Libri e Fumetti

[Fumetti][Graphic Novel] Tosca Dei Boschi. Teresa Radice e Stefano Turconi. Bao Publishing.

Bentrovati amici lettori e appassionati di fumetti, oggi cianciamo amichevolmente di una graphic novel che hai letto giusto qualche giorno fa spapanzato fresco fresco su una sdraio mentre Carlotta e la miniCornerhouse riposavano di gusto. Il fumetto di oggi è Tosca Dei Boschi, ultima fatica edita dalla Bao Publishing della coppia Teresa Radice e Stefano Turconi.

Lo hai già scritto in più occasioni ma da quando hai messo le mani su Pippo Reporter e dopo aver successivamente letto Il Porto Proibito, ti sei letteralmente innamorato del modo di fare fumetto di Radice e di Turconi. Ogni volta che leggi qualcosa scritto da loro ti si smuove qualcosa dentro, ogni volta, ogni lettura diventa il tuo fumetto preferito, preferito, ovviamente fino al prossimo.

Non a caso adesso compri ormai a “scatola chiusa” qualsiasi cosa esca che sia scritto da questa coppia di autori. Per esempio, l’altro giorno su Instagram hai visto una foto sul profilo dell’orso chiaccherone e tac, hai puntato un fumetto che appena lui stesso ti ha detto che era della coppia che vive nella casa senza nord hai subito comprato dal tuo spacciatore di fumetti di fiducia ossia una copia di Ducks On The Road.

Ma non perdiamoci in facenzie e divagazioni e torniamo a parlare della nostra Tosca. A differenza della graphic novel precedente “Non Stancarti Di Andare” che hai letto l’estate scorsa di cui potete leggere il commento proprio qui, Tosca Dei Boschi abbandona i toni maturi e sociali per viaggiare in una direzione più d’avventura, se vogliamo anche impostando un racconto verso un pubblico più giovane.

C’era una volta e c’è ancora adagiato tra dolci colline, in terra di toscana, tra filari di vigne e antichi ulivi, non lontano da un fitto bosco che delle maestose montagne d’appennino copria lo fianco lo ridente borgo nomato Castelguelfo dominato dall’imponente palazzo dello suo nobile duca.

Tosca Dei Boschi è una storia medievale che segue il canovaccio classico delle opere di genere come matrimoni combinati, amori clandestini, tradimenti, esecuzioni e scambi di identità ma pur mantendosi lineare e, senza voler essere per forza “negativi”, prevedibile, Tosca ha dalla sua una cura dei dettagli e un ritmo narrativo davvero avvincenti con delle vignette che mantengono un livello altissimo, senza che l’azione venga rallentata.

Siamo in pieno Rinascimento toscano, epoca di rivalità tra Firenze e Siena e come dicevi anche il linguaggio usato dai personaggi ripercorre il periodo storico senza però mai rendere pesante la lettura. La trama sviluppata da Teresa Radice ci racconta un’amicizia in grado di farsi strada attraverso varie situazioni anche difficili, le quali possono concretizzarsi sotto diverse forme dal conflittuale rapporto con i genitori a degli inseguimenti a cavallo o per fine ad una imminente guerra.

Nel castello della nobile famiglia dei Fieramosca vive la giovane duchessina Lucilla, destinata a un matrimonio combinato voluto dei suoi genitori, in particolare da suo padre; la vita di Lucilla sarà però sconvolta dall’incontro con il menestrello Rinaldo aspirante paroliere e Tosca, una ladra che ruba alle persone più ricche, una Robin Hood nella terra del Chianti. I due sono fratelli, orfani che hanno imparato a vivere in autonomia e completa libertà, e Lucilla è affascinata da quello stile di vita opposto al suo, perché ogni giorno deve combattere contro la gabbia dorata in cui è rinchiusa fin dalla nascita.

Come già avveniva ne Il porto proibito con i brani di letteratura della terra d’Albione, anche qui Teresa Radice arricchisce di chicche il racconto principale con numerose citazioni e menzioni dai grandi autori italiani del Medioevo creando un mix ben congeniato che porta a chiedersi se sia la storia principale a determinare la selezione di citazioni letterarie o siano quest’ultime a influenzare la vicenda.

Hai apprezzato che, pur nell’adesione ad una serie di motivi ricorrenti nel genere, alcuni cliché siano stati per fortuna superati, primo tra tutti la contrapposizione che, meno male, non c’è, tra Tosca e Lucilla che mostrano due lati della femminilità entrambi leciti e non per forza in competizione: Puoi essere cavaliere senza esse Brien di Tarth o principessa senza che questo sia meno dell’altro. Si, che non accusatemi di essere retrogrado ma alcuni tipi di forzature sulle protagoniste femminili dell’ultimo periodo, che devono per forza distaccarsi dagli stereotipi della narrativa, passate il termine “antica” un po’ ti stavano stufano.

Per questi motivi, consideri Tosca Dei Boschi un ottimo lavoro della coppia Radice e Turconi. Una storia che va bene un po’ per tutte le età e che ha per qualità di dettaglio e ritmo della storia tutte le caratteristiche per avvicinarsi con le dovute differenze ai miti disneyani come La Spada Nella Roccia o Robin Hood.

Come sempre a questo link potete acquistare Tosca Dei Boschi su Amazon, si tratta di un link di affiliazione il che significa che se comprate passando da link che hai lasciato, a voi non cambia nulla al cornerhouse invece, viene riconosciuta una picccina piccò percentuale che tendenzialmente equivale a un caffè al bar. Insomma se lo fate vi si sarà sempre grati.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Annunci

2 risposte a "[Fumetti][Graphic Novel] Tosca Dei Boschi. Teresa Radice e Stefano Turconi. Bao Publishing."

  1. I soldi per Radice e Turconi sono sempre ben spesi, che siano storie adulte o meno come in questo caso!
    Anche a me è piaciuto molto, disegni come sempre fantastici, storia semplice ma perfetta per chi mastica fumetti da tanto e anche per i più giovani che ci si sono avvicinati da poco.
    Di sicuro la farai leggere alla tua piccola al più presto! 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...