I boardgames più giocati nel 2015

picsay-1451980098

Avevi cominciato a parlarne proprio qui di quelli che erano i giochi che “vanno” più di moda all’interno della gilda del martedi. Ed ora è giunto il momento di capire proprio quali di loro hanno soddisfatto di più il palato pigro e mai puntuale del gruppo nel corso dell’anno appena concluso. Nel 2015 hai comprato un discreto numero di boardgame, non tantissimi,ma sufficienti a darti sempre l’idea di avere qualcosa di nuovo e fresco da provare, motivo per il quale, forse alcuni di loro sono stati trascurati da parte nostra ma che forse sul lungo periodo li potremmo apprezzare di più (intanto li abbiamo). Si lo shopping compulsivo alle volte fa soffrire.

La classifica dei giochi più giocati dell’anno non presenta particolari sorprese, se non per l’assenza, del gioco più meglio, più migliore tra quelli che hai comprato quest’anno a cui, però, dedicherai due righe al fondo di questo post.

Posizione N 3 – Small World

pic428828_md

Partiamo dal terzo posto. Campione del primo semestre (campione di primavera se volete) Acquistato a pasqua, in tre mesi aveva divertito alla grande poi però ha visto pian piano la sua fiamma spegnersi per via sempre dell’ultimo arrivato. Smallworld è Rapido divertente e molto tattico. Nonostante la grafica pucettosa, Smallworld è un gioco di assoluto rispetto, immediato da capire anche per chi conosce solo la briscola, ma date le molte combinazioni tra razze e abilità è difficile da padroneggiare.

Si tratta di un gioco il cui scopo è conquistare e difendere più territori  della mappa (modulare in funzione del numero di partecipanti) rispetto agli altri giocatori sfruttando le combinazioni di razze e abilità casuali presenti durante la partita. Piace molto alla gilda per via della sua competitività e del suo pacato grado di rosicamento.  Tra gli altri vantaggi, nessuna espansione è necessaria (compri la scatola base e tutto fila via liscio): il gioco funziona bene da se senza aver bisogno che si spendano soldi in più. Altro pregio è l’interno della scatola, ben progettato per contenere, disporre e rimettere in ordine tutto il materiale di gioco. Ben Fatto.

Posizione N 2 – Arkham Horror

pic175966

Arkham Horror eccolo qua, finalmente. Al secondo posto c’è lui, che occupa anche il secondo posto nel tuo cuore. Assente nel primo semestre perchè offuscato dalle tante novità che avevi comprato, ma che alla fine ha saputo tornare di moda senza mai deludere. Cooperativo perfetto per le serate lovecraftiane dove hai a disposizione un po’ di tempo per il tuo maniacale set up (si sei un pazzo maniaco e lo sai anche tu). Giocare ad Arkham è come vivere in un mistero very very creepy. È il preferito di Carlotta e fino all’arrivo del gioco eletto gioco dell’anno è stato anche il tuo.

Il grande merito di questo gioco è la sua elevata longevità. è stato davvero difficile avere due partite una uguale all’altra,tranne quando il grande antico è stato yog-sothoth che non avete mai mai mai battuto. Con lui la partita è sempre: Noi arranchiamo, qualcosa va bene, poi lui ha sempre modo di incularci (scusate non esiste termine più appropriato) pesantemente. Tacci sua.

Di recente hai ancora provato la versione riveduta e corretta del gioco: Eldritch Horror che si vanta di essere un’edizione migliore del gioco. Naaaa onestamente tutto questo entusiasmo per quest’ultimo gioco Lovecraftiano francamente non lo condividi. Arkham è complesso, certamente perchè ho molte regole ma una volta maneggiato risulta possibile chiudere partite anche in un ora. Se proprio gli devi trovare due difetti il primo è un manuale di istruzioni fatto davvero davvero male e un set up un po’ lunghetto occorrono 10 minuti per sistemare tutto prima di giocare e altri dieci a fine per partita per riordinare (venti sei ci sono altri pazzi furiosi come te). Per il resto. Beh provatelo e vedrete. Il gioco ti appassiona tanto che sei diventato l’amministratore del forum italiano di Arkham Horror. Tiè.

Arkham Horror come tanti altri giochi Fantasy Flight è pensato per spennare l’appassionato. La scatola base è assolutamente completa e funzionale ma il desiderio di comprare le espansioni è davvero troppo forte anche perchè molte meritano davvero, soprattutto quelle a scatola grande che aggiungono pezzi di tabellone. L’orrore di Dunwich e Il Re in Giallo sono per te le migliori, attenzione però che l’espansioni in generale, tendono a rendere il gioco ancora più difficile.

Posizione N 1 – Carcassonne

pic166867

Carcassone. Eccolo è lui, da terzo sei mesi fa a primo a fine anno! Il campione del rimontone. Il gioco da tavolo più giocato nel 2015. Non è il tuo prerito ma ha tutte le caratteristiche per funzionare alla grande. Rapido, immediato per tutti, competitivo ma non aggressivo. È il giusto gioco per le serate dove la stanchezza dell’ufficio ha il sopravvento. Rilassante in due. Vivace in quattro. Ultimamente hai anche comprato la variante di Star Wars giocabile stand alone che comunque garantisce gli stessi elementi aggiungendo un po’ di pepe e alea per via della possibilità di attaccarsi tra i giocatori senza snaturare il suo stile.

Il gioco non costa molto con venticinque eurodollari si porta a casa la scatola base e con poco più di altri quindici eurodollari si comprano le espansioni. Sono necessarie? Beh forse si o almeno l’espansione “Mercanti e costruttori” sicuramente si perchè aggiunge qualcosa di veramente interessante.

Miglior Gioco comprato nel 2015 – Assalto Imperiale

pic2247647

Ed infine dopo che vi sieti letti queste poche righe eccoti a presentare per l’ennesima volta il tuo gioco preferito che essendo anche stato comprato nel corso del 2015 si merita anche il premio di gioco dell’anno. Comprato al dayone e scaratato il giorno dopo questo gioco è praticamente tutto ciò che sempre desiderato da parte di un Boardgame: ambientato nella galassia lontana lontana,ci sono le miniature, è tipo heroquest e c’è la campagna. Eccovi assalto imperiale.  Per una sola partita non sale sul podio ma, essendo in atto la campagna, il 2016 potrebbe essere l’anno buono per vederlo sul podio anche perchè è tua ferma intenzione provare la modalità scontro diretto in cui quasi come uno skirmish il gioco propone una battaglia tra piccole bande di personaggi tratti dalla galassia lontana lontana.

Tutto il blog è pieno di riferimenti entusiastici di questo gioco cooperativo con master ambientato  dopo la distruzione della prima morte nera. Anche uno dei motivi per cui questo blog viene letto dall’internet è proprio tutti ciò che viene scritto qui per lui. Costa un botto ed è pieno di espansioni. La macchina perfetta per arricchire la Fantasy flight e impoverire te, ma accidenti se ne vale davvero la pena.

Il 2016 parte con i soliti buoni propositi, compro poco e solo quello che merita. Ma poi si sa come andrà a finire. Ti hanno regalato Zombicide che dopo la prima partita ti ha già preso parecchio anche per via del fatto che stai in fissa con The Walking dead. Zombicide come Arkham non richiede il master e quindi puoi divertirti a sparacchiare agli zombi. Vuoi non espanderlo alla follia? Ecco. O ancora, per la modalità a scontro diretto di Assalto imperiale serviranno altre miniature vuoi non comprarle? Ecco… ah si si si, hai una voglia matta di comprare uno tra X-Wing e Armada anche se ti mancano per il momento i giocatori. Uff che fatica. Fortuna che quest’anno inizierete a giocare a D&D magari questo ti salverà da qualche acquisto inutile (si speraci).

E per voi inceve quali sono statti i giochi a cui più avete giocato quest’anno? Quali pensate di comprare quest’anno?

Annunci

Informazioni su Johnny Cornerhouse

Nerd appassionato di boardgames, giochi 8 bit, fumetti e mattoncini Lego. Nelle sue vite precedenti è stato un fotografo ed un musicista ora dice che sono solo Hobbies. La forza scorre potente in lui. Segui il suo canale youtube

Pubblicato il 5 gennaio 2016, in Boardgames con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 22 commenti.

  1. Leggendoti mi viene voglia di comprare Assalto Imperiale…
    Comunque Arkham non è poi cosí complicato come regolamento dai…
    Devi farci sapere com’è Zombicide!

    Mi piace

    • Tu sai che non ti dirò mai di non comprare assalto imperiale. 😀
      Detto questo sono d’accordo con te Arkham non è così complicato ma purtroppo è stato ampiamente criticato per questo presunto motivo. Per me l’unica cosa vera è un manuale decisamente strutturato male. Ieri sera sono stato arrestato perchè rovistavo ai moli. Non mi ricordavo cosa dova succedere oltre al perdere un turno è stato complicato trovare la voce arrestato sul manuale.
      Zombicide mi ispira parecchio. Molto più semplice di tutti gli altri. Muovi e spara. Se fai troppo rumore e gli zombi ti pigliano sei morto. Forse alla lunga potrebbe essere ripetitivo ma l’editor di missioni messo a disposizione gratuitamente dal sito ufficiale dovrebbe risolvere il problema con un po’ di fantasia. Ma soprattutto posso giocare con le miniature senza dover essere il master. 😀

      Mi piace

      • Io ho studiato da poco le regole e quindi sono piú fresco però è vero, non sono mai scritti benissimo questi manuali. Io ho problemi con il manuale del Trono di Spade… forse le edizioni inglesi sono piú pratiche.
        I manuali della Wizards of the Coast c’è da dire che ti danno sempre dei buoni indici analitici, per ricollegarmi alla tua esperienza prossima ventura.
        Dimmi per Zombicide quando avrai qualcosa di piú. Io vorrei fare avventure per Le Case della Follia ma devo ammettere che non ho giocato quasi per niente l’espansione acquistata…
        Ieri o ieri l’altro ti ho bombardato su Telegram…

        Mi piace

      • Infatti, la FFG si è fatta furba e ha diviso il manuale in due fascicoli. 1)Manuale dove ti spiego le regole tra le 5 e le 10 pagine e 2)glossario in ordine alfabetico delle parole chiave (grande a piacere).
        Cazzarola sarebbe bello che telegram mi notificasse che qualcuno mi ha scritto ora leggo.

        Mi piace

      • Strana questa cosa di telegrammo…
        La FFG è una vera furbona!

        Mi piace

  2. Noi giochiamo molto ad Agricola e Puerto Rico. Non ho mai fatto una statistica della partite magari quest’anno lo faccio!

    Mi piace

  3. Chi lo scrolla più Carcasonne.E’ il capolavoro 😀

    Mi piace

  4. Non sono un grandissimo giocatore di boardgames, di solito finisco a giocare a queste cose a casa di alcuni amici, se no niente.
    Di quelli che hai citato ho provato Arkham… sfortunatamente non mi ricordo chi era il cattivone finale.

    Un boardgame che fa sempre domenica (e bestemmie) è Bloodball.

    Mi piace

  5. Io purtroppo non gioco molto, proprio per questo motivo non ho comprato il Labirinto Magico ma l’ho scaricato su iPad XD
    Quando sono con gli amici “del paese” si gioca spesso a Bang (quando siamo pochi) e Lupus in Tabula (quando siamo in tanti).
    Sono lontanissimi i tempi di Star Quest! ;______;

    Mi piace

  6. Ahah, lo sapevo che avrebbe vinto Star Wars! Sembra troppo figo per non meritarsi il top.
    Comunque sono lieto che Carcassone si sia meritato il podio dell’anno perché l’ho visto in negozio e sono MOLTO tentato. Avessi una gilda sarebbe già mio!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: