Boardgames · Unlock

[Giochi Da Tavolo] Unlock! Escape Adventures

Bentrovati ragassuoli, oggi iniziamo le settimana tornando a cianciare con leggerezza di giochi da tavolo. Tempo fa, avevamo già introdotto il titolo protagonista di questo post raccontando delle impressioni a caldo sugli scenari demo a quel tempo disponibili sul sito asmodee ma questa volta proviamo a concentrarci invece su quelli del primo set in vendita di Unlock! Tan dan.

Giusto per riassumere per chi non ha partecipato alla chiaccherata precedente, Unlock è un gioco da tavolo che si pone come obiettivo quello di simulare un’escape room. La caratteristica di Unlock è che i giocatori sono guidati e supervisionati da app che ha lo scopo di segnare il tempo che passa, suggerire ai giocatori laddove si possano bloccare e funzionare da verifica che i codici segreti che nella partita si dovranno scoprire.

Come hai già scritto, a questo link anzianotto trovate il commento a proposito degli scenari gratuiti mentre a questo link trovate i download per i suddetti scenari.

Per gli amanti dei tennicismi, Unlock è un titolo edito in italico idioma da asmodee italia, ogni scatola contiene tre scenari molto diversi tra loro come ambientazione e ha sempre il costo di 30 euro, in pratica 10 euro a scenario. La durata di ogni partita è di 60 minuti.

Tendenzialmente Unlock può essere affrontato anche in solitario ad eccezione delle terzo scenario che richiede la presenza di almeno due giocatori.

La prima cosa da dire è che gli scenari demo sono certamente confrontabili con quelli di questo set, quindi sono in grado di offrire una divertente prova che rende giustizia alla versione a pagamento. Se per tanto la versione gratuita ve piace lo faranno anche questi.

Il gioco si può riassumere in un gioco di carte le quali possono essere di vario tipo e possono essere combinate tra loro secondo regole ben precise e chiare.

Le carte possono rappresentare enigmi di diversa natura. Dai classici combino due oggetti per ottenerne uno nuovo a enigmi di tipo visivo in cui vanno notati dei particolari delle carte a enigmi/rompicapo che possono coinvolgere diversi elementi anche la scatola stessa del gioco.

Il primo scenario dal titolo La Formula è una tipica escape room: Bisogna intrufolarsi in un laboratorio e rubare una formula. Gli enigmi sono piuttosto chiari. Tu e Carlotta vi siete bloccati perché non eravate riusciti a scovare un particolare. Interessante come l’app più volte vi abbia chiesto di verificare una cosa in relazione alla vostra difficoltà.

Il secondo “livello” Salsicce & Squittii è quello più fuori di testa. Graficamente è molto colorato e “cartoonoso”. Gli enigmi per voi sono stati i più complessi che hanno coinvolto diverse materia. È stato lo scenario dove avete incontrato le maggiori difficoltà. Infatti avete di gran lunga sforato l’ora di tempo a disposizione e in almeno una occasione vi siete detti: “ok senza l’app e suoi suggerimenti non ne saremmo usciti.”

Infine la terza escape room L’Isola del Dottor Goorse secondo te è stata la più bella in assoluto tra le tre proposte. L’ambientazione è stata molto chiara e gli enigmi da risolvere sono stati tematicamente coerenti con la scenario. È stato davvero soddisfacente affrontarla. Una missione complessa ma non impossibile.

Il risultato finale quindi è stato quello di aver passato tre serate tranquille, o almeno due, perché in una (la seconda) qualche imprecazione è volata, dove ci siamo divertiti a fare la settimana enigmistica ambientata e travestita da gioco da tavolo.

Unlock appartiene ad una categoria a cui è davvero difficile dare un giudizio. In primis il problema della longevità che sta a cuore a molti poiché a meno di non soffrire di amnesie molto forti, difficilmente uno scenario verrà giocato una seconda. Volta certo si può prestare il gioco o lo si può far provare ad altri ma alla singola persona non cambia il numero di partite a cui potrà partecipare: tre sono e tre restano.

Dieci euro a scenario sono tanti? Pochi? Decidete voi. Facciamo che ci sta bene, il principale problema di Unlock sta nelle sue regole in quando è possibile rompere almeno parzialmente il gioco andando a guardare il numero identificativo sul dorso delle carte che non sono ancora in gioco per risolvere una buona fetta di enigmi.

Si tratta di un difetto importante ma arginabile con un po’ di volontà.

In definitiva il consiglio che dai è che Unlock! essendo un gioco atipico, meriti di essere almeno provato da tutti coloro che hanno un minimo interesse verso rompicapi ed enigmi. Ovviamente serve un po’ di spirito da art attack per preparare le demo ma secondo te ne vale la pena e solo se soddisfatti consigli di passare ad acquistare i vari set, secondo i propri gusti.

Al momento non sei intenzionato a comprare altri set di Unlock! non perché il titolo non meriti (a Carlotta è piaciuto tantissimo) ma perché avete intenzione di esplorare anche le versioni di escape room di altre case editrici nella lista avete uno scenario di Exit di escape room edita da giochi uniti e due scenari di Deckscape gioco edito da Dv giochi.

Prima dei saluti a questo link potete trovare il modo per acquistare su Amazon, Unlock!, si tratta di un link di affiliazione cioè significa che se voi acquistate il gioco tramite quel link al cornerhouse viene riconosciuta una piccola percentuale, pari ad un caffè circa senza che a voi cambino le condizioni di vendita né come prezzo ne come consegna.

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

7 pensieri riguardo “[Giochi Da Tavolo] Unlock! Escape Adventures

  1. Neavevo sentito parlare: idea molto bella, ma dovrebbero fare in modo da potersi giocare SEMPRE. Non così, usa e getta… che senso ha? Meglio farlo tipo applicazione o gioco cellulare/PS4 stile Dimmi che sei.

    Moz-

    "Mi piace"

      1. Si, corretto. Solo la serie Exit di Giochi Uniti. Sono i più costosi come scenario. Ho letto pareri discordanti. Scenari molto su e altri molto giù. Sulla questione Legacy è un discorso di quelli meglio Software fisico o digitale. Che fatica! 🙂

        Piace a 1 persona

  2. Non ho il tempo di leggere (e scrivere) i miei post ma un salto per un gioco da tavolo lo faccio volentieri.
    L’idea della fuga mi piace ma non amo le carte (a parte Memory, se può essere considerato di questa categoria).
    Quando riusciremo a fare questa rimpatriata, optiamo per altro generi 😁

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...