Le Cose Belle Finiscono, Mercurio Loi Chiude

Bentrovati ragassuoli, il post di quest’oggi purtroppo porta con sé un pelo di tristezza. Proprio mentre stai scrivendo i post dedicati alle recensioni degli ultimi numeri che hai letto di Mercurio Loi (il tredici e il quattrordici) è arrivata direttamente dal sito ufficiale Bonelli la notizia che con il numero sedici la serie di Mercurio Loi chiude.

I gruppi facebook dedicati agli appassionati del fumetto sono insorti scaricando la rabbia da fan verso “i lettori da edicola” incapaci di saper cogliere la bellezza di un fumetto così innovativo come Mercurio Loi che ha avuto il merito di regalarci storie di alta qualità senza mai “lasciarci” con semplici storie riempitive.

Alessandro Bilotta, l’autore, il padre di Mercurio Loi ha rilasciato una dichiarazione in cui dice che lui ha sempre pensato ad una storia di sedici numeri e che una volta terminati ha iniziato a dedicarsi ad un altro progetto.

La chiusura della testata Bonelli di Mercurio Loi era già nell’aria da parecchio tempo, ma tutti i diretti interessati hanno sempre spergiurato che non era vero e che Mercurio avrebbe avuto lunga vita davanti a se eppure

Eppure, i fatti sono che Mercurio Loi chiude, speriamo con un finale all’altezza, degno del viaggio che hai fatto passeggiando in compagnia di questo perdigiorno. Non con qualcosa di raffazzonato scritto in fretta e furia perché la verità è un’altra. è la seconda volta in pochi mesi che una serie che ti piace, è accaduto in autunno con 4Hoods, chiuda così repentinamente. Ah, Johnny, che porti sfiga?

Le cose belle finiscono.

Alla fine, aldilà delle lamentele più o meno sensate, avevi scritto molte parole prima di questo paragrafo ma al momento di cliccare su pubblica hai scelto di cancellare tutto perchè in realtà erano parole scritte con rabbia senza davvero riflettere su quanto il fumetto di Mercuio Loi ti ha davvero regalato. Ma soprattutto sapete cosa vi dico? Andate e recuperate tutti gli albi di Mercuio Loi un romanzo a fumetti, un’opera completa di autore che guardando al fumetto internazionale ha saputo tirar fuori qualcosa di eccezionale.

Ecco, così vuoi ricordarlo.

 

Annunci

18 pensieri su “Le Cose Belle Finiscono, Mercurio Loi Chiude

  1. Ho apprezzato anche io Mercurio Loi e la sua chiusura non può che dispiacermi, anche se non siamo al livello della chiusura di Napoleone.
    C’è però forse una considerazione ulteriore da fare, quanto poteva durare un fumetto del genere? Operazioni come quella di Mercurio Loi credo che riescano a dare il meglio di se in serie ridotte, non avrei mai augurato a Mercurio Loi la logevità di un Tex, Zagor e per volare più bassi anche di un semplice Dampyr, inevitabilmente la serie sarebbe prima o poi stata snaturata.
    Quello che si può contestare è invece, come hai fatto notare giustamente, la gestione Bonelli. Hanno spergiurato fino a pochi mesi fa che la testata non avrebbe mai chiuso quando un po tutti sapevano che i dati di vendita non erano soddisfacenti, hanno accampato scuse sul passaggio dal mensile al bimestrale. Ecco forse una programmazione più antologica avrebbe giovato a Mercurio Loi. Per il resto nessun rimpianto il livello è stato sempre molto alto ed è in fondo quello che conta di più.

    Piace a 1 persona

    1. Sono d’accordo, 100 numeri di Mercurio Loi lo avrebbero trasformato in qualcos’altro probabilmente, anzi, sicuramente il livello qualitativo sarebbe quasi inevitabilmente sceso. Però è la Bonelli che mi fa incazzare, dillo subito che sono sedici numeri, io non ci vedo nulla di male. Ma come dici alla fine, l’importante è averlo letto.

      Piace a 2 people

  2. In effetti Deadwood Dick ad esempio si sapeva già che sarebbe durato 7 albi, così come per le altre serie “Audaci”, Mercurio Loi non avevo mai letto di una scadenza. E’ vero che per il genere di prodotto in sè non poteva essere infinito, a volte vorrei una degna conclusione pure per il Dampyr, ormai i Maestri della notte iniziano a scarseggiare 😀

    Piace a 1 persona

  3. Credo che dobbiamo farci l’abitudine a serie che terminano il loro corso presto. I lettori sono sempre meno (l’editoria in generale ne sta soffrendo da anni) e basta passare per un’edicola per essere colti dallo sconforto di vederle straripanti di gadget. Anche io mi aggrego al saluto affettuoso a Mercurio Loi, che ho seguito non con costanza, ma l’ho tuttavia apprezzato.

    Piace a 1 persona

  4. Se davvero è una serie pensata per essere breve, non vedo nulla di male nella sua chiusura. Certo che se la Bonelli ha dichiarato che Mercurio Loi non sarebbe finito a breve… e poi finisce di colpo, vien da pensare che abbia venduto così cosi…

    Io avrei detto “bon, serie da X numeri, se vi piacerà o ci verranno buone idee per nuove storie, continuerà o tornerà più avanti” e secondo me non c’è nulla di male in un approccio del genere.

    Personalmente, apprezzo di più una buona miniserie che una lungaggine brutta o così così che si interrompe da cani 😛

    Piace a 2 people

    1. è evidente che ora la Bonelli si sta nascondendo, se vendeva meglio allora avrebbero agito diversamente. Il numero Tredici di cui sto scrivendo era chiaramente pensato per essere uno albo di mezzo con tipico finale da midseason. Mi viene da pensare che i numeri sarebbero dovuti essere 24 poi la situazione è degenerata, ma questo almeno un anno e mezzo fa, vista la metodologia di lavoro delle Bonelli cioè al passaggio da mensile a bimestrale.

      Piace a 2 people

      1. caro Johnny, quante volte abbiamo visto l’albo o la rivista preferita mancare in edicola per uno o due mesi e poi riapparire accompagnata da “motivazioni editoriali” insulse e puntualmente chiudere qualche mese dopo. Personalmente mi è capitato diverse volte. Avevi intercettato bene la “manovra” di Bonelli a suo tempo; si era capita l’antifona. Concordo con il COnte che l’atteggiamento di Bonelli non è stato trasparente con i lettori. Meglio dichiarare che le vendite non sono state pari alle aspettative e che il progetto viene ridimensionato e si pensa a una chiusura degna, piuttosto che illudere l'”affezionato (e perculato) lettore”. Si tratta di un banale tema di fiducia, che è una delle poche cose che invidio all’impostazione anglo-sassone: io mi fido di te, ma se tradisci la mia fiducia – anche se sei il Presidente degli Stati Uniti – io ti defenestro senza mah né bah

        Piace a 1 persona

  5. Quindi devo prendermela con te per la chiusura di 4hoods? XP
    Anche se in quel caso è stato detto che torneranno un qualche modo… spero avvenga lo stesso anche per Mercurio Loi di cui alla fine ho letto solo il primo numero ma che recupererò prima o poi.
    Io da tempo preferisco le serie che hanno una fine, o che so che prima o poi finiranno, a volte sembra che aggiungere il numero di albi previsti in copertina sia un male, invece credo sia solo un bene per tutti, soprattutto per i lettori che così non si sentiranno mai traditi!

    Piace a 1 persona

  6. Purtroppo si rimprovera alla Bonelli la mancanza di coraggio e originalità ma poi quando invece produce qualcosa di realmente nuovo viene punita nelle vendite…
    Anche se Mercurio Loi fosse davvero nata come un progetto di Maxi serie rimane il fatto che non é stata premiata dal pubblico come ci si sarebbe aspettato…

    Piace a 1 persona

    1. Il tuo discorso non fa una piega ed è più che comprensibile, tuttavia secondo me qualcosa nella comunicazione tra la Bonelli e il pubblico non ha funzionato che può essere tranquillamente “la stampa di settore”. Sono stato io in primis a non capire niente della serie, mi ci sono voluti quasi cinque numeri per andare oltre la delusione “ah Mercurio Loi, non è lo sherlock italico” quando l’ho capito Mercurio per me è diventata la miglior serie Bonelli. Altro esempio, se oggi mi capita di comprare ancora -di rado- ma lo faccio Dylan è perché Recchioni pur con i suoi mille difetti sa venderlo, che non vuol dire che Bilotta avrebbe dovuto essere così attivo sui social ma forse si sarebbe dovuto cercare una strada per far arrivare il messaggio. Io l’ho vedo come un fallimento trasversale e mi dispiace.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...