I Libri Del 2019 · Libri · Libri e Fumetti

[Libri] – Il Signore Delle Mosche

Bentrovati ragassuoli oggi ci ritroviamo in questo solito postaccio che intasa l’internet con tutte le sue fregnacce per parlare di un libro che tutto sommato ti è piaciucchiato.

Oggi cianciamo de Il Signore Delle Mosche libro del 1954 scritto dal premio nobel per la letteratura William Goldin. La trama è più o meno questa: un gruppo di bimbi di diverse età sopravvive ad un disastro aereo rimanendo disperso su un isola incontaminata. Inizialmente nonostante l’assenza degli adulti i bimbi provano a darsi delle regole per cercare di sopravvivere su quell’isola poi ad un certo punto i loro istinti più selvaggi iniziano ad avere la meglio spaccando il gruppo che arriverà a scontrarsi.

Il Signore Delle Mosche è un libro interessante anche se hai faticato un po’ a leggere, più che altro per la tua stanchezza generale e per via di un modo di scrivere che ha risentito dell’età. Ma in ogni caso si tratta di un classico della letteratura quindi l’unica che cosa che si può fare è esprimere la propria opinabile opinione. In questo libro C’è un grosso fondo di pessimismo in questo libro, una profonda disillusione nei confronti dell’essere umano che davanti alla paura (di una bestia in questo caso) sprofonda nell’irrazionale violenza contro i suoi simili.

L’uomo produce il male come le api producono il miele.

Per Golding l’uomo è inevitabilmente malvagio, malvagio contro se stesso, gli altri e la società e la citazione ci cui sopra è l’esempio più concreto di quanto viene scritto nel libro.

Seppur in un altro contesto, Il Signore Delle Mosche ti ha ricordato lo stesso declino morale e umano che Robert Kirkman ha voluto raccontare attraverso l’apocalisse Zombie di The Walking Dead. L’idea però che siano i bambini i protagonisti di questa storia ti angoscia ancora ti più. Se nell’opera di Kirkman un futuro migliore è anche se lontano possibile se sono i bambini a degenerare beh, il disastro è totale.

Il Signore Delle Mosche è un libro importante, un libro che fa riflettere e che mette ansia. Non è adatto a chi cerca una lettura leggera prima di addormentarsi ma sei convinto appassionerà la maggior parte dei lettori anche quelli più pischelli.

Per chi volesse anche approfondire il tema esistono due adattamenti cinematografici del film. Il primo del 1963 che ha ottenuto anche la nomination per la palma d’oro a Cannes e il secondo del 1990 che è sostanzialmente un remake contestualizzato negli anni ’90. Non hai visto nessuno dei due film ma ammetti che un filo di curiosità c’è.

Se invece, cercassimo una versione moderna del tipo “serata serie tv” ci può venire in soccorso anche nerlflix con la serie Society che sostanzialmente ripropone gli stessi temi e si dichiara fin da subito ispirata da questo libro.

Su Amazon è possibile acquistare una delle due attuali edizioni del libro edite entrambe da Mondadori cliccando qui. Entrambe hanno un costo relativamente economico la più cara costa 11 eurini. L’edizione che appartiene alla collana oscar Junior ha la copertina realizzata da Gipi un motivo più che valido per scegliere questa edizione visto che lo stile del fumettista italiano si sposa alla perfezione con il tema del libro.

Ricordatevi sempre che il link ad amazon è un link di affiliazione amazon in pratica se voi acquistate il libro con le normali condizioni di vendita che Amazon vi applica ma mettete il libro nel carrello tramite il link proposto, al momento della conferma dell’ordine verrà riconosciuta al cornerhouse un piccola percentuale che più o meno equivale ad offrire al qui presente un caffè.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

6 pensieri riguardo “[Libri] – Il Signore Delle Mosche

  1. A questo punto, bisogna citare i Simpson.
    Marge: i bambini possono essere crudeli…
    Bart: possiamo? Grazie mamma!

    Più seriamente: non l’ho letto, ma mi incuriosisce. Di certo non sono della scuola del male genetico e connaturato, per me abbiamo dentro un po’ di tutto e sta a noi trarne il meglio, ma vabbè, io prediligo i lieto fine, purché scritti bene 😉

    Piace a 2 people

  2. Sarà l’età che avanza, sarà che sono un esecrabile ottimista, sarà che i bambini non possono essere così “adulti” (anche nella finzione), ma non è nelle mie corde. Abbiamo abbastanza cinismo in giro e non mi va di leggerne dell’altro. Ottima recensione as usual.
    PS: il tocco magico del Mastro: hai magnificamente storpiato “affiliazione”. Sei un mito della dislessia ortografica. 😂👍

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...