Il Segno Della Croce – Glenn Cooper

image_book.jpgIl Segno Della Croce di Glenn Cooper si basa su un tema per me piuttosto affascinante ovvero l’ossessione del Terzo Reich e in particolare di Hitler e Himmler per le relique sacre di Cristo in particolare per la Lancia di Longino, che trafisse ne trafisse il Costato e i chiodi della crocefissione. Non è la prima volta, e non sarà neanche l’ultima, che vengono scritte storie con protagonisti i nazisti che danno la caccia a questi oggetti degni di venerazione per i credenti, come dimenticare Indiana Jones no?

Il romanzi di “Fantastoria” che mischiano un po’ di azione, Thriller e esoterismo mi sono sempre piaciuti. La mia passione per la storia, mi porta sempre a interessarmi verso di essi perché sono delle divertenti “variazioni sul tema” e come per ogni mito o leggenda penso che un fondo di verità da qualche parte ci sia sempre, alle volte può essere davvero banale ma per qualche motivo qualcuno ha cominciato a ricamare sui fatti.

Il Segno Della Croce è il primo romanzo che ho letto di Glenn Cooper e la traduzione italiana scorre che è un piacere. La lettura è veloce, non troppo impegnativa e per larghi tratti piuttosto avvincente. I problemi narrativi si avvertono principalmente nella caratterizzazione dei personaggi poco credibili nel loro evolversi e in alcune soluzioni sbrigative che Cooper ha scelto per risolvere le questioni lasciate in sospeso e che doveva chiudere. Il finale poi è maldestramente forzato perché il colpo di scena conclusivo non turba il lettore(o almeno a me no) ma viene da dire “ma dai è assurdo, a questo punto meglio il lieto fine”

Le relazioni tra i protagonisti e alcuni dialoghi, come dicevo, sono purtroppo superficiali  nonostante il potente collante che si va a creare nel incedere della trama. Anche il protagonista Calvin Donovan che risulta veramente atipico come professore universitario diventa fin troppo presto pacchiano e prevedibile, così come Irene, la coprotagonista femminile che alterna momenti di coraggio a momenti da donna ingenua e infantile. Allo stesso modo gli antagonisti stereotipati come la classica loggia massonica senza scrupoli,  appena accennati privi di quel mordente che mi avrebbe permesso di temere di più per lo sorte dei personaggi.

Infine anche il tentativo (vano secondo me) di includere anche un po’ di concetti di scienza è stato liquidato in davvero troppo poco tempo. C’era davvero del grande potenziale, Nazisti, Sacre Reliquie,scienza ed esoterismo, avrebbe potuto appassionare di più ma che dopo le prime cento pagine evapora come neve al sole.

Mi risulta difficile non paragonare questo romanzo con quelli di Dan Brown in fondo è stato lui ha sdoganare questo stile di letteratura leggera che alla fine piace e vende parecchio. In confronto a Angeli e Demoni e a Il Codice Da Vinci, Il Segno Della Croce cade proprio per i motivi scritti poco fa nonostante la lettura risulti sempre piacevole e scorrevole.  Non mi sento di bocciare l’autore ma il romanzo si. Probabilmente questo non è il suo romanzo migliore visto che in famiglia i suoi libri stanno girando parecchio. Per cui  sono molto tentato di leggere “dell’altro” magari quelli storici per vedere se invece in quella direzione Glenn Cooper di garba di più.

 

Annunci

Informazioni su Johnny Cornerhouse

Nerd appassionato di boardgames, giochi 8 bit, fumetti e mattoncini Lego. Nelle sue vite precedenti è stato un fotografo ed un musicista ora dice che sono solo Hobbies. La forza scorre potente in lui. Segui il suo canale youtube

Pubblicato il 6 marzo 2017, in Libri, Libri e Fumetti con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Mi aveva colpito, di questo romanzo, che fosse ambientato in un posto dove ho vissuto realmente e che conosco benissimo-
    In libreria ne ho lette le prime pagine e francamente mi è sembrata la solita danbrownata con un po’ di horror/esoterismo (le stimmate).
    Se ha tutti i difetti che citi, beh allora… ho fatto bene a lasciarlo perdere.
    Un giorno scriverò io qualcosa ambientato lì, che ti giuro è una zona davvero figa e ricca di fascino^^

    Moz-

    Liked by 1 persona

  2. Se posso darti un suggerimento, sia la serie sugli elenchi dei certificati di nascita che quella sull’invasione dall’Inferno non valgono la pena

    Liked by 1 persona

  3. Il genere fantarcheologia/occulto/cospirazioni è uno dei miei preferiti in assoluto! ^_^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: