La Notte Degli Uomini Mostro

1501157152-picsay.jpg

Bentornati ragassuoli, baldi avventori di questi giocosa webbettola. Oggi, dopo alcuni post dedicati al’universo delle serie tivi, torniamo a parlare di fumetti e lo facciamo dedicandoci ancora una volta al nuovo corso DC ossia “Rinascita” descrivendo sempre a modo del Cornerhouse (quindi ortografia in libertè e fregnacce a ruota libera) il primo Crossover Batmaniano: La Notte Degli Uomini Mostro.

La Notte Degli Uomini Mostro è un storia che potete leggere dal numero 7 al numero 9 della testata di Batman Rinascita (quindi coinvolge Batman, Detective Comics e Nightwing) scritta da Steve Orlando e vede il team batman al completo alle prese con quattro terribili mostri che in una notte assaltano Gotham.

Dietro a tutto questo “casino” si cela la mente criminale di Hugo Strange che nell’intendo di studiare il Venom di Bane ha creato delle mutazioni genetiche che hanno portato alla nascita di quattro terribili mostro-cosi.

Fine. Stop. Trama finita. Eppure nonostante questo apparente nulla narrativo, La Notte Degli Uomini Mostro è un perfetto B-movie Godzilloso con tanta azione, ritmi serratissimi e dialoghi diretti degni di Die Hard.

Si tratta di una storia di puro intrattenimento, zero fronzoli, che si legge tutto di fiato che è un piacere. Se la prima run della Justice League fosse stata così sarebbe stata decisamente migliore.

Tutto funziona tutto gira bene ovviamente se opportunamente contestualizzato ad eccezione dello scontro/incontro tra Batman e Hugo Strange risolto in poche tavole in maniera troppo rapida e confusa. Peccato.

Quindi dopo la mezza delusione del primo arco narrativo “Io Sono Gotham” di cui abbiamo parlato qui, l’antologico di Batman recupera parecchi punti ai tuoi occhi grazie alla sagra del coato in un giorno di pioggia mentre Andrea e Giuliano incontrano Licia per caso.

Annunci

8 pensieri su “La Notte Degli Uomini Mostro

  1. È piaciuto molto anche a me questo arco narrativo, soprattutto dopo il preoccupante inizio del nuovo corso con “io sono Gotham” che, come hai ben detto, non era di certo imperdibile…
    Mi continua a mancare un po’ Capullo ai disegni, ma se sarà questa la qualità futura, beh, chiuderò un occhio!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...