Boardgames

[Giochi Di Carte] Keyforge

Buongiorno cari ragassuoli e graziose donzelle oggi, dopo qualche post di distanza dal ultimo scritto sul tema, torniamo a cianciare di giochi di carte che tanto ti sollazzano lo spirito tutto. Oggi è il giorno di Keyforge.

Keyforge (della Fantasy Flight Games e edito in italiano da Asmodee Italia) è il nuovo gioco di carte uscito l’anno scorso ideato da quel mattacchione di Richard Garfield già papà dell’eterno Magic The Gathering. Keyforge si è posto il notevole obiettivo di far giuocare chiunque andando a cercare di eliminare il principale muro che separava i giocatori di Magic da chi non ci hai mai giocato.

Ripartire da zero, così come per il mondo dei fumetti, ad esempio, è un eccellente gateway per portare “a bordo” nuove persone e riattivare le vendite. Keyforge però è un gioco nuovo e non è da confondere “esclusivamente” con un reboot di Magic perché ha le sue determinate caratteristiche che pescano tra l’altro anche da Hearthstone, il famoso videogioco della Blizzard che ha porta il mondo dei giochi di carte nel mondo dei videogiochi.

Le principali differenze tra Magic e Keyforge sono, secondo te, tre, le quali hanno un impatto molto importante sulle dinamiche fuori e dentro la partita.

Dal Profilo Instagram del Cornerhouse

Per prima cosa il deckbuilding è completamente assente. Si compra un mazzo da dieci euro e si gioca con quello. Ogni mazzo è unico ed è costruito randomicamente da un cervellone pescando per ogni mazzo carte tra tre casate tra le sette disponibili. Come potete immaginare questo apre scenari devastanti sul fronte del bilanciamento. È impossibile che keyforge lo sia. Ci sono mazzi che sono più forti altri che lo sono meno. È un semplice calcolo delle probabilità. Che poi, qualcuno più bravo a giocare possa ribaltare un risultato scontato questo è chiaro che può accadere ma alle chiappe purtroppo non si comanda. Keyforge è un pay for win? Eh, chiaramente a livello competitivo si, ma come Magic infondo. Fino a quando non si scarta un mazzo “gagliardo” si continuerà probabilmente a comprarne. Ma tutto questo è un male? No per nulla. Grazie a questa “idea” chiunque può giocare senza incontrare le difficoltà di chi deve approcciarsi ad un gioco come Magic ed è per questo che questa novità sta riscontrando un notevole successo.

La seconda differenza che hai notato non è stata subito compresa è che non si gioca a uccidere l’avversario. Lo scopo è forgiare tre chiavi con le proprie ambre, non menare l’avversario quindi badate bene a quello che fate.

Terza differenza è che non si giocano instant nel turno avversario. Per i neofiti potrebbe non voler dire molto ma per chi viene da Magic sa bene cosa non si combina nel turno dell’avversario. Qui, no, niente, non si fa.

Keyforge a te ha convinto parecchio, il gioco è mediamente rapido, semplice da capire ma impegnativo da dominare. Non essendoci l’affinamento nella costruzione del mazzo tipico dei giochi di deckbuilding è l’esperienza accumulata con uno stesso mazzo a fare la differenza. Conoscere le proprie carte può essere determinante tra la vittoria e la sconfitta.

Dal Profilo Instagram del Cornerhouse

Keyforge quindi è un interessante modello di business che in questo momento sta funzionando pur con i suoi difetti. Tu ci sei dentro anche perché è impossibile entrare di nuovo in Magic The Gathering nonostante se la tentazione di e ricostruire il tuo vecchio “nero-rosso” che si basava sul demonietto provocatore e sull’assassino reale, è nostalgicamente forte.

Oggi è in uscita la sua seconda espansione che dal tuo punto di vista ha l’arduo compito di portare a maturità Keyforge che non c’è più tempo di aspettare come vent’anni fa quando uscì Magic. Tu hai già prenotato “la tua parte” presso la tua fumetteria di fiducia che hai deciso di premiare visto che hanno deciso anche loro di vendere il gioco.

Le faq che sono uscite in contemporanea hanno raddrizzato o nerfato, decidete voi se far polemica o meno, un paio di carte davvero molto potenti ridimensionandone gli effetti. Per quanto per una carta ti dispiaccia hanno effettivamente fatto bene.

Dal Profilo Instagram del Cornerhouse

Per chi non sapesse dove rivolgersi per acquistare Keyforge c’è sempre lo store online più grande del mondo. Qui trovate il link amazon per acquistare lo starter set che contiene tutti i segnalini e token vari e due mazzi unici per poter giocare subito. Ricordatevi che si tratta di un link di affiliazione Amazon, in pratica se qualcuno acquista passando tramite quel link, Amazon applica le solite condizioni di vendita, semplicemente al Cornerhouse viene riconosciuta un piccola percentuale che nella migliore delle ipotesi equivale ad un caffè.

Nota dolente. La community su Fb ti da l’idea già di essere un pelo tossica come, purtroppo, accade nella maggior parte di questo tipologia di giochi. Magari nei tornei locali la situazione è più respirabile ma, sorry, ci credi poco. La saccenza che hai riscontrato è davvero avvilente. E pensare che Garfield stesso ha dichiarato con Keyforge andrebbe giocato con uno spirito diverso e più leggero rispetto al mostro sacro dei giochi di carte.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola, la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

4 pensieri riguardo “[Giochi Di Carte] Keyforge

  1. Non sono un giocatore ma questo cardgame l’ho conosciuto attraverso gli amici di Nerdosterone quando sono andato a trovarli a Modena.
    Su di me non ha fatto effetto, ma due miei amici lo hanno amato subitissimo.
    Apprezzabile la modalità come è “costruito” il gioco tutto^^

    Moz-

    Piace a 1 persona

  2. Dopo Yugi, ho poca voglia di star dietro a giochi di carte, anche se anomali come Keyforge 😛
    Però, la cosa delle casate e certi disegni mi fanno pensare che possa essere trasposto in fumetti di fantascienza psichedelica, come un Incal più leggero 🙂

    Piace a 1 persona

      1. L’Incal è un fumetto abbastanza lisergico, con una fantascienza un bel po’ magicosa e sottotesti esoterici a casse.
        Pensa ai Masters sotto acido, incrociati coi concetti base della Forza, con molta più violenza e un filo di sesso. E sto semplificando molto 😛

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...