[Curiosità][Videogiochi] 10 Curiosità Su Castlevania

Bentrovati ragassuoli, oggi ci facciamo una chiaccherata, cianciando a ruota libera a proposito di alcune chicche e curiosità legate ad uno dei tuoi videogiochi preferiti a cui giochi fin dai tempi del Nintendo NES. Ecchive: 10 Curiosità su Castlevania!

  • Le Citazioni Cinematografiche dei film horror d’epoca.

Tutti coloro che sono riusciti a portare a termine il primo gioco NES (si tu, con grande fatica e in tarda età ci sei riuscito, da piccolo non è mai stato possibile) avranno ricevuto una simpatica sorpresa nei titoli di coda. In pratica vengono citati in cambiando anche solo una lettere del nome i principali e più famosi attori dei film horror dell’epoca del bianco e nero. Questa è la lista completa presa da Wikipedia:

  1. Dracula: Christopher Bee (Christopher Lee protagonista di Dracula il vampiro del 1958)
  2. Death: Belo Lugosi (Bela Lugosi protagonista di Dracula del 1931)
  3. Frankenstein: Boris Karloffice (Boris Karloffche interpretò la mummia nell’omonimo film del 1932 e il mostro di Frankenstein in La moglie di Frankenstein del 1935)
  4. Mummy Man: Love Chaney Jr. (Lon Chaney Jr. che interpretò in più film il mostro di Frankenstein, Dracula e la mummia Kharis)
  5. Medusa: Barber Sherry (Barbara Shelley protagonista femminile in Dracula, principe delle tenebre del 1966)
  6. Vampire Bat: Mix Schrecks (Max Schreck che interpretò il Conte Orlok in Nosferatu il vampiro del 1922)
  7. Hunch Back: Love Chaney (Lon Chaney protagonista di innumerevoli horror degli anni venti tra cui Il fantasma dell’Opera del 1925)
  8. Fish Man: Green Stranger (Glenn Strangeche interpretò in tre film il mostro di Frankenstein negli anni trenta)
  9. Armor: Cafebar Read (Oliver Reedprotagonista di Dr. Heckyl and Mr. Hype del 1980)
  10. Skeleton: Andre Moral (Andre Morellprotagonista di Il sudario della mummia del 1967)
  11. Zombie: Jone Candies (John Candycoprotagonista di La piccola bottega degli orrori del 1986)
  12. And the Hero Simon Belmondo
  • I Contenuti Segreti di Symphony Of The Night per PsOne.

Uno degli aspetti che hanno reso incredibile per il suo tempo l’esperienza offerta dalla prima console Sony rispetto alla concorrenza del Nintendo 64 (Non è solo la pirateria) è che molti giochi (se non tutti) sfruttavano l’elevata capacità del CD-ROM per inserire tracce audio di grande qualità e contenuti aggiuntivi visionabili solo su PC. Se infatti si inseriva il CD del gioco su PC, era possibile ascoltare due tracce in più rispetto a quelle che era possibile sentire durante il gioco ed erano presenti anche delle immagini che raffiguravano i protagonisti del gioco. Tra questi, spuntava l’immagine di una vampire a senza scoperto. Ta dan

Artbook20 (1).jpg

  • Snake’s Revenge

Come certamente in molti sanno, Konami oltre ad essere la software house che ha creato Castlevania ha dato anche i natali alle serie di Metal Gear Solid che apparve anche su Nintendo NES in uno dei primissimi episodi. Il team di sviluppo dei Castlevania su NES venne infatti spostato per lavorare al seguito per la console nintendo del primo Metal Gear uscito. Kojima, il padre di Metal Gear Solid ha sempre odiato quel titolo.

  • Le Carte Collezionabili

Per chi non lo sapesse Il brand di carte collezionabili Yu-Gi-Oh appartiene a Konami. Infatti un paio di carte sono state realizzare come oggi alla celebre serie videoludica di Castlevania. La carta “Vampire Hunter”, oltre che nel nome, contiene infatti una citazione grafica del gioco, presentando un cacciatore di vampiri i cui abiti ricordano quelli di Alucard

  • Meno male che le serie TV c’è.

Per un lungo periodo si è parlato di realizzare un film su Castlevania, il progetto è stato più volte abortito anche dopo che si era trovato il regista. Meno male che almeno la serie TV prodotta da Netflix è arrivata.

  • é nato prima l’uovo o la gallina?

Stando alla storia canonica della saga di Castlevania (quindi tralasciamo gli episodi della serie reboot Lord of Shadows di cui parliamo dopo) la storia della faida tra la famiglia Belmont e Dracula è raccontata nel primo gioco uscito per PS2 dal titolo Lament Of Innocence che rappresenta il secondo tentativo dopo l’episodio per Nintendo 64 di portare la serie di Castelvania nel mondo dei giochi 3D. Il gioco dopo il successo clamoroso di Symphony Of The Night non ha avuto il successo sperato per te, resta uno degli action più belli a cui hai avuto modo di giocare di quella generazione. Dietro solo ai primi due God Of War e a Devil May Cry 3.
La storia di Lament Of Innocence è piena di drammi amorosi e amicizie infrante e racconta la gesta di Leon Belmont (sono chiare le origini francesi della famiglia) cercare vendetta nei confronti di Walter un malvagio vampiro. Solo al termine della storia si scoprirà la verità in cui (occhio spoiler) si viene a sapere che è tutta una macchinazione di Mathias Cronqvist miglior amico e compagno d’arme di Leon per diventare un vampiro ancora più potente di Walter. Il nome Mathias Cronqvist è basato su Mattia Corvino, il re ungherese che fu il cugino di secondo grado di Vlad III di Valacchia.

  • Il Reboot

Nella precedente generazione di console, quella per capirci di PS3 e XBOX 360 è stato pubblicato un gioco della serie Castelvania che ha ricevuto molti apprezzamenti dalla critica è che a tuo giudizio è il miglior esponente del suo genere sicuramente una spanna sopra a God Of War 3 ossia Lords Of Shadow. Purtroppo il suo seguito è un gioco solo carino che non ha saputo reggere il livello del primo titolo. Peccato.

In Lords Of Shadow guidiamo Gabriel Belmont in action davvero curato e interessante al termine del quale dopo aver affrontato alcuni Boss iconici della serie, scopriremo la verità. Dracula in realtà è proprio Gabriel Belmont!

  • Le Origini Del Figlio.

Alucard È un vampiro mezzosangue con tutti i vantaggi dei vampiri, figlio di Dracula e di una donna umana, Lisa. La madre, in punto di morte, lo ha pregato di non odiare gli esseri umani: questo lo ha portato a combattere contro suo padre, aiutando i Belmont e altri cacciatori di vampiri. Appare per la prima volta in Castlevania III: Dracula’s Curse,

Citando Wikipedia:

Il padre cercò di fare diventare Adrian (il vero nome di Alucard) il più forte guerriero tra i suoi servi, ma il suo lato malvagio fu sempre offuscato dalla gentilezza della madre. Un giorno, però, sua madre venne uccisa dai cittadini di un villaggio in quanto scambiata per una strega mentre raccoglieva delle erbe medicinali. Adrian era vicino a lei mentre le forze la abbandonarono, e le ultime parole rivolte al figlio furono quelle di non odiare gli esseri umani. Adrian capì che la colpa non era dei cittadini ma della paura che provavano verso le creature delle tenebre, e perciò, dopo vari ripensamenti, abbandonò il castello del padre e cambiò il suo nome in Alucard – il contrario di “Dracula”, a simboleggiare le sue convinzioni totalmente opposte a quelle del padre.

  • Gemelli Diversi

Sebbene il primo Castlevania e Vampire Killer siano praticamente usciti quasi in contemporanea a distanza di mesi l’uno dall’altro. I due giochi per quanto simili presentano interessanti differenze:

I livelli sono molto più estesi, contengono parecchi segreti (nascosti da sezioni di muri che possono essere distrutte) e sono esplorabili senza restrizioni di tempo; non è presente lo scorrimento orizzontale, sostituito dal passaggio istantaneo ad un’altra schermata. Ogni livello è suddiviso in tre zone, separate fra loro da porte chiuse e apribili solamente tramite delle particolari chiavi; alla fine dell’ultima zona c’è il tradizionale boss. Sono inoltre presenti molti oggetti secondari in più, alcuni dei quali verranno ripresi in Castlevania 3.

  • La Collection. L’ennesima occasione sprecata.

è stata da poco annunciata una collection per celebrare i cinquant’anni della Konami. Uscirà anche per Switch solo in formato digitale. I soliti cretini, che avrebbero potuto guadagnare miliardi e invece…

  • Bonus.

La mia suoneria del chiaccherone evoluto è proprio Vampire Kiss in versione 8 Bit

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

7 commenti

  1. Grande opera, grandi curiosità.
    Mi hai ricordato la questione del cd audio di SOTN, è vero, funzionava anche in modalità cd (lo sapevo perché la notizia girava, all’epoca).
    La serie Netflix era DOVEROSA.

    Moz-

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...