Libri e Fumetti

La Fine Della Ragione

Parecchi post fa, avevi detto che nella tua wishlist fumettestica era presente, tra le molte e varie letture il fumetto di Rrobbe La Fine Della Ragione. Si, è vero. Potremmo definire questo il tuo periodo Recchioni, vi prego scriviamolo sempre bene che il rischio del fallo (come piace dire a Crozza) è, perdincibacco, dietro l’angolo. Dopo aver apprezzato prima 4Hoods poi Il Corvo che se volete potete leggere i relativi sproloqui qui e quo, ora in due sere ti sei dedicato alle lettura di questo albo tra l’altro impiegato dalla Feltrinelli come libro d’apertura per la sua collana Feltrinelli Comics insieme ad un’opera di Pennac.

La Fine Della Ragione scritto e disegnato dal Rrobbe con tutti i pro e i contro del caso, è un’opera strana, magari non originale, ma certamente diversa dalla moltitudine di fumetti che settimanalmente leggi. La Fine Della Ragione è lavoro violento ed egocentrico, passionale e incazzato frutto di un autore che ha avuto la necessità o l’esigenza di mettere su carta il suo disagio nei confronti di alcune questioni d’attualità e di politica.

Don Chisciotte me fa ‘na pippa a me!

Il più grande pregio di questo fumetto è che può piacere o no ma qui Roberto Recchioni esplicita completamente come la pensa su quei determinati argomenti senza troppi filtri e senza la paura di perdere consensi e immagina un distopico medioevo futuro dove la cose sono andate in vacca per via di tutti i suoi timori.

In un momento dove sono in molti a pensarla diversamente da lui non è facile per un front man avere il coraggio di pubblicare questo fumetto. C’è tanta politica ne La Fine Della Ragione e la sua uscita a poche settimane dal voto di un mese e mezzo fa, si è portata dietro parecchie polemiche tra gli appassionati. Che poi mi pare che Recchioni non abbia mai nascosto le sue antipatie per alcuni movimenti politici per tanto francamente non capisci cosa c’è così tanto da stupirsi.

Se l’autore de La Fine Della Ragione fosse stato Armando Frascazzi Da Ceprano oggi potremmo chiudere qua il post dicendo che si tratta dell’ottimo lavoro di un autore sconosciuto ma visionario che vuole metterci in guardia dalla nostra ottusa ottusità, dal nostro essere gregge di pecore dietro al comico o all’imprenditore di turno manipolati continuamente dai blog(ghe) e dalle televisioni (maledetto quarto potere).

Invece trattandosi di quel furbacchione un po’ stronzo del curatore di Dylan Dog viene da porsi delle domande su questo fantomatico bisogno di dire la propria.

Si perchè La Fine Della Ragione è una palestra per gli Haters dell’internet, è pieno di estremizzazioni che ti vien voglia di dire: “ah Rrobbe ma che cazzo dici!”. Oppure di urlare al Gomblotto!

Ma se, disgrazia non voglia, ti trovi in linea con le idee esposte in questo fumetto, La Fine Della Ragione diventa un manifesto, una sirena che suona, il monito di uno stronzo (l’autore) che accidenti ha ragione.

Il Padre di tutte le risposte facili a problemi complessi: Dio

Non sai se a qualcuno può fregare ma, per tua (s)fortuna, fai proprio parte di questo gruppo di persone. Sei tra coloro che credono che la scienza e la medicina non possono essere smentite da maghi, indovini o influencer. Così’ come credi che la politica debba essere fatta da gente che conosce il mestiere e non da improvvisati bibitari.

Per questo sei rimasto folgorato da La Fine Della Ragione. Perché ne hai saputo cogliere la sincerità con cui è scritto pur riconoscendone in alcuni casi i suoi stessi limiti. Forse ti suona un po’ come una sveglia interiori perché è da un po’ che ti sale la rabbia per tante cose che vedi fracassarsi al suolo senza che nessuno prova ad aggiustarle. La tua parte adulta così noiosa e poco propensa agli acquisti folli sull’amazon è così carica di indignazione e di disagio per i mille guai che vedi per le strade. Oh se c’è da fare, accidenti!

Alla fine oggi può quasi affermare con una certa dose di certezza che nella Top5 che tradizionalmente uscirà a fine anno, almeno due posti sono già occupati. Uno di essi è proprio questo albo.

Oggi mandiamo a fanculo il mondo, piccola.

Stringimi la mano che ho un po’ paura.

Si zio.

Annunci

8 risposte a "La Fine Della Ragione"

  1. Come al solito io devo levarmi il vizio di leggere le tue recenzelle su libri e fumetti. Scatta l’impulso dell’acquisto one-click. Quando l’Amazzone ci darà la possibilità di installare un chip (chiaramente aggratis) che con il solo pensiero metterà nel carrello l’oggetto desiderato, io sarò…per fortuna un uomo sepolto.
    Ti faccio notare una cosa che solo a un mentecatto come me poteva venire in mente, leggendo questo tuo passaggio (peraltro molto efficace):

    […]il monito di uno stronzo che accidenti ha ragione.

    Il Padre di tutte le risposte facili a problemi complessi: Dio.

    Specificherei chi è lo “stronzo”. Rischi il ban a vita dal Vaticano 😉

    Piace a 1 persona

    1. Premesso che io e il vaticano siamo in guerra da parecchio tempo, mmm non ti seguo. Forse è un problema derivato dal fatto che la frase: Il Padre etc è una citazione dal fumetto mentre la parte dello stronzo è mia con riferimento a Recchioni?

      Mi piace

  2. È in lista acquisti da un bel po’ 🙂 Recchioni mi piace anche e soprattutto quando si scrive e disegna da solo, ha uno stile graffiante ed espressivo che non sarà formalmente perfetto ma… chissenefrega. E poi ho la sensazione che mi troverò particolarmente d’accordo con la sua visione del mondo che emerge da La Fine della Ragione…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...