Juke-box

[Juke-Box #6] Just Like Heaven. The Cure.

Buon sabato ragassuoli, dopo qualche settimana di assenza ritorna per il vostro sollazzo e in veste ufficiale la rubrica musicale del Cornerhouse che vi propone di ascoltare brani rock che per te sono importanti o brani legati in qualche modo al mondo del cinema.

Dopo alcune canzoni messe in scaletta facenti parte di colonne sonore di film come Transformers piuttosto che Avengers, oggi hai voglia di condividere con tutta l’allegra banda uno dei tuoi brani preferiti di una delle tue band preferite: Just Like Heaven dei The Cure che tra l’altro grosso, grossissimo rosik, hanno tenuto proprio la settimana scorsa il loro concerto al Firenze Rocks e sai per certo che alcuni di voi ci sono anche andati. Accidenti che invidia!

Just Like Heaven è il terzo singolo estratto da uno dei più famosi dischi dei The Cure: Kiss Me Kiss Me Kiss Me del 1987. Just Like Heaven è un brano particolarmente radiofonico non a caso emittenti come Virgin Radio ancora oggi l’hanno in scaletta. Ma sono certamente degni di nota alcuni risultati di spicco del brano come essere il primo successo amerrigano della band ed essere considerata da molta stampa pop di settore uno dei migliori brani degli anni 80 nonché una delle 50 più belle canzoni d’amore sempre di quel periodo.

Robert Smith, infatti, ha tratto ispirazione per il testo della canzone da una vacanza con quella che sarebbe poi diventata sua moglie.

Per te, invece, Just Like Heaven, non è collegata a qualche ricordo in particolare ma c’è una magia, una filo immaginario di continuità che unisce la musica dei The Cure alla tua vita. C’è sempre una canzone per ogni tuo stato d’animo, dalla sognante “Trust” alla rabbiosa “Want” o alla romantica “There Is No If” senza neanche dimenticare l’influenza post punk di Pornography. L’aspetto speciale è che anche se possono passare mesi senza che tu ascolti un singolo brano della band di Robert Smith, capita sempre che poi vi ritroviate in un modo o nell’altro senza che l’evoluzione o la trasformazione dei tuoi gusti intacchi il piacere con cui senti questi brani. Ascolti sempre tanta musica diversa e spesso, come giusto che sia, particolari canzoni raccontano di una tua fase, canzoni le quali oggi alle volte, non ti piacciono più come prima, pur riconoscendo con un po’ di nostalgia, in quel determinato periodo, quanto tu le amassi. I Cure per te vanno oltre, trascendono…

E voi, cari ragassuoli avete un gruppo o un cantante che sempre e comunque vi ha fatto compagnia in tutti i vostri anni? Dai, parliamone nei commenti.

“Show me, show me, show me how you do that trick?

The one that makes me scream.” she said

“The one that makes me laugh.” she said

And threw her arms around my neck

“Show me how you do it,

And I promise you,

I promise that

I’ll run away with you,

I’ll run away with you.”

Spinning on that dizzy edge

I kissed her face and kissed her head

And dreamed of all the different ways

I had to make her glow

“Why are you so far away?” she said,

“Why won’t you ever know

That I’m in love with you,

That I’m in love with you.”

You

Soft and only

You

Lost and lonely

You

Strange as angels

Dancing in the deepest oceans

Twisting in the water

You’re just like a dream

You’re just like a dream

Daylight licked me into shape

I must have been asleep for days

And moving lips to breathe her name

I opened up my eyes

And found myself alone alone

Alone above a raging sea

That stole the only girl I loved

And drowned her deep inside of me

You

Soft and only

You

Lost and lonely

You

Just like heaven.

Annunci

2 risposte a "[Juke-Box #6] Just Like Heaven. The Cure."

  1. Colpito sotto la linea di galleggiamento all’altezza della Santa Barbara! Boom! Colato a picco in una manciata di secondi. Just Like Heaven è la mia canzone. Non passa mese che non la ascolti o la canticchi sotto la doccia. È l’unica canzone di cui so a memoria il testo e l’intonazione di ogni nota, seppure nel cantarla inevitabilmente ne venga fuori una versione storpiata. Era in lizza per il titolo da dare alla mia webettola, ma ho optato per Pictures of you perché la prima poteva suonare presuntuosetta e pretenziosa, mentre la seconda, a prescindere dal suo testo originale, è un messaggio di accoglienza e una dedica a tutti gli eventuali lettori.
    Infine, è da quel dì di undici anni fa che ne voglio scrivere una traduzione-racconto come fatto per Pictures of you, ma ogni volta desisto perché non sono mai soddisfatto delle mie parole. Non si avvicinano minimamente alla bellezza straordinaria di questo testo e musica che apparentemente sembrano un prodotto cucito addosso alla radio. Ho anche un singolo riarrangiato sempre dai The Cure che è la mia versione preferita, anche rispetto all’originale pubblicato sull’album Kiss Me Kiss Me Kiss Me.
    Insomma, con questo post mi verrebbe di abbracciarti e poi ballare selvaggiamente questa sublime canzone!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...