Cinema e Serie TV

Penny Dreadful Stagione 3

1504871984-picsay

Ebbene baldi frequentatori di questa scanzonata webbettola anche la visione della terza e ultima stagione di Penny Dreadful è giunta a conclusione. Per cui senza perderci troppo in ciance e in bande quello che state per leggere è il commento finale per questa discreta (ma non troppo) serie TV che hai guardato in questi ultimi due mesi.

Se volete sapere cosa il Cornerhouse pensa delle stagioni uno e due potete cliccare tip e tap (così Emanuele è contento che non citiamo solo paperi) per tutti gli altri…

Pronti noi zi va!

La terza stagione di Penny Dreadful è composta di nove episodi e vede ancora una volta i nostri protagonista alle prese con il male nelle sue forme più pericolose. La storia riprende esattamente dove era terminata la seconda stagione e si divide in tre (+1) sottotrame che (purtroppo, in malo modo) si ricongiungeranno per il combattimento finale contro l’unica creatura che ancora mancava all’appello: il re drago impalatore.

Le tre trame collegate sono quella di Ethan nel far west inseguito dalla strega, Vanessa che va dallo strizzacervelli e Viktor friendzone che prova ancora a voler approcciarsi alla sua fredda e bionda amante. Segue invece una storia quasi a se stante la vicenda drammatica e commovente di John Clear che forse rappresenta uno dei personaggi più riusciti dell’intera serie.

L’impressione che si ha quindi, per l’impostazione degli episodi, è quella di guardare un clone vittoriano de Il Trono di Spade senza però quell’ansia di perdere i propri beniamini in qualche colpo di scena imprevisto.

I primi episodi della stagione ti hanno onestamente annoiato, lenti, molto, troppo preparatori per qualcosa di grande e epico che poi non è mai arrivato ma mannaggia. Il villanzone riesce ad ottenere ciò che vuole aprendo così la strada per il finale telefonato, scontato e inevitabile e quindi senza quel pathos che sarebbe stato necessario. Ma soprattutto la ridicola uscita di scena del cattivone a fine del nono e ultimo episodio. Oh Vladimiro, succede quel che succede, ok te ne accorgi e scappi via? Tutto qui? No davvero ditemi che c’è dell’altro! Veramente imbarazzante.

Altro difetto chiave è il percorso interiore di Ethan che a metà stagione siamo tutti convinti di averlo perso, che abbraccerà il male ma poi improvvisamente in men che non si dica torna buono senza (almeno secondo te) un evento specifico che ti abbia portato a percepire come concreto il suo cambiamento.

Per questi motivi il tuo parare è che Penny Dreadful sia una serie purtroppo incompiuta che per qualche motivo probabilmente legato alla produzione non ha espresso tutto il suo potenziale nonostante un cast stellare e una buona scrittura legata da un buon filo conduttore. Un grosso peccato insomma ma è davvero evidente che qualcosa si sia rotto, per la serie “Ragassuoli domani si chiude, giriamo in fretta il finale e andiamo a casa!” 

Difficile a questo punto che questa serie TV entri a far parte della tua collezione, obiettivamente Netflix in questo ti aiuterà tanto nel scegliere solo le cose che davvero ti hanno colpito.

Voi cosa ne pensate? Avete visto la serie? A voi è piaciuta?

Ma soprattutto ora che serie consigliate di vedere al Cornerhouse?

As usual scrivetelo nei commenti.

Annunci

12 risposte a "Penny Dreadful Stagione 3"

  1. Come sai, ho visto solo la prima.
    Serie consigliate? Ho visto la prima puntata di una serie comica ispirata a Star Trek, intitolata The Orville. Zeppa di comicità voluta XD
    E poi, la serie live di The Tick, un vecchio fumetto/cartone di supereroi assai cazzone XD e anche la serie è pazzerella – tipo: una cattiva con poteri elettrici, tormentata dalla polvere a causa dell’elettricità statica.
    Non so se siano su Netflix, di certo sono così recenti che in italiano te le scordi.
    E poi la roba coreana, che tanto finisce in volier: attualmente sono a metà di Goblin, una commedia paranormale con momenti strepitosi – e altri meh.

    Mi piace

  2. Di base io promuovo la serie. Il mostro di Frankenstein ripaga la rapidità di tutto il resto. Ovviamente ci saranno stati problemi con la produzione, ma nel complesso la accetto.

    Prova a vedere Sense8 se non lo hai già fatto.

    Piace a 2 people

  3. Sono un come un diesel ma alla fine, con moooolto ritardo, arrivo 🙂
    Finita ieri la terza stagione di PD e devo dire che condivido con te l’amaro in bocca soprattutto in questa ultima stagione proprio fiacchetta.
    La sortita nel Far West all’inizio poteva sembrare interessante ameno per cambiare un po il paesaggio ma si è rivelato praticamente inutile.
    Alla fine l’ho trovata una seria che appaga solo gli occhi, fotografia e ambientazioni superlative, sceneggiatura poco convincente senza un obiettivo, senza progettualità con molti personaggi riusciti ma altrettanti poco convincenti, penso anche io che la produzione sia stata in qualche maniera problematica.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...