I Libri Del 2018 · Libri e Fumetti

[Libri] Il Guardiano Degli Innocenti

 

Bentrovati appassionati lettori di questa caciarona e sgrammaticata webbettola, l’unica in grado, nonostante tutto, di sollazzarvi lo spirito tutto con le sue spontanee ingenuità linguistiche e la sua spericolata simpatia.

Oggi è il giorno di mettere in atto uno degli insegnamenti che l’internet ti ha dato in questi anni di Blogging ossia che l’assolutismo Sith non porta da nessuna parte. Ovvero: Parlare di merde o di capolavoro è il modo migliore per finire in un loop di discussioni sterili dove I due muri faziosi non fanno altro che insultarsi e calunniarsi a vicenda. Oh, che già ci sono la propaganda e attuale situazione politica che fanno dell’odio e dello scontro muro contro muro un uso piuttosto presente, sicuramente è un linguaggio che a molti italiani piace, per carità ma a te, sorry, lascia quantomeno perplesso.

In ogni favola c’è un bricciolo di verità. Disse piano lo strigo. Amore e sangue. Hanno entrambi un immenso potere. Maghi e saggi ci si lambiccano la testa da anni, ma non sono arrivati a stabilire nulla se non, se non cosa Geralt?
Se non che deve essere vero amore.

Per tanto, visto che avrete certamente capito dopo sto “paragrafo-pippone”(marchio registrato) che ciò di cui vuoi parlare oggi non ti è garbato, cercherai il modo per appoggiarla piano senza urtare la sensibilità o le competenze letterarie di qualcuno.

Il Guardiano Degli Innocenti è un libro di racconti, il primo in ordine di pubblicazione dove l’autore polacco Andrej Sapkowski pubblica le prime avventure di Geralt Di Rivia, un Witcher o cacciatore di mostri diventato famoso soprattutto per gli omonimi videogiochi usciti negli ultimi anni in particolare per il terzo capitolo che ha riscosso un notevole successo portando la software che l’ha sviluppato all’attenzione di mezzo mondo la quale ora è al lavoro su un altro potenziale giocone ossia cyberpunk 2077.

Il guardiano degli innocenti secondo te pecca da parecchi punti di vista: Partiamo dall’edizione italiana in cui l’editore Edizioni Nord non scrive da nessuna parte che questo libro è composto da racconti, non mette un indice e non inserisce una mappa. Cavolo, non può esistere un libro fantasy senza mappa. Sei sempre più convinto di non comprare libri di questo genere se non hanno una cavolo mappa.

Se da un punto di vista narrativo la reinterpretazione di alcune favole per dargli un tono più oscuro e maturo può anche essere interessante ciò che invece ti ha fatto passare la voglia è il piattume con cui I protagonisti sono stati caratterizzati nei loro interminabili dialoghi. All’inizio sempre tutto molto gagliardo il botta e risposta cui i personaggi interagiscono con Geralt ma dopo un po’ ti rendi conto che sembra di vedere lo strigo che si fa le pippe al telefono e chiacchera da solo.

Gli uomini amano inventare mostri e mostruisità. Così hanno l’impressione loro stessi di essere meno mostruosi. Quando bevono come spugne, imbrogliano, rubano, picchiano le donne con le briglie, fanno morire di fame la vecchia nonna. Allora si sentono in qualche modo il cuore più leggero. è trovano più facile vivere.

Sfruttando la rappresentazione del lore dal videogioco di the Witcher 3, che hey, l’ho hai appena provato (meno di 10 ore) e ti sembra già un giocone, sei riuscito a portare avanti la lettura perché non sei ma riuscito ad immaginarti nulla mentre leggevi (ma certamente è colpa della tua scarsa fantasia). Il mondo di Geralt viene descritto quasi per nulla e quel poco che c’è viene raccontato facendo parlare personaggi che in realtà non avrebbero avuto necessità di dirsi certe cose. Come se due appassionati di videogiochi oggi chiaccherando uno direbbe all’altro “sai c’è un personaggio nintendo che ha il nome italiano, si chiama mario ed un bellissimo platform” uh per carità.

Insomma, a te questo libro non è piaciuto, sorry, una cara amica ti ha detto che I prossimi libri (lei li ha letti tutti tutti) sono meglio e tu le vuoi credere infondo non hai motivo di dubitare.

Resta il fatto che consigli il libro solo ai fan della serie videoludica che a patto di superare lo scoglio che alcuni nomi sono diversi per vai di diverse scelte di traduzione vedi il nome del bardo amico di Geralt per tutti gli altri che sono alla ricerca di un fantasy, beh probabilmente c’è di meglio e speri anche tu di trovarlo presto.

Anyway qui trovate il link per acquistare il libro su amazon, as usual se decidete di acquistarlo tramite questo link e voi non cambia nulla al qui presente viene riconosciuta una minima  percentuale.

Allora cari ragassuoli, il primo bollino di demerito dell’anno è in arrivo, non abbiatene a male se considerate questo libro bello, il qui presente è un pirla dai discutibili gusti e dalle sciocche pretese quindi sicuramente ho torto.

676bd047d87e0b05d0d4b732af327c6f813411fcd722cecfb92f0a34694239d9

Ebbene cari ospiti di questa webbettola la chiaccherata di oggi è giunta a termine. Vi si ricorda che stelline e commenti sono la benzina e l’unica moneta che vi verrà richiesta per partecipare a questo gioviale convitto.

Inoltre se siete fan dei socialcosi potete trovare il Cornerhouse su:

Se vi aggrada, as usual, siete invitati a seguire questo postaccio pure sul social che preferite, qui ci si impegnerà sempre per il sollazzo del vostro spirito tutto!

Annunci

9 risposte a "[Libri] Il Guardiano Degli Innocenti"

  1. Ma sbattitene di chi ti dice le cose, se non ti è piaciuto, non ti è piaciuto!
    Non ho letto i libri e non ho giocato i videogiochi, ma il gioco da tavolo l’ho provato ed era caruccio. Mi piacerebbe riprovarlo, un giorno 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Sono un buffo personaggio politically Correct! Il gioco si, ho sentito che è carino peccato che non sia stato supportato dalla FFG che ha preferito investire su Runebound che purtroppo anch’esso non “vende” così bene come gli editori avrebbero voluto. Piacerebbe provarlo anche a me. In un altro momento lo avrei anche comprato giusto per averlo in collezione. Il videogioco è molto bello, forse un po’ troppo veloce nei movimenti rispetto ad un Red Dead o uno dei due nuovo Assassin’s Creed. Per quando passerai alla generazione attuale te lo consiglio.

      Piace a 1 persona

        1. Io ho preso una xbox ad ottobre al prezzo che ora da qualche mese. Ho preso solo Red Dead a prezzo pieno per il resto a colpo di 10 euro ho da giocare per tre anni. Tra pochi mesi appena annunciano PS5 e Scarlet forse vanno ancora un po’ giù

          Piace a 1 persona

    1. Ecco, hai detto la cosa più giusta. Il problema è il tempo. Magari ci perderemo qualcosa per strada ma forse è più giusto dedicarsi a esplorare qualcosa verso cui abbiamo meno dubbi. Magari la mia amica ha ragione che dopo i libri (in particolare i romanzi) migliorano. Ma adesso il mio scarso tempo preferisco concentrarlo altrove. E poi, caro kodiak fratello orso, grazie per la fiducia!

      Piace a 1 persona

Rispondi a Orso Chiacchierone Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...