stesso. In realtà sei semplicemente arrivato al livello 25 di esperienza nel gioco classificato che potremmo tradurre nel dire che hai finito il tutorial vero e proprio e sei vagamente pronto ad affrontare le partite classificate ad un livello più competitivo. Ma facciamo subitissimo un passo indietro per chi non ha la minima idea di cosa stiamo cianciando.

Hearthstone è un gioco di carte strategico completamente digitale pubblicato dalla Blizzard nel 2014 ambientato nel mondo di World Of Warcraft, Hearthstone è quindi un gioco che si ispira niente meno che Magic risultando tra l’altro, un giochino davvero sfizioso.

Per chi conosce ed è pratico del famoso Magic capire le meccaniche base di Hearthstone è davvero un attimo, anzi, si ha quasi l’impressione che alcune cose come la gestione del mana(la risorsa per lanciare le magie) che cresce di uno in uno ogni turno, rendendo tutto molto più deterministico e la possibilità di giocare e attaccare nell’ordine che si preferisce, tendano a rendere il gioco anche più snello e dinamico. Il feeling è subito positivo perfino per chi non è del settore e si trova ad approcciare a questa tipologia i giochi per la prima volta. Il tutorial preliminare tende a mettere tutti a proprio agio anche nel fase di deckbuiling da sempre il cuore di questo genere di giochi. Il Deckbuiliding ossia la costruzione di un proprio mazzo personale all’interno di alcune regole ben precise è croce e delizia degli appassionati e dei curiosi che si dividono tra quelli che sostengono che un mazzo forte vince da solo mentre c’è chi è dalla parte della qualità del giocatore sopra il proprio mazzo. As usual, per te la verità è nel mezzo.

Il lore di World Of Warcraft viene ripreso e riprodotto nella sua essenza.

La tua esperienza in questi due mesi con Hearthstone è molto promettente. Quest’anno ha sperimentato diversi giochi da carte figli in qualche modo dell’eredità di Magic e Hearthstone se non è il più interessante, davvero, poco ci manca nonostante sia privo della componente fisica materiale caratteristica quasi fondamentale in un gioco di carte.

Per fortuna puoi affermare con un buon grado di convinzione, (dopo centinaia di partite, hai dato poco preso un achievment che ti segnalava di aver vinto 100 partite) che Hearthstone non è per nulla un sistema Pay for Win. Ma al più come hai trovato scritto su alcuni forum un pay to accelerate. Infatti, dedicando al gioco il tempo necessario a completare le quest daily quasi ogni giorno sei riuscito ad aprire molte buste e ad avere carte sufficientemente valide per costruire alcune deck anche fortini. In questo momento, ad esempio, i mazzi che hai usato di più sono Il Tempo Rogue (“tempo” è il modo nuovo per definire i mazzi aggro-control) e un mazzo mago che spara e si difende con delle creature che sfruttano l’abilità Provocazione.

Anche sullo schermo piccolo di uno smartphone le informazioni sono molto leggibili

Soltanto ora ti sei permesso di investire 5 euro nel pacchetto di benvenuto che consiste in 50 carte e un drago leggendario. Ma non era una spesa obbligatoria per nulla. Per giunta con la tua solita sfiga, non è che ti sono “uscite” carte così forti per i tuoi mazzi.

Per chi se lo stesse quindi domandando e volesse provare è tutto piuttosto fattibile

I consigli di cui hai fatto tesoro e ti senti di condividere sono più o meno questi.

All’inizio è importante giocare tutte le classi per portarle al decimo livello per sbloccare tutte le carte base della collezione. Come dicevi le daily servono come il pane. Con un po’ di impegno è possibile aprire una busta gratuitamente almeno una ogni due giorni. Se dell’idea che sia meglio aprire le buste classiche piuttosto che quelle delle espansioni ci sono già tantissime carte forti li che sono sufficienti per arrivare al livello 25 ma se proprio non si vuole cambiare è meglio concentrarsi sulle espansioni più recenti dell’ultimo anno in corso perché saranno le carte che toglieranno dal formato standard tra due anni mentre quelle più vecchie avranno una vita più breve.

Quello che un gioco di carte non avrà mai è l’impatto visivo che qui è davvero eccelletne

Come in tutto i giochi collezionabili è possibile scambiare le carte per averne di altre magari che ci servono di più. Il sistema prevede di trasformare in cristalli le carte con un fattore di conversione in funzione della loro rarità e convertire i cristalli in nuove carte magari più utili.

Anche qui il consiglio è di non buttare via niente a meno che non sia la terza copia della carta o di non aver un atteggiamento del tipo “a me interessa giocare solo un mazzo per ip omemento” allora il resto lo si può convertire, insomma, dipende dall’approccio. Tu non l’hai fatto, per ora, ma la ricerca di alcune carte alle volte è snervante come però è normale che sia nei giochi dove si aprono bustini anche se virtuali.

Non vedi particolare controindicazioni su Hearthstone se non che crea dipendenza, accidenti. Anche se in verità è proprio il mondo del deckbuilding ad appassionarti. Ci sono giochi anche carini che hanno risolto il problema eliminandolo come Keyforge che ogni mazzo è unico e immodificabile che si, ti è piaciuto ma lo hai sempre percepito come mancante di qualcosa. Ma badate bene è proprio questo il bit che distingue Keyforge dalla massa di giochi, spendi 10 euro e vai. L’altro titolo a cui hai dedicato tempo e soldi e il LCG de Il Trono Di Spade che sembra arrivato invece in una situazione di stallo dove i mazzi che si vedono in giro e che vincono sono purtroppo sempre gli stessi.

Hearthstone sembra essere come magic e sfruttando una rotazione costante delle carte sembra avere un bilanciamento e una variabilità più alta.

Hearthstone è disponibile si Pc e cellulare Android e Ios, se ne avete voglia consigli davvero di provarlo.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...