Quadropolis. Amanti di Sim City unitevi!

Bentrovati freschi portatori di giubilo di questa accogliente ma sgrammaticata webbettola. Oggi vi si vuole sollazzarvi lo spirito tutto cianciando con ardore ma senza le dovute precauzioni raccontandovi come un giuoco passato un po’ nel dimenticatoio schiacciato dalle continue novità, dalle ferie e dallo shopping compulsivo, ma che nonostante tutto, ancora oggi, dopo parecchio tempo dal suo acquisto, vi sa galvanizzare la serata. Quest’oggi si parla di Quadropolis.

Quadropolis è un gioco da tavolo per 2-4 sfidanti dalla durata diciamo inferiore all’ora. La meccanica base del titolo è quella del piazzamento tessere (Come in Carcassonne). Ogni tessera rappresenta un edificio di vario genere come abitazione, centri commerciali, fabbriche, parchi e porti, che dovrete piazzare nella vostra città  composta da una griglia 4×4 o 5×5 divisa in quartieri rispettando alcune semplici regole. Il sistema di punteggio premia il giocatore che ha saputo piazzare meglio i propri edifici, al termine del quarto turno, nella versione facile, o del quinto nella versione Expert la partita termina, si contano i punti, chi ne ha totalizzato di più è, ovviamente, il vincitore.

Hai scoperto Quadropolis pochi mesi dalla sua uscita in italiano e l’hai provato con tua moglie nei fortunatissimi Asmodays del 2016 che si erano svolti a Roma, giornata nella quale hai ancora conosciuto uno dei tuoi più cari amici. La prima cosa che ti aveva colpito, lo ricordi bene, era la grafica davvero colorata e decisamente pucciosa di tutti i materiali. D’altronde giocando spesso con una gentil donzella anche l’occhio vuole la sua parte perché l’impatto visivo non è solo fatto dai mostri giganti di Blood Rage.

In questo la Days Of Wonder è certamente una garanzia. Ogni gioco che Asmodee ha portato in Italia edito a livello internazionale da questa casa si è sempre rivelato un piccolo gioiello da un punto di vista della cura dei dettagli e anche Quadropolis non delude per niente.

L’aspetto che più ti piace di Quadropolis è che esistono diverse e valide strategie per far punti e quindi vincere la partita. Alcune possibilità sono più immediate di altre e capiterà che nelle prima partite di tentare di seguirle perché più ovvie ma con l’aumentare dell’esperienza si scopriranno alternative altrettanto valide. Infatti per te la prima sfida in Quadropolis è migliorare il punteggio che avevi raggiunto con una determinata strategia cercando di ottimizzando il posizionamento di alcune tessere per aumentare la loro efficacia in termini di punti.

Questo non toglie però, che seppur indiretta, l’interazione in Quadropolis possa essere davvero infame. Ogni volta che un giocatore sceglie una tessera dalla griglia piazza sulla casella che si è appena liberata la pedina architetto essa impedisce al giocatore successivo di prendere una tessere contenuta nella stessa riga e nella stessa colonna della tessera che è appena stata scelta.

Da qui deriva l’aspetto più complicato che potrebbe far storcere il naso ad alcuni, nel quale l’ultimo giocatore può soffrire duro durante la partita. Il primo giocatore scelto ad inizio partita non cambia mai a meno di scegliere una tessera abitazione che è in grado di far cambiare il primo giocatore. Nelle partite a tre/quattro giocatori questa tessera infatti rappresenta una scelta che tutti prendono in considerazione perché finire ultimo può essere molto frustrante.

Un altro aspetto che ti piace moltissimo del gioco è che al suo interno è inclusa una modalità Standard ed una Expert. Solo dopo una decina di partite in modalità standard hai voluto provare il brivido di passare a complicarti le vita è n’è valsa la pena. La modalità expert, effettivamente, richiede un impiego decisamente più massiccio della proprio zucca pensante creado una sfida davvero appagante.

Devi essere onesto, dopo parecchie partite in modalità expert ora sei tornato a giocare in modalità standard perché la minicornerhouse vi lascia poco respiro e soprattutto il tempo libero arriva sempre ad orari improbabili. Però, in quest’ultimo periodo ti stai gustando l’espansione Servizi Pubblici.

Mediamente sei un fan delle espansioni, anche se taluni individui esse sono il male, ciò non toglie che sai ammettere quando sono stati soldi spesi bene e quando invece non ti hanno convinto abbastanza. la Mini Espansione di Quadropolis, fortunatamente appartiene al primo gruppo, quelle che “Hey, la dovete comprare”.

Questa espansione rende finalmente giustizia e aggiunge una certa utilità agli edifici pubblici contenuti nella scatola base che prima servivano solo per occupare caselle, consumare lavoratori ma davano parecchi punti se piazzati in ogni quartiere. Ora con l’espansione, pur mantenendo tutte le caratteristiche della versione base “acquistano” della abilità interessanti che possono “pompare” le già note strategie del giocatore di Quadropolis.

Due aspetti da tenere in considerazione, il primo. Per vincere la partita, per quanto ci si possa concentrare a adottare una strategia diversa da giocatore a giocatore bisogna comunque far qualche punticino con le caselle che ci servono poco. Ti è capitato più di una volta che hai perso proprio per questo motivo. Ad esempio in una strategia basata sui centri commerciali qualche fabbrica va piazzata ma via piazzata nel modo giusto così come gli eventuali porti. Non si tratta di quello che gli “espertucoli” chiamano insalata di punti ma un aspetto da non sottovalutare.

Il secondo è forse questo è si un difetto, i Meeples di plastica trasparente tendono a creparsi fortunatamente senza rompersi. Sul “forum” hai letto di parecchi che si sono trovati nella tua situazione, evidentemente si tratta di un difetto di fabbricazione quanto meno di una sfortunata partita. Asmodee però, tempestivamente contattata non si è fatta problemi a mandarmi in sostituzione i pezzi rovinati dimostrando la solito e consolidata professionalità.

In chiusura, Quadropolis è un titolo che ti piace molto. è adatto a diverse tipologie di giocatori grazie alle sue due modalità di gioco standard e expert e aggiungi che l’espansione è caldamente consigliata. La longevità è su buoni livelli perché Quadropolis è un titolo che intavoli spesso e volentieri, nonostante la pila di giochi ancora da provare come è anche certificato dal tuo account instagram dove una foto di questo gioco capita spesso.. Sicuramente può piacere alle famiglie, alle fidanzate restie al mondo dei giochi da tavolo quindi consigli a tutti quanti di darci uno sguardo magari potrebbe essere l’occasione per scoprire un titolo interessante, ingiustamente dimenticato.

Annunci

11 Comments

        1. Ne avevamo già parlato, io patisco la competizione diretta quando si è tipo tutti contro tutti in quattro per la serie “ma perché attacchi me e non lui” Si rosiko! la casualità è una conseguenza perché puntualmente in quelle situazioni non solo rosiko “ma perchè io” ma pure il dado mi tradisce! Arg! In giochi uno contro uno lo accetto perché è insito nel gioco che tu “attacchi me” ed io “attacco te”.

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...