disney · Libri e Fumetti

Star Top 2

1510645488-picsay

Spazio, ultima groviera.
Questi sono i viaggi dell’astronave Enter-Play, catapultata oltre l’universo conosciuto!
Là dove nessun topo ha mai messo la coda!

Bentrovati ragassuoli, dopo un post dedicato a del dimenticabile cinema, oggi torniamo belli carichi a parlare di fumetti della Disney. Per farlo continuiamo a scrivere fregnacce a proposito della serie mensile che fin’ora più ti ha sollazzato il bimbo interiore, ossia la Disney Definitive Collection.

Tutta colpa dell’Orso chiaccherone che, mannaggia alla peppetta, ti ha fatto scoprire questa serie che raccoglie numerose uscite tratte da Topolino divise per tema. Abbiamo già parlato dei quattro volumi dedicati a Pippo Report e al primo di Double Duck di cui,  se avete voglia di dargli una lettura, trovate i link proprio qui e quo ma ci arrivate anche cliccando sui rispettivi nomi.

L’aspetto più interessante è che la qualità di queste storie è, almeno per il tuo modo di essere lettore, davvero molto valida. Può non andare a genio un personaggio e ci sta, ma è palese che gli autori nello scrivere e disegnare le storie hanno svolto un lavoro decisamente ben fatto.

La serie di Star Top non fa eccezione anzi, secondo te va un gradino ancora più in alto, tentando di non essere solo una semplice parodia in salsa Disney di Star Trek. Dal tuo punto di vista Star Top riesce ad essere veramente una storia di Star Trek ambientata nell’universo di Topolino, Pippo e Pluto, risultando un riuscito mix tra le due distanti realtà.

Ritroverete tutto l’equipaggio dell’enterprice ottimamente interpretato, la federazione, i vulcaniani e loro cugini/nemici romulani. Non mancheranno i Klingon e vi imbatterete in grandi colpi di scena a proposito di uno dei più importanti villanzoni delle storie di Star Trek. Immagini che abbiate già capito chi è se siete fan del brand.

1510645696-picsay.jpg
Le pagine a sfondo nero ti garbano proprio tanto.

Il Secondo volume racconta una storia suddivisa in cinque capitoli e riesce a rappresentare situazioni buffe e divertenti ma anche momenti da film sci-fi d’azione tipici degli Star Trek contemporanei. Per te si tratta quindi di una saga di grande livello, a tratti anche epica, che ha il coraggio di parlare anche di universi paralleli e inserire degli importanti colpi di scena come gli amanti del cinema un po’ più grandicelli si aspettano.

Ecco, però è proprio questo il problema. Se Pippo Reporter e Double Duck hanno il pregio/difetto di essere molto adatti ad un pubblico ancora senza barba, hai il presentimento che Star Top sia maggiormente indicato per un pubblico magari con qualche anno in più. Non perché ci siano scene di violenza o vengano trattati temi complessi, ma secondo te, i bimbi grandi potrebbero godersi maggiormento il fumetto.

D’altraparte questo significa che per te che sei un bimbo grande con la barba, Star Top rappresenta una delle serie che più hai apprezzato da quando hai ricominciato a leggere materiale proveniente dalla Disney. Tutto questo è dovuto anche al fatto che Star Top è fedele al prodotto originale a cui si ispira, ne fa una buona parodia senza estremizzarlo o cercare della comicità laddove non sia necessario e si porta dietro tutte le caratteristiche che hanno reso unica l’opera di Roddenberry.

Le tavole sono molto gradevoli e sempre di facile lettura. Sono molto dinamiche e l’espressioni dei protagonista sono molto coerenti con le loro emozioni. Certo vedere Topolino nei panni di un personaggio deciso e rude come Kirk e soprattutto un Pippo a tratti serioso che a tentoni prova a muoversi nelle logiche della logicità, nei panni di Spock è certamente un esperienza da provare per tutti gli appassionati dei due mondi. Già, chissa cosa direbbe Leonard Nimoy se sapesse di essere rappresentato da Pippo. Su Johnny, sospirone senza lacrime, su su che c’è un post da finire pubblicare!

Hai anche apprezzato che hanno iniziato (iniziato per te si intende) in Disney ha utilizzare delle pagine a sfondo nero in contrasto con le solite pagine a sfondo bianco. L’hai visto fare anche in Paperinik e Double Duck e trovi che sia un scelta cromatica azzeccata. Bene così.

L’unico difetto dell’edizione Definitive Collection è l’assenza di un editoriale, di un po’ di materiale introduttivo, magari un intervista. Ormai lo sapete, è una cosa a cui tieni quindi peccato potrebbero sprecarsi di più.

Se hai capito bene l’elenco delle uscite della Definitive Collection, per quel che resta del 2017 non comprerai più nulla (Tenete conto che ne parliamo ora ma Star Top 2 è di settembre). Nel post dedicato a Pippo Reporter avevi scritto che eri potenzialmente interessato a leggere DarkenBlot ma in realtà leggiucchiando un po’ in giro hai scoperto che anche gli albi de “Storie Della Baia” potrebbero interessanti. Arg!

Eh niente ormai ti sei davvero appassionato con questi fumetti!

 

Annunci

5 risposte a "Star Top 2"

  1. Il secondo volume è davvero bellissimo, a mio parere anche meglio del primo!
    Vero, probabilmente da piccoli non ci saremmo goduti queste storie così come ore.
    Il terzo volume di Darkenblot è sulla scrivania in attesa di essere letto, le Storie della Baia sono molto divertenti… e da gennaio arrivano pure i Mercoledì di Pippo sulla Legendary Collection al posto di X-Mickey… odio e amo la Panini! XD

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...