Il Trono Di Spade 8×5. Le Mirabolanti riunioni di condominio in quel di Westeros.

 

E alla fine anche le più litigiose tra riunioni di condominio finiscono. Anche quelle dove ci si prende a brutte parole e dove si da il peggio di se. La gente se ne torna a casa con il muso, magari incazzata per la Dananana della situazione che lascia pisciare il drago in giardino o perché Varini manda lettere un giro con i suoi piccioni, che si sa, scagazzano su tutti i cornicioni sui balconi.

Neanche i saggi interventi mediatori del Bello De Notte e della sua allegra cumpa di zombi ne dello specialista in storie amore HR Wells hanno saputo portare pace e serenità in questa landa de stronzi.

Si apre con Varini che sgamato da Dananana a mandare pizzini che raccontavano come la signora sia solita tenere in disordine il cassetto della biancheria e che in realtà fosse una falsa magra. Si, Dananana usa la pancera!

“Tradimento, ahhh Tradimento”. Dananana si lamenta con Tirione.

“Ehm veramente glielo detto io.” “confessa il nano ma alla regina prendono i cinque minuti e “Gne gne è stato Giannino”

“Ma giustiziamo Varini che tanto i suoi piccioni sono un problema a prescindere” Aggiunge.

 

1557905290-picsay

E così ci lascia uno dei personaggi più affascinanti di tutta la serie. Se solo avesse saputo che c’erano dei prodotti a hoc da leroy merlin per allontanare i piccioni sarebbe andato tutto diversamente.

Ma qui ti si vuol ricordare all’apice della tua saggezza, grazie di tutto Varini!

picsay-1461842873
Grazie Varini per questi dialoghi!

La sera dopo si aprono -finalmente- le scommesse per il CleganeBowl che si sarebbe tenuto il giorno successivo. Beagle Clegane è dato tre a uno contro Zombagna fresco pino, così mentre Arya raccoglie i soldi, Tirione va dal fratello Giacomino che era stato preso a caso per strada mentre scendeva Giù anche lui verso la palazzina di approdo del re. Scusassero un minuto ma fatece capi’ e se Giacomino era dalla vostra parte? No, arrestiamolo così possiamo fare la scena drammatica con il fratello. Vabbè che sceneggiatori di classe.

I due se fanno la loro seconda “ultima” chiaccherata della vita. La prima l’avevano avuta alla palazzina di Grande Inverno ora qui. Mo’ uno dei due ha da schiatta’. Spiace ma mo’ basta e che cavolo.

Arriva l’alba e quando tutto è pronto. Drogolo dimostra ancora una volta, come se ce ne fosse davvero bisogno, la più totale incapacità degli sceneggiatori. Ora, facciamoci andar bene che Drogon è il più ganzo gagliardo dei tre porcellini ma ha fatto fare a Visierolo e a Regalo la figura dei peracottari. In cinque minuti Drogolo se pappa tutta la flotta dei mainagioia e rompe tutte le cerbottane antieree di approdo del re. Guerra finita. Sooooka, suonano le campane. L’esercito si è arreso. Tutto qui?

È invece no, ta dan ecco a voi la malvagia danana, ancora incazzata con varini che le ha scattato una foto senza trucco mostrando due occhiaie che meriterebbero di essere imbarcate in aereoporto che per l’occasione si fatta i capelli ancora più argentei e ha coperto le suddette occhiaie. Evidentemente carbonizzare personaggi importanti concilia il sonno. Eh niente come predetto da HR wells eccovi la nuova super ultra cattivona villanzona Danamalvagità. Qualcuno ha perso proprio la bussolina. Accidenti.

Ma porca paletta avete capito che Drogolo da solo ha conquistato una città, pensa se i draghi erano tre. Ponci ponci popopo. Capite cosa poteva fare il drago nelle mani del bello de notte?

Nel frattempo Giacomino cerca un modo per raggiungere l’amata sorella, la Cercy che ormai si è resa conto che probabilmente l’odore di melma che sente in giro arriva proprio dalle sue mutande e non dal sua putrefazione Zombagna a cui per l’occasione è stato regalato un abre magique.

Tentando di passare da dietro, Giacomino incontra Euronio mainagioia reduce da una maratona marina. Fanno un po’ a cazzotti rivelando l’ennesima cazzata narrativa. Visto quanto succederà da li a poco ha avuto davvero senso ferire Giacomino? Siamo onesti no. Davvero. No.

Ma finalmente ecco il cleganebowl atteso ormai da sette stagioni da quando il Beagle clegane aveva messo in riga il fratello ai tempi solo montagna. Lo scontro è impari. Beagle meriterebbe la vittoria ai punti ma Zombagna non muore. Uno zombi che con un buco nel cervello non muore. Chiedete al suo creatore come si fanno dei non morti cosi che il bello de notte un appuntino se lo prende senz’altro.

Alla fine il sacrificio è inevitabile. Ora ci dobbiamo fa r andar bene che con il cervello bucato sia vivo, mentre sfracellato al suolo muoia. Bah…

Torniamo da Giacomino che ritrova la sorella. Il piano è semplice. Traslocare, sloggiare farsi la casa altrove. Fuga! Ma nell’ordine: Giacomino è ferito, probabilmente avrà bisogno di di trapianto di rene ma visto l’andazzo con cui Danamalvagità ha arrostito i popolani trovarne uno sano sarà difficile. Poi l’uscita è sbarrata perché sta crollando tutto. Per il potere di Shakespeare, il regista ci prova a dare pathos alla scena. La morte tragica di mimi e coco ma niente, zero emozioni tutte le emozioni evidentemente sono rimaste sepolte dalle macerie prima di loro.

Ma in tutto questo casino, il nostro beniamino Giannino Ignoranza che sta combinando? N-i-e-n-te. zero nisba niet. Capisce solo quando è il momento di andare via perché la Danamalvagità ha leggermente esagerato. Giusto ‘na anticchia.

Alla fine Arya the killer l’indistruttibile, la fortunella, la devo-restar-viva-che-sono-l’arma risolutiva per fermare l’ennesimo cattivo stagionale, sopravvive contro ogni statistica a venticinque crolli di palazzine, mura e quant’altro. Finisce sotto ad una madria di bufali e ad un branco di duetracchi armati di falcteto e sapete perché succede? Perché il regista ha voluto creare un parallelo tra Arya e Beagle scambiare scena ogni qualvolta uno dei due prendeva ‘na mazzata. Vabbè ritenta sarai più fortunato.

Alla fine trova il cavallo bianco di Gandalf e capisce qual’è la sua missione finale. Uccidere questo strazio cosmico e ridicolo che è diventata la serie del trono di spade. Arya siamo con te, salvaci. Almeno andiamo tutti al nord a vivere in pace e a fare due carezzine a Spettro.

Giù il sipario.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Annunci

2 pensieri su “Il Trono Di Spade 8×5. Le Mirabolanti riunioni di condominio in quel di Westeros.

  1. Sarà peggiorata come serie fantasy grimmeddarke, ma GoT, come serie comica, ispira riassuntoni/tazzi sempre all’altezza! XD
    Comunque altro che H. R., qui co vuole tata Lucia.

    – Sig. Ignoranza, non è che può lasciare che sua figlia bruci vivo mezzo Approdo del Re senza poi lavare i denti al drago, eh!

    – Veramente lei è mia zia e una volta me la son pure bomb…

    – Ah!

    Piace a 2 people

  2. Applausi! Applausi! Tanta lucidità e coerenza di scanzonato racconto contro una sceneggiatura che hanno tirato via per risparmiare su qualche puntaNata in più. Ma visto l’andazzo (scegliete voi la giusta rima) è meglio così che ne rimanga solo una.
    Ma a parte tutto, mi avete fatto sorbire nove stagioni per raccontarmi una storia che ha la trama di una partita a Monopoli: ripasso dal Via!
    In pratica la storia ha mosso i suoi passi da una redenzione (e riscatto sociale) di una famiglia sommersa con un padre folle e sanguinario, un figlio coglione e sanguinario (morto subito), una figlia unta dal Signore (dei Draghi) e posseduta dal futuro spirito di Madre Teresa di Calcutta. Libera schiavi che manco Gesù Cristo in vita c’è riuscito, sgomina il Male Non-Morto (per definizione il Male non muore mai) e quando è a tanto così dal suo piano di pace e bontà universale, che fa?!? “come il babbo” (cit. Non ci resta che piangere).
    Praticamente ha mandato tutto in malora per un momento di contrariamente. A Westeros si vocifera che “avesse le sue cose”.
    Stagione con valori di produzione e fotografia superlativi, mandata in vacca da una sceneggiatura pigra e caciarona come i peggiori cine-comic ammerigani.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...