Il Porto Proibito

Bentrovati ragassuoli, anche quest’oggi questo covo di cialtroneria e leggerezza vi invita con soomo giubilo a prendere il vostro posto abituale per cianciare di fumetti e sollazzarvi lo spirito tutto. Oggi parliamo di un fumetto incredibile, prezioso che, perdincibacco, non dovreste mancare per nessun motivo.

Il fumetto è Il Porto Proibito, un bellissimo romanzo scritto e disegnato dalla coppia (nella vita e professionale) di Teresa Radice e Stefano Turconi.

Uno degli sport su cui l’internet si arrovella di più è stabilire se prodotti (spesso di consumo) come Fumetti e videogiochi siano assimilabili ad opere artistiche. Purtroppo risulta complicato convincere chi pensa che il fumetto sia solo un qualcosa che si compra in edicola e che il lavoro di questi autori e disegnatori abbia un valore di un certo peso e meriti un rispetto tale da elevare quelle pagine da “Giornaletto” a Romanzo.

Alcune volte i detrattori del fumetto come arte hanno ragione posizionando il fumetto come un qualcosa di Pop senza valore ma ci sono occasioni dove bisogna alzarsi in piedi e far sentire la propria voce.

Il Porto Proibito è un’opera d’arte, un romanzo a fumetti che porta così in alto la letteratura a disegni tanto da non sfigurare di fronte ai più blasonati classici romanzi d’avventura. Il Porto Proibito è qualcosa per cui non riesci a trovare le parole per descrivere quanto sia stato emozionale il viaggio nel leggerlo. Una storia in quattro atti letta in quattro sere diverse in poco meno di una settimana, una storia d’amore di riscatto e di malinconia soffusa con un finale agrodolce che qualche bruschetta nell’occhio ci finisce sicuro.

Questa è la storia di Abel un giovane pischello che viene salvato da una nave inglese e che non ricorda nulla del suo passato. Viene accolto da una famiglia composta da tre sorelle che hanno perso in mare il padre. Abel per ricambiare l’affetto di quelle tre ragazze vivrà un’avventura per cercare di riabilitare il padre delle ragazze accusato di tradimento.

è facile trovare i riferimenti letterari da cui il Porto Proibito ha preso ispirazione. C’è L’Isola del Tesoro di Stevenson, c’è Patrick O’Brian, c’è Long John Silver.

Questa graphic novel ha, dal tuo punto di vista un target piuttosto variegato (o forse no). Ha certamente gli elementi del romanzo per ragazzi ma è ricco di scene e situazioni meglio adatte ad un adulto.

Ci sono così tante citazioni e omaggi a poeti e scrittori che bisognerebbe fare un post solo per quello. Ma il Porto Proibito non è solo da leggere e anche da gustare gli occhi perché il lavoro di Turconi e semplicemente eccezionale, ricco di dettagli e di espressività per tutti i personaggi che popolano la storia.

Davvero, non riesci a trovare un motivo per dire qualcosa, per scrivere una critica sensata su questo fumetto. Forse è la volta buona che la parola “Capolavoro” non è usata a casaccio. Ma se anche così non fosse, Il Porto Proibito è probabilmente uno dei fumetti più belli che tu abbia mai letto nella tua vita. No non stai esagerando, davvero. Questo è qualcosa che custodirai gelosamente e regalerai a tua figlia quando sarà il momento giusto.

l’acqua dentro un bicchiere è cristallina,
l’acqua nel mare è scura.

Devo andare, amore. Devo proprio…
ma non ti lascio: dopo tutto il mio nome significa connessione.

Oh avrei tanto desiderato legarmi a te per sempre!
Fare la mia tenerezza del cantico…
Mettimi come sigillo sul tuo cuore
come sigillo sul tuo braccio
perché forte come la morte è l’amore.

Le grandi acque non possono spegnere l’amore, ne i fiumi travolgerlo.
Eri mare che corteggia la scogliera,
fiamma che purifica il metallo, fuoco che divora la legna,
mutandola in brace incandescente mai sopita.

Lasciarsi consumare da te, divenire -di due- una cosa sola…
è stato un regalo.

Credimi, Credici. Mi troverò semplicemente… là dove mi vorrai cercare.
Nel vento che gonfia le vele.
Nell’onda che ricama a festoni il bagnasciuga.
Nel luccichio delle tremule perle di rugiada sui file d’erba
riscaldati dall’aurora.

Il tuo sorriso sarà la mia pienezza.
M’inebrierò delle tue soddisfazioni.
Riderò con te dietro un arcobaleno palpiterò tra le scaglie d’oceano all’orizzonte,
sarò brivido di foglia tra i sussurri della brezza ogni qual ti emozionerai.

Mi farò goccia di cielo per baciare le tue palpebre abbassate,
manto vellutato della notte, per proteggerti,

Sarò dita di alba per solleticare i tuoi risvegli e accompagnarti dentro ogni nuovo giorno.

Grazie per essere stato per me… carezza di Dio.

Annunci

4 pensieri su “Il Porto Proibito

  1. Possiamo dirlo ad alta voce: capolavoro!
    Sono contento tu l’abbia letto perché quest’opera deve essere letta da tutti gli amanti del fumetto e da tutti quelli che pensano siano solo sciocchezze. È fumetto, romanzo, poesia, tutto fuso insieme!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...