Pippo Reporter

1505053903-picsay

Bentrovati ragassuoli oggi, come anticipato già in alcuni post dedicati al mondo del fumetto iniziamo a parlare di come hai investito, in questo caso il termine è più che appropriato, il budget che hai tirato fuori rinunciando ad alcuni albi di cui in fondo non è che ti fregasse davvero qualcosa.

Grazie ai sempre validi consigli dell’Orso Chiaccherone hai scoperto la serie Panini Comics Disney Definitive Collection composta da volumi monotematici che raccolgono storie particolarmente riuscite apparse su Topolino negli anni passati.

I primi albi che hai recuperato sono quelli dedicati al, secondo te riuscitissimo, personaggio di Pippo Reporter. L’intera serie è raccolta su quattro volumi ed è composta da un totale di quindici storie di cui l’ultima è una doppia storia. Tutte le avventure di questo simpatico giornalista sono scritte da Tesera Radice e Stefano Turconi.

Quello che state per leggere non è una recensione perché in tutta onestà non hai dei parametri per descrivere queste storie secondo dei canoni anche solo semi oggettivi. Già con le serie tv, i giochi da tavolo o i videogiochi non è semplice ma almeno li hai un bricciolo di esperienza. In questo caso saranno almeno venticinque anni che non leggi un numero di topolino e quindi davvero e con sincerità, non c’è niente di ponderato nelle prossime parole. Se cercate una recensione accademica e siete capitati qua, beh sorry ma leggete altrove.

Se volete restare, invece, come al solito siete sempre i benvenuti as usual. Qui parleremo di emozioni, di cose belle e viscerali, di semplicità e buon cuore perché queste storie sono state davvero un colpo di fulmine per il tuo cuore. Un fulmine così roboante che hai iniziato inevitabilmente a porti domande sull’invecchiare. Sul percorso che crescita e presunta maturazione che ognuno di noi ha fatto nel suo viaggio. Quando si è bambini tutte le storie sono vere, da topolino e paperino agli idraulici che salvano principesse, guidano Kart e diventano più grandi mangiando dei funghi. Poi cresci e passate questa metafora, si inizia a desiderare di essere grandi sempre più velocemente perché vuoi giocare a Resident Evil a GTA o a un Deus EX. Vuoi leggere storie adulte e mature. Vuoi essere grande” per vedere le tette e il sangue de Il Trono Di Spade. 

1505149256-picsay.jpg

Poi per qualche motivo, alle volte anche solo per caso, scopri che la tua infanzia da cui tanto sei scappato non ti ha mai abbandonato. Nostalgia? Continuo rimuginare sul passato? No, non credi. Vabbè Facciamo una piccola, ma piccola piccola percentuale. La verità è che ci sono posti, ricordi che ti scaldano il cuore. Pensieri che ti fanno tornare indietro a quando eri bambino ed era così bello credere a Babbo Natale o a un papero che andava sempre in giro senza pantaloni ma che metteva il costume per andare al mare.

Quindi ti domandi quanto sia voglia di far branco” conoscere certe cose e quanto tempo perdi quanto potresti dedicarlo a cose dove c’è molto più amore.

Ecco, Pippo Reporter è amore. Amore nel senso di luogo caldo e felice. è casa. Ora capisci perché Orso, Emanuele e Mikimoz leggono ancora” i fumetti Disney e sei felice di aver iniziato nuovamente a leggerli anche tu.

Da quando hai aperto questo blog nell’estate del 2014 hai iniziato a maturare un pensiero e forse adesso più o meno hai capito, hai preso hai acchiappato questo pensiero cioè che la maturità non è essere adulti ma è sapere quando essere un bimbo grande e quando invece si può tornare bimbi piccoli liberi dai pensieri che il malefico Grande Raccordo Anulare ogni santo giorno ti affannano la mente.

Tornando a fare un po’ gli accademici, la scrittura di Teresa Radice e davvero piacevole perché riesce a cogniugare la semplicità di linguaggio e le gag di Pippo e dei suoi amici con  momenti che possono conquistare anche i quasi quarant’enni come te. Anche le tavole di Stefano Turconi risultano colorate e chiare ma allo stesso tempo ricercate e precise. 

Alcune storie sono davvero eccezionali come La perla Del Fiume o Dieci Piccoli Caimani ma l’apice l’hai trovato nel quarto volume in una storia commovente che forse è la vera ispirazione per questo post ossia Estate a Green Pond in cui anche il villanzone delle storie non può far a meno di sciogliersi in preda al suo lato tenero.

1505149344-picsay.jpg

Insomma la scimmia per il Porto Proibito è sempre più grande, visto che proprio loro sono gli autori di quella Graphic Novel.

Nella lista dei recuperi disney” sempre della collezione Definitive Collection ora hai aggiunto DoubleDuck e StarTop. Ti hanno consigliato anche Darkenblot per un po’ di sana fantascienza. Vedremo. E visto che quando vai in fissa poi ci resti sempre sotto hai trovato anche interessante la collezione Giunti de le più belle storie” e hai ordinato in fumetteria gli ultimi numeri di PK.

Si vabbè lo sappiano no? la scimmia scorre potente in te! Yuk!

Annunci

30 pensieri su “Pippo Reporter

  1. Pippo Reporter è grazioso, succedono un mucchio di cose buffe e la storia tra l’equivalente di Orazio e quello di Clarabella assume più concretezza 🙂

    È molto carino anche Fantomius, anche se un po’ troppo “vinco perché sì”. Darkenblot (credo sia Macchia nera in tedesco o che ne so, comunque c’entra sempre lui) non è male, soprattutto il primo numero – tra poco uscirà il terzo. X Mickey, con Topolino alle prese col quartiere gotico di Topolinia, gli spettri, i pippidi mannari… non è male, ma ha cali nel disegno, imho.

    Mi è toccato mollarle tutte a inizio anno, queste serie, per tenermi qualcosa in tasca 😛

    Piace a 1 persona

      1. Darkenblot maturo e adulto? Mmmh… è una storia di esoscheletri e robot, gradevole, un po’ Metropolis e un po’ Ironman, ma in modo blando.
        È un blockbusterone divertente, ma maturo e adulto mi sembra troppo. Ma non l’ho analizzato, magari mi è sfuggito qualcosa 😛

        Piace a 1 persona

          1. PKNA l’ho letto quando uscí. In tempo reale, albo dopo albo, dal numero 0/1 fino al 49/50 con tutti gli speciali estivi.
            Ed era una testata incredibile, matura e ben costruita.
            Trend che si è mantenuto in Pk², tra l’altro.
            Con Pikappa c’è stata una regressione infantile veramente ingiustificata. Ed ingiustificabile.

            Piace a 1 persona

  2. Oh, in certi momenti mi hai hai fatto emozionare, sappilo!
    Sono contento di essere stato uno di quelli che ti ha fatto riavvicinare a questo mondo, è sicuramente un modo per ritornare a quella spensieratezza che spesso ci manca per via della routine di tutti i giorni. E Pippo è uno di quei personaggi più adatti a questo compito
    Sono d’accordo con te, Estate a Green Pond è probabilmente l’episodio più bello di tutti, siamo dei ragazzoni grandi e grossi ma la verità è che ci commuoviamo con poco! XD

    P.S.: Stavo per comprare Il Porto Proibito un paio di giorni fa, mi stavo avviando già alla cassa quando ho visto che era un po’ rovinato… l’avrei rovinato comunque io a casa (come sempre XD) ma almeno dal negozio deve uscire intatto!

    Piace a 2 people

  3. Come ti capisco Johnny… i signori da te menzionati hanno avuto lo stesso effetto con me e come forse già saprai ho recuperato proprio i due titoli che ti mancano. Al momento penso di fermarmi lì, nel senso che proseguiró volentieri quelle saghe ma non altro, per non esagerare che compro già davvero troppi fumetti e altre cavolate nerd.

    Piace a 2 people

  4. Ho divotato Topolino e Almanacco di Topolino a carrettate da bimbo. Ancora ne conservo numeri vecchi con il prezzo di 350 lire (18 centesimi! Che ci fai oggi? Niente).
    Dopo essere passato ai Bonelli, Topolino l’ho abbandonato e oggi non mi attira. Eppure tu lo hai descritto in un modo che mi ha (com)mosso, mi ha fatto ritornare su quelle belle sensazioni. Proverò ad acquistarlo per i miei due nanerottoli e li aiuterò a leggere (giovedì vanno in prima elementare, sono c°§$%&i ora!)

    Piace a 1 persona

      1. La Forza deve scorrere potente i Obi BaVan Kenobi…Potente è il Lato Oscuro nei due nanerottoli. Hanno il potere di Darth Vader di attirare le cose a sé, ma in una versione diversa: attirano paccheri come calamite 😉

        Piace a 1 persona

  5. Grazie per la citazione e complimenti per le belle parole su noi bambini troppo cresciuti.
    Pippo Reporter prima o poi devo recuperarlo, quando è apparso sul Topo ancora non avevo ripreso a leggerlo regolarmente.

    Piace a 1 persona

  6. Pingback: Star Top 2 |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...